Delizie & Confidenze...

L'idea di crere questo blog nasce dalla mia passione nel creare in cucina (e non solo) e dalla voglia di poter condividere ricette, curiosità, suggerimenti e....pettegolezzi vari....con le amiche!
Provare a combinare sapori e colori tra loro per creare qualcosa di nuovo e "di mio" per poi stupire e deliziare gli altri....e lo ammetto: sentirmi dire "che brava!!"
Ma Delizie & Confidenze non è solo cucina...
La mia passione principale è fare la mamma, un pò mattacchiona, parecchio giocherellona, del mio piccolo topino!
E qui vi racconterò anche di questa mia esperienza, dei miei dubbi e dei vari "consigli delle nonne" per riuscire con successo nel "mestiere" della mamma!!
Ed è per il mio amore che sto scrivendo una raccolta di mie filastrocche che presto vi potrò far leggere...

lunedì 16 gennaio 2017

Polpette di legumi con broccoli al limone e carciofi croccanti


Quando lo gnomolo era piccolo più piccolo, due erano i metodi per fargli mangiare di tutto:
il frullato e le polpette!!

Per quanto mi ritenga una mamma fortunata perché sono davvero poche le cose che Ricky non mangia, capita alcune volte di imbatterci in alcuni capricci a tavola, o al "no" solo perché nel piatto c'è del verde in più ...... o semplicemente perché ha voglia di qualcosa di più succulento alla vista!

Così frullato e polpettato restano ancora oggi i miei migliori alleati!

Oggi è stata la volta dei legumi, che diventano delle polpette per rallegrare i piatti di tutti.


Ingredienti:
(per 4 persone)

per le polpette
100 gr di legumi secchi misti
(lenticchie, lenticchie rosse, lenticchie verdi, roveja, fagioli borlotti, fagioli all'occhiello, ceci, cicerchia)
1 patata a pasta gialla
2 carote
farina di mais per panatuta q.b.
sale
1 cucchiaino di zenzero
100 gr di Alghetti (biscotti salati alle alghe nori e tamari della Matt)
olio extra vergine di oliva

per i carciofi
3 carciofi
farina 0
sale
il succo di mezzo limone
aglio
prezzemolo
olio per frittura

per i broccoli
1 broccolo di media grandezza
sale
olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino di aceto di mele
la buccia grattugiata di mezzo limone

Preparazione:

Per le polpette:
preparare il giorno prima i legumi sciacquandoli bene con acqua corrente e metterli in ammollo per 12 ore, ad esclusione delle lenticchie che aggiungeremo ai legumi solo nell'ultima ora.

Versare i legumi in un tegame, ricoprire con acqua senza aggiungere sale, coprire e lasciar cuocere a fiamma bassa per un'ora e mezza circa dal bollore, controllando comunque la cottura.

A cottura ultimata, lasciar scolare bene.

Sbucciare e sciacquare anche la patata e le carote e cuocere in un tegame con abbondante acqua per circa 30 minuti.

Scolare le verdure e passare al passaverdure insieme ai legumi cotti (e lasciati scolare bene) il giorno precedente.

Unire alla purea così ottenuta lo zenzero in polvere, 2-3 cucchiai di panatura di mais, e gli Alghetti precedentemente passati al mix per ridurli in farina.

Aggiustare di sale ed amalgamare bene gli ingredienti per ottenere un composto morbido ed omogeneo.
(Se risultasse ancora troppo appiccicoso, aggiungere altra panatura di mais)

Formare le polpette e disporre in una pirofila da forno oleata. Infornare (forno già caldo) a 180°C per 15 minuti.

Per i broccoli:
mondare, tagliare le cimette dei broccoli e sciacquare con acqua corrente. Nel frattempo mettere in un tegame dell'acqua salata e, non appena inizia il bollore, versare i broccoli. Lasciar cuocere a fiamma media per circa 15 minuti.

Scolare e versare in un piatto. Salare, aggiungere la buccia grattugiata di mezzo limone, l'olio e l'aceto di mele. Mescolare bene e tener da parte.


Per i carciofi croccanti:
mondare i carciofi eliminando le foglie più dure, tagliarli a spicchi ed immergerli in acqua acidulata con succo di limone.

Portare a bollore dell'acqua in un tegame, quindi versare gli spicchi di carciofi scolati e lasciar cuocere una decina di minuti a fuoco basso dalla ripresa del bollore dell'acqua.
Scolare ed infarinare.

Nel frattempo preparate un trito con aglio e prezzemolo.
Far riscaldare l’olio per frittura in un tegame, aggiungere il trito aromatico e lasciarlo soffriggere.

Unire i carciofi precedentemente passati in farina e lasciar dorare bene da ambo i lati a fuoco vivace.

Servire le polpette ben dorate e calde, accompagnate dai broccoli al limone ed i carciofi croccanti.


...... e buon appetito!

venerdì 13 gennaio 2017

Tortini alla vaniglia con crema al cacao & tortini al cacao con crema di pistacchio ..... ad ognuno il suo tortino!

Chi lo ha detto che le cose più buone sono le più difficili ed elaborate da preparare?

Basta poco a volte per realizzare qualcosa di meraviglioso al palato: 
basta avere però dei Buoni prodotti, 
ed anche un minimo di fantasia!

Così, quando ieri lo gnomolo al rientro dalla scuola ha reclamato la sua merenda, 
sorprenderlo è stato semplice,



Ingredienti
(per 8 merendine)

Per la base:
60 g di zucchero 
35 g di amido di frumento
35 g di farina 00
12 g di cacao amaro in polvere
essenza di vaniglia
un pizzico di sale
3 uova

Per farcire:

Per decorare con la ganache fondente come da foto:
200 gr di cioccolato fondente
100 ml di panna


Preparazione:

Montare le uova con lo zucchero e il sale fino ad ottenere un composto spumoso e ben montato.

In una terrina setacciare la farina e l'amido di frumento e aggiungere a pioggia al composto di uova e zucchero mescolando delicatamente con una spatola.

Dividere il composto ottenuto in due ciotole per realizzare le due diverse basi:
in una aggiungere  l'essenza di vaniglia per la base bianca, 
nell'altra aggiungere il cacao in polvere precedentemente setacciato e mescolare energicamente per far incorporare bene al composto senza lasciare grumi.

Ricoprire una teglia rettangolare con la carta forno e su una metà distribuire uniformemente il composto alla vaniglia, e sulla restante metà il composto al cacao.


Cuocere in forno già caldo a 190°C per circa 10 minuti.


Sfornare e lasciar raffreddare completamente; quindi ricavare da ognuna delle due basi 8 dischetti con l'aiuto di un coppapasta.

Unire due dischetti della stessa base farcendo con la relativa crema spalmabile Babbi:
per i tortini alla vaniglia useremo la crema al cacao,
mentre farciremo i tortini al cacao con la crema di pistacchi.


Prepariamo la ganache al fondente:
Versare la panna in un pentolino e far scaldare senza far arrivare al bollore. 

Nel frattempo tritare finemente il cioccolato e, quando la panna sarà calda, versare poco alla volta sul cioccolato: versare una prima parte all'interno della ciotola con il cioccolato e iniziare a mescolare.

Nel frattempo mantenere la panna in caldo rimettendola sul fuoco bassissimo. 
Una volta che si sarà incorporata la prima versata di panna, aggiungerne ancora metà di quella rimasta, mescolare(sempre mantenendo la panna in caldo). Continuare fino a versare tutta la panna nel cioccolato.
Mescolare energicamente fino ad ottenere una consistenza liscia.


Versare la ganache sui tortini e lasciar raffreddare completamente .


......... e la merenda è pronta da gustare!




giovedì 12 gennaio 2017

Crostatine alla crema di pistacchi con ganache fondente e frolla al rum

La crostata è forse il dolce più diffuso, antico, e amato che c'è in Italia.
Chi non ne ha preparata almeno una?
Ce ne sono di tutti i gusti, dalle più semplici con la copertura in marmellata, alle più amate con la copertura in cioccolato ...... 
E poi alla frutta, alle creme, e ancora tante e tante altre  .....

Oggi vi propongo le mie crostatine realizzate con uno dei prodotti Babbi che più amo:
la crema spalmabile di pistacchi.

La consistenza semi rigida della copertura al cioccolato fondente 
lascia il posto alla morbidezza della crema al pistacchio, 
per completare tutto con l'aroma del rum .....





Ingredienti:
(per 6 crostatine)

Per la frolla al rum:
300 g di farina 00
150 g di zucchero
150 g di burro leggermente salato
2 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaio di rum

Per la crema al pistacchio:
200 g di ricotta vaccina
100 g di crema pistacchi Babbi
60 g di zucchero

Per la ganache fondente:
400 g di cioccolato fondente
200 ml di panna


Preparazione:


Tagliare a pezzi il burro (freddo) e metterlo in una terrina insieme alla farina,  lo zucchero, le uova, il lievito ed il rum.

Lavorare energicamente con le mani per far incorporare bene alle polveri gli ingredienti liquidi e far sciogliere il burro, fino ad ottenere un composto omogeneo, senza però lavorare a lungo la pasta.

Formare una palla, avvolgerla con la pellicola per alimenti, e lasciar riposare in frigo per almeno 1 ora.

Stendere la pasta dando uno spessore di circa 3 mm e rivestire gli stampini imburrati ed infarinati, pungere il fondo con una forchetta, ricoprire la base con della carta da forno e versare dei fagioli secchi; quindi infornare (forno già caldo) a 180°C per circa 20 minuti!

Togliere la base delle crostatine dal forno, sformare e lasciar raffreddare completamente

(Tutte le varianti della frolla potete trovarle qui.)

Per preparare la crema di ricotta al pistacchio basta montare con le fruste la ricotta con lo zucchero e la crema di pistacchi fino ad ottenere una crema liscia.





 Riempire con la crema di ricotta e pistacchi le crostatine ormai fredde.



Prepariamo la ganache al fondente:
Versare la panna in un pentolino e far scaldare senza far arrivare al bollore. 

Nel frattempo tritare finemente il cioccolato e, quando la panna sarà calda, versare poco alla volta sul cioccolato: versare una prima parte all'interno della ciotola con il cioccolato e iniziare a mescolare.

Nel frattempo mantenere la panna in caldo rimettendola sul fuoco bassissimo. 
Una volta che si sarà incorporata la prima versata di panna, aggiungerne ancora metà di quella rimasta, mescolare(sempre mantenendo la panna in caldo). Continuare fino a versare tutta la panna nel cioccolato.
Mescolare energicamente fino ad ottenere una consistenza liscia.


Ricoprire le crostatine con crema di ricotta e pistacchio con la ganache fondente, decorare a piacere e lasciar raffreddare completamente prima di gustare.


mercoledì 11 gennaio 2017

Cheesecake Babbi

Nel cuore della Romagna, nel 1952, Attilio Babbi fondò l’Azienda Dolciaria BABBI dedicata alla produzione di coni, cialde e semilavorati per mastri gelatieri.

La scelta di materie prime di assoluta genuinità e la freschezza degli ingredienti, permettono a BABBI di diventare il punto di riferimento dei maestri del gelato artigianale.

Si trattava però di una produzione altamente stagionale, legata ai mesi estivi, per ovviare al problema della stagionalità.

Nel 1958 Attilio Babbi ebbe la geniale intuizione di sfruttare i mesi invernali per inserire una nuova linea di produzione in azienda: nacquero così le specialità dolciarie BABBI.
Attilio intuì subito che la strada giusta non era quella dei prodotti di massa, di cui il mercato era già ricco, bensì quella della creazione di “specialità dolciarie uniche e irripetibili” attraverso l’impiego di materie prime nobili, ricercate, genuine e una lavorazione artigianale lunga ed accurata.     

Da questo principio nacquero i Wafer Viennesi e i Waferini, oggi conosciuti e apprezzati in tutto il mondo.

Scegliere BABBI significa scegliere il frutto di 60 anni di esperienza e di ricerca, 60 anni di passione, di amore e di artigianalità.

Scegliere BABBI significa guardare con un occhio al passato, alla tradizione e ai sapori autentici e artigianali, e con un occhio al futuro, all'innovazione, alla ricerca e allo sviluppo in un mercato in costante e veloce evoluzione.

Scegliere BABBI significa condividere i valori su cui 60 anni fa abbiamo poggiato le fondamenta e che hanno reso la nostra Azienda un leader mondiale del gelato artigianale e un maestro nella produzione di specialità dolciarie uniche e irripetibili.




Perchè vi parlo di Babbi?

Prima di tutto per far conoscere a chi ancora non lo conoscesse, il mondo fantastico dei prodotti Babbi.
Ma non è tutto.

Partecipai ad un concorso con la mia ricetta della crema spalmabile alle nocciole, sono arrivata tra le finaliste ed ora ho l'immenso piacere di poter contribuire a realizzare il ricettario Babbi 2017 con i loro meravigliosi prodotti.

La Cheesecake Babbi deve il suo nome proprio all'utilizzo dei diversi prodotti della linea dolciaria Babbi: dai Waferini, alle creme spalmabili al pistacchio e al cacao....



Ingredienti
(per 12 mini tortine)

Per la base:

150 g di Waferini alla vaniglia Babbi
50g di burro

Per la farcia:

500g di mascarpone
150 g di crema spalmabile al pistacchio Babbi
150 g di crema spalmabile al cacao Babbi
20g di gelatina in polvere
200 ml di panna

Per decorare:

mini meringhe
cacao amaro in polvere
sciroppo al cacao

Prepararzione:

Per la base:

La prima cosa da fare per realizzare la cheesecake  è quella di mettere nel mixer i Waferini  quindi frullate fino a ottenere una farina non troppo sottile.

Versate il contenuto del mixer in una terrina e amalgamate con il burro precedentemente fuso. Versare il burro sulla farina di Waferini e amalgamare bene.

Disporre le fasce/dischi rotondi nei piattini (io ho utilizzato dei coppapasta) e imburrare bene.
Distribuite uniformemente il composto ottenuto in ogni disco.
Con il dorso di un cucchiaio pressare e compattare la base della cheesecake .
Lasciar riposare in frigo per 30 minuti.



Per le due creme:

Dividere a metà il mascarpone e versare in due diverse ciotole.
In una aggiungere la crema spalmabile al pistacchio Babbi; nell'altra la crema spalmabile al cacao Babbi.
Con le fruste elettriche amalgamare bene le due creme separatamente.

In un pentolino far scaldare la panna ma senza arrivare al bollore. Togliere dal fuoco e aggiungere la gelatina in polvere. Mescolare con cura e versare in egual misura nelle due creme.

Amalgamate bene il tutto fino a ottenere una mousse cremosa e compatta.



Composizione delle mini cheesecake: 

Togliete dal frigorifero le basi delle  cheesecake e versare al suo interno prima la mousse al pistacchio, livellare bene, quindi versare la mousse al cacao.

Riporre nuovamente le tortine in frigo per almeno due ore.

Prima di servire decorare ricoprendo la superficie con dello sciroppo al cioccolato, aggiungere le mini meringhe e spolverare con il cacao amaro in polvere.




L'idea in più:

Se rimane della crema di mascarpone e pistacchio Babbi, si possono realizzare dei graziosi e gustosissimi mini budini distribuendo bene la crema negli stampini da cioccolatino.
Riporre in frigo per un paio di ore e sformare delicatamente.
Decorare a piacere e gustare.
Ma attenzione: uno tira l'altro!




sabato 7 gennaio 2017

Tarallini alle erbe di provenza

I taralli sono una specialità tipica pugliese il cui impasto di base è formato da farina,olio, sale e pepe.

Esistono diverse versioni dei taralli,  e in ognuna di esse vengono cucinati in modo diverso.

Oggi vi presento la ricetta dei tarallini alle erbe di provenza.

Le erbe di Provenza (o erbe provenzali) sono una miscela di erbe aromatiche essiccate, inventata in Provenza (sud della Francia) negli anni '70, e diffusa ora in tutta la regione mediterranea.

Per altre idee regalo in barattolo, guarda qui.



Ingredienti:

350 gr di farina 0
1/2 bicchiere di vino bianco
1/2 bicchiere di olio di oliva
1 cucchiaino di sale
1 macinata di pepe in mix
1 cucchiaino di erbe di provenza
( rosmarino - estregone - cerea - basilico - origano - maggiorana)

Preparazione:

Versare in una ciotola (o direttamente su una spianatoia o sul banco lavoro) la farina e aggiungete l’olio, il sale, il pepe, il vino ed il mix di erbe di provenza.

Impastate gli ingredienti e quando saranno amalgamati trasferite il tutto su di un piano di lavoro e impastate per almeno 20 minuti fino a che il composto sarà liscio ed elastico.
Mettete l’impasto per i taralli in una ciotola e copritelo con della pellicola, quindi fatelo riposare per almeno mezz’ora al fresco.

Trascorso il tempo indicato, formare un salamotto sottile e lungo con le mani, e arrotolare direttamente sul dito (indice) e formare così il tarallo.
 Diversamente, dall'impasto principale, tagliare dei pezzetti e con  il palmo della mano ricavate dei bastoncini del diametro di 1 cm circa lunghi 8 cm. Unite le due estremità del bastoncino per formare un cerchio o una goccia.

Porre tutti i taralli ottenuti su di un canovaccio pulito e poi portate a bollore un tegame contenente dell’acqua: buttarci dentro una dozzina di taralli alla volta.
Non appena i taralli verranno a galla  scolarli e adagiarli in un vassoio foderato con un canovaccio pulito.
Il passaggio della cottura in acqua conferirà ai taralli lucentezza e lisciatura.

Trasferire i taralli su di una teglia foderata con carta forno e infornarli in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti (o fino a che non saranno appena dorati).

Sfornare i taralli e lasciar raffreddare completamente prima di gustarli.




I taralli si possono conservare in una scatola di latta per lunghissimo tempo, o chiusi in un sacchetto di plastica.

L'idea in più:
Perfetti come cadeau, per una cena improvvisa, come spezza fame o stuzzichino, da offrire ad ospiti o gustare in famiglia. Ottimi per grandi e piccini.


venerdì 6 gennaio 2017

Ciambelline al vino

Le ciambelle al vino sono dei tipici biscotti laziali fatti esclusivamente di farina, olio , vino e zucchero quindi  molto semplici e leggeri ,  ma altrettanto gustosi .

E' una delle ricette tradizionali della mia famiglia, che arricchisce il sapore delle ciambelle al vino con l'anice.

Sono state protagoniste indiscusse del mio mercatino di Natale, nonché dei miei regali di Natale.
Sono molto orgogliosa di questa ricetta, e sono felice di condividerla con voi.

Nb: la ricetta tramandata dalla nonna prevede come dosaggio della farina "quella che si piglia" , passando per mia mamma che è diventata "quella che ce vò"
....ovvero quella che occorre per ottenere un composto liscio ed omogeneo che non si attacca alle mano.....

Per altre idee regalo in barattolo, guarda qui.



Ingredienti:

350 gr di farina 00
2 bicchieri di zucchero semolato+quello per decorare
2 bicchieri di olio di oliva
2 bicchieri di vino bianco
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaio di semi di anice


Preparazione:

Disponete a fontana la farina sulla spianatoia (o sul banco di lavoro) e praticate un buco al centro dove versare l’olio, il vino, lo zucchero, il lievito e l'anice.
Iniziare a mescolare pian piano gli ingredeinti aiutandoci con una forchetta per continuare poi, una volta incorporata tutta la farina, a lavorare l'impasto con le mani.
Impastare finchè non otterremo un impasto liscio.
Ricavare dal composto un vermicello tondo e lungo da cui ritagliare dei salsicciotti che andremo poi ad arrotolare e formare le nostre ciambelle.

Preparare due piatti: in uno versare mezzo bicchiere di acqua, nell'altro versare mezzo bicchiere di zucchero semolato.
Passare un lato di ogni ciambella dapprima nell'acqua, e poi nello zucchero e disporle su una teglia rivestita di carta forno con il lato zuccherato verso l’alto.

Infornate a 180°C in forno statico per circa 30 minuti o comunque finché non sono ben dorate. Sfornate e fate raffreddare prima di gustarle accompagnate da un buon bicchiere di vino.


giovedì 5 gennaio 2017

Torta di mele Natalina

La classica ricetta della torta di mele, soffice e ricca di gusto​.

 Ogni famiglia ha la sua, tramandata di generazione in generazione.

 Questa che vi propongo  è la ricetta della torta di mele  che ho pensato e realizzato esclusivamente per le feste natalizie: 
la classica torta di mele, preparata con la ricetta tradizionale di casa mia,
 arricchita dai sapori delle spezie tipiche del Natale.

Morbida, profumata e facile da preparare.

 Per altre idee regalo in barattolo, guarda qui.


Ingredienti:

4 uova
100 gr zucchero semolato
100 gr zucchero grezzo di canna
200 gr burro
300 gr di farina 00
3 mele tipo Golden
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaio di liquore all'anice
1 limone grattugiato (la buccia e il succo)
1/2 cucchiaio di cannella in polvere
1/2 cucchiaio di zenzero in polvere
1/2 cucchiaio di chiodi di garofano in polvere
noce moscata un pizzico
1 pizzico di sale

Preparazione:

Montare a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale e tenere da parte.

Mondare le mele e tagliare in fette sottili, disporle in un piatto fondo e versare il succo di limone ed il liquore all'anice. Coprire con una pellicola e lasciare in frigo fino al momento dell'utilizzo.

A parte lavorare a lungo lo zucchero con i tuorli fino ad ottenere un composto spumoso e molto chiaro. Aggiungere il burro fatto precedentemente fondere a fuoco basso e fatto raffreddare, la buccia del limone grattugiata e amalgamare bene.

Unire un cucchiaio alla volta il mix setacciato di farina, lievito e le spezie in polvere.
Aggiungere gli albumi a neve e mescolare dal basso verso l'alto con un cucchiaio di legno. Unire le mele precedentemente preparate e lasciate da parte e amalgamare il tutto sempre delicatamente.

Imburrare e infarinare uno stampo da 22 (max 24) e versare il composto.

Infornare in forno già caldo a 180°C per 45 minuti.  Controllare la cottura con uno stecchino.

Sfornare e lasciar raffreddare prima di decorare con lo zucchero a velo e servire accompagnata, se vi va, con una crema al mascarpone.


Follow by Email