No conventional supplì

Ingredienti:

100 g riso per risotti
120 g lenticchie
1 scalogno
olio evo
sale
1 mozzarella
pangrattato
2 uova
500 ml brodo vegetale
2 patate
parmigiano reggiano q.b.
olio di semi di girasole q.b.

Preparazione:

Preparare il riso e lenticchie

Dopo aver lavato le lenticchie sotto l’acqua corrente, metterle in un tegame, unire le patate private della buccia e tagliate a dadini, e l’acqua. Salare e portare ad ebollizione.
Far cuocere per 15-20 minuti.

Nel frattempo far appassire una cipolla tagliata molto fine in un’altro tegame con poco olio evo, quindi unire il riso e farlo tostare qualche minuto. Aggiungere metà del brodo ed iniziare la cottura.

A metà cottura del riso, unire le lenticchie (prenderle con un mestolo insieme alla loro acqua di cottura: darà più sapore al risotto, e per questo aggiungere il brodo poco alla volta per non eccedere con il liquido: il riso deve restare denso alla fine!)

Unire le patate ridotte a purea con una forchetta.

Terminata la cottura, aggiungere il parmiggiano e tenere il riso da parte!

Preparare i supplì

Sbattere un uovo intero più un tuorlo e salare.
Tagliare la mozzarella a dadini.
Preparare un altro contenitore con del pangrattato.

Prelevare un pò di riso (circa 1 cucchiaio) ormai raffreddato, disporre al centro un dadino di mozzarella, e richiuderlo dandogli una forma conica (la classica del supplì).

Dal momento che questo risotto non è asciutto come da preparazione tipica del riso per i supplì, passare prima nel pangrattato (così da evitare che la cremosità del riso spacchi poi il supplì al momento della cottura),poi nell’uovo e dinuovo nel pangrattato.

Terminata la preparazione di tutti i supplì, portare a temperatura dell’olio per frittura in una capiente padella, e friggere i supplì, avendo cura di girarli con delicatezza.

*********       **********         **********         *********

Questa panatura è risultata molto compatta e ben croccante, mentre la cremosità interna del riso ha “camuffato l’effetto fritto” rendendolo più “delicato”.

*********       **********         **********          *********

Con lo stesso procedimento, ho preparato anche delle mozzarelline con i dadini di mozzarella avanzati!!

………E buon appetito!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*