Lasagne con ragù ai due formaggi

Ingredienti:
(per 6 persone)

250 g pasta fresca (*)
150 g di cipolle di Tropea
120 g salame piccante
80 g salsiccia fresca
250 g polpa di pomodoro a pezzettoni
200 g mozzarella di bufala
100 g scamorza
1 rametto aromatico (timo, alloro, rosmarino)
1/2 bicchiere vino bianco secco
olio evo q. b.
sale

Preparazione:

(*) Per la preparazione della pasta: seguire la ricetta base, considerando per gli ingredienti, 1 uovo ogni persona e mezza (se si è in 6 quindi, usare 5 uova).


Scottare le lasagne in acqua bollente salata per qualche istante, quindi disporle su un panno e lasciarle asciugare.

Nel frattempo, sbucciare le cipolle, tagliarle a fettine sottilissime e farle appassire in padella con poco olio evo. Coprire con un coperchio cosichè le cipolle si ammorbidiscono ma non prendono colore.

A parte far rosolare la salsiccia sbriciolata senza alcun condimento, in una padella antiaderente. Sfumare con il vino e far evaporare.

Aggiungere la salsiccia alle cipolle, poi la polpa di pomodoro ed il mazzetto aromatico. Cuocere a fiamma bassa per 20 minuti. A questo punto togliere il mazzetto aromatico, unire il salame tagliato a striscioline e far riprendere il bollore. Spegnere e regolare di sale.

– Ungere con olio una pirofila e disporre sul fondo uno strato di pasta, stendere un velo di ragù e coprire con un’altro strato di pasta.
– Cospargere questo secondo strato di pasta con qualche scaglia di scamorza, poi il ragù, quindi la mozzarella a pezzetti.
– Continuare  a formare così gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti, consederando che l’ultimo strato sarà di pasta e solo ragù. Tener da parte un pò di mozzarella.

Coprire con un foglio di alluminio ed infornare,  in forno già caldo, a 180 °C per 30 minuti, quindi scoprire, aggiungere la mozzarella lasciata da parte, ed infornare per altri 7-8 minuti.

…… E buon appetito!!

Un commento

  1. 🙂 bravissima come sempre!
    Io aspetto con ansia che ti venga voglia di fare una super mega torta da portare in ufficio!!! 🙂 smuà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*