In evidenza

1 commenti

Raviolotti ai funghi porcini con pesto semplice di puntarelle e tartufo nero.



Visto che tempo grigio, brutto e freddo???

Di mangiare una fredda e triste insalatina non ne avevo proprio voglia, e così ho tirato fuori la "parannanza" regalatami da Fabry,


 e mi sono messa a pasticciare con farina e quant'altro....

(NB.: grazie a topino che me ne ha concesso il tempo!! Lui intanto insegue e tortura Stella....
Grazie anche a Stella che ha capito che per vivere come una regina in casa, deve prestarsi e sottomettersi ai giochi di Riccardo!!)





E che t'ho preparato per pranzo? Un bel piattino colorato e profumato....




* Ingredienti per la pasta all'uovo:

300 g di farina di grano tenero 00
3 uova
1 pizzico di sale

* per il ripieno: 

300 g di funghi porcini
4 cucchiai di parmigiano grattugiato +  per mantecare (q.b.)
1 spicchio di aglio
prezzemolo
olio evo q.b.

* per il pesto semplice di puntarelle: 

100 g di  puntarelle
2 spicchi d’aglio
1 cucchiai di olio evo
pepe nero

* per completare il condimento:

2-3 cucchiaini di tartufo nero in salsa
oppure una bella grattugiata di quello fresco

Procedimento:

* prima di tutto,  preparare la pasta all'uovo:

Setacciare la farina a fontana sul piano di lavoro, formare un incavo al centro e aggiungervi le uova ed il sale.
Sbattere gli ingredienti al centro della fontana inizialmente aiutandosi con una forchetta;  quindi incorporare un pò alla volta la farina dal bordo interno.
Continuare ad incorporare farina fino a quando non si formerà un impasto denso.
...a questo punto, proseguire l'impasto con le mani!
Formare con l'impasto una palla liscia e compatta, coprirla e lasciare riposare per circa 1 ora in un luogo fresco.
(Io di solito la lascio coperta sotto una ciotola di coccio sul piano da lavoro spolverato di farina. Si può anche avvolgere con la pellicola!)
Terminato il riposo, stendere l'impasto con il mattarello fino ad avere una sfoglia ben sottile. Lasciar asciugare un pochino.

* nel frattempo preparare il ripieno:

Rosolare lo spicchio d'aglio nell'olio e aggiungere i funghi ed il prezzemolo tritato. Far cuocere  fino al completo assorbimento dell'acqua di vegetazione.
Far raffreddare e frullare i funghi  insieme al parmigiano ed al pepe nero.

*  comporre i ravioli:  


Su metà della sfoglia ormai asciugata, sistemare una fila di mucchietti di composto di funghi.
Coprite con l'altra metà della sfoglia e, con l'aiuto della rondella,  ritagliare i ravioli. Continuare fino ad esaurimento della sfoglia!

* preparare il pesto:

 Mondare e lavare le puntarelle, tagliarle grossolanamente e far appassire in una padella con 1/4 di bicchiere di acqua e l'aglio in camicia. Aggiustare di sale e far stiepidire.
(Io lascioda parte qualche fogliolina  per utilizzarla poi come guarnizione del piatto)
Togliere l'aglio e versare le puntarelle cotte nel mixer con un cucchiaio di olio evo.

* preparazione del piatto:

Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata per circa 5 minuti, scolare e versare in un'ampia padella.
Unire il pesto ed il tartufo, mantecare con un pò di parmigiano ed un cucchiaio di olio evo.
Disporre in un piatto da portata, abbellire a piacere, servire caldo ..................... e buon appetito!!



5 commenti

Primo approccio allo scrapbooking

Wow che bello!!!

Ieri ho partecipato al mio primo corso di scrapbooking..una giornata full immersion tra carte colorate, bottoni, fiorellini vari....







E si, tutta la giornata!! Abbiamo iniziato la mattina con il corso “LOVE in my LIFE” MINIALBUM, per poi passare al corso della mia amica Sara Dafne “Cards, Tag & Topper” Confezione regalo, e per finire (sempre con Sara) il corso “Hanging LAYOUT"......

Praticamente mi sono presa un "giorno di ferie" da marito e figlio!!.... E si, dopo il "full immersion family", ci stava proprio bene!!...

E poi mi sono divertita da matti ed il tempo è volato ....pensa, non ho pranzato e nemmeno me ne sono accorta!!! ... Strano, no!!

Le insegnanti sono state bravissime a non far trapelare dalle loro faccie espressioni di disgusto o sorpresa per i nostri orrori.........ma nooooooooooooooooo: SIAMO STATE TUTTE BRAVE!

Ovviamente tra l'imparare le diverse tecniche e metterle in pratica, la giornata non è stata sufficiente per completare tutti i progetti dei corsi... infatti devo ancora completare il minialbum!!!!

Ecco qui le prime foto dei miei primi lavoretti!!


Ovviamente manca il minialbum tra le foto...sarà fotografato non appena finito!!

Ma andiamo per ordine:

“Cards, Tag & Topper”
 
“Cards, Tag & Topper”













....Carine, vero!!



...mmmmm...ora quello che mi è venuto meno bene....  il Layout!

“Hanging LAYOUT"

Soffermiamoci sui particolari, vah, che sono più carini:


“Hanging LAYOUT"
“Hanging LAYOUT"



Sono proprio soddisfatta!!

Mi metto subito a fare shopping per scrap....shhhhhhhhhhhhhhhh: meglio non farmi sentire da Fabrizio!!!!!!


0 commenti

Petit-pois di lenticchie su nido di verza


Nata e cresciuta in un paese (sebbene alle porte della città),  ho imparato a mangiare frutta e verdura a seconda della loro stagione di produzione,  grazie ai miei genitori ed alla loro passione (o abitudine di vita) a coltivare l'orto e la terra in genere!
Così, oltre ad averci "esasperato" (me e mia sorella) con ogni singolo prodotto tipico del momento,  fino al suo completo e naturale esaurimento (riproponendocelo pasto dopo pasto in tutte le versioni possibili e cucinabili!!), ci hanno anche abituate a  mangiarne fresche di stagione...
E quale verdura più versatile in questo momento se non la verza?
Ottima da mangiare ad insalata, deliziosa anche stufata con patate...
Ma per presentarla in modo un pò più fantasiosa, ecco una ricetta per far felici grandi e piccini...



Ingredienti per 4 persone:

400 g lenticchie
1 l brodo vegetale
1 carota
1 costa sedano
1 cavolo verza
2 patate medie
1 spicchio d'aglio
sale
pepe
zenzero
olio evo
pan grattato q.b.
olio per friggere

Preparazione:

* Lessare le lenticchie in 500 ml di brodo vegetale,  con la carota e la costa di sedano tagliate a quadratini molto piccoli
* aggiustare di sale e cuocere per circa 30 minuti a fuoco medio.
* Arrivate a cottura, scolare e frullare con il frullatore ad immersione. Riporre in frigo per 1 oretta.
* Nel frattempo mondare la verza e le patate, tagliare a pezzi medi e lavare.
* Portare ad ebollizione  i restanti 500 ml di brodo vegetale. Quando prende il bollore, immergere le verdure tagliate.
*  Far cuocere per circa 30 minuti a fuoco medio.
* Arrivate a cottura anche loro, scolare e frullare.
* In una padella antiaderente, far colorare lo spicchio d'aglio  in poco olio evo. Preso il colore biondastro, togliere l'aglio e versare le verdure frullate.
* Regolare di sale e spolverare con pepe e zenzero.
* Farle insaporire per qualche minuto avendo cura di girarle spesso. Tenere da parte.
* Nel frattempo riprendere le lenticchie frullate dal frigo, unirvi il pangrattato q.b. per avere un composto non troppo molle (che non si appiccichi alle mano). Formare delle piccole palline.
* In una padella far scaldare dell'olio per fruttura. Quando risulta caldo, immergere le palline di lenticchie e farle colorare da tutti i lati.
* Togliere le palline di lentichie e disporre su un piatto con carta per fritti così da togliere l'olio in eccesso.
* A questo punto anche il frullato di verdure risulterà tiepido. Inserirlo nella sac a poche con beccuccio a stella e formare il nido
* Spolverare con lo zenzero per dare un effetto "sporco" al nido.
* Al centro disporre le petit-pois di lentichie e servire.

Buon appetito!!
0 commenti

Risotto agli agrumi

Come credo la maggioranza di noi donne, finite le feste, cerchiamo di stare  più attente al mangiare..
uff, che sofferenza!!...
Così una ricettina da poter sfruttare sia nella versione originale (più gustosa), sia nella versione light!!


foto scattata con cellulare..ops!!

Ingredienti per 4 persone:

** per la versione light:

  • 120 g riso
  • 2 limoni
  • 2 arance
  • 1/2 cipolla bianca
  • sale
  • 1/2 l brodo vegetale
** per la versione "gustosa" aggiungere:

  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 cucchiaio di crema di latte (o panna fresca)
Preparazione:

** Versione light:

* far cuocere la cipolla tagliata finemente nel brodo,
* quando questa è cotta, aggiungere le scorzette degli agrumi ed il riso
* far cuocere a fuoco medio
* servire con scorzette degli agrumi come decorazione

**Versione gustosa:

* soffriggere la cipolla tagliata finemente in poco olio, a fuoco medio
* quando la cipolla diventa trasparente, aggiungere la scorzetta degli agrumi precedentemente grattata (se si ha, con l'apposito "rigalimoni")
* quindi unire il riso e sfumare con il vino
* quando il vino sarà evaporato tutto, completare la cottura del riso aggiungendo di volta in volta, un mestolo di brodo vegetale.
* Completare con un cucchiaio di crema di latte, amalgamare e servire con un pò di scorzette degli agrumi come decorazione

 http://www.cooknshare.eu/cooknote/editRecipe?id=44762



1 commenti

Castagnole di Carnevale

Vista l'atmosfera festosa che si respira qui da me con i bimbi già in maschera ed i coriandoli che colorano le vie e la piazza del paese, non potevo non preparare qualche sfizietto della buona tradizione....
Così di buon'ora inizio a "spolverare" di farina il piano della mia cucina....


Ingredienti :
  •  2 uova
  • 50 g burro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • farina q.b.
  • limone grattugiato
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 1/2 bicchiere di vino (o se preferite: 1 bicchiere di latte e 1 bicchierino di liquore)
  • olio per friggere q.b.
  • 3 cucchiai di zucchero
  • miele q.b.

    Preparazione:

* sbattere molto bene le uova con lo zucchero fino a formare un composto molto spumoso ,
* aggiungere il burro sciolto a temperatura ambiente,poi la buccia del limone, la farina a pioggia ed in fine il latte ed il vino.
* Il composto deve risultare cremoso ma non denso (deve essere prelevato con il cucchiaio)
* Mettere sul fuoco un pentolino con l'olio e appena sarà ben caldo prendere con il cucchiaio un pò del composto e versarlo nell'olio aiutantosi con un dito (in modo da formare una pallina con il composto mentre cade nell'olio),
* l' olio deve essere abbondante: le palline si devono girare da sole ,
* appena sono colorate scolarle in un piatto con carta assorbente,
* far sciogliere in un pentolino del miele e cospargerlo sulle castagnole calde
* a piacere ricoprire con dello zucchero semolato.

 http://www.cooknshare.eu/cooknote/37665/recipe/44761

0 commenti

Svezzamento......oddio che confusione!!

Dovrebbe essere la cosa più naturale del mondo: lo svezzamento del proprio "cucciolo"!!
In realtà hanno complicato questo naturale e progressivo passaggio dal latte ad altri alimenti in un vero rompicapo....
...chi??.....Ma loro: i pediatri, coloro che dovrebbero rassicurarti e consigliarti....e non confonderti!!
A quanto pare ci sono due linee di pensiero: la "vecchia scuola" pediatrica, e la "nuova filosofia" pediatrica...

La "vecchia scuola":
  • si svezza intorno al 4 mese
  • introdurre un alimento per volta a distanza di qualche settimana da un nuovo alimento dall'altro
  • ogni alimento va introdotto a mesi diversi (es.: legumi a 7 mesi, pesce a 9, pomodoro dopo l'anno)
tutto questo per evitare allergie alimentari e permettere al bimbo di abituarsi ai nuovi gusti e sostanze

La "nuova filosofia":

  • si svezza non prima del 6 meso (salvo casi) perchè più si assume il latte materno, più i bimbi sono meno soggetti ad allergie
  • bisogna abituarli a nuovi alimenti non necessariamente uno per volta
  • non bisogna ritardare l'introduzione di alimenti (non serve aspettare mesi stabiliti per determinati alimenti)

e tutto questo perchè evita la predisposizione ad allergie ed intolleranze alimentari
(predisposizione che invece, per questa nuova linea di pensiero pediatrico, creerebbe la "vecchia scuola" di ricerche pediatriche!!)

Quindi, a seconda di quale filone di ricerca appartiene il pediatra scelto, ti farà osservare l'una o l'altra linea di svezzamento.....

.....Ma la mia di pediatra da che parte sta??................Sta al centro!!....

Così non fa torto a nessuno, no!! Va bene di tutto!!

Abbiamo iniziato lo svezzamento verso la fine del 5 mese, abbiamo iniziato ad introdurre alimenti un pò per volta ma senza aspettare troppo: siamo arrivati, nel giro di un mese e mezzo circa, a mangiare quasi tutte le verdure, tutte le carni, i legumi, quasi tutta la frutta, la pastina......................... ed il pesce? ed il pomodoro?...........


No, questi no, per questi bisogna aspettare!......Boooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ma se Riccardo mi guarda con gli occhioni de "il gatto con gli stivali" di Shrek quando vede mangiare noi!!!!!!

Ad essere sincera, gli faccio assaggiare di tutto!!...E come gli piacciono i nostri piatti!!! Ed è un buon gustaio il piccoletto qui, è proprio di bocca buona!!

E poi, tra tutta questa confusione dei pediatri, la cosa che più mi tranquillizza è seguire il mio istinto materno!!
Anche perchè un pò mi rifaccio a ciò che mi racconta mia madre di come ha fatto con me.......
.....E dal momento che sono stata svezzata molto presto a causa della mancanza di latte materno (e iniziando direttamente con latte di mucca e non con latte artificiale!!), e non sembrerebbe proprio che io sia cresciuta con problemi alimentari (o sciupata!!!!), non penso di far male col mio topino!!
0 commenti

Preparativi per Carnevale...




Devo essere sincera: non stravedo per il carnevale!
Si certo, da piccola non vedevo l'ora di mascherarmi e correre in piazza con gli amici per divertirci dietro ai carri animati.....
Crescendo ho iniziato a vedere principalmente una folla impazzita che non va proprio a genio con la mia pazienza così....instabile!!
Scherzi a parte, è vero: crescendo ho iniziato a notare più la caciara di questi giorni piuttosto che viverla come festività...
Ma ora è diverso!
Ora c'è topino..... ed è come se fossi tornata bambina anch'io....

"Carnevale!!!!!!!!!!!!!Hiuùùùùùù!!!!Evviva!!!!!....Il vestito!!...Dobbiamo comprare il vestito per Riccardo!!!"

................................................................................................................................

Ma mi doveva proprio tornare 'sta "botta d'infanzia"??

Allora: ieri, approfittando della stupenda giornata simil primaverile, abbiamo portato topino alle giostre...ma che amore.... tutto procedeva bene, senza pensieri, senza carnevale per la testa....






Foto da cellulare


Sennonchè t'arriva un gruppo di ragazzini che inizia a lanciare coriandoli..............ed è la fine: effetto bimba-pazza: abito per topino!!







E che culo!!!!!!!!!!!!!! Il negozio per questi acquisti sta proprio davanti al parco!!! T'ho!

Entriamo............e di buono che c'era Fabry con me che è quello più giudizioso e senza buchi nelle mano!...volevo il vestito di Tigro...bellino proprio...un vestito dalla testa ai piedi...... E' QUELLO IL PREZZO????? GIA' SCONTATO???????????????? 
no, guardi...il bimbo è lui: è piccolo!! 
Parliamo di poco più di 70 cm di stoffa (compresa la testa!!)....
Vabbè, diciamo che va bene anche quest'altro dai....

Cosa?....Sarà una sorpresa!!

0 commenti

Torta di mele della suocera...

.............la mia!! E fa questa torta che è la fine del mondo!!...
 
E premetto che le torte con la frutta sono le cose che meno amo.............................ma questa è davvero...davvero.....davvero buona!!!!


Posted by Picasa


Ingredienti :
  (per una tortiera da 20 cm)
  • 4 uova
  • 200 g zucchero semolato
  • 200 g burro
  • 300 g farina
  • 3 mele
  • 1 bustina lievito per dolci
  • 1 limone non trattato
  • 1 cucchiaio di liquore
  • sale (un pizzico)




    Preparazione:

* Far ammorbidire il burro a temperatura ambiente.
* Montare a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale.
* Sbattere con la frusta elettrica i tuorli a parte fino a formare una crema spumosa, aggiungre lo zucchero e continuare  a montare finchè non risulti ben soffice.
* Aggiungere il burro sminuzzato e continuare a sbattere.
* Quando il burro si sarà sciolto nella crema ottenuta, unire la buccia grattata del limone (io ho la fortuna di averne dei miei: dalla pianta al consumatore!), ed il lievito per dolci
* Incorporare poca alla volta la farina
* A questo punto l'impasto risulterà ben duro...non disperare: unire il cucchiaio di liquore, mescolare con il cucchiaio e l'impasto torna morbido!!
(Per i dolci  preferisco il liquore tp mistrà...io veramente uso il Varnelli: tipico delle Marche)
* Aggiungere gli albumi montati a neve e mescolare con un cucchiaio (delicatamente) dal basso verso l'alto.
* Sbucciare le mele, privarle del torsolo centrale, e tagliare a fette non molto sottili.
* Unire le mele all'impasto.
* Foderare la tortiera con la carta da forno bagnata e ben strizzata. Versarvi l'impasto.
* Infornare in forno già caldo a 180° per 45 minuti.

* Finito il tempo di cottura indicato, io la lascio in forno finchè questo non si fredda. Così sarà fredda anche la torta e non si romperà nè si affloscerà nel toglierla dalla tortiera!

* A piacere guarnire con zucchero a velo....ottima come merenda.....piace anche a topino!!!







http://www.cooknshare.eu/cooknote/37665/recipe/44517


0 commenti

Polenta con spuntature

Venerdì: tempo da lupi! Tutta la giornata con quel cielo grigio, la pioggia...blaaaa, che brutta giornata!! Ci starebbe bene un bel piatto di polenta...
Già...peccato che mancano le spuntature!!...
Vabbè, dai, domani invitiamo gli amici e la mangiamo insieme!!
L'indomani (ieri): tempo spettacolare! Un sole meraviglioso, quel tepore quasi primaverile.....ma gli inviti per la polentata sono già partiti e le spuntature acquistate!!...
Che peccato: ci tocca fare quest'enorme sacrificio!!!


Ingredienti per 4 persone:

per il sugo con le spuntature


  • 4 salsicce di suino
  • 500 g spuntature di maiale
  • 500 g passata di pomodoro
  • 500 g polpa a pezzettoni di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 1 costa sedano
  • 1 carota
  • sale
  • peperoncino
  • olio evo
per la polenta
  • 500 g polenta (farina di mais)
  • 2 l acqua
  • sale

Preparazione per il sugo:

* Tagliare molto finemente la carota, il sedano e la cipolla e far soffriggere con un pò di peperoncino.
* Aggiungere le spuntature e le salsicce e far rosolare su tutti i lati.
* Versare il pomodoro (la passata ed i pezzettoni)
* Salare, coprire e far cuocere a fuoco basso per circa 2 ore.


Preparazione per la polenta:

* Portare ad ebollizione l'acqua e salare.
* Versare a pioggia la farina di polenta e girare energicamente con una frusta a mano per evitare la formazione di grumi.
* Sistemare eventualmente di sale


La cottura della polenta dipende dal tipo di farina utilizzata, controllare quindi sulla confezione.

Servire su piatti di legno (...che io, ahimè, tra i vari traslochi  non trovo più!!) e cospargere con formaggio (per chi piace!!)

Gli amici (e noi!!) abbiamo apprezzato comunque nonostante il bel tempo!!

http://www.cooknshare.eu/cooknote/37665/recipe/44516
0 commenti

SaraDafne: Corsi di scrapbooking GENNAIO 2012



SaraDafne: Corsi di scrapbooking GENNAIO 2012

....ed io ci sarò!!!....


******************************************************************
Esempi di scrapbooking:


Belli, vero? .... Noo, non sono miei lavori, ma mi piacerebbe molto realizzarli di così belli...vedremo, dopo questo corso,  vedremo.....
0 commenti

Pollo al curry con piselli......salva cena!!

Si, si, ho proprio scritto "piselli salva cena"......
Perchè quando ti accorgi che in tutto il pomeriggio/sera sei riuscita solo a preparare del pollo al curry, ed ormai sono le 20 ed il tuo lui sta aprendo il portone di casa (e ti immagini sia affamato!!)...la cosa più veloce e pratica da fare sono i piselli!!!
Così lui rientra a casa dal lavoro, saluta il bimbo, poi la mamma, poi due giochini (sempre col bimbo di prima!)...un sorso di vino rosso.......
tutto questo per prendere tempo......
intanto io t'ho buttato in pentola i piselli con tutto il resto e cotto tutto insieme....15 min et voilà: il contorno per la cena è pronto!!....e pure stasera si mangia!!!



Ma torniamo a noi.................... POLLO AL CURRY.............


Ingredienti per 2 persone:

per il pollo

  • 3 fettine di petto di pollo dello spessore di 1/2 cm
  • 20 g burro
  • curry q.b. (cira 2 cucchiaini colmi)
  • farina q.b.
  • 1 bicchiere di latte
  • sale
per i piselli "salva cena"
  • 70 g piselli finissimi
  • 1 cucciaino d'olio evo
  • 1/2 cipolla bianca
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale


    Preparazione:

* Tagliare a cubetti i petti di pollo, salarli ed infarinarli
* Far sciogliere il burro in una padella antiaderente a fuoco basso
* Unire i cubetti di pollo e far dorare ogni lato.
* Nel frattempo mescolare il curry nel latte
* Quando il pollo sarà bel dorato, ricoprire con il latte al curry e far andare a fuoco basso finchè non si forma una cremina densa
**** Il pollo è pronto!! Nel frattempo:
* In un tegame inserire i piselli, la cipolla tagliata a spicchietti sottili, l'aglio schiacciato "con violenza", il sale, l'olio e 1/2 bicchiere di acqua
* Coprire con un coperchio e portare ad ebollizione a fuoco vivo
* Quando prende il bollore, abbassare la fiamma, togliere l'aglio e continuare la cottura per cira 15'
**** Anche i piselli sono pronti. Impiattare e servire caldo.

Generalmente si usa il brodo per ottenere dei piselli impeccabili ....ma non sarebbero più "salva cena"!!!!


Lo ammetto: stasera ho perso troppo tempo e mi sono ridotta a preparare una cena di corsa...sono stata a spendere per il mio topino!!!!
Una volta a casa mi sono messa a preparare la cena per lui (lui prima di tutti!!)....stasera :

....RISO IN CREMA DELICATA E PROSCIUTTO COTTO...

Ingredienti per 1 bimbo:
  • 2 mestoli di brodo vegetale
(preparato con una carola, una patata, una zucchina, una manciata di pisellini e fatto cuocere per più di un'ora a fuoco basso)
  • il cuore di 2 finocchi
  • 25 g prosciutto cotto (privato del grassetto)
  • 1 cucchiaio e 1/2 di biberiso
  • 1 cucchiaino abbondane di parmigiano reggiano
  • 1 cucchiaino di olio evo
    Preparazione:

* Far cuocere i cuori di finocchio a vapore
* Omogenizzare il finocchio una volta pronto con il prosciutto cotto
* Nel frattempo cuocere il biberiso nel brodo vegetale per circa 6'
* Versare il tutto nel piattino da portata
* Servire con parmigiano e olio evo

E vi assicuro che, sostituendo qualche piccolo ingrediente (come il biberiso con il riso per grandi!!) e modificando qualche quantità, è buona davvero questa pappa!!!

Allora buon appetito a grandi e piccini!!


1 commenti

Il topino ed il lettone!!

Quando durante la settimana Fabrizio ha sua figlia, normalmente restano a casa della nonna che sta vicino alla scuola di Ely, così possono entrambi dormire un pò di più la mattina successiva ed evitarsi un bel pò di traffico!!

Io generelmente non li seguo perchè spostarmi vuol dire portarmi dietro mezza casa (per il piccoletto): e il cambio per il giorno dopo, quello in più visto mai il vomitino, il cambio per la notte, e la pastina, il latte, il biberon, e questo e quello.... per una sola notte noooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!! ma non ne vale la pena!!
Così in queste occasioni il topino dorme nel lettone con me..........e voi pensate che siccome ha solo pochi mesi, lui non abbia capito la situazione??

..........................L'ha capito, l'ha capito!!!......................

Prima di andare via, il padre mi chiedeva se avessi mai cambiato idea, insistendo un pochino........in quel momento Riccardo ha smesso di sorridere

....è tornato a farlo quando siamo rimasti soli in casa io e lui!!



L'ha talmente capito che stasera alle 9,30 pm stava nel lettone e si è addormentato subito senza fare capricci!!



E come dorme beato, dovreste vederlo..............................
Io non ci riesco a vederlo però: si è messo di taglio nel letto e con quei piedini piccoli piccoli m'ha spinta all'angoletto!! Furbetto, eh!!

Vista la scomodità di questa posizione, vi lascio augurandovi una buonanotte e sogni d'oro a tutti!!



1 commenti

Insalata di farro al tonno

C'era una volta una scheda di una dieta prescritta dallo specialista per una dolce fanciulla...ma ahimè, questa scheda non si trovava più!!
Stamane, mentre rassettava la cucina, la fanciulla decise che era giunto proprio il momento di ritrovare quella scheda....non si poteva più rimandare...
e guarda un pò: la scheda stava "appiccicata" al muro della cucina!!
E pensare che era stata proprio lei a metterla lì diverse settimane fa...ma chissà perchè, l'aveva rimosso!!
Così ora non ha più scuse: feste e compleanni terminati tutti, baldorie finite, si inizia la dieta!!


              Primo giorno: pranzo con piatto unico di
                         Insalata di farro al tonno

 
     Ingredienti per 1 persona:
 
  • 70 g di farro perlato
  • 1/2 cucchiaio d'olio evo
  • 25 g di tonno sott'olio (peso sgocciolato)
  • 25 g di rucola
  • 60 g di fagioli rossi (peso sgocciolato) 

    Preparazione:

* Lessare il farro in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione, circa 20'
* Scolarlo e metterlo in una pirofila. Condirlo con l'olio, mescolare bene e farlo raffreddare.
* Mentre raffredda il farro preparare gli altri ingredienti.
* Scolare il tonno e sminuzzarlo con i denti di una forchetta.
* Lavare la rucola e rimuovere la parte dura del gambo.
* Scolare i fagioli e sciacquarli brevemente sotto acqua fresca corrente (in sostituzione di quelli secchi da lasciare in ammollo circa 12 ore prima e cuocere poi per circa 30')
* Unire al farro il tonno, la rucola, i fagioli e girare per mescolare tutti gli ingredienti.
* Riporre in frigorifero almeno un'ora prima di servire.


Certo, non ha nulla a che vedere con un bel piatto di lasagne, ma è molto gustosa lo stesso!!

Ed allora, buon appetito a tutti!!

http://www.cooknshare.eu/cooknote/37665/recipe/43818                                             
1 commenti

Compleanno della sorellina!!

Ragazzi è andata....giornata finita!!!...

Oggi è stato il compleanno della sorella di Riccardo (per chi non lo sapesse, la figlia del mio compagno)..

11 anni!!

Ormai è una  ragazza....(e che bella ragazza!!).....anche perchè è più alta di noi!!

Ieri sera abbiamo preparato il dolce insieme, col papà hanno sistemato la sala hobby per il "party" con le amiche.............ed il momento dei festeggiamenti è arrivato!!!!

Wow..............AUGURONI!!!!!!!!!!!!!!!!!
..............................................................................................................................................................

Sono appena andate tutte a casa...............shhhhhhhhhhh: fatemi ascoltare bene:..................

che pace......................che silenzio........................................!!!

Sarà che i miei 11 anni sono così lontani.............ma non ricordavo proprio quanta caciara un gruppo di teenagers riunite potesse creare!!
Anche la povera Stella s'è spaventata ed è stata tutta la sera rintanata sotto il tavolo!

Comunque, sono felice che Ely abbia scelto di  festeggiare il compleanno qui con noi, ma sopratutto, sono felice di averla vista felice e soddisfatta della serata!

Sono un pò meno felice del caos che dovrò sistemare domani giù!!

Mi ci vorrebbe un qualcosa tipo questo :





1 commenti

Shhhhhhh!!! Si dorme!!

Ci siamo, è arrivato il momento...
Me lo sarei aspettato un pò più in là.... invece è già successo!!
Cosa?... Presto detto:

ore 22,00: il mio topino si stropiccia gli occhi........................FINALMENTE!!!!
Dai, si va a nanna!!
Bagnetto veloce, veloce, pigiamino, bacio della buonanotte, manina a mamma e ninna nanna................

Sembra cosa fatta....... invece............

ore 23,10: il mio topino gioca con qualche farfalla immaginaria, si rotola su se stesso, prova canti lirici a scuarciagola!!..........

Bene, forse vuole prima il latte caldo...........corro giù a farglielo....ed infatti come mi vede col biberon fa festa............

Ok, ora si dorme dai.................. macchèèèèè!!!...

ore 23,45: il mio topino vuole giocare a cuccusettete!! ma ti pare l'ora???????????? vabbè ti lascio con papà che lui ha più pugno di me, si fa rispettare e ti fa addormentare sicuramente lui..... torno giù, faccio le mie cose e.........

ore 00,43 (un minuto fa!): salgo in camera e cosa trovo? Il papà che dorme ed il mio topino che gli canta la ninna nanna (a modo suo, certo!)...

Me l'aspettavo?... Si, ma magari quando il papà sarebbe stato un pò più vecchiarello, non ora che Riccardo ha 6 mesi!!

O poretta me!!
3 commenti

Salame di Cioccolato

Si, è vero: sono appena finite le feste in cui abbiamo mangiato a dismisura, ed i dolci l'hanno fatta da padrone...forse ci si aspetta una ricettina leggera leggera....

Ma io almeno devo togliere di mezzo ogni tentazione per riuscire a non approfittarne ogni giorno...

così ecco una cosetta seplice semplice per eliminare dalla credenza cioccolata e biscotti, e conservarla per un pochino!!

       Salame di cioccolato      

 

INGREDIENTI  (per 6 pers.)                                
  • 100 g di burro
  • 250 g di biscotti secchi
  • 2 uova
  • 100 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di rum
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • zucchero a velo

PREPARAZIONE

  • Far ammorbidire il burro a temperatura ambiente. e lavorarlo bene con una forchetta fino a farlo diventare una crema.
  • Avvolgere i biscotti in uno strofinaccio pulito e batterli con il batticarne per sbriciolarli grossolanamente.
  • In una ciotola sbattere le uova con una frusta ed aggiungere lo zucchero. Lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo, quindi unire il rum ed incorporarlo. Aggiungere infine il burro ammorbidito.
  • Ottenuto un impasto morbido ed omogeneo, aggiungere il cacao in polvere e mescolare accuratamente. Per ultimo unire i biscotti secchi.
  • Portare l'impasto sulla spianatoia e dargli la forma di un salame.
  • Tagliare un foglio di carta stagnola abbastanza grande da avvolgerlo, cospargerlo di zucchero a velo setacciato e chiudervi il salame.
  • Metterlo nel freezer per almeno 1 ora e riporlo quindi in frigo almeno per un'altra ora fino al momento di servire.

ANNOTAZIONI

  • Il burro deve essere molto ben ammorbidito, altrimenti non si amalgamerà bene all'impasto. Se comunque dovesse impazzire (diventare grumoso) non scoraggiarsi, continuare a mescolare ed aggiungere il cacao. Solitamente, addensandosi, il burro riesce ad amalgamarsi e la preparazione sarà salva.
  • E' possibile sostituire il cacao amaro in polvere con una pari dose di cioccolato fondente. In tal caso fonderlo a bagnomaria e farlo intiepidire prima di unirlo all'impasto.
  • In freezer il salame di cioccolata si conserva ottimamente per un paio di mesi. Quando però lo si mette nel frigo è da consumare entro un giorno. Attenzione dunque a scongelarle la giusta dose.
  •  
  •  http://www.cooknshare.eu/cooknote/37665/recipe/43660


2 commenti

Honey & Milk for my baby

Primo raffreddore dell'anno...iniziamo bene!!
Da ieri Riccardo ha un tremendo raffreddore, con tanto di catarro e tosse! Piccolo lui!!!
La notte scorsa ha avuto difficoltà nella respirazione e, di conseguenza, a dormire.....e stavolta è tutto vero: neanche venendo nel lettone tra mamma e papà è riuscito a dormire tranquillo!
E come non bastasse, stasera gli è salita anche la febbre.
Poverino: ha messo i rossi sulle guancie come Heidy! Però ha sempre il suo splendido sorriso, anche quando è costretto ad indossare la mascherina per fare l'areosol...
Mi ricordo che mia nonna in questi casi mi faceva sempre un bel piattino di pancotto il giorno, ed una tazza di latte caldo e miele la sera prima di andare a letto....
I vecchi rimedi delle nonne...sempre buoni, naturali e salutari!!!
0 commenti

Aspettando la befana!

              Domani, o meglio stanotte, arriva la Befana a distribuire dolci e carbone ai più piccini......
Ma Riccardo è ancora troppo piccolo per la Befana, ed anche se sostituissi dolci e caramelle con omogenizzati e biscottini solubili, non cambierebbe poi molto per lui!!!
            Però la calza noi la mettiamo lo stesso...non si sa mai!!

     
       Peccato non aver trovato una befanina da applicargli sulla calza al posto del pupazzo di neve!!
1 commenti

Il primo Natale di mio figlio!!

                                                       Il primo Natale di mio figlio!!


Ma che gioia, ma quanta felicità negli occhi di questo piccolo esserino nel vedersi circondato dalle sue  nonne, dalle zie e dai cuginetti e la sorella con cui si diverte da matti!!


E che buffo guardarlo mentre si entusiasma per ogni pacco che la mamma lo aiuta a scartare...quasi come capisse già il significato di tutto questo!


E così, passando di braccia in braccia, sonnecchiando anche un pochino, è passato il primo Natale per il mio topino che, a soli 6 mesi, mi ha fatto il regalo più bello del mondo: solo qualche giorno prima, ha detto la sua prima parola... "mamma" !!
Delzie & ConfidenzediSabrinaDesign byIole