In evidenza

4 commenti

Savarin alla frutta

Share this post Facebook Twitter Google+ Pinterest Stampa
Ore 16.00: finalmente a casa con il mio topino che, nonostante un succo di frutta, un fruttolo, un paio di crackers, ha ancora voglia di un qualcosa ....

Eppure ha mangiato al nido ....... bah, sarà la primavera .... anche se qui sembra dobbiamo farci gli auguri di buon Natale tra poco se non si decide a regalarci qualche giorno di sole e caldo!!!! ....

Ma torniamo a noi:

ore 16.00, finalmente a  casa e topino che mi guarda con quegli occhioni da cerbiatto e con una vocina da angioletto mi fa "mamma, amm tu" ......

     ****************

Wikipedia del vocabolo di topino: 

"amm" parola tipica del piccolo topino che sta a significare fame, o meglio, mangiare. Suono che riproduce il verso del mangiare.

"tu" pronome personale usato per indicare se stesso, applicato alla propria persona dal momento che  si sente sempre dire "lo vuoi tu? .... dove sei tu? ...... etc.." quindi tu diventa io per topino.

   **********************




E se me lo chiedi così a mamy, come posso dirti di no!!!!!!


Così decido di passare tutta la serata a ripulire la cucina da farina, uovo e schizzi vari: in poche parole ci mettiamo insieme a fare un dolce!!

Non ho avuto il coraggio di fotografare la mia cucina dopo il nostro passaggio pomeridiano .... e nemmeno di immortalare quello che avevamo addosso di ingredienti invece che averli nelle ciotole!!

Vabbè, abbiamo fatto un bel casino, ma ci siamo divertiti da matti!!!!!! 
Topino ha imparato una nuova parola che andremo ad aggiungere al nostro Wikipedia personale: "aina" che sta per farina!!

........... Ed il risultato finale non è male, no?







Ingredienti:
per il dolce:
2 uova
4 cucchiai di latte
6 cucchiai di farina
6 cucchiai di zucchero
1 bustina di lievito
20 gr di burro
per lo sciroppo:
100 gr di zucchero
1 arancia
2 cucchiai di rum
*(se il dolce non è per bambini, altrimenti 2 cucchiai di liquore analcolico a preferenza o solo il succo d'arancia)
2 banane
2 kiwi
1 pera
1/2 limone
15 cl panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo

Procedimento:

Riscaldare il forno a 200°C.

In una terrina battere il latte con le uova.
In un'altra terrina mescolare la farina setacciata e lo zucchero, quindi incorporare il lievito.

Unire i due composti e mescolare.
Imburrare ed infarinare uno stampo da savarin, versare il composto e far cuocere per 30 minuti.
Togliere dal forno, far "saltare" il dolce così da farlo staccare dalle pareti ma lasciarlo nello stampo.

Preparare lo sciroppo:
in una casseruola far scaldare 25 cl di acqua e lo zucchero.
Togliere dal fuoco quando lo zucchero sarà sciolto ed aggiungere il succo d'arancia ed il *rum (noi abbiamo sostituito il rum con del "liquore"analcolico alla vaniglia).
Versare lo sciroppo sulla torta e lasciarla assorbire bene.

Nel frattempo tagiare la frutta in piccoli pezzi; bagnarli con il succo del limone per evitare che si scuriscano, e tener da parte.

Montare la panna a neve ben ferma, aggiungere lo zucchero a velo e mescolare ancora.
Riempire la tasca da pasticciere con la panna e mettere in frigo.

Sformare il savarin sul piatto da portata, farcirlo con la frutta a pezzetti e decorare con la panna montata.

Servire subito.



PS: ovviamente i ciuffetti di panna sono durati sul dolce giusto il tempo della foto, poi è passato furtivo il dito di topino!!





4 commenti:

  1. Che buono!! È che bello il tuo topino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!!
      Un abbraccio grande e buon week end!!
      (sperando senza pioggia!!)

      Elimina
  2. Ahahha troppo carino il topino dolcissimo e buonisisma sicuramente la torta :-) buona domenica

    RispondiElimina
  3. Ciao Sabrina!!!
    Approdare al tuo blog è come entrare nella stanza dei confetti... e questa cosa mi piace tantissimo!
    Il tuo topino dal ditino birichino è un amore e la voce del "Wikipedia vocabolario" mi ha fatto troppo ridere!
    Grazie per essermi venuta a trovare!
    A prestissimo!
    F*

    RispondiElimina

Delzie & ConfidenzediSabrinaDesign byIole