In evidenza

9 commenti

Bocconcini di pesce spada e topinambur

Share this post Facebook Twitter Google+ Pinterest Stampa

Vi ricordate quando vi ho confidato la mia grande scoperta culinaria?

Si, parlo proprio del topinambur!

Si, lo so, lo so: sono pessima!! ............. qualcuna di voi si domanderà come sia possibile che io l'abbia scoperto solo ora!!! ............ eeehhh succede!! mica posso conoscere tutto !!
(infondo vengo dal paese, e lì la cucina è tradizionale: questi ingredienti non c'arrivano!!!!)

Così per recuperare, ho fatto la mia solita ricerchina on line per sapere qualcosa di più di questa new entry nella mia cucina!

Sembra proprio che il Topinambur sia un perfetto sostituto della carne e quindi è ben amato tra gli amici vegetariani e vegani. 

Inoltre, è perfetto per i diabetici e per chi sta cercando di ridurre il colesterolo.

E' possibile mangiarlo crudo in insalate ad esempio, o cotto utilizzandolo in ricette che spaziano dall’antipasto al dolce!!

Si tratta di un alimento saporito e facilmente abbinabile a carne, pasta, riso...... e pesce!!

Ed oggi lo sostituisco alle patate per preparare la mia padellata di pesce spada!!




Ingredienti:
(per 4 persone)
500 gr topinambur
1 cipolla
3 cucchiai olio evo
prezzemolo
500 gr pesce spada
1 bicchiere di vino bianco

Procedimento:

Sbucciate i topinambur, lavateli ed affettateli.

Togliere la pelle e la spina centrale dal pesce spada, lavarlo e tagliarlo a cubetti; quindi infarinarli!

Tagliare la cipolla a rondelle sottili e farla rosolare in padella nell’olio insieme al topinambur ed ai cubetti di pesce.

Aggiustare di sale e quando prendono colore su ogni lato, irrorare con un bicchiere di vino bianco. 

Coprire e lasciar andare a fuoco medio per 25-20 minuti circa.

La farina che ricopre i bocconcini di pesce, forma un acremina con il vino, quindi vi consiglio di girare spesso onde evitare che si attacchi alla padella!

Impiattare e servire con del prezzemolo!





........... E buon appetito!











9 commenti:

  1. Mai usato il topinambur, devo provare! Complimenti comunque, sembra molto invitante!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro, eccomi!!
      questa ricetta è molto buona anche se, sinceramente, il topinambur lo preferisco al forno come le patate!!
      Se lo provi fammi sapere che ne pensi!
      Bacione

      Elimina
  2. Cara Sabrina, non lo dire a nessuno ma anch'io il topinambur non l'ho mai fatto (e non vivo in paese!). Questa tua versione col pesce spada mi incuriosisce molto e mi sfizia di più; mi sa che un giorno la provo anch'io. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea,
      meno male guarda: mio "marito" con sta storia che vengo dal paese mi fa nera ogni volta!!!!
      Se decidi di provarlo fammi sapere cosa ne pensi.
      Bacio

      Elimina
  3. Sabrina, prima spendo due parole per farti i complimenti. Qui da te trovo sempre spunti su alcuni alimenti che solitamente non compro.
    Uno di questi è proprio il topinambur... solo il nome crea grandi fantasie.
    L'ho mangiato una volta bollito con olio e sale. Niente male ma nulla di che. E dovrei proprio provare questa radice(?) dandole un tono più gustoso come la tua ricetta.
    Thank you
    e un caro saluto! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Giuli,
      sei molto cara, grazie!!
      Sono felice che le mie ricette tornino utili!!
      Come rivelato in precedenza, il topinambur lo preferisco di gran lunga infornato come fosse una patata, ma questo è un gusto personale!!
      Anche con il pesce comunque, si accompagna molto bene.
      Se lo provi fammi sapere, magari ci scambiamo ricette ed idee!
      Bacione

      Elimina
  4. ciao, molto bello il blog e interessante la ricetta ma..secondo me è sbagliata. Sicura di averli fatti proprio così?
    Ll problema grosso di questa ricetta è che i topinambur a mio parere non potranno mai avere la stessa cottura dello spada. Per questo motivo io ho messo 5 minuti prima i topinambur ma non è bsatato, alla fine della ricetta loro erano ancora durini mentre lo spada era tutto spappolato. Ed è un peccato perchè il trancio di spada era buonissimo e a cuocerlo poco resta molto tenero..
    Cottura a parte, è venuto uno spezzatino molto pastoso, poco saporito e difficile da digerire... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Greta, sono felice della tua visita e dei tuoi appunti.
      Mi sembra strano però ciò che mi dici perchè essnedo una ricetta nuoca per me, l'ho trascritta subito proprio per non dimenticare nulla, pertanto tempi e modi di cottura sono così come li ho preparati io...e a me il piatto è riuscito diversamente da quanto mi dici te: come puoi anche vedere dalla foto, il mio piatto si è presentato cremoso e (per quanto lo spada sia stoppaccioso di suo) digeribile nell'insieme, buona la cottura del topinambur e buono nell'insieme (e se lo dice mio marito che ha uno stomaco così delicato ed "esigente"!!)
      Mi spiace averti fatto provare qualcosa che invece non ha avuto stesso risultato per te.
      Proverò presto a rifarlo e magari chissà, scopro di aver sbagliato qualcosa nel trascrivere la ricetta. Ti terrò aggiornata ed intanto grazie mille per l'osservazione!
      Buona serata ed a presto.

      Elimina
  5. grazie mille della risposta e non ti scusare!!!
    Comunque può darsi che riproverò a farla, ma lo spada lo aggiungerò all'ultimo.. una parte del trancio l'ho fatta il giorno dopo semplicemente saltato ed era tenerissimo e squisito, per niente stoppaccioso! In linea di massima il pesce meno lo cuoci e più resta morbido!
    Ciaooo a presto!!

    RispondiElimina

Delzie & ConfidenzediSabrinaDesign byIole