Ricci di cioccolato e biscotti senza latte e uovo, ovvero la rivisitazione del salame di cioccolato per gli allergici!

Il problema più grande delle le allergie alimentari, soprattutto per i bambini, sono in particolar modo i dolci: 
spiegare e cercar di far capire ad uno gnometto di poco più di due anni perchè non può affondare il dito in quella soffice crema, o perchè non può addentare quel cioccolatino così invitante, è, credetemi, 
un’impresa difficile ………………….. 
oserei quasi direun vero fallimento!!
Quindi, onde evitare ore ed ore di pianti e “cattiva mamma”  che ti stringono il cuore, meglio ingegnarsi e cercar di preparare un dolcetto solo per lo gnometto e che catturi la sua attenzione molto più della  candida e tentatrice crema dell’altro dolce!
Così, mentre si festeggiava il compleanno della mia sorellina
(beh, 30 anni ma per me resta la mia sorellina!!), 
Tato era tutto preso a coccolarsi quel ricciocosì buffo ………………. 
attento a non tagliarlo perchè sennò gli faceva male, 
ma divorando tutti i pinoli che fungevano da aculei!!
Beh, secondo “esperimento” della serie “dolci senza latte, uova e derivati” andato a buon fine!!
…………… un’auto critica sull’estetica: 
pessimo il musetto dei ricci, ma avevo in mente di ricoprirli con un pò di marzapane…..solo che mi sono dimenticata di comprarla!!! pessima me!! …..

Ingredienti:
(per 2 ricci / 6-8 persone)

150 gr di biscotti Privolat Misura
(o altro biscotto secco senza latte e uova)
120 gr di margarina biologica vegetale 100%
100 gr di zucchero grezzo di canna
100 gr di cacao amaro
70 gr di cioccolato extra fondente
1 goccino di latte di riso
(per amalgamare il cacao)

Procedimento:

Avvolgere i biscotti in un panno da cucina, chiuderlo e batterlo per sbriciolare i biscotti (oppure schiacciare passando un mattarello), quindi metterli in una capiente ciotola.

Con un coltello, ridurre in piccoli pezzetti il cioccolato extra fondente ed aggiungerlo ai biscotti sbriciolati.

Unire tutti gli altri ingredienti ed amalgamare con le mani fino ad ottenere una sorta di pastesta molle.

Continuando a “modellare” la pasta con le mani, formare una palla e disporla su una piatto continuando a modellare la palla fino a darle la forma di un riccio.
 
Spolverare con un pò di cacao in polvere, mentre il muso lo spolveriamo con dello zucchero a velo.

Formare gli aculei inserendo dei pinoli, e creare gli occhi ed il naso degli animaletti utilizzando dei pezzetti di cioccolato fondente.

Conservare in frigo.

…………….. Ed anche Tato ha festeggiato!!

8 Commenti

  1. Cara che dire?? il dolce è una bella idea… ma qui i complimenti vanno tutti a Tato che è un bellissimo bimbo e alla sua mamma!!! 😀 un abbraccio!

  2. Tesoro 6 come sempre dolcissima…immagino che questa non sia un'impresa facile ma tu 6 riuscita a superarla con grande successo ^_^
    Un bacio e un abbraccio al tato <3
    la zia Consu

  3. mhmmmm sono quei ricci che mi hanno messo curiosità…..bboniiiiii!!!E quel cucciolo lì? Tuo figlio?Bellissimo!!!

  4. Alla fine è il gusto che conta di più e credo che sono molto buoni !!! 🙂

  5. troppo carini e invitanti a forma di ricci, un abbraccio SILVIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.