In evidenza

12 commenti

Pangiallo ..... tra tradizione e novità



Tutti pronti per il Natale?
I negozi sono colmi di addobbi natalizi,
 lucine e persone "impazzite" alla ricerca dei regali....
Il web ci regala mille ricette, 
dalle più tradizionali a quelle più creative..... 
insomma, ce n'è di tutti i gusti!!
E anch'io voglio contribuire a tutto questo 
condividendo con voi uno dei dolci tipici della mia terra
 e di casa mia: il pangiallo.


Il pampepato o pangiallo è un’antica ricetta.
Si usava prepararlo a Natale,
 regalarlo e conservarlo per lunghi periodi. 
È un dolce semplice a base di frutta secca, cioccolato e miele. 
Ogni cuoca aveva le sue varianti che si tramandavano di madre in figlia.... 
e questo è la ricetta della mia mamma,
con un piccolissimo tocco personale che a parer mio non ci sta affatto male... 
un omaggio per i più golosi!!


Ingredienti:
(per 12 pezzi)

350 g di uvetta
350 g di zucchero
350 g di miele di castagno
1 arancia
1 limone
350 g di mandorle
350 g di nocciole
150 g di pinoli
350 g di gherigli di noci
100 g di buccia d’arancia candita
100 g di cacao amaro
300 g circa di farina
300 g circa di cioccolato fondente

Preparazione:

Lasciate ammorbidire l’uvetta in una ciotola d’acqua tiepida per trenta minuti. Strizzatela e asciugatela su carta da cucina. 

In una casseruola mettere lo zucchero, il miele, le bucce grattugiate del limone e dell’arancia, mettere sul fuoco a fiamma bassa e portare a bollore mescolando con cura; quindi aggiungete prima le mandorle spellate e tostate e, dopo alcuni minuti, le nocciole anch’esse sgusciate e tostate, mescolate con cura. Unite infine i pinoli, le uvette, le noci, la buccia d’arancia candita tritata, il cacao amaro e la farina setacciata. 

Mescolate bene fino a quando il composto risulterà ben amalgamato e cuocete per qualche minuto.

Suddividete l’impasto in dodici porzioni , infarinatele e modellatele con le mani bagnate a forma di piccoli panetti (panetti della grandezza di una rosetta circa)    . 

Eliminate la farina in eccesso, disponete i panetti sulla placca del forno e cuocere a 180° per venti minuti. Sfornare e lasciar raffreddare completamente.



L'idea in più: Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente tagliato grossolanamente, lasciar intiepidire e versarlo sui  pangialli.

Fate riposare i piccoli pangialli finchè il cioccolato in superfice non si è raffreddato completamente, quindi tagliateli a fettine e serviteli con un vino dolce. 
Si conservano per diversi giorni avvolti in carta pergamena. 

6 commenti

Polpette di patate e funghi con mandorle

Una ricetta perfetta per questi giorni autunnali,
le polpette di patate,  preparazione rustica 
e sfiziosa,  da proporre in ogni occasione.

Arricchite poi con le mandorle,
 le polpette assumono un aspetto elegane 
e la ricetta diventa ideale anche per un'occasione speciale...





Ingredienti:
(per circa 30 polpette)

500 gr di patate
10 gr di burro chiarificato
1 uovo
80 gr di funghi champignon
2 cucchiai di mandorle in polvere
1 limone
6 cucchiai di permigiano grattugiato
sale q.b.
olio extra vergine d'oliva q.b.
Per la panatura:
2 albumi
100 gr di mandorle a lamelle

Preparazione:

mettere la patate in una pentola con acqua fredda e ortare  abollore. Far cuocere per circa 30 min, quindi scolare, privare della buccia le patate e passare allo schiacchiapatate.

Raccogliere la purea di patate in una ciotola e unire il burro a pezzetti, la buccia grattugiata di mezzo limone, le mandorle in polvere, l'uovo intero, il formaggio grattugiato e i funghi tagliati a pezzetti piccoli. Salare e amalgamare bene il tutto. Formare delle polpette non troppo grandi.

Sbattere gli albumi e passare le polpette dapprima nell'albume e poi nelle mandorle a lamelle; fare una leggera pressione con le mani per farle aderire bene.

Sistemare le polpette su una teglia rivestita con carta forno, e cuocere in forno già caldo a 200° per 20 minuti circa.

Servire calde!



10 commenti

Risotto al latte con castagne


La castagna: un frutto delizioso, 
ricco, e così versatile ...

Oggi ve le propongo con un risotto 
dal sapore delicato, 
molto profumato e molto cremoso....

Questo piatto mi ha conquistata 
fin dal primo assaggio....




Ingredienti:
(per 4 persone)

150 gr di riso
200 gr di castagne
0,5 lt di latte (io ho utilizzato latte di riso alla nocciola)
25 gr di burro
1 scalogno
sale q.b. 
2 foglie di alloro
pepe q.b.




Preparazione:

Porre le castagne in una pentola e ricoprire di acqua, unire una presa di sale, due foglie di alloro e far bollire su fuoco medio per circa 30 minuti coperte. Scolare e togliere le foglie di alloro. 
Sbucciare  le castagne eliminando anche la  pellicina interna e tenere da parte. 

In una pentola, far imbiondire a fuoco basso lo scalogno con il burro, quindi unire le castagne cotte e tagliare a pezzi grossolanamente, infine unire il riso. Lasciar tostare qualche minuto avendo cura di girare con cura. 

Unire poco latte caldo alla volta mescolando di continuo fino a cottura del riso (circa 12 minuti). Aggiustare di sale, pepare e servire caldo.




Per i più golosi: 
la ricetta si presta molto per essere servita con una buona spolverata di tartufo nero grattugiato al momento.
13 commenti

My Naked Cake


Dopo ore ed ore trascorse a capire come modellare la pasta di zucchero,
dopo aver letto e riletto articoli sulla copertura in pdz,
dopo corsi per realizzare decorazioni  in 3D,
fiori, animaletti, stelline ...
.... ed ore ed ore di studio autodidatta,
sconforti, 
 grandi soddisfazioni.......
... ed ora? .....
.... l'ultima tendenza in campo torte, 
è la naked cake, 
ovvero la "torta nuda"!!

Come si evince dalla traduzione del nome,
la "torta nuda" è priva di coperture e glasse.

Sembra un gioco da ragazzi!!

Ma proprio per la mancanza del rivestimento,
diventa fondamentale la precisione del taglio delle basi 
e la precisione nella stesura della farcitura.

Per la decorazione di queste torte diventano indispensabili
fiori e frutta fresca.

L'occasione giusta è stato il compleanno della mia cara amica,
e come potevo non realizzare per lei un dolce "nuovo",
semplice ma allo stesso tempo particolare come lei?

Ed ecco a voi la mia prima Naked Cake!


Ingredienti: per la relaizzazione della torta , ho voluto utilizzare due basi differenti ovvero una Madeira Cake per la base dal diametro maggiore, e una Molly Cake per la base più piccola!

Per la Madeira Cake da 26cm diam:

400 gr di farina 00
350 gr di zucchero semolato
350 gr di burro morbido
6 uova intere
4 cucchiai di latte
1 limone (la buccia grattugiata)
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
colorante fucsia q.b.

Per la Molly Cake da 22cm diam:

250 gr di farina 00
250 gr di zucchero semolato
3 uova intere
10 gr di lievito per dolci
2 cucchiai di latte
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
250 ml di panna fresca
colorante fucsia q.b.

Per la farcia:

500 gr di mascarpone
100 gr di zucchero a velo
500 gr di philadelphia
250 gr di panna fresca
300 gr di marmellata alle fragole

Per la bagna:
500 ml di bagna (analcolica) alle fragole
oppure vedi qui

Per decorare:
zucchero a velo q.b.
fiori veri



Prepariamo la madeira cake:
ammorbidire il burro a temperatura ambiente, unire lo zucchero e lavorare fino ad ottenere una crema gonfia.

Sbattere le uova con il latte e unire alla crema di burro; aggiungere la punta di un cucchiaino di colorante in gel alimentare color fucsia, quindi lavorare con le fruste elettriche o con la planetaria.

Unire la farina, il lievito ed il pizzico di sale. aggiungere infine la buccia di limone grattugiata e continuare a lavorare fino ad avere un impasto liscio.

Versare l'impasto (che risulta ben compatto) in uno stampo da 26cm diam rivestito con carta forno (oppure impurrato e infarinato), livellare e infornare in forno preriscaldato a 170° per 60 min.
Verificandone la cottura con uno stecchino.

Quando la torta è cotta, spegnere il forno e lasciarla all'interno del forno con lo sportello aperto per una decina di minuti, poi sfornare e far raffreddare completamnete.



Prepariamo la Molly Cake:
montare la panna ben fredda di frigorifero e tenere da parte. Lavorare poi le uova con lo zucchero fino ad avere un composto molto spumoso e chiaro.

Aggiungere la farina setacciata, il lievito e l'estratto di vaniglia e lavorare bene con lo sbattitore (o la planetaria). Aggiungere la punta di un cucchiaino di colorante alimentare in gel color fucsia.

Unire la panna montata al composto  mescolando bene dal basso verso l'alto con una spatola, cercando di non smontare la panna per dare volume alla torta.

In uno stampo rivestito con carta forno (o imburrato) versare il composto, livellare e infornare in forno preriscaldato a 180° per 50 minuti. Verificare la cottura con uno stecchino.

Quando la torta è cotta, sfornare e lasciar raffreddare completamente.



Prepariamo la farcia:
montare la panna ben fredda di frigorifero e tenere da parte.

Lavorare il mascarpone con lo zucchero a velo, quindi unire la philadelphia e continuare a lavorare con le fruste elettriche.

Unire la panna montata e mescolare con una spatola mescolando dal basso verso l'alto per non far smontare la panna.

Coprire con un foglio di pellicola e mantere in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.



Comporre il dolce:

Una volta raffreddate completamente le due basi, da ognuna ricaviamo tre dischi, bagnare con la bagna alle fragole analcolica (nel mio caso), ricoprire con la marmellata alle fragole, quindi un generoso giro di farcia al formaggio e panna.

Posizionare i supporti (pioli) per torte a piani, quindi adagiare la torta più piccola sempre farcita come la precedente.

Con l'aiuto di una spatola a dentini, passare uno strato molto leggero di farcia anche sui bordi e sulla superficie delle torte.

Spolverare la superficie con lo zucchero a velo, ma senza esagerare!! Decorare con i fiori.








8 commenti

Muffin alla zucca

Quando sento il nome "muffin" penso subito al dolcetto da colazione...

In realtà il muffin si presta bene alla realizzazione di svariate 
e stuzzicanti versioni salate!!

Sono ideali per un aperitivo tra amici, un brunch,
un buffet, un finger food...

Oppure si possono utilizzare come originale e gustosa idea regalo
confezionandoli in eleganti scatole,
o ad un invito a cena per omaggiare la padrona di casa...

Oggi allora vi propongo una versione salata dei muffin
con la zucca,
questo ricco ortaggio che la fa da padrone in questa stagione,
e che si presta anch'essa a mille e mille ricette diverse,
in onore della prima zucca che sta crescendo nel nostro
"orto in vaso"
che abbiamo realizzato in primavera scorsa insieme allo gnomolo ....
..... La nostra piccola zucca nata da un semino conservato 
da Halloween dello scorso anno!!





Ingredienti:

150 gr di zucca
1 dl di latte intero
1 cipolla
200 gr di farina
60 gr di burro
1/2 bustina di lievito per salati
1 uovo
100 gr di semi di zucca
q.b. di sale, olio e.v.o., pepe




Preparazione: 

Tagliare la zucca a pezzi privandola della buccia esterna e dei semi,  e cuocerla a vapore per 15 minuti.
Quando si sarà ammorbidita, togliere dalla vaporiera, scolarla e schiacciare con una forchetta (o con lo schiaccia patate) fino ad ottenere una purea. Lasciar da parte.

Nel frattempo tritare una cipolla e farla appassire in padella con un filo d'olio e una presa di sale.

In una ciotola mettere la farina e il lievito, mescolare un pò e aggiungere l'uovo sbattuto, il burro fuso, il latte, la purea di zucca e la cipolla stufata.

Aggiustare di sale e pepare.



Amalgamare bene il tutto.



Disporre i pirottini nella teglia da muffin e versare il composto ottenuto avendo cura di
riempire 3/4 del pirottino.  
Distribuire sopra ogni muffin i semi di zucca.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti e lasciar raffreddare prima di servire in tavola.

...e buon aperitivo a tutti!!
13 commenti

Penne rigate Rummo con zucca, tartufo & speck croccante #SaveRummo



Con grande piacere aderisco all'iniziativa del tutto spontanea, 
nata su Facebook ed a cui diverse amiche blogger hanno già aderito, 
tra cui la mia cara Consuelo de "I biscotti della zia" #SaveRummo.

Tutti sappiamo della violenta alluvione che ha colpito Benevento 
e che ha causato danni ingenti in tutta l'area. 
Durante questo disastro ambientale
 il pastificio Rummo è stato duramente coinvolto.
Macchinari, materie prime, quintali di prodotti sono andati distrutti 
creando un'enorme difficoltà per l'azienda. 

Questo il mio omaggio ad un prodotto meraviglioso, tutto italiano.
Il mio piccolo e semplice contributo per questa nostra azienda
 in un momento di così grande difficoltà.



Penne rigate Rummo con zucca, tartufo e Speck croccante






Ingredienti:
(per 3 persone)

600 gr di zucca pulita
2 fette di speck alte circa 1,5 cm
1/2 cipolla bianca piccola
tartufo nero q.b.
250 gr di penne rigate Rummo
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
sale q.b.




Procedimento:

Tagliare la zucca privandola dei semini e della buccia estrena, quindi lavare sotto acqua corrente, asciugare con un panno pultito e tagliare a quadrotti di media grandezza.

In una padella saltapasta, versare la cipolla pulita e tagliata piccola, unire l'olio e far imbiondire a fuoco medio.

Unire la zucca e, mescolando con un cucchiaio di legno, lasciar insaporire qualche minuto. Versare 1 bicchiere di acqua, salare e lasciar cuocere a fuoco lento e coperto per circa 20 minuti, avendo cura di girare di tanto in tanto.



Nel frattempo portare  abollore abbondante acqua salata e, quindi, versare la pasta e portare a cottura per 11 minuti (tempo di cottura riportato sulla confezione).

Quando manca poco alla fine della cottura della pasta (così lo speck resta ben caldo), tagliare a stricioline lo speck e mettere in un padellino senza aggiunta di olio e far dicentare croccante su fiamma vivace.




Grattugiare anche il tartufo con la grattugia a fori larghi e lasciar da parte.

A cottura ultimata della pasta, scolare (lasciando da parte l'acqua di cottura) e versare nella padella con la zucca, unire un mescoto di acqua di cottura della pasta, unire anche metà dello speck croccante e il tartufo.
( se preferite una consistenza ancor più cremosa, potete unire due - tre cucchiai di panna da cucina, suggerisco alla soia per non coprire troppo gli altri sapori)

Spadellare bene il tutto e impiattare.

Servire decorando con qualche ricciolo di tartufo e le stricioline di speck  lasciati da parte.



...e buon appetito! 







Partecipare è semplice, basta fare così:
1) Invitare tutti i nostri amici a questo evento
2) Acquistare pacchi di pasta Rummo
3) Postare qui su Facebook una foto del nostro pacco appena comprato, con l’hashtag #SaveRummo.
Salviamo le nostre eccellenze, #SaveRummo.
Per i lavoratori, per il marchio, per l'impresa e per il nostro Sud.
A questo link troverete il rivenditore di Pasta Rummo più vicino a voi.

Ricordate, l'unione fa la forza!!!
6 commenti

Vellutata dolce con mais e polpette di tacchino




E dopo tanti dolci, 
una ricettina semplice, cremosa e bella verdurosa 
che ci sta sempre bene!!

E poi gnomolo sta imparando una bella
filastrocca sulle verdure...
come non premiarlo con una dolce vellutata?

La zucchina gustosa e buona
la mangiamo sulla poltrona,
il peperone giallo, verde e rosso
lo mangiamo a più non posso,
il pomodoro rosso e tondo
sembra proprio un mappamondo,
il cavolfiore puzzolente
piace anche al serpente,
la melanzana cicciottella
ci piace meno della Nutella,
la carota dura e arancione
da colore al minestrone.

Che dite, carina no??
E dopo queste verdurose rime,
vi lascio alla ricetta...





Ingredienti:
(per 4 porzioni)

per la vellutata:
1 cavolo verza
1 porro
1 finocchio
2 patate medie a pasta gialla
1/2 cipolla bianca
2 cucchiaini di zenzero in polvere
sale
pepe (facoltativo)
olio evo
250 gr di mais precotto

per le polpette:
500 gr di carne macinata di tacchino
100 gr di formaggio grattugiato senza lattosio
3 fette di pane raffermo
1 bicchiere di latte ai cereali (o acqua)
2 cucchiai colmi di farina di mais per panatura
sale q.b.
prezzemolo (se piace)
qualche goccia di vino bianco (a preferenza)
olio per spennellare la teglia



Preparazione:

Lavare, mondare e tagliare le verdure, quindi lasciar cuocere in un tegame dove avremo fatto imbiondire la cipolla con un filo d'olio. Lasciar insaporire qualche minuto quindi versare un bicchiere d'acqua e lasciar cuocere coperto a fuoco medio  per circa 20 minuti.

Versare le verdure in un mix (o con un frullatore ad immersione) e frullare aggiungendo lo zenzero in polvere. Aggiustare di sale e unire il mai precotto.

Versare nella pentola e riportare sul fuoco per qualche minuto avendo cura di girare con cura.

Preparazione delle polpette: aiuto chef all'opera. 


Prepariamo le polpette raccogliendo in una ciotola il macinato con il formaggio, il pane ammollato (in acqua o latte ai cereali) strizzato e  sbriciolato, la farina di mais.

Condire con sale, prezzemolo e qualche goccia di vino (ovviamente prezzemolo e vino sono facoltativi), mescolare bene con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo; quindi formare le polpette.

Se l'impasto risulta troppo morbido, aggiungere del mais per panatura, se troppo duro versare qualche goccia di vino in più (oppure di latte ai cereali).



Accendere il forno a 200°C, ungere la teglia con olio e disporre le polpette e infornare nella parte bassa del forno caldo e lasciar cuocere per 25 -30 minuti circa, girandole a metà cottura.

Nel frattempo impiattare la vellutata e disporre sopra le polpette appena sfornate.


....e buon appetito!


PS: Per i grandi, una spolverata di pepe prima di servire.
2 commenti

Happy Halloween



Ed anche quest'anno ci tuffiamo
nei festeggiamenti anglosassoni che così tanto
piacciono anche ai nostri piccini...e non solo a loro!!  

Per restare in tema: questa festa ci ha stregato!!!

Mentre lo scorso anno abbiamo festeggiato  a casa
(che non si fa per far divertire le nostre piccole pesti)
quest'anno anche noi grandi ci "godiamo" la serata
festeggiando tutti insieme altrove!

Vi lascio però qualche suggerimento per qualche ricettina a tema
(e da personalizzare un poco per l'occasione):

Primi:

-Vellutata di zucca con fantasmini

- Vellutata di carote e zucca

Secondo-Contorno:

Pepite di pollo con composta di zucca

- Zucca gratinata


...e Dolci:

-Quadrotti di zucca e cioccolato

- Cup Cake mummia & il Succo delle Streghe

- Crostata alla zucca

- Meringhe stregate

- Biscotti dita di strega & occhi di stregone

- Biscotti pipistrello

- Biscotti fantasmini

- Muffin spettrali







4 commenti

Muffin alle noci con gocce di cioccolato - Muffin spettrali!!!


Halloween con i fantasmi,
Halloween con gli ectoplasmi,
Halloween coi pipistrelli
e con diavoli ribelli.
Halloween con streghe e maghi,
Halloween con ragni e draghi,
Halloween con i vampiri
e coi bimbi su di giri.
Halloween con gli scherzetti,
Halloween con i dolcetti.
Halloween: UUUUUHHHH UUUHHHH AHHHHH AHHHH
Halloween: eccolo qua!
Halloween: eccolo qua!
di Jolanda Restano




Ingredienti:

180 g di farina
1 cucchiaino di cannella
60 g di zucchero di canna
8 gr di lievito vanigliato
2 cucchiai di miele
2 uova
50 g di noci
50 ml di latte
50 ml di olio di semi
gocce di cioccolato q.b.


 Procedimento:

In una terrina mettere versare il latte, l' olio, le uova e il miele e mescolare con cura per amalgamarli bene.


In un'altra terrina versare la farina setacciata con il lievito, la cannella, lo zucchero e le noci tritate grossolanamente e le gocce di cioccolato. Mescolare sempre con molta cura.


Unire i due composti e amalgamare bene gli ingredienti per ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Versare il composto negli stampini per muffin per 2/3 della loro altezza e cuocere in forno caldo a 180° per 15/30 minuti.




Delzie & ConfidenzediSabrinaDesign byIole