In evidenza

13 commenti

Pangiallo ..... tra tradizione e novità



Tutti pronti per il Natale?
I negozi sono colmi di addobbi natalizi,
 lucine e persone "impazzite" alla ricerca dei regali....
Il web ci regala mille ricette, 
dalle più tradizionali a quelle più creative..... 
insomma, ce n'è di tutti i gusti!!
E anch'io voglio contribuire a tutto questo 
condividendo con voi uno dei dolci tipici della mia terra
 e di casa mia: il pangiallo.


Il pampepato o pangiallo è un’antica ricetta.
Si usava prepararlo a Natale,
 regalarlo e conservarlo per lunghi periodi. 
È un dolce semplice a base di frutta secca, cioccolato e miele. 
Ogni cuoca aveva le sue varianti che si tramandavano di madre in figlia.... 
e questo è la ricetta della mia mamma,
con un piccolissimo tocco personale che a parer mio non ci sta affatto male... 
un omaggio per i più golosi!!


Ingredienti:
(per 12 pezzi)

350 g di uvetta
350 g di zucchero
350 g di miele di castagno
1 arancia
1 limone
350 g di mandorle
350 g di nocciole
150 g di pinoli
350 g di gherigli di noci
100 g di buccia d’arancia candita
100 g di cacao amaro
300 g circa di farina
300 g circa di cioccolato fondente

Preparazione:

Lasciate ammorbidire l’uvetta in una ciotola d’acqua tiepida per trenta minuti. Strizzatela e asciugatela su carta da cucina. 

In una casseruola mettere lo zucchero, il miele, le bucce grattugiate del limone e dell’arancia, mettere sul fuoco a fiamma bassa e portare a bollore mescolando con cura; quindi aggiungete prima le mandorle spellate e tostate e, dopo alcuni minuti, le nocciole anch’esse sgusciate e tostate, mescolate con cura. Unite infine i pinoli, le uvette, le noci, la buccia d’arancia candita tritata, il cacao amaro e la farina setacciata. 

Mescolate bene fino a quando il composto risulterà ben amalgamato e cuocete per qualche minuto.

Suddividete l’impasto in dodici porzioni , infarinatele e modellatele con le mani bagnate a forma di piccoli panetti (panetti della grandezza di una rosetta circa)    . 

Eliminate la farina in eccesso, disponete i panetti sulla placca del forno e cuocere a 180° per venti minuti. Sfornare e lasciar raffreddare completamente.



L'idea in più: Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente tagliato grossolanamente, lasciar intiepidire e versarlo sui  pangialli.

Fate riposare i piccoli pangialli finchè il cioccolato in superfice non si è raffreddato completamente, quindi tagliateli a fettine e serviteli con un vino dolce. 
Si conservano per diversi giorni avvolti in carta pergamena. 

7 commenti

Polpette di patate e funghi con mandorle

Una ricetta perfetta per questi giorni autunnali,
le polpette di patate,  preparazione rustica 
e sfiziosa,  da proporre in ogni occasione.

Arricchite poi con le mandorle,
 le polpette assumono un aspetto elegane 
e la ricetta diventa ideale anche per un'occasione speciale...





Ingredienti:
(per circa 30 polpette)

500 gr di patate
10 gr di burro chiarificato
1 uovo
80 gr di funghi champignon
2 cucchiai di mandorle in polvere
1 limone
6 cucchiai di permigiano grattugiato
sale q.b.
olio extra vergine d'oliva q.b.
Per la panatura:
2 albumi
100 gr di mandorle a lamelle

Preparazione:

mettere la patate in una pentola con acqua fredda e ortare  abollore. Far cuocere per circa 30 min, quindi scolare, privare della buccia le patate e passare allo schiacchiapatate.

Raccogliere la purea di patate in una ciotola e unire il burro a pezzetti, la buccia grattugiata di mezzo limone, le mandorle in polvere, l'uovo intero, il formaggio grattugiato e i funghi tagliati a pezzetti piccoli. Salare e amalgamare bene il tutto. Formare delle polpette non troppo grandi.

Sbattere gli albumi e passare le polpette dapprima nell'albume e poi nelle mandorle a lamelle; fare una leggera pressione con le mani per farle aderire bene.

Sistemare le polpette su una teglia rivestita con carta forno, e cuocere in forno già caldo a 200° per 20 minuti circa.

Servire calde!



Delzie & ConfidenzediSabrinaDesign byIole