Scrigno orzo-malto con crema senza latte & marmellata alle fragole

Eccomi, ci sono, son qua …….
Ogni tanto ci provo a tornare da voi, ma non sempre ci riesco:
la scuola che vuol collaborare con i genitori per realizzare questo e quello,
la piscina dello gnomolo due pomeriggi alla settimana,
lo gnomolo che impara a scrivere il suo nome e richiede la presenza di mamma,
e l’incontro a scuola con i genitori 
(che poi che mi vuoi dire di più di quello che ci diciamo ogni mattina …. 
stiamo alla materna, la materna!!! 
e siamo già a due incontri genitori/maestra … a porte chiuse …… )
poi la dieta 
(si capito bene: dieta ….brrrrrrr…..) 
e quei piatti tristi che ti tolgono la voglia di preparare anche per gli altri 
(beh, condividere con voi un piatti di insalata senza niente 
non mi sembra proprio il massimo…
rischierei di far belare anche voi!!)…
e poi qualche influenzetta,
qualche extra al lavoro,
corri qua, corri la,
il viaggio a Varsavia **……….
e il tempo passa………
Ma io ho ancora delle ricette di Natale da raccontarvi!!!!!!!! 
Invece siamo già a Carnevale …..  oddio, si corre anche qua…….
Vabbene, dai, saltiamo qualcosa e cerchiamo di rimetterci in carreggiata ……
Per farmi perdonare vi propongo questi quadrotti buoni buoni che fanno felice tutta la famiglia, ognuno con i propri gusti, 
ognuno con le proprie esigenze, 
ognuno con le proprie “limitazioni” alimentari ……
Provateli, e sono sicura conquisteranno anche voi!!
PS: prima di passare alla ricetta, 
mi scuso per la bassa qualità delle foto, 
ma per il momento ho solo questo cell per immortalare 
le mie ricette 🙁
Scrigno orzo malto 
con crema senza latte
& marmellata alle fragole

Ingredienti:

per la frolla gusto orzo-malto
500 gr. di farina 0
125 ml di bevanda vegetale al malto e orzo
150 gr di zucchero
120 ml di olio di semi vari
½ bustina di cremor tartaro
1 scorza di limone

per il ripieno:
q.b. marmellata Fiordifrutta alle fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago
e crema pasticcera senza latte*

*per la crema senza latte:

300 grammi latte di riso (o soia)
1 cucchiaio di malto o sciroppo di riso o orzo
(in alternativa 60 gr di zucchero integrale di canna)
2 cucchiai di fecola di patate
1 scorza di limone
un pizzico di zafferano

per decorare:
q.b. zucchero a velo

 Preparare la pasta frolla:

Da un parte miscelate insieme tutti gli ingredienti secchi, dall’altra invece olio e malto.

A questo punto unite insieme il tutto e impastate per alcuni minuti fino a che la consistenza non diventa abbastanza compatta e uniforme
(se vi sembra che non si amalgami bene o che rimanga troppo asciutta potete aggiungere anche un goccio di latte vegetale).

Formate poi una palla, ricopritela con della pellicola e lasciatela riposare per circa un’ora nel ripiano più basso del frigo.

Nel frattempo preparare la crema senza latte:

Unire la fecola e il  malto (o zucchero) in un pentolino messo sul fuoco basso e aggiungere piano piano il latte e la scorza di limone, mescolando con una frusta a mano fino ad arrivata all’ ebollizione.

La crema ora inizia ad addensarsi: mescolare con cura fino alla densità desiderata.

Aggiungere un pizzico di zafferano per rendere la crema un po’ più gialla.

Togliere dal fuoco e lasciatela raffreddare completamente.

Comporre ora il dolce:

Trascorso il tempo di riposo della frolla,  dividere la pasta in due: tagliandone una parte più grande (circa per 3/4 della grandezza) così da avere una parte più grande che servirà per ricoprire completamente la base e i laterali della teglia, e la parte più piccola per ricoprire solo la superfice del dolce.

Con l’aiuto di un mattarello stendere entrambe tra due fogli di carta forno fino a raggiungere lo spessore di qualche millimetro.

Ungete una teglia da 24cm,  trasferiteci sopra la frolla più grande, avendo cura di coprire bene la base ma anche i lati della teglia.

Con una forchetta forate la base e ricoprire con la marmellata Fiordifrutta alle fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago.

Ricoprire con la crema senza latte completamente fredda e ricoprire con il secondo strato di frolla e con le dita picchiettare per unire i due quadrati di frolla.

Infornate a 170°C per 20 minuti. Lasciar  raffreddare completamente la nostra tortina, quindi ritagliarla a quadrotti e spolverare con dello zucchero a velo.

… che dite, volete provarli?

** si, capito bene: il viaggio/fuga a Varsavia …. vi racconterò a breve, giurin giurello!!

8 Commenti

  1. Quanto ti capisco Sabrina, ultimamente non ho il tempo neanche per guardarmi allo specchio 🙁
    E' delizioso questo scrigno. Baci.
    Marina

  2. Chi potrebbe capirti meglio se non una come me che di figli ne ha solo 4, ma il tempo passa e vedrai che ogni tapa a il suo da fare. Anche se sono arrivati al' università, facendo i pendolari per andare, hanno sempre bisogno della mamma. Buon proseguimento nelle tue faccende e quando poi, facci una visita, siamo contente !
    Questo dolce è una meraviglia, una coccola per il palato !

  3. WOW!!!! Che spettacolo questa torta!!!!

  4. Non devi giustificarti, capita a tutti di avere dei periodi intensi da non riuscire a far combaciare tutti gli impegni..hai tutto il mio supporto e se poi ci regali questi dolci così succulenti e sani sei perdonata alla grande 😛

    • Tesoro, grazie!!!!!
      E' per voi che torno sempre: siete grandi, mie care amiche…
      e spero sempre che magari prima o poi ci si possa conoscere di persona!
      Un abbraccio grande grande

  5. Ma che meraviglia!!! Se ogni volta che torni ne porti una così, ti perdoniamo le assenze! Poi di Varsavia voglio sapere tutto! 😀 Un bascione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*