In evidenza

8 commenti

Torta di pane

Share this post Facebook Twitter Google+ Pinterest Stampa
E' da poco iniziato il nuovo contest di Rigoni di Asiago, tema: la cucina del riciclo.

Ed ecco la mia ricetta, uno dei miei ricicli preferito: il pane, da reinventare in uno dei dolci tra l'altro tipico della cucina paesana, contadina, di origine lombarda e precisamente della Brianza, la zona compresa tra la provincia a nord di Milano e il lago di Lecco-Como.

La prima volta che assaggiai questo dolce fu a casa di mia mamma. Lei trovò questa ricetta su un giornale e provò a farla, incuriosita dalla trasformazione del pane in un dolce, e fu subito amore per me!

Oggi vi propongo la mia rivisitazione di quella ricetta originaria, arricchita però da due ingredienti meravigliosi quali il Dolcedì zucchero Rigoni di Asiago , e il Miele del bosco Rigoni di Asiago di cui va matto anche lo gnomolo!


Ingredienti
(per una tortiera da 20 cm)

400 gr di pane casereccio raffermo
3 dl di latte di mandorle
30 gr di uvetta
2 tuorli
30 gr di pinoli
50 gr di burro chiarificato
100 gr di farina
2 cucchiai di cacao amaro
zucchero a velo per decorare

Preparazione:

Spezzettare in una ciotola il pane, bagnarlo con il latte e lasciarlo in ammollo per circa 2 ore; quindi scolarlo, strizzarlo bene e passarlo al mixer. 

Nel frattempo far rinvenire l’uvetta per 20 minuti in una ciotola con acqua tiepida.

Montare i tuorli con lo zucchero Dolcedì zucchero Rigoni di Asiago ed il Miele del bosco Rigoni di Asiago con la frusta elettrica, aggiungere il pane e il cacao amaro, quindi amalgamare con cura gli ingredienti. 
Aggiungere l’uvetta, scolata e strizzata, e i pinoli e amalgamare ulteriormente.

Ungere con il burro uno stampo rotondo da 20 cm di diametro, spolverizzarlo con poca farina(eliminando quella in eccesso) e trasferirvi l’impasto preparato. 

Far cuocere per 50 minuti nel forno preriscaldato a 180 °C, quindi sfornare e lasciar raffreddare la torta di pane su una gratella.

Decorare con una spolverata di zucchero a velo e servire da sola o accompagnata da un ciuffo di panna montata o di crema, o accompagnata da una tazza di tea ai frutti rossi ...




       Con questa ricetta partecipo al contest di Rigoni di Asiago "La cucina del riciclo"

     
     
     
     
 




8 commenti:

  1. Un'ottima idea di riciclo e dall'aspetto super goloso :-) Bravissimaaaaa

    RispondiElimina
  2. E' tanto che non la faccio anche perché facendo il pane in casa, difficilmente mi rimane, ma lo so che viene molto buona perché tempo fa l'ho avevo fatta anche io. Niente si butta ma tutto si trasforma, bravissima !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo mia cara, tutto si ricicla!!
      qualche volta anche io faccio il pane, ma non sempre, quindi mi capita spesso di averne raffermo.
      Un bacione cara

      Elimina
  3. Complimenti per la splendida idea:questo dolce ha un aspetto meravigliosamente invitante e tropo goloso, non immagini quanto lo vorrei assaggiare, bravissima:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh Rosy, a me piace tantissimo!!!
      Un abbraccio grande cara

      Elimina

Delzie & ConfidenzediSabrinaDesign byIole