In evidenza

0 commenti

Delizie & Confidenze: Happy Halloween

8 commenti

Quadrucci all'uovo in brodo di pollo con piselli e zenzero

Eccolo qua: il primo raffreddore, il primo mal di gola, 
la prima tosse.

E come evitarli con questi cambi repentini di temperature?

Sebbene ad ottobre Roma regala ancora delle splendide giornate soleggiate e con temperature gradevoli durante la giornata, 
la mattina e la sera la temperatura è decisamente più fresca....

.... e non manca la pioggia .... come adesso!

Va  bè che siamo in autunno, 
nulla di anormale direi.

Per aiutare però in questi primi raffreddori di stagione, 
ecco che fanno la loro comparsa sulla mia tavola 
i piatti caldi 
come zuppe, passate, vellutate 
e soprattutto brodi!

Quello che vi propongo oggi, è un primo piatto in brodo di pollo, un vecchio e caro rimedio della nonna, 
che aiuta a combattere stanchezza, raffeddori e malanni,
con l'aggiunta dello zenzero.

I rimedi naturali per curare la salute 
tramandati da generazioni sono infiniti, 
ma recenti studi hanno dimostrato che facendo bollire un pollo 
si sciolgono alcune proteine che aiutano 
a rinforzare il nostro sistema immunitario. 
Quindi quando arriva l’influenza o ci si senti spossati, 
l’ideale è preparare subito un brodo caldo di pollo o gallina, 
per sfruttare le sue qualità antinfiammatorie.

Il prof. Gabriele Bellomo 
– vicepresidente dell’Associazione nazionale specialisti in scienza dell’alimentazione – 
consiglia di aggiungere alla ricetta tradizionale un po’ di aglio e peperoncino, per il loro potere disinfettante 
e il prof. Migliaccio spiega che "il brodo di pollo aiuta a reintegrare i liquidi persi, ha un basso contenuto di grassi e nutre senza appesantire".

Brodo di pollo quindi e sotto le lenzuola, 
con un pizzico di peperoncino e uno spicchio aglio 
(ottimi antimicrobici) 
per dare una mano a chi è alle prese con febbre, 
naso che cola e spossatezza. 
Se vi piacciono sapori esotici, 
al brodo di pollo si può aggiungere dello zenzero. 



Ingredienti per il brodo:

1/2 pollo 
1  sedano (il cuore)
2  carote
1  porro
1 zenzero (fresco)
1 spicchio d'aglio
sale q.b.
150 gr di pisellini

Per la pasta all'uovo trovate la ricetta qui
quindi tagliarla a  quadrucci della grandezza che più piace. 
Ottimi da utilizzare sempre con il brodo sono anche i tagliolini e trovate la ricetta qui



Preparazione del brodo di pollo allo zenzero:

mettere in una pentola 2 litri abbondanti di acqua, una manciata di sale, un piccolo porro, 2 carote, un cuore di sedano, lo spicchio d'aglio, lo zenzero e mezzo pollo.

Portare a bollore e cuocere per circa un'ora a fuoco medio; quindi filtrare il tutto con un colino per ottenere un brodo "pulito".

Versare il brodo filtrato in una pentola e far riprendere il bollore, quindi unire i piselli e lasciar cuocere per 15-20 minuti. 
Unire i quadrucci di pasta fresca all'uovo e lasciar cuocere per circa 5 minuti.

Impiattare e servire con del formaggio grattugiato e una spolverata di zenzero in polvere.


E buon appetito....


Il consiglio in più:
Le verdure e il pollo lessati possono diventare protagonisti di un'ottima cena, oppure passarli al mixer e usarli nel composto delle polpette di carne.
8 commenti

Il MIO giorno in cui ho smesso di dire "Sbrigati"!



Nella nostra vita distratta e indaffarata, ogni minuto conta. Ti senti costantemente come se dovessi spuntare una voce sulla tua lista delle cose da fare, fissare uno schermo, correre verso la destinazione successiva. E non importa in quanti modi tu divida il tuo tempo e la tua attenzione, non contano tutti i compiti che cerchi di portare a termine contemporaneamente: non c'è mai abbastanza tempo in una giornata per tenere il passo.

Questa è stata la mia vita per due frenetici anni. I miei pensieri e le mie azioni erano controllati dalle notifiche elettroniche, dagli squilli del telefono, dall'agenda strapiena. E nonostante il mio "sergente" interiore si fosse prefissato l'obiettivo di arrivare puntuale per ogni attività prevista dalla mia impegnativa tabella di marcia, io non ci riuscivo mai.

Vedete, sei anni fa sono stata benedetta dall'arrivo di una bambina rilassata, spensierata, del tipo "guarda mamma che bei fiori, vuoi annusarli?"

Quando io fremevo per uscire di casa, lei si prendeva tutto il tempo necessario per scegliere una borsetta ed una coroncina scintillante.

Quando dovevo essere da qualche parte "cinque minuti fa", lei si ostinava ad assicurare al sedile i suoi pupazzi di peluche, allacciando loro la cintura di sicurezza. Se dovevamo pranzare alla svelta da Subway, lei si fermava a parlare con la donna anziana accanto a noi che somigliava a sua nonna.
Se avevo, per caso, trenta minuti da dedicare ad una corsetta, lei insisteva affinché ci fermassimo ad accarezzare ogni cane incrociato per strada.

Quando il primo appuntamento sulla mia agenda era fissato per le sei del mattino, lei si prendeva tutto il tempo necessario per sbattere le sue uova il più dolcemente possibile.

La mia bambina era un dono per la mia personalità di tipo A, ma io non riuscivo a capirlo. Non riuscivo a rendermene conto: quando hai una vita così frenetica la tua visuale è limitata, riesci solo a guardare avanti, al prossimo appuntamento sull'agenda. E tutto quello che non può essere spuntato dalla lista è una mera perdita di tempo.

Quando mia figlia mi faceva deviare dal programma stabilito, pensavo tra me e me: "Non abbiamo tempo per questo". Di conseguenza, l'espressione che usavo di più con il piccolo amore della mia vita era: "Sbrigati!".

Le mie frasi iniziavano in questo modo
Sbrigati, o faremo tardi.
E finivano anche così.
"Ci perderemo tutto se non ti sbrighi".
Le mie giornate partivano con questa parola.
Sbrigati, finisci la colazione.
Sbrigati, vestiti in fretta.
Le mie giornate terminavano con questa parola.
Sbrigati, lavati i denti.
Sbrigati, vai a letto.

Anche se l'espressione "sbrigati" non sortiva l'effetto sperato, quello di aumentare la velocità d'esecuzione dei vari compiti, io mi ostinavo ad usarla.

Tratto da:
post pubblicato su HuffPostFrancia  ed è stato tradotto da Milena Sanfilippo che potete trovare qui.


Questo post me l'ha inviato stamane mio "marito" su facebook, 
ogni tanto mi prende in giro per un qualcosa....
ho iniziata a leggerla e mi sono rivista in quelle parole,
in quel vivere di corsa.

E proprio come l'autrice, anche nelle mie giornate la parola "sbrigati" la faceva la fa da padrona!

Sempre di corsa per non arrivare in ritardo, 
quando il ritardo era (in realtà) arrivare un pò più tardi in ufficio rispetto al mio consueto anticipo!!!

Poi una mattina ho preso una decisione, 
si certo, ci sono stati diversi motivi,
ma ho preso una decisione:

basta correre, 
basta stare nervosa e agitata, 
basta col sentirmi sempre in ritardo, 
basta con questo "sbrigati", 
e soprattutto basta col sentirmi in difetto 
(nell'ambiente lavorativo intendo) 
per essere mamma 
e mettere mio figlio davanti al lavoro 
passando ad un part time alla sua nascita!

Così ho deciso di cambiare lavoro: 
ora faccio la mamma a tempo pieno!!

Ed è così strano riuscire a fare così tante cose in un'unica giornata, giornata che ora sembra lunghissima!!!

Posso andare al mercato e scegliere frutta e verdura fresca giorno per giorno, 
posso accompagnare lo gnomolo a scuola tranquillamente senza essere ogni mattina i primi ad arrivare,
posso riorganizzare tutta casa e dedicarmi anche al giardinaggio!!!!
E poi ora la famiglia è cresciuta: 
ora c'è un nuoco cucciolo peloso con noi!



Forse vi sembrerà una scelta azzardata la mia di questi tempi, 
ma la pace interiore, il senso di serenità, la tranquillità che ora sento non ha prezzo davvero!!

.... e pian piano sto imparando dal mio gnomolo a vivere con più calma, a vivere con lui i suoi momenti secondo i suoi tempi......

E sebbene quel "sbrigati" si è insediato in me così nel profondo, pian piano cerchiamo di debellarlo e "guarire" da questa malattia del sentirsi sempre in ritardo!

5 commenti

Novità da casa Nicky

Vi ricordate che vi avevo già parlato della Nicky e dei suoi prodotti? 

Oggi vi voglio presentare però una novità, 
i due nuovi prodotti carta igienica Nicky: Elite la Grande e La Maxi, 
due prodotti innovativi e speciali in quanto a lunghezza e altezza.

Ma andiamo a conoscerle nel dettaglio.

Il rotolo Nicky Elite la Grande
ha un'altezza superiore rispetto agli altri prodotti sul mercato.
La carta igienica Nicky Elite la Grande, 
con il suo strappo più alto ti regala praticità e morbidezza, tutti i giorni. 
Uno strappo più grande significa che ne puoi usare meno: 
la Grande ti garantisce confort e sicurezza, con un occhio al risparmio.

La carta igienica con il rotolo più grande mai visto:


- ROTOLO PIÙ ALTO

La carta igienica Elite la Grande ha un’altezza superiore rispetto alle altre presenti sul mercato.



APERTURA FACILITATA

Un semplice gesto per aprire la confezione in modo pratico e veloce.


MORBIDISSIMA E RESISTENTE L'innovativa apertura facilitata permette di aprire la confezione in modo pratico e veloce.
La goffratura: morbidezza e confort garantiti assieme ad assorbenza e resistenza.



Nicky Elite La Grande 4 rotoli , 3 veli • 170 strappi 


La carta igienica Nicky La Maxi 
assicura un rotolo di lunghissima durata. 
Tanta carta in più e tanta convenienza grazie ai 100 strappi gratis in ogni rotolo!

La Maxi, la carta igienica più lunga mai vista:

- ROTOLO PIÙ LUNGO

La carta igienica Nicky La Maxi è lunga ben 69 metri! 

- TANTA CARTA IN POCO SPAZIO

Un rotolo infinito di convenienza. Grazie alla sua compattezza ogni rotolo contiene tantissima carta in poco spazio! 

- APERTURA FACILITATA

Un semplice gesto per aprire la confezione in modo pratico e veloce.


I prodotti della linea La Maxi si presentano in due formati:
 Nicky La Maxi 4 rotoli e nel formto 12 rotoli

 tanti rotoli a 2 veli  per 600 strappi ognuno di morbidezza!


Ma Nicky è anche tanto altro....

#NickySempreConTe.



18 commenti

Smoothies ....

Per tutta l'estate si è parlato tanto degli smoothies,
ma cosa sono?

Gli smoothies sono delle bevande a base di frutta e/o verdure ideali per mantenersi in forma e stare bene.

Non sono dei semplici frullati
(composti da frutta, zucchero e latte),
e nemmeno dei centrifugati
(ovvero l'estrazione della purea a freddo dei succhi della frutta e della verdura);
tantomeno dei milk shake
(generalmente fatti con gelato e/o comunque con ingredienti calorici quali cioccolato, panna montata etc..)

Gli smoothies sono una purea fresca, di consistenza liquida, preparati con il blunder (o frullatore) e si preparano spesso con semplice yogurt, a volte con del latte, o semplicemente con dell'acqua.

Si preparano utilizzando frutta e verdura
(anche congelate).

Sono poco calorici se preparati con yogurt magro, ottimi anche per chi segue uno stile vegan se si utilizzano yogurt o bevande a base vegetale.

Ne esistono quindi diversi tipi:
classico, con frutta e verdure, e detox smoothies.
Questi ultimi aiutano a depurare l'organismo unendo gli ingredienti dagli effetti benefici di frutta e verdura
(consigliate sono quindi le barbabietole rosse, lo zenzero, i mirtilli, la curcuma etc...)

Vien da se che sono ricchi di vitamine e quindi lo rendono una bevanda benefica durante tutto l'arco dell'anno.

Prepararlo è molto semplice: si scelgono gli ingredienti, si mettono nel frullatore, e si mixa!

Ma non sempre la scelta degli ingredienti è quella giusta,
non sempre le verdure e la frutta scelta,
insieme danno un risultato gradevole.

E qui ci aiuta Alpro!

Alpro mette a disposizione un servizio on line che ci permette in pochi e semplici passaggi, di realizzare degli smoothies unici, dalla giusta combinazione degli ingredienti.

Basta entrare in questa pagina, selezionare
e step dopo step ci viene indicata la percentuale di abbinamento migliore tra i diversi ingredienti scelti.

Qui puoi creare le ricette su misura per tuoi frullati basati sul metodo del Foodpairing.

Foodpairing?
Perché il peperone giallo e il frutto della passione sono così buoni insieme?
Perché condividono gli stessi aromi!
Il Foodpairing è un metodo collaudato che identifica questi aromi, permettendo di trovare gli ingredienti che si abbinano meglio per un frullato delizioso al 100%.
Con l'Alpro Smoothie Inspiration puoi unire gli ingredienti che si abbinano meglio in un frullato delizioso e fatto su misura.
Alpro fornisce questo fantastico strumento - basato sulla conoscenza del Foodpairing- per unire i prodotti Alpro con gli ingredienti a cui si abbinano meglio in un frullato fatto su misura.



Per decorare poi e presentare al meglio il nostro smoothie basta decorare con della frutta secca tritata,
o aggiungere delle fettine di frutta e verdura fresca...



Vi lascio qualche delizioso suggerimento per degli smoothies salutari e squisiti!
(NB: tutti i prodotti vegetali quali latte e yogurt da me utilizzati per la preparazione dei seguenti smoothies, sono prodotti Alpro)






Smoothies peperone e zafferano:
200 ml di yogurt vegetale con mandorle
70 gr di peperone giallo
70 gr mela "Gala"
0,5 gr di zafferano




Smoothie ciliegie e pompelmo:
200 ml bevanda all'avena
60 gr di ciliegie "sweet" fresche
60 gr pompelmo rosa fresco
0,5 gr vaniglia bourbon




Smoothie lamponi e mango:
200 ml yogurt vegetale bianco
70 gr lamponi freschi
80 gr mango fresco
2 gr foglioline di menta
una spolverata di cacao



Smoothie fragole e lamponi:
200 ml di bevanda al cocco
60 gr di fragole
60 gr di lamponi
2 gr di coriandolo fresco



Smoothie lampone e mirtilli:
100 ml di succo di lamponi
100 gr di mirtilli
50 ml di latte di soia
100 gr di yogurt di soia


Vi suggerisco inoltre:

Smoothie barbabietola rossa:
1 barbabietola rossa piccola
1 carota
1 mela dolce
1 pera

NB: la barbabietola deve essere scottata prima in acqua bollente e fatta raffreddare prima di essere frullata con gli altri ingredienti

Smoothie ai mirtilli:
100 gr di mirtilli surgelati
240 ml di latte di cocco
1 lime (il succo)
1 yogurt di soia

Smoothies mango e miele:
320 gr di mango
240 ml di latte di soia
120 gr di yogurt bianco di soia
1 - 2 cucchiai di miele

Volete provare anche voi uno smoothie unico, fresco e salutare?
Allora armiamoci di frullatore e "smoothiamo" insieme lasciando campo libero alla nostra fantasia ma facendoci sempre consigliare da Alpro!
Delzie & ConfidenzediSabrinaDesign byIole