Burro di mandorle fatto in casa

Ricordo la prima volta che ho provato a preparare un dolce per lo gnomolo subito dopo la conferma delle sue allergie alimentari e, quindi, con la lista degli “alimenti no” e, tra questi, il burro ovviamente.

Ma come sostituire il burro senza dover ricorrere alla margarina? Le alternative più versatili al burro sono l’olio extravergine d’oliva e il burro vegetale preparato in casa. Si può sostituire il burro anche con la polpa di avocado o la crema di mandorle (anche detto burro di mandorle) o il burro di cacao per la preparazione dei dolci, oppure con la crema di sesamo, o tahin, nelle ricette salate.

Sostituire il burro equivale a preparare piatti molto più leggeri oltre che adatti a chi ha scelto un’alimentazione vegana o a chi deve seguire un’alimentazione anallergica.

Oggi prepariamo un ottimo burro di mandorle fatto in casa, una ricetta che trovai in uno dei vari libri di alimentazione anallergica acquistati per studiare dell’argomento, una ricetta semplicissima da preparare ed ottenere una crema morbida, ottima da utilizzare in semplicità da spalmare sul pane o fette biscottate, ma anche per sostituire il burro tradizionale nella preparazione di dolci e biscotti.

Burro di mandorle
Burro di mandorle

Ingredienti

Per 250 gr circa di burro

  • 250 gr di mandorle sgusciate
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale (facoltativo_se volete del burro salato)
  • 1 cucchiaio d’acqua o di latte di mandorle (all’occorrenza)

Procedimento

  1. Tostare le mandorle per 5 minuti in una padella ben calda e senza grassi (oppure in forno preriscaldato a 180°C)
  2. Trasferire le mandorle nel bicchiere del frullatore o nel robot da cucina e iniziare a frullarle fino ad ottenere una farina. Continuare a frullare per amalgamare il composto.
  3. Durante questo processo, le mandorle inizieranno a rilasciare i loro oli naturali. Se il composto tende ad attaccarsi alle pareti del frullatore, spingerlo verso il centro con un cucchiaio e riprendere a frullare.
  4. Per facilitare il tutto, aggiungete 1 cucchiaio d’acqua e 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva, ed ottenere la giusta densità del burro di mandorle. Se si utilizza un robot da cucina potente, di ultima generazione, non servirà aggiungere acqua o olio e si otterrà del burro di mandorle perfettamente omogeneo in pochi minuti.
  5. A questo punto sarà possibile insaporire il burro di mandorle con un pizzico di sale se si preferisce avere un burro salato.

Il burro di mandorle fatto in casa si conserva in un barattolo di vetro ben pulito ed asciutto, con coperchio ermetico, da riporre in frigorifero per circa una settimana.

Con lo stesso procedimento utilizzato per la crema di mandorle, potrete preparare anche una crema di anacardi, del burro di arachidi o una crema di nocciole, da utilizzare in sostituzione del burro nelle preparazioni dolci o salate a seconda dei vostri gusti.

Burro di mandorle
Burro di mandorle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*