Crostata alla crema di nocciole senza lattosio (frolla con burro di mandorle)

Crostata alla crema di nocciole (frolla con burro di mandorle – ricetta senza latte e burro)

Dopo una settimana trascorsa al paesello dalla nonna, ieri lo gnomolo è tornato a casa. Si, lo so, erano solamente sette giorni, ma non vedevo l’ora di riabbracciarlo, sebbene in questi sette giorni son riuscita a recuperare un pò di sonno perso con lui che è sempre così mattiniero!!

Ieri dunque, tante ricette gustose per il pranzo, le sue preferite, e per dolce la sua crostata alla crema di nocciole! Chi può resistere ad una fetta di crostata alla crema di nocciole? Credo si possa dire sia la crostata preferita dalla maggioranza… direi dei bambini, ma qui da me anche dei grandi!

Ovviamente per lui la ricetta doveva esser priva di lattosio e proteine del latte, quindi no a latte e burro vaccino, ma si ad una frolla realizzata con burro di mandorle e farcito con la Nocciolata senza latte Rigoni di Asiago , una crema spalmabile di cacao e nocciole completamente biologica e priva di latte, dal gusto intenso, perfetta per tutti gli amanti del cioccolato.

Il burro di mandorle è ricco di acidi grassi monoinsaturi, vitamina B2 e sali minerali come manganese, magnesio, calcio e fosforo. Usare il burro di mandorle nei dolci è un modo per dare sapori nuovi a ricette tradizionali, evitare latticini, ed apportare benefici al nostro organismo. Tuttavia, si tratta di un prodotto molto grasso, per cui è bene non superare la dose di 20-30 gr al giorno… ma non mangeremo mai una crostata intera da soli in una sola volta, no?

Crostata alla crema di nocciole (frolla con burro di mandorle - ricetta senza latte e burro)
Crostata alla crema di nocciole (frolla con burro di mandorle – ricetta senza latte e burro)

Ingredienti

Stampo rettangolare 35×11 cm

Procedimento

  1. Versare le due farine in una ciotola ed aggiungere il burro di mandorle, lo zucchero a velo, il sale, la vaniglia e l’uovo.
  2. Mischiare dapprima con un cucchiaio e poi iniziare ad impastare con le mani.
  3. Impastare fino ad ottenere un composto liscio e che non appiccichi alle mani (eventualmente aggiungere poca farina).
  4. Formare una palla, appiattire e avvolgerla nella pellicola; lasciar riposare in frigo per 30 minuti.
  5. Preriscaldare il forno a 200°C e oliare e infarinare lo stampo.
  6. Spolverare il piano di lavoro con della farina e stendere la pasta fino ad uno spessore di mezzo centimetro. Trasferirla delicatamente sulla base dello stampo e tagliare la pasta in eccesso dai bordi.
  7. Distribuire la Nocciolata senza latte Rigoni di Asiago sulla base.
  8. Impastare la pasta rimasta, stenderla e ricoprire la crostata (in alternativa potete ritagliare delle strisce per decorare come le classiche crostate o decorare come più preferite).
  9. Infornare per 20 minuti fino a leggera doratura della superficie.
  10. Sfornare e lasciar raffreddare prima di sformare e decorare con dello zucchero a velo di canna grezzo.

Crostata alla crema di nocciole (frolla con burro di mandorle - ricetta senza latte e burro)
Crostata alla crema di nocciole (frolla con burro di mandorle – ricetta senza latte e burro)

5 Commenti

  1. Vorrei essere al posto dello gnomolo! Aahahaha

  2. Confesso la mia ignoranza in materia. Dove si trova il burro di mandorle?

    • Tesoro, io fino a poco fa credevo che l’unico burro vegetale fosse la margarina!!
      Infondo se non si ha necessità si dover sostituire il burro classico, perché porsi certi interrogativi? (io almeno se non avessi avuto necessità, avrei continuato con la tradizione!)
      Lo puoi trovare nei negozio bio/vegan, online, oppure sul mio blog trovi come realizzarlo facilmente a casa.
      Se lo provi fammi sapere 😉
      Un abbraccio grande

  3. deve essere divina!!! avevo fatto dei biscotti al burro di mandorle, ma mai una crostata! immagino che goduria!!!! devo provare!!! meno male che il mio compleanno è vicino 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.