Pizza ai fiori di zucca e filetti di alice con capperi di Pantelleria

Torno a pubblicare una ricetta di pizza, l’alimento più consumato e più amato in assoluto. La mia preferita? Difficile sceglierne una tra le varie combinazioni di condimenti che si possono realizzare! Di sicuro tra le mie preferite c’è la pizza ai fiori di zucca ed alici.

Così, approfittando dei fiori di zucca freschi, e unendo la bontà dei Filetti di Alice all’olio di oliva con capperi di Pantelleria Delicius, nasce un perfetto matrimonio tra mare e terra, unione che va a donare alla mia pizza la giusta sapidità per un gusto unico, la giusta armonia tra la delicatezza di questi fiori commestibili, ed il sapore più deciso delle alici con i capperi di Pantelleria, nonchè un allegro colore giallo dei fiori stessi.

I Filetti di Alice all’olio di oliva con capperi di Pantelleria Delicius si distinguono per il particolare aroma e la consistenza delle carni, in questa variante arrotolata al cappero di Pantelleria, conservati in olio di oliva in una pratica e graziosa lattina che salvaguarda la qualità del prodotto.

Ma ho detto “mia” pizza? Buggia: il merito di questa favolosa pizza in teglia è di mio marito, degno figlio d’arte, al quale delego senza alcuna remore, la preparazione dell’impasto della pizza!

Certo, parliamo di pizza in teglia, cotta in forno casalingo, ma il suo impasto rende la base di questo lievitato ottima per un eccellente risultato finale, per poter così gustare una deliziosa pizza, croccante fuori e morbida dentro, comodamente tra le mura di casa e poter dire: “la mia pizza è pronta”!

La pizza con fiori di zucca e filetti di alice con capperi di Pantelleria è un piatto unico molto apprezzato sia per una cena tra amici, nonchè ideale da servire a spicchi, o da preparare in piccole pizzette, da servire come aperitivo, per un brunch, o per un buffet.

Pizza ai fiori di zucca e filetti di alice con capperi di Pantelleria

Ingredienti per l'impasto

Per 6-8 persone

  • 1 Kg di farina 00
  • 800 ml di acqua tiepida
  • 10 gr di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaio e mezzo di sale fino (circa 30 gr)
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva (circa 50 gr)
  • farina di semola rimacinata per il piano lavoro

Ingredienti per il condimento

Procedimento

  1. Prepariamo l’impasto per la pizza: direttamente sul piano lavoro, disporre 800 gr di farina a fontana (prelevati dal totale indicato), e ricavarne un buco al centro.
  2. Dal totale dell’acqua indicato (acqua tiepida e non troppo calda), prelevarne un bicchiere nel quale sciogliere accuratamente il lievito di birra fresco.
  3. Unire il lievito sciolto nell’acqua al centro della nostra fontana di farina e, iniziando ad incorporare farina dai lati, lavorare aggiungendo man mano la restante acqua e la restante farina.
  4. Quando il composto inizia a formarsi, unire il sale e un cucchiaio alla volta d’olio. Lavorare energicamente fino ad ottenere un panetto liscio e compatto, seppur molto morbido.
  5. Spolverare il piano lavoro con della farina di semola rimacinata e lasciar riposare il composto, coperto da un panno umido, per 3 ore, fino al suo raddoppio.
  6. Una volta lievitato, dividere l’impasto in 6-8 pezzi, quindi lavorare ognuno di questi per dare una forma sferica. Lasciar riposare sul piano sempre spolverato con farina di semola rimacinata, e sempre coperti da panno umido, per un’altra ora.
  7. Nel frattempo, prepriamo le teglie e preriscaldiamo il forno: oliare le teglie da forno, quindi passare un foglio di carta da cucina per eliminare l’olio in eccesso. Accendere il forno a 230°C modalità pizza (per i forni che hanno questo programma, in alternativa, modalità statica).
  8. Mentre la pasta per pizza cresce, prepariamo anche il condimento: lavare e tamponare delicatamente i fiori di zucca, quindi eliminare le escrescenze laterali (alla base del fiore stesso), eliminare il gambo ed eliminate il pistillo. Tagliare la mozzarella a dadini e lasciar sgocciolare in un colapasta, schiacciando il formaggio ponendo sopra un peso.
  9. Stendiamo la pizza: una volta raddoppiato il volume dei nostri piccoli panetti, stenderli uno alla volta sempre sul piano spolverato con farina di semola rimacinata.
  10. Evitare il mattarello ma allargare e spianare con le mani, dal centro verso l’esterno. Se il disco della nostra pizza non risulta perfettamente piatto non è un problema: gli avvallamenti dovuti dalla pressione dalle nostre dita, aiuteranno l’impasto ad assorbire meglio i condimenti in cottura.
  11. Portare la pizza stesa nella teglia precedentemente unta, e lavorare ancora con i polpastrelli per stenderla perfettamente.
  12. Distribuire su ogni base di pizza parte della mozzarella sgocciolata, aggiungere un filo d’olio, ed infornare in forno preriscaldato per 10 minuti.
  13. Quando la pizza assume un colore dorato, e la base e ben colorata,  togliere dal forno e distribuire sopra i fiori di zucca puliti, i Filetti di Alice all’olio di oliva con capperi di Pantelleria Delicius, e la restante mozzarella. Salare, irrorare con un altro filo d’olio, e completare la cottura per altri 4-5 minuti.
  14. Sfornare, e servire calda!

L’impasto della pizza può esser preparato anche utilizzando una planetaria con gancio a spirale, o a mano in una ciotola. L’impasto ottenuto sarà poi trasferito sul piano lavoro e lavorato a mano energicamente.

Durante le fasi di lievitazione, far attenzione di non esporre l’impasto a correnti d’aria che potrebbero alterare e compromettere la lievitazione della pasta.

Il tempo necessario per una giusta cottura della pizza varia di qualche minuto a seconda del tipo di forno e della sua potenza.

 

Pizza ai fiori di zucca e filetti di alice con capperi di Pantelleria

Consigli per un’ottima pizza:

Per ottenere un ottimo impasto e garantire un’ottima pizza, oltre alla lavorazione, è necessario scegliere prodotti di prima qualità. Ci sono però alcuni piccoli accorgimenti per ottenere un impasto ottimo:

  • per garantire una buona compattezza all’impasto, sarebbe preferibile utilizzare un’acqua abbastanza “dura” (ricca cioè di calcio)
  • tra il lievito di birra disidratato in bustine, e quello in panetti fresco, io preferisco quest’ultimo: lavorandolo bene per amalgamarlo all’impasto, mi garantisce un risultato migliore
  • mescolare bene tutti gli ingredienti e lavorare il composto energicamente, in modo che diventi omogeneo e assolutamente privo di grumi
  • una volta pronto l’impasto, optare per una lievitazione lunga è la cosa migliore per rendere la pizza più soffice e meglio digeribile
  • per stendere la pasta meglio evitare il mattarello, ma allargarla e spianarla con le mani, dal centro verso l’esterno, sul piano lavoro; dopodiché trasferire in teglia e completare l’operazione sempre stendendola con i polpastrelli
  • la temperatura del forno deve essere molto alta, e in modalità statica (i forni più moderni hanno dei programmi specifici per la cottura della pizza)
  • infornare quando il forno è già arrivato a temperatura
Pizza ai fiori di zucca e filetti di alice con capperi di Pantelleria
Pizza ai fiori di zucca e filetti di alice con capperi di Pantelleria

2 Commenti

  1. A casa mia il sabato sera è sempre dedicato alla pizza. Tante sono le versioni preferite: in inverno una robusta quattro formaggi da quando ero piccina; in estate qualcosa di più fresco con rucola e pachino all’uscita e quella che ci proponi tu per me è stata una rivelazione qualche anno fa e quando in stagione trovo i fiori di zucca è la mia prima scelta. Un abbraccio

    • Uh Laura, anche noi dedichiamo una serata settimanale alla pizza, di solito il venerdì 😁
      Anche a me piace molto rucola e pachino, oppure ripiena di verdure…. Ma questa tra le calde, è una delizia!!!
      Grazie mille cara, un abbraccio forte forte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.