Quiche con patate, piselli e cipollotti

La primavera si avvicina, anche se le temperature miti che ci hanno accompagnato per tutto l’inverno, ne sono state un anticipo. E alla primavera pensa anche la nostra Rubrica Idea Menù, dedicandogli un menù di primavera.

Per l’occasione ho prepararto delle quiche con patate, piselli e cipollotti, in formato monoporzione, perfette come antipasto, ricche di primizie primaverili che questo mese ci offre come le patate novelle, con le quali ho preparato una purea morbida che abbraccia i piselli ed i cipollotti freschi.

La quiche è un tipo di torta salata della cucina francese, una torta rustica che si presta ad esser farcita con diversi ripieni, dalle verdure ai formaggi, o un mix di entrambi: un guscio friabile di sfoglia che racchiude un cuore più cremoso e morbido.

Come spesso ricordo, la frutta e la verdura di stagione sono un vero toccasana per la nostra alimentazione e di conseguenza per la nostra salute. Non solo: seguire la stagionalità dei prodotti permette di affronatre anche minori costi da sostenere per gli acquisti degli stessi, e maggiori benefici per l’ambiente che ci circonda.

Quiche con patate, piselli e cipollotti

Ingredienti

  • 1 rotolo di pasta sfoglia già pronto
  • 700 gr di patate a pasta gialla
  • 50 gr di margarina senza olio di palma
  • 200 ml di latte di riso non zuccherato
  • 70 gr di Parmiggiano Reggiano stagionato 36 mesi
  • noce moscata q.b.
  • 2 cipollotti freschi
  • 2 carote
  • 200 gr di piselli novelli sgusciati
  • sale q.b.
  • pepe
  • 200 ml di brodo vegetale
  • 2 uova di media grandezza
  • olio e farina per gli stampi
  • prezzemolo fresco per decorare (facoltativo)

Procedimento

  1. Prepariamo la purea di patate: lavare le patate, versarle in una pentola capiente con tutta la loro buccia, e coprire con abbondante acqua fredda.
  2. Mettere il tegame sul fuoco e, dal momento in cui l’acqua avrà raggiunto il bollore, lasciar cuocere le patate dai 30 ai 50 minuti: i tempi sono sempre indicativi e dipendono dalla grandezza delle patate. Pertanto, è opportuno dopo i primi 30 minuti di cottura, fare la prova forchetta: se i rebbi entrano facilmente allora i tuberi sono cotti.
  3. Scolare e lasciar intiepidire le patate; quindi sbucciarle e lasciarle e schiacciarle con l’apposito schiacciapatate.
  4. Trasferire le patate schiacciate in una pentola, unire della noce moscata ed aggiustare di sale.
  5. Nel frattempo, in un pentolino, scaldare il latte di riso e mantenere in caldo.
  6. Portare su fiamma bassa e, mescolando con cura, aggiungere il latte di riso caldo. Mescolare con una frusta a mano fino a quando il latte non sarà stato completamente assorbito.
  7. Spegnere la fiamma e mantecare la purea aggiungendo la margarina ed il Parmigiano Reggiano grattugiato. Lasciar raffreddare completamente.
  8. Prepariamo le altre verdure: lavare i piselli sgranati e lasciarli sgocciolare bene, mondare i cipollotti e tragliare fette sottili, lavare le carote e tagliare in piccoli pezzi.
  9. In un padellino versare i cipollotti e le carote tagliati insieme all’olio di oliva, portare su fiamma allegra e lasciar soffriggere. Aggiungere i piselli e far cuocere per alcuni minuti a fuoco vivace.
  10. Aggiungere il pepe e il brodo, che dovrà coprire i piselli. Lasciar stufare a fuoco medio, con il coperchio, per circa un quarto d’ora.
  11. Togliere il coperchio quasi a fine cottura e mescolare lasciando asciugare i piselli. Regolare eventualmente di sale e lasciar raffreddare.
  12. Prepariamo la quiche: oliare e infarinare gli stampini, e rivestire con dei dischi (grandi quanto il diametro degli stampini) ritagliati dalla pasta sfoglia.
  13. Riprendere la purea di patate ormai fredda, ed unire i piselli anch’essi freddi, aggiungere le uova sbattute velocmenete con una forchetta, e mescolare bene il tutto.
  14. Riempire ogni stampo con il composto di verdure, riempiendo bene fino ai bordi.
  15. Cuocere in forno già caldo a 180°C per circa 20-25 minuti in modalità ventilata, e a 180°C per 30-35 minuti in modalità statica; e comunque fino a doratura delle quiche.
  16. Lasciar raffreddare e servire con una spolverata di prezzemolo fresco.

Quiche con patate, piselli e cipollotti

Scopriamo insieme il menù di primavera al completo:

Rubrica Idea Menù
Rubrica Idea Menù
Antipasto da me: Quiche con patate, piselli e cipollotti 
Quiche con patate, piselli e cipollotti

Articoli correlati:

https://www.delizieeconfidenze.com/2019/01/orecchiette-con-primule-e-salsa-di-riso-ai-crisantemi.html
https://www.delizieeconfidenze.com/2017/05/finta-frittata-di-ceci-primaverile.html
https://www.delizieeconfidenze.com/2018/04/acqua-detox-happy-spring.html
https://www.delizieeconfidenze.com/2018/04/crostatine-di-riso-con-crema-al-cocco-e-cardamomo-senza-glutine-e-vegane-benvenuta-primavera.html


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se vuoi chiedermi un consiglio per personalizzare e rifare una mia ricetta, scrivimi qui. Poi però scatta una foto del piatto ricreato, e condividila sui tuoi profili social utilizzando il mio hashtag #delizieeconfidenze e taggandomi su IG utilizzando @delizieeconfidenze

Ti sono grata per il tuo supporto al mio lavoro!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter, e  Pinterest.

9 Commenti

  1. Fantastiche,bravissima

  2. Adoro la torta salata e in versione monoporzione ancora di più!
    Sicuramente saranno apprezzate anche dai bambini.
    Bravissima, una bellissima idea!
    Un bacio

    • Grazie mille Dany!
      Con questo ripieno son golose anche per loro in effetti, per i più piccoli, e monoporzione restano ancor più graziose.
      Un abbraccio grande Dany, e spero di farlo di persona presto🤗

  3. Ottima quiche e in versione monoporzione ancor più invitante!!!
    Baci

  4. arbanelladibasilico

    Molto carine e tanto buone le tue quiche Sabri! Ti abbraccio 🙂

  5. Pingback: Fiori di pan carrè - La mia famiglia ai fornelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.