Panbrioche Pasquale

Il Panbrioche che si crede una Colomba

Hai deciso di preparare il dolce della Pasqua e vorresti portare in tavola una golosissima e sofficissima colomba, ma ti sei decisa tardi?

Nessun problema: puoi preparare oggi stesso il Panbrioche Pasquale da portare in tavola domani, giorno di Pasqua.

Il Panbrioche pasquale è un lievitato dolce sofficissimo, che ha tutto il profumo e il sapore di una colomba, ma è un panbrioche e, quindi, decisamente più facile e veloce da preparare rispetto alla colomba classica.

Per realizzare questo panbrioche alla perfezione, bisogna non aver fretta ma armarsi di pazienza e rispettare i tempi di lavorazione e di lievitazione.

Per il mio panbrioche pasquale ho utilizzato il lievito di birra fresco che son riuscita a trovare l’altro giorno (e di cui me ne vanto ancora con le amiche come avessi trovato un tesoro!), ma è possibile sotituirlo con il lievito di birra in polvere (circa un terzo rispetto al peso del lievito fresco). Se invece si opta per l’utilizzo della pasta madre, bisogna considerare dei tempi di lievitazione più lunghi rispetto a quelli indicati in ricetta.

Anche questo è un lievitato dolce senza burro e senza latte vaccino, ideale quindi per tutti coloro che non possono (o non vogliono) assumere latte e derivati del latte.

Ingredienti per il Panbrioche

  • 500 gr di farina Senatore Cappelli

  • 230 ml latte di miglio

  • 80 ml di olio di arachide

  • 10 gr di lievito di birra fresco

  • 50 gr di zucchero semolato

  • 1 uovo intero

  • 5 gr di sale

Ingredienti per la salsa aromatica

  • 2 arance bio

  • 1 limone bio

  • 1+1/2 cucchiaio di miele dorato

  • 20 gr di rum scuro

  • 2 bustine di vanillina

Ingredienti per la glassa

  • 2 albumi

  • 70 gr di mandorle

  • 50 gr zucchero semolato

  • zucchero in granella q.b. (facoltativo)

NB:

  • La farina Senatore Cappelli può esser sostituita in egual misura da altra farina 00
  • Il latte vegetale può esser sostituito in egual quantità da altro latte a scelta.
  • La vanillina in polvere può esser sostituita da 1 cucchiaino di estratto di vaniglia, o dai semi di una bacca di vaniglia.
  • Dopo le due ore di lievitazione è possibile aggiungere all’impasto dei cubetti di canditi o delle gocce di cioccolato. Quindi impastare velocemnete per farli incorporare all’impasto e procedere alla pezzatura e al pirlaggio degli stessi.
  • La glassa può essere arricchita con delle mandorle a lamelle, granella di nocciole, o gocce di cioccolato fondente.

Procedimento

  • Preparare la salsa aromatica
  • Preparare l’aroma di colomba almeno 2 ore prima di iniziare l’impasto del panbrioche: più si lascia riposare il composto aromatico, più questi donerà aroma e sapore intenso al dolce!
    (meglio ancora se si ha la possibilità di prepararla il giorno prima)
  • In una ciotolina unire la buccia grattugiata delle arance e del limone, unire il miele, la vanillina, ed il rum.
    Mescolare bene con una forchetta fino a far sciogliere il miele.
    Coprire con la pellicola alimentare e lasciar riposare fino al momento dell’utilizzo.
  • Preparare l’impasto del panbrioche
  • Nella ciotola della planetaria versare la farina, l’olio, e azionare la macchina a velocità bassa, con gancio a foglia.
  • Scaldare metà del latte indicato che dovrà esser appena tiepido, unire un cucchiaino di zucchero prelevato dal totale indicato, e sciogliervi il lievito di birra fresco.
  • Unire il latte con il lievito sciolto alla farina, sempre con la macchina in azione, ed aggiungere lo zucchero restante, l’uovo, l’aroma di colomba e, poco alla volta, il restante latte.
    Quando gli ingredienti saranno compattati, unire anche il sale.
  • Nel momento in cui si sarà formato un panetto, sostituire il gancio a foglia con il gancio a uncino, quindi aumentare la velocità al massimo, e lasciar lavorare l’impasto per 10 minuti.
    (Mi raccomando, non è un modo di dire: devono esser davvero 10 minuti di orologio!)
  • Oliare leggermente una ciotola e trasferirvi l’impasto, coprire con della pellicola alimentare e lasciar lievitare 2 ore in luogo caldo e al riparo da correnti d’aria.
    E’ perfetto nel forno spento con la sola luce accesa.
  • Trascorso il riposo, trasferire l’impasto sul piano lavoro leggermente infarinato, dividerlo in tre parti uguali, e pirlare ognuna di esse.
  • Formate tre palle lisce e omogenee, straferirle in uno stampo da plumcake precedentemente oliato e infarinato; distanziate tra loro.
    Coprire con pellicola alimentare e lasciar lievitare nuovamente in luogo caldo e al riparo da correnti d’aria per altre 6 ore.
  • Preparare la glassa
    (preparare la glassa all’ultimo, quindi allo scadere delle 6 ore di lievitazione del panbrioche)
  • Sbattere due albumi con una forchetta, fino ad ottenere un composto ricco di schiuma.
  • Frullare insieme lo zucchero semolato con le mandorle, ed unire agli albumi montati. Mescolare bene.
  • Distribuire il composto sul panbrioche.
  • Cottura del dolce
  • Preriscaldare il forno a 220°C in modalità statica.
    Quando il forno avrà raggiunto tale temperatura, abbassare a 180°C.
  • Infornare il dolce sul ripiano centrale del forno, e lasciar cuocere per 20 minuti, senza mai aprire lo sportello del forno!
  • Trascorso tale tempo, spegnere il forno, aprire di qualche cm lo sportello, e lasciar raffreddare il dolce al suo interno.
  • Io consiglio di lasciar riposare il dolce tutta la notte prima di sformare e trasferire sul piatto da portata.
    In ogni caso, togliere dallo stampo solo quando il panbrioche sarà completamente freddo.

Et voilà, il Panbrioche Pasquale è pronto per esser servito!

Il profumo che sprigionerà già dai primi minuti di cottura inonderà la cucina, arrivando pian piano in ogni angolo della casa, e sarà inebriante!

La mollica del panbrioche pasquale è compatta e sofficissima, molto profumata, e sembra davvero di mangiare una fetta di colomba classica.


Articoli correlati



Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se vuoi chiedermi un consiglio per personalizzare e rifare una mia ricetta, scrivimi qui. Poi però scatta una foto del piatto ricreato, e condividila sui tuoi profili social utilizzando il mio hashtag #delizieeconfidenze e taggandomi su IG utilizzando @delizieeconfidenze

Ti sono grata per il tuo supporto al mio lavoro!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter, e  Pinterest.

5 Commenti

  1. Ti auguro una serena giornata di Pasqua, con la speranza nel cuore che per tutti la normalità ritorni il prima possibile!
    un abbraccio
    Alice

    • Sabrina Pignataro

      Ciao Alice, perdona il ritardo nel risponderti, ma paradossalmente ho meso tempo ora rispetto a prima!
      Si, mi auguro che questa quarantena finisca presto…
      Un abbraccio grande

  2. Delizioso questo pan brioche pasquale!
    Già immagino l’aroma sprigionato dalle scorze di agrumi.

    • Sabrina Pignataro

      Non so come descrivertelo….posso solo dirti che dopo pochi minuti dalla cottura, lo gnomolo che era in un’altra stanza, su un altro piano di casa, ha eclamato di sentire un profumo buonissimo! E questo profumo ci ha fatto compagnia a lungo!
      E poi è buonissimo, ricorda davvero molto la classica colomba!
      Un abbraccio grande cara

  3. Pingback: Pan Brioche con metodo Tang Zhong - Delizie & Confidenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.