Involtini di verza

Involtini di verza con pane nero, prugne secche e noci

Gli involtini di verza con pane di segale, prugne secche e noci sono perfetti come antipasto o come secondo piatto dal sapore rustico, nel quale non mancano i contrasti tra consistenze, profumi e sapori.

Un viaggio attraverso il cremoso ripieno e la croccantezza delle noci e delle foglie gratinate della verza, dall’aroma dal pane di segale al formaggio gratinato, e perdersi tra la dolcezza delle prugne secche, alle note più rustiche delle noci e del pane di segale.

Gli involtini di verza son sempre stati un classico della cucina della mia mamma, ma racchiudevano un ripieno di carni trite e uovo. L’idea di preparare questa variante degli involtini di vera prende spunto da una ricetta valdostana in cui verza, pane nero e fontina si alternano in strati per creare uno sformato caldo e filante.

Inoltre sono un ottimo modo per riciclare del pane raffermo ed evitare quindi sprechi in cucina.

Semplici da preparare, gli involtini di verza con pane nero sono ottimi da servire anche come antipasto in un menù autunnale, seguendo le stagioni e utilizzando frutta e verdura di stagione, proprio com econsigliato dal menù odierno della Rubrica Idea Menù.

Jump to Recipe

La verza

Protagonista della mia proposta è proprio la verza (o cavolo verza), un ortaggio che inizia la sa naturale produttività a partire dal mese di settembre, per accompagnarci poi per tutto l’inverno.

In cucina la verza (così come tutti gli ortaggi della famiglia dei cavoli) è molto versatile. E’ ottima sia consumata cruda che cotta, è un buon condimento per primi piatti, deliziosa per secondi e contorni, ideale per gustose torte salate.

Il cavolo verza è ricco in glucidi, lipidi, proteine, vitamina A , vitamina C e K.

E’ un ottimo antiossidante consumandola cruda, mentre cuocendola diventa un valido lassativo.

Questo ortaggio non richiede cotture molto lunghe, tutt’altro; anzi, una leggera cottura al vapore aiuta a preservarne tutte le qualità che può offrirci.

Il pane nero

Del pane nero ho avuto modo di parlarne diverse volte essendo stato il protagonista di alcune ricette, ultima tra esse la ricetta con la quale partecipo ad un omonimo contest dedicato proprio a questo pane.

Il pane nero, o pane di segale, deve il suo colore scuro proprio alla farina di segale con cui è preparato, che viene miscelata con altre farine.

Dal sapore rustico, molto gustoso, ricco di fibre e sali minerali, è un pane tipico del Nord Europad, diffuso anche nelle regioni italiane, in particolar modo del Nord Italia.

Involtini di verza con pane nero, prugne secche e noci

Recipe by Sabrina PignataroCourse: AntipastiCuisine: VegetarianaDifficulty: Facile
Servings

4

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

20

minutes
Total time

50

minutes

Gli involtini di verza con pane di segale, prugne secche e noci sono perfetti come antipasto o come secondo piatto dal sapore rustico, nel quale non mancano i contrasti tra consistenze, profumi e sapori.

Ingredients

  • 8 foglie di cavolo verza

  • 4-6 fette di pane di segale raffermo

  • 500 ml di latte di riso

  • 4 prugne secche senza nocciolo

  • 8 gherigli di noce

  • 1 uovo

  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva

  • sale

  • pepe

  • foglie di menta fresca

  • Formaggio grattugiato q.b.

Directions

  • Preparare il ripieno di pane nero e noci
  • In un recipiente lasciare in ammollo le fette di pane raffermo nel latte di riso precedentemente portato a bollore.
  • Lavorare con una forchetta mescolando il pane così da ridurlo in una sorta di crema man mano che assorbe il latte di riso.
  • Unire alla crema formatasi le prugne tagliate in piccoli pezzi, le noci anch’esse tagliate in piccole parti così come le foglie di menta.
  • Aggiungere al composto l’uovo, salare, pepare e mescolare bene.
  • Preparare le foglie di verza
  • Staccare le foglie dal cespo con molta delicatezza, cercando di non romperle.
  • Con un coltello eliminare la venatura centrale che è molto fibrosa, e sbollentarle poche alla volta in acqua bollente salata per 1-2 minuti, quindi prelevarle delicatamente con una schiumarola, e adagiarle su un panno asciutto e pulito.
  • Preparare gli involtini
  • Disporre su ogni foglia sbollentata un cucchiaio generoso di ripieno, quindi chiudere i due laterali della foglia verso l’interno, e arrotolare i restanti così da formare un involtino e mantenere imprigionato al suo interno il ripieno stesso.
  • Oliare una pirofila d forno e adagiare uno accanto all’altro gli involtini che man mano vengono a formarsi.
  • Prima di passare alla cottura in forno, salare, pepare e ricoprire gli involtini con il formaggio grattugiato.
  • Cuocere gli involtini in forno già caldo a 180°C per 20 minuti, in modalità ventilata, fino a quando si sarà formata in superfice una dorata crosticina.
  • Sfornare e servire caldi.

Notes

  • Per i miei involtini ho utilizzato del Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi. Lo si può sostituire con altro formaggio come, ad esempio, della fontina, nonchè aggiungerne qualche cucchiaio anche nel composto del ripieno.
  • Per un forno tradizionale, aumentare i tempi di cottura fino al formarsi della crosticina dorata in superfice (5 min in più dovrebbero esser sufficienti).

Scopriamo insieme il menù “frutta e verdura di stagione” al suo completo:

Antipasto da me: Involtini di verza con pane di segale, prugne secche e noci
Primo da Carla: Risotto con gli ovuli
Secondo da Laura: Polpette di bulgur, quinoa, zucca e spinaci
Dolce da Paola: Crostata di cioccolato autunnale
5° portata da Linda: Frittelle di zucca


Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

6 Commenti

  1. arbanelladibasilico

    Molto appetitosi Sabri questi involtini, mi piace la verza e anche in casa mia si è sempre usata per fare involtini. Un abbraccio

  2. Ottimo,mi chiama questo piatto,brava ti abbraccio

  3. Non amo molto la verza, ma i tuoi involtini sono così ricchi e invitanti che quasi, quasi provo!!!
    Baci

  4. Molto appetitosi! Mi piacciono tantissimo ^_^
    Ottima proposta!

  5. Molto invitanti questi involtini, un’ottima proposta, grazie!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.