zeppole dairy free

Zeppole di San Giuseppe con crema Tantifrutti Albicocca e basilico

+1

Le zeppole di San Giuseppe sono dei dolcetti tipici della tradizione italiana, preparati in occasione della festa del papà.

Le zeppole sono dei bignè che possono esser fritti o cotti in forno, generalmente farciti con crema pasticcera, e decorati con amarene sciroppate.

La mia ricetta: la crema al succo di frutta dairy free

Per la festa del papà ho realizzato delle zeppole cotte al forno e farcite con crema al succo di frutta, una crema senza latticini perfetta per chi ha intolleranza al lattosio o allergia al latte e suoi derivati.

La crema al succo di frutta

La crema al succo di frutta è una crema delicata e golosa, facile da preparare, naturalmente senza latte, ideale quidni per farcire dolci destinati al consumo di persone soggette ad allergia e/o intolleranza a tale alimento.

Questa crema inoltre non contiene uova, perfetta quindi anche per coloro che seguono un regime alimentare vegano.

Per la mia crema ho scelto un succo di frutta particolare, un mix di frutti delicati e dolci, aromatizzati al basilico: il Tantifrutti albicocca, pesca e mela al basilico Rigoni di Asiago.

Tantifrutti albicocca, pesca e mela al basilico Rigoni di Asiago

Non il solito succo di frutta, ma un mix di sapori dolci, delicati, con note fresche, profumate, che sanno di estate: questo è il Tantifrutti albicocca, pesca e mela al basilico Rigoni di Asiago!

Un gradevole incontro tra le note delicate della frutta e quelle più profumate e aromatiche del basilico, un prodotto biologico realizzato con ingredienti raccolti a perfetta maturazione.

La frutta utilizzata per preparare i prodotti della linea Tantifrutti è frutta biologica, spremuta a freddo per preservare al meglio le proprietà naturali, e dolcificati con solo succo di mele biologico.

Il segreto per delle zeppole al forno perfette

Il segreto per preparare delle zeppole al forno ben dorate e perfettamente gonfie, è cuocerle con temperature differenti.

Dopo un impatto inizale con calore elevato, le zeppole continuano la cottura a temperature sempre inferiori, allo scadere di tempi ben precisi riportati in ricetta.

Così facendo, il composto avrà modo di sviluppare bene, di gonfiarsi e raggiungere la giusta cottura in ogni sua parte.

Dopo la cottura, le zeppole vanno lasicate raffreddare all’interno del forno stesso con lo sportello leggermente aperto.

Per evitare di inumidire l’impasto delle zeppole, è consigliato farcirle al momento di servirle.

In ultimo, per farcirle si può scegliere se tagliarle a metà oppure utilizzare un beccuccio a siringa e riempirle dall’interno.

Zeppole di San Giuseppe con crema Tantifrutti Albicocca e basilico

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Dolci, Dessert, Dolci da fornoCuisine: Dairy free, Creme vegDifficulty: Media
Servings

4

servings
Prep time

15

minutes
Cooking time

50

minutes

Le zeppole di San Giuseppe sono un dolce tipico della tradizione italiana, dedicato alla festa del papà.
In questa ricette le zeppole vengono cotte in forno e poi farcite con una deliziosa e delicata crema al succo di frutta, naturalmente senza latte.

Ingredienti

  • Per le zeppole
  • 130 ml di acqua

  • 20 ml di olio di semi di arachide

  • 90 gr di farina 00

  • 2 uova medie

  • 1 cucchiaino di zucchero semolato

  • 1 pizzico di sale

  • Per la crema Tantifrutti
  • 150 ml di Tantifrutti albicocca, pesca e mela al basilico Rigoni di Asiago

  • 150 ml di acqua

  • 35 gr di zucchero semolato

  • 25 gr di amido di mais

  • Ingredienti aggiuntivi
  • 100 gr di panna vegetale da montare zuccherata
    (io di soia)

  • amarene sciroppate q.b.

  • foglioline di basilico

  • Con questi ingredienti si realizzano circa 7 zeppole grandi. La quantità dipende dalla grandezza con cui ci creano le zeppole.

Directions

  • Preparare le zeppole al forno
  • In una piccola casseruola versare l’acqua, l’olio, il pizzico di sale e lo zucchero.
    Portare la casseruola sul fuoco, fiamma media, e portare al bollore.
  • Non appena l’acqua inizia a formare le prime bollicine in superficie, aggiungere in una sola volta la farina precedentemente setacciata.
  • Abbassare la fiamma al minimo e mescolare accuratamente con un mestolo di legno, fino a che l’impasto non si stacca dalle pareti della casseruola, e risulta lucido e liscio.
  • Togliere la casseruola dal fuoco, e trasferire il composto in un contenitore di vetro.
    Con l’aiuto del mestolo, stendere il composto lungo le pareti del contenitore in vetro, così da formare unostrato sottile di composto ed agevolarne il raffreddamento.
  • Nel frattempo, preriscaldare il forno a 200°C in modalità statica.
  • Quando il composto risulta intiepidito, aggiungere un uovo alla volta, lasciandolo incorporare completamente al composto prima di aggiungere il successivo.
    Per facilitare meglio questa operazione, lavorare il composto con le fruste elettriche, lasciando incorporare bene un uovo alla volta.
    Il composto deve risultare liscio, cremoso e privo di grumi.
  • Trasferire il composto all’interno della sac a poche con beccuccioa stella, e creare le zeppole sulla teglia rivestita da carta forno.
    Per formare le zeppole, distribuire due giri di composto con la sac a poche, uno sopra l’altro.
  • Cuocere le zeppole in forno ben caldo, a 200°C per i primi 20 minuti.
    La teglia deve esser posizionata nella parte centrale del forno.
  • Trascorsi 20 minuti, abbassare la temperatura del forno a 180°C e lasciar cuocere le zeppole per altri 20 minuti.
  • Continuare la cottura per altri 10 minuti a 18°C ma aprendo leggermente lo sportello, quanto basta per inserire il manico di un mestolo di legno.
  • Proseguire la cottura per altri 10 minuti con fessura aperta dello sportello, ma abbassando la temperatura a 100°C.
  • Le zeppole sono così ben dorate e ben gonfie.
    Lasciarle raffreddare completamente all’interno del forno spento e con la fessura aperta.
  • Preparare la crema Tantifrutti
  • In una casseruola versare l’amido setacciato con lo zucchero.
    Aggiungere l’acqua ed il Tantifrutti albicocca, pesca e mela al basilico Rigoni di Asiago.
  • Mescolare accuratamente con una frusta a mano, e portare la casseruola sul fuoco, a fiamma medio bassa.
  • Mescolare continuamente mentre il composto raggiunge il bollore, quindi abbassare completamente la fiamma e, sempre mescolando, lasciar addensare.
  • Togliere la crema dal fuoco, e trasferirla in un recipiente basso e largo, possibilmente di vetro, per facilitarne il raffreddamanto.
  • Coprire la crema con pellicola alimnatare a contatto per evitare il formarsi della crosticina superficiale.
    Lasicar raffreddare completamente.
  • Nel frattempo montare a neve la panna vegetale e, una volta completamente fredda, unire alla crema di Tantifrutti.
  • Anche per facilitare questo passaggio, ed ottenere una crema ben amalgamata e liscia, si possono utilizzare le fruste elettriche.
  • Trasferire la crema nella sac a poche e farcire le zeppole.
  • Farcire le zeppole
  • Una volta completamente fredde, tagliare la parte superiore delle zeppole.
  • Farcire ogni zeppola con la crema Tantifrutti e ecorare con un’amarena sciroppata.
  • Decorare con una fogliolina di basilico fresca e chiudere ogni zeppola con la propria calotta.
  • Servire e gustare subito.

Notes

  • Le zeppole con crema Tantifrutti si conservano in frigorifero, chiuse in un contenitore, e si mantengono conservano cme appena fatte per diverse ore. Vanno consumate nel giro di 2-3 giorni.

ADV

La festa del papà: storia ed origini della festa

La festa del papà è una festa civile diffusa in alcune parti del mondo, celebrata in varie date, in cui si festeggia la paternità ed i padri in generale.

E’ una ricorrenza che nasce nei primi decenni del 20° secolo, quando già nel 1871 la Chiesa Cattolica aveva proclamato San Giuseppe (festeggiato il 19 marzo) protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa universale.

Padre nominale di Gesù, San Giuseppe incarna infatti tutte le virtù di amore, responsabilità e autorevolezza che ci si aspetterebbe da un padre esemplare.

Come sintetizzava Papa Leone XIII “In Giuseppe hanno i padri di famiglia il più sublime modello di paterna vigilanza e provvidenza…”

Paese che vai, data che trovi

La festa del papà si festeggia in date diverse a seconda del paese. Nei paesi di tradizione cattolica, la festa del papà coincide con il giorno di San Giuseppe, il 19 marzo, mentre nei paesi con tradizione anglosassone, la festa ricorre la terza domenica di giuno; in altri tale festa ricorre tradizioni locali.


Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.