Pan brioche variegato

Pan Brioche variegato “Pink Pitaya”

+2

Il pan brioche è un lievitato dolce classico della pasticceria da forno francese, perfetto in ogni momento della giornata.

Per la mia brioche ho scelto una forma insolita dalla classica del pan brioche rettangolare con le sue gobbe soffici, ma una forma tonda per esser decorata con una glassa di zucchero che le dona un aspetto allegro e festoso.

Preparata senza burro nè latte vaccino, la mia brioche è variegata di fucsia grazie all’aggiunta di un colorante alimentare naturale. Io ho scelto la polvere di pitaya rossa per ottenere un colore acceso e brillante, ma si possono utilizzare coloranti diversi a seconda della propria preferenza. Consiglio comunque di utilizzare sempre coloranti naturali.

Inoltre un leggerissimo strato di confettura ai lamponi dona al dolce aromi e note acidule tipiche dei lamponi, che arricchiscono il dolce stesso. Questo passaggio però è del tutto facoltativo: si può omettere ed ottenere comunque un lievitato meraviglioso, oppure sostituire la confettura di lamponi con quella alle fragole. Consiglio di utilizzare una confettura dal colore rosato pe rnon staccare troppo dalla variegazione del lievitato.

Questa è la brioche con la quale saluto la Rubrica Il Granaio-Baking Time che con oggi chiude le porte virtuali per la pausa estiva, dandoci appuntamento a settembre con nuove proposte di lievitati dolci e salati.

Pink Pitaya: cos’è e quali sono le sue caratteristiche

La pitaya, anche conosciuta col nome di “frutta del drago” (dragon fruit) per via del suo aspetto, è il frutto di una specifica qualità di cactus, originario del Centro e Sud America.

Esistono due diversi tipi di questo frutto: uno dalla polpa bianca, ed uno dalla polpa di un fucsia acceso (comunemente chiamata “pitaya rossa); entrambi fitti di puntini neri.

Dal sapore dolciastro (soprattutto la pitaya rossa – o rosa- rispetto a quella bianca), la pitaya è buona da consumare come frutto oppure utilizzare come ingrediente in ricette e bevande.

Questo frutto tropicale è ricco di Vitamina C, di zuccheri solubili e calorie, di calcio. Ha un buon potere antiossidante mentre è basso il suo contenuto d’acqua e di fibre naturali.

E’ un frutto energetico, sconsigliato alle persone che soffrono di patologie legate al metabolismo di glucosio.

In commercio si trova la pitaya rossa in polvere liofilizzata ottima da utilizzare come colorare naturale in cucina al posto del frutto fresco.

Pan Brioche variegato “pink pitaya”

Recipe by Sabrina PignataroCourse: lievitati, lievitati dolci, pan briocheCuisine: dairy freeDifficulty: media
Servings

4

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

45

minutes
Leavening Time

4

hours 

30

minutes

Il pan brioche è un lievitato dolce classico della pasticceria da forno francese, perfetto in ogni momento della giornata.
Per la mia brioche ho scelto di giocare con forme e colori per un lievitato dolce allegro e festoso.
Preparata senza burro nè latte vaccino, la mia brioche è variegata di fucsia grazie all’aggiunta di un colorante alimentare naturale. Io ho scelto la polvere di pitaya rossa per ottenere un colore acceso e brillante, ma si possono utilizzare coloranti diversi a seconda della propria preferenza. Consiglio comunque di utilizzare sempre coloranti naturali.
Inoltre un leggerissimo strato di confettura ai lamponi dona al dolce aromi e note acidule tipiche dei lamponi, che arricchiscono il dolce stesso. Questo passaggio però è del tutto facoltativo: si può omettere ed ottenere comunque un lievitato meraviglioso

Ingredients

  • Per il lievitino
  • 100 gr di farina Manitoba

  • 100 ml di acqua tiepida

  • 4 gr di lievito di birra fresco

  • 1 cucchiaino di miele chiaro e delicato

  • Ingredienti per l’impasto
  • 400 gr di farina Manitoba

  • 120 ml di latte alle mandorle non zuccherato

  • 50 ml di olio di girasole

  • 2 tuorli d’uovo di media grandezza

  • 70 gr di zucchero semolato

  • 1/2 cucchiaino di sale

  • 1 limone non gtrattato (la buccia grattugiata)

  • Per variegare
  • 1 cucchiaio di pitaya rossa in polvere

  • Per la glassa
  • 100 gr di zucchero a velo

  • 2 cucchiai di acqua

  • 1 cucchiaino di pitaya rossa in polvere

  • Per la cottura
  • 2 cucchai di latte di mandorle non zuccherato

  • Ingredienti aggiuntivi
  • confettura di lamponi (facoltativo)

Directions

  • Preparare il lievitino
  • Sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida insieme al miele.
  • Quando saranno completamente sciolti, versare in una ciotola insieme alla farina setacciata.
    Mescolare fino ad ottenere un composto appiccicoso ma compatto.
  • Trasferire il composto in un recipiente, coprire con pellicola alimentare e lasciar lievitare per 30 minuti, fino al suo raddoppio, in luogo caldo.
    (perfetto il forno spento con la sola luce accesa)
  • Preparare l’impasto
  • Setacciare la farina e versarla nella ciotola della planetaria.
    Unire il latte di mandorle , lo zucchero, la buccia grattugiata del limone, ed il sale.
  • Inserire il gancio a foglia (K), azionare la macchina a velocità bassa (velocità 1) e mescolare gli ingredienti.
  • Unire un tuorlo alla volta, alternandoli con l’olio.
    In ultimo, unire il lievitino.
  • Lavorare fino ad ottenere un panetto compatto e liscio, quindi dividere l’impasto in due parti uguali.
    Mettere una metà impasto da parte mentre si lavora l’altra metà.
  • Proseguire la lavorazione di una metà d’impasto sostituendo il gancio a foglia con quello ad uncino, aumentare la velocità della planetaria (velocità 3-4) e lasciar lavorare per circa 10 minuti, fino a quando la pasta non sarà ben incordata.
  • Trasferire l’impasto in una ciotola, coprire con pellicola alimentare e lasciar lievitare per 3 ore in luogo caldo, fino al suo raddoppio.
  • Per l’impasto rosa
  • Trasferire nella ciotola della planetaria la restante metà di impasto tenuta da parte e aggiungere la polvere di pitaya rossa.
    Con quello ad uncino e a velocità 3-4 della planetaria, lavorare per circa 10 minuti, fino a quando la pasta non sarà ben incordata.
  • Trasferire l’impasto in una ciotola, coprire con pellicola alimentare e lasciar lievitare per 3 ore in luogo caldo, fino al suo raddoppio.
  • Formare il panbrioche variegato
  • Dopo la lievitazione, riprendere i due impasti e trasferirli sul piano lavoro.
    Lavorare dapprima l’impasto bianco e poi quello rosso, per evitare di macchiare il primo con residui di impasto di quello colorato.
  • Con il piano lavoro leggermente infarinato, stendere gli impasti con il mattarello e formare due rettangoli dalle stesse dimensioni, con spessori di circa mezzo centimetro ognuno.
  • Per un panbauletto più goloso, stendere sul rettangolo bianco uno strato leggerissimo di confettura di lamponi.
    Questo passaggio è del tutto facoltativo: la confettura donerà sapore e profumo aggiunto al lievitato, ma ometterlo garantirà comunque un ottimo risultato finale.
  • Trasferire il rettangolo rosa su quello bianco, sistemandolo con le mani affinchè i bordi coincidano perfettamente.
  • Arrotolare il rettangolo partendo dal lato più lungo, formando così un lungo salsicciotto.
  • Arrotolare quindi il salsicciotto su se stesso per ottenere una forma tonda.
  • Adagiare la “chiocciola” di brioche nella tortiera (dai bordi bassi) ricoperta da carta forno.
  • Coprire nuovamente con pellicola alimentare e lasciar lievitare un’ultima volta fino al suo raddoppio.
    Ci vorranno circa 40 – 60 minuti.
  • Cottura del dolce
  • Preriscaldare il forno statico a 180°C.
  • Quando il forno è giunto a temperatura, spennellare la superficie del dolce con il latte di mandorle.
  • Infornare e cuocere per 40-45 minuti, fino a doratura.
  • A metà cottura controlla la doratura: se la ciambella si colora troppo, coprire con un foglio di carta di alluminio e proseguire la cottura.
  • AL termine del tempo di cottura indicato, prima di sfornare il dolce, controllare la cottura con la prova stecchino: inserire lo stecchino al centro della brioche che dovrà risultare asciutto e pulito.
    Nel caso contrario, proseguire la cottura.
  • A cottura ultimata, sfornare e adagiare su una su una griglia così che la parte inferiore del dolce non resti umida.
    Lasciar raffreddare completamente.
  • Preparare la glassa
  • In una ciotola versare lo zucchero a velo ed unire un cucchiaio di acqua alla volta, mescolando bene, fino ad ottenere la consistenza desiderata.
  • Dividere la glassa in due ciotole ed unire in una la polvere di pitaa rossa.
    Mescolare bene fino ad ottenere una glassa densa ma morbida.
  • Decorare il dolce
  • Quando la brioche sarà completamente fredda, decorare con la glassa alternando le due colorazioni sul dolce.
    Lasciar asciugare la glassa prima di servire.

Notes

  • La brioche variegata si conserva per 3-4 giorni se conservata in un apposito contenitore con coperchio.
  • Se si vuol mantenere la classica forma del Panbrioche, stendere il rettangolo alla stessa lunghezza dello stampo da plumcake, quindi arrotolare partendo dal lato più stretto. Lasciar lievitare il rotolo nello stesso stampo rivestito da carta forno prima di procedere con la cottura in forno come indicato in ricetta.

Vediamo insieme le altre proposte del paniere odierno:

Carla: Focaccia con farina di legumi
Federica: Focaccia veloce con olive e rosmarino
Simona: Paste di meliga semi-integrali (le mie)
Zeudi: Pani popo (panini dolci al cocco)

Seguiteci anche sulla nostra pagina Instagram e Facebook

Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

12 Commenti

  1. Mammamia che spettacolo 😍 sono innamorata di questo panbrioche!! Non conoscevo la pitaya,grazie per le innumerevoli info al riguardo. E complimenti davvero 👏🏼🔝

    0
  2. Bellissima la forma di questo pan brioche così come il suo colore così vivace.
    Non conoscevo questo frutto. Per me è un’ assoluta novità! Grazie d’ avermelo fatto scoprire :-).
    Come scrivevo già alle tue compagne d’ avventura, buone vacanze a questa splendida rubrica e complimenti a tutte per essere riuscite stoicamente a sfornare qualcosa con questo caldo!!!
    A presto

    0
    • Ma grazie infinite mia cara!
      È un piacere per me condividere info, curiosità e qualche chicca con voi!
      Buone vacanze anche a te, ci ritroviamo a settembre con la Rubrica!

      0
    • Sei gentilissima Dany, grazie infinite!
      Se avrai modo di provare questo frutto, ti consiglio quello dalla polpa rossa, decisamente più dolce e gradevole.
      Un abbraccio grande

      0
  3. Non conoscevo questo frutto e dire che sono curiosa e cerco sempre di scoprire cose nuove, ma da te c’è sempre da imparare la tua brioche è davvero meravigliosa bravissima!!! a presto tesoro buone vacanze

    0
  4. Già quando l’ho visto su Instagram ieri sono rimasta folgorata e ti confermo, dopo aver letto anche il post, che questa brioche ha un aspetto semplicemente meraviglioso! E, conoscendoti, non mi sfiora neanche il dubbio che il sapore possa essere meno strepitoso. Oltretutto, ho trovato molto interessanti le informazioni sul dragon fruit, per esempio ignoravo completamente che ne esistesse una versione rossa. E dunque ti ringrazio e ti auguro delle splendide vacanze!

    0
  5. Grazie davvero tanto Simo! Son felice di farvi scoprire qualche cosa nuova! Un abbraccio grande e buone vacanze! Ci ritroviamo a settembre con nuovi fantastici lievitati!

    0
  6. Grazie davvero tanto Zeudi! Son felice ti piaccia e si, questa brioche è super collaudata e la replico spesso, variando ogni volta colore e aromi, ma mi garantisce sempre un successo in morbidezza e bontà!
    Io li ho provati entrambi i dragon fruit, E questo rosso mi è piaciuto decisamente di più. Come colorante naturale (ovviamente) c’è solo rosso. Grazie infinite cara, buone vacanze anche a te, a voi❤️

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.