Cioccolatini fondenti

Cioccolatini fondenti

I cioccolatini fondenti fatti in casa sono una soluzione golosa per utilizzare l’esubero di cioccolato ricevuto e/o acquistato durante le feste natalizie.

Un modo originale, semplice e veloce per riciclare del cioccolato.

Sono inoltre una deliziosa idea regalo anche da inserire nella calza della Befana!

Cioccolato fondente e superfood.

Il cioccolato è un alimento che rientra nella classifica dei “superfood”, ossia un alimento di origine vegetale ricco di nutrienti (sottoposto a minime lavorazioni da parte dell’uomo).

Ogni superfood è in in grado di apportare importanti benefici per la nostra salute, grazie al contenuto di nutrienti superiore alla media dei cibi comuni (in particolare vitamine, minerali, fibre, enzimi, sali minerali, antiossidanti o fitonutrienti).

Quando si parla di “cioccolato puro” si aggiunge a questo alimento anche la caratteristica di “alimento afrodisiaco”.

Infatti questo “oro nero” apprezzato fin dai tempi degli Aztechi, contiene teobromina, caffeina e feniletilamina: la conbinazione di queste tre sostanze dona vitalità, serenità e una certa disinibità!

Per poter godere a pieno dei vantaggi che questo alimento può offrire al nostro organismo, bisogna optare per un cioccolato fondente di qualità.

Quando il cioccolato è fondente?

Si inizia a parlare di cioccolato fondente quando è composto da almeno il 45% di pasta di cacao, fino ad arrivare ad un cioccolato puro, ossia quello prodotto con burro di cacao senza l’aggiunta di grassi vegetali.

Le proprietà del cioccolato fondente

Il cioccolato fondente ha proprietà antiossidanti, è prezioso per la pelle, per il cuore, ed è un ottimo energizzante.

Esso contiene carboidrati, grassi, proteine e fibre (in quantità superiore rispetto al cioccolato al latte) nonchè ricco di sali minerali.

Secondo alcuni studi, sembra che l’assunzione di cioccolato fondente rilasci nel nostro organismo le endorfine, sostanze in grado di farci provare allegria ed incrementare il buon umore!

Basta non eccedere con le quantità però: 6-7 gr al giorno di cioccolato extra fondente è la giusta dose da consumare.

Come lavorare il cioccolato

Per lavorare il cioccolato bisogna dapprima scioglierlo a bagnomaria oppure nel microonde.

Nel primo caso verrà inserito un contenitore contenente il cioccolato spezzettato in un pentolino più grande contenente acqua calda. Sarà necessaria poca acqua ed è fondamentale che essa non entri in contatto con il cioccolato. Con il calore dell’acqua il cioccolato inizierà a sciogliersi: da questo momento è necessario mescolarlo delicatamente fino a farlo sciogliere completamente.

Nel secondo caso invece, il cioccolato spezzettato deve esser versato in un contenitore adatto al microonde, meglio se di vetro. Saranno necessari pochissimi minuti per far sciogliere competamente il cioccolato che potrà quindi esser estratto dal forno microonde e girato delicatamente.

Una volta sciolto il cioccolato bisogna procedere con il temperaggio, ossia lavorare (stendere) il cioccolato con una spatola in acciaio sull’apposito piano di lavoro (in acciaio o in marmo) per apportare degli sbalzi termici tali da permettere al burro di cacao di cristallizzare e rendere così il cioccolato malleabile. Il risultato finale sarà un cioccolato lucido, brillante e liscio.

Tra gli strumenti necessari per lavorare il cioccolato c’è anche il termometro da cucina, necessario per controllare i gradi di fusione del cioccolato.

Il cioccolato fondente deve sciogliere a bagnomaria e raggiungere i 50°C (tra i 45 ed i 50°C) per poi esser lavorato sul piano e stemperato fino a raggiungere i 20°C (tra i 18 ed i 22°C), quindi riportato ad una temperatura di 30°C (tra i 29 ed i 32°C) prima di esser steso e utilizzato per creare forme diverse.

La lavorazione “casalinga” del cioccolato fondente

Non tutti hanno dimestichezza con alcune tecniche o alcuni strumenti, nè tantomeno hanno tutti gli attrezzi necessari poichè alcune lavorazioni sono abbastanza rare da preparare per alcuni.

Ci sono dei piccoli accorgimenti per poter lavorare il cioccolato in casa ed ottenere comunque dei buoni risultati.

  1. Sciogiere il cioccolato senza termometro: tagliare in piccoli pezzi il cioccolato da far sciogliere a bagnomaria. Trasferire nel pentolino solo metà del cioccolato tagliato e farlo sciogliere completamente. Quindi togliere il pentolino dal fuoco, aggiungere il restante cioccolato tagliato lasciato da parte e, mescolando delicatamente, lasciar sciogliere tutto
  2. Temperare il cioccolato senza piano in marmo o in acciaio: dopo aver sciolto il cioccolato a bagnomaria, togliere il pentolino dalla fonte di calore. Con due coltelli in acciaio (o due spatole in acciaio) iniziare a “tagliarlo” fino a quando il cioccolato non raffredda.

Per preparare dei cioccolatini (decorati o meno) è necessario avere però degli stampini appositi.

Cioccolatini fondenti

5 from 2 votes
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Cioccolatini, Cioccolato, PralineriaCuisine: Dairy freeDifficulty: Medio
Servings

25

(small) servings
Prep time

20

minutes
Cooking time

10

minutes
Resting Time

12

hours

Cioccolatini fondenti che si sciolgono in bocca. Una soluzione pratica e golosa per smaltire del cioccolato in esubero.
Graziosi da decorare con appositi stampini per cioccolatini, ottimi da confezionare e regalare così come per riempire la calza della Befana.
Si possono personalizzare sia nei decori (utilizzando stampi dalle forme e dimensioni diverse), sia utilizzando cioccolato diverso per creare contrasti di gusto e colore (ad esempio creare cioccolatini a strati fondente, latte e bianco), sia nel gusto aggiungendo della granella di nocciole, mandorle, pistacchi, riso soffiato…

Ingredients

  • 200 gr cioccolato fondente da copertura

Directions

  • Tagliare il cioccolato grossolamente con un coltello.
    Trasferirne metà in un pentolino e tenere da parte la restante metà di cioccolato.
  • In un secondo pentolino (in grado in contenere il pentolino con il cioccolato), portare ad ebollizione dell’acqua (circa 2 tazzine da caffè).
  • Quando l’acqua bolle, abbassare la fiamma e disporre a bagnomaria il pentolino più piccolo contenente il cioccolato spezzettato.
    Far attenzione che l’acqua non schizzi e comprometta il cioccolato con l’umidità.
  • Lasciar sciogliere lentamente e, non appen ail cioccolato inizia a sciogliere, mescolare delicatamente con una marisa.
  • Lasciar sciogliere completamente il cioccolato, quindi togliere il pentolino dalla fonte di calore e adagiare sul piano lavoro. Unire il restante cioccolato spezzettato lasciato da parte e , mescolando delicatamente con la marisa, lasciar sciogliere bene.
  • Una volta sciolto tutto il cioccolato, utilizzando due coltelli in acciaio (o due spatole in acciaio) iniziare a “tagliare” il cioccolato con movimenti alternati ed opposti (proprio come se si stesse tagliando un pezzo di carne).
    Procedere così fino a quando il cioccolato non raffredda.
  • Lasciar colare il cioccolato freddo negli stampini, riempiendoli fino al bordo.
  • Livellare bene ed eliminare il cioccolato in eccesso con una patola in acciaio.
  • Adagiare lo stampo con i cioccolatini su una leccarda e trasferire nel frigorifero.
  • Lasciar raffreddare in frigorifero tutta la notte.
  • L’indomani togliere i cioccolatini dallo stampo ed adagiarli in un vassoio per esser serviti.
  • Conservare i cioccolatini i frigorifero in un contenitore chiuso.

Notes

  • Seguendo le indicazioni riportate sopra, i cioccolatini risultano lucidi e brillanti, più resistenti esternamente ma scioglievoli al palato.
  • Con questa quantità si ottengono circa 25 cioccolatini di piccole dimensioni.
  • I cioccolatini si conservano a lungo in frigorifero, chiusi in un coneìtenitore alimentare. E’ possibile conservare i cioccolatini anche a temperatura ambiente, sempre in un contenitore alimentare chiuso, purchè al riparo da fonti di calore, in luogo asciutto.
  • E’ possibile personalizzare i cioccolatini nella forma e nel gusto utilizzando stampi di forme e grandezze diverse e/o utilizzando ingredienti aggiuntivi (cioccolato bianco o al latte, granella di frutta secca, riso soffiato o muesli, frutta candita…)

Potrebbero interessarti anche:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Paola
5 mesi fa

Wow,eccoli finalmente, belli e sic buoni,li avevo visti nel tuo resoconto dell’anno ma non c’erano,quale stampo hai usato?Grazie anche per tutti i consigli e chiarimenti, infatti,non sempre vengono lucidi.Buon anno e buona festa dell’Epifania. Paola

paola
5 mesi fa

Grazie,ottima idea quella dei vassoi,brava

trackback

[…] morbide alla frutta Cioccolatini fondenti Cookies all’avena, mandorle e cacao Tagliolini al cacao con gamberetti, stracciatella e […]