Liquore all'uovo

Liquore all’uovo: la versione casalinga del famoso Vov

Si avvicina la Pasqua e la nostra rubrica Idea Menù approfitta di questa uscita pre-Pasquale per proporvi tante meravigliose idee per deliziare in tavola i vostri commensali in questo giorno di festa.

Per questo menù di Pasqua, ho pensato ad un liquore che per queste feste si sposa bene, da sorseggiare a fine pasto, o per accompagnare i dolci tipici di questa festa, ovvero il liquore cremoso all’uovo, la versione casalinga del famoso liquore Vov.

L’origine di questo liquore è veneta, per la precisione di Padova, dove il sig. Pezziol lo preparò per la prima volta nel 1840 nella sua bottega di droghiere. Il nome Vov deriva dalla parola vovi, che in dialetto veneto significa uova.
La preparazione del liquore all’uovo è abbastanza semplice. Andiamo a preparalo insieme.

Liquore all'uovo
Liquore all’uovo

Ingredienti

(per 750 ml di liquore)

  • 10 tuorli d’uovo
  • 20 ml di Cognac
  • 30 ml di Marsala
  • 75 ml di Alcool etilico (95°)
  • 400 gr di zucchero
  • 300 ml di latte
  • 1 baccello di vaniglia

Procedimento

  1. In una terrina montare i tuorli con lo zucchero ed i semi del baccello di vaniglia con uno sbattitore elettrico, fino ad ottenere un composto cremoso e denso.
  2. Aggiungere poco alla volta i liquori e l’alcool, continuando sempre a mescolare con lo sbattitore.
  3. In ultimo unire il latte mescolando sempre con cura.
  4. Porre il composto a bagnomaria avendo cura di mescolare di continuo accuratamente, fino a quando la crema non sarà ben addensata e lo zucchero sarà ben sciolto.
  5. Fare attenzione all’acqua del bagnomaria: questa deve mantenere il punto di calore ma non deve bollire per evitare che arrivi a cuocere i tuorli e rovinare tutto il composto.
  6. Far addensare la crema per almeno 10 minuti, fino a quando risulta densa, cremosa e liscia. Quindi togliere dal bagnomaria e lasciar raffreddare prima di imbottigliare (in bottiglia/e precedentemente sterilizzate e fatte ben asciugare).
  7. Conserva il liquore all’uovo in un luogo fresco e buio, scuotendolo ogni tanto. Consumare dopo almeno 8 giorni dall’imbottigliamento. Il liquore all’uovo può essere conservato in un luogo fresco e buio fino a 6-8 mesi.

Ed ecco le altre portate del Menù di Pasqua

Rubrica Idea Menù
Rubrica Idea Menù

Antipasto Linda: Cubetti di frittata ai carciofi e pancetta

Primo Laura: Lasagne con asparagi e ricotta 

Secondo Paola: Costolette con panure ricca

Dolce Carla: Colombine glassate

5° portata Sabrina: Liquore all’uovo

Liquore all'uovo
Liquore all’uovo

10 Commenti

  1. Il vov è un liquore ingiustamente dimenticato, la tua versione è eccellente Sabri, magari ci provo! Un bacio grande

  2. buonooo,che foto,se vedi le mie ti metti a piangere,ti abbraccio cara

  3. Che ricordi il vov fatto in casa, da bambina mia nonna a volte me ne dava un piccolissimo goccetto e ricordo che mi piaceva tantissimo. Mi piacerebbe provare a farlo. Baci

  4. Un bicchierino di questo Vov con una colombina di Carla e il successo è assicurato 🙂
    Una proposta interessante e utile.
    Grazie per la condivisione.
    Un bacio

  5. Hai fatto benissmo a proporre questo delizioso liquore, da veneta conosco bene la sua bontà!!!
    Baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*