Flauti con crema alle nocciole (senza latte e senza burro)

Primo appuntamento per il mese di Novembre con la nostra Rubrica Il Granaio-Baking Time.

Per questo nuovo appuntamento ho preparato dei piccoli lievitati dolci, farciti con una golosa crema alla nocciola senza latte: i flauti con crema alla nocciola. Simili al loro omonimo commerciale, ma con quel qualcosa in più che li rende speciali perchè fatti in casa, questi dolci sono ideali per la colazione e la merenda di tutta la famiglia, e per ogni piccola coccola golosa durante la giornata.

Queste sofficissime brioche di pasta lievitata sono prepararti senza latte e senza burro, il che li rende ideali per tutti coloro che soffrono di intolleranza al lattosio o allergia al latte e suoi derivati. Un lievitato dolce dairy free, che racchiude un cuore di deliziosa crema Nocciolata Senza Latte Rigoni di Asiago, una crema alle nocciole biologica e senza glutine, dal gusto intenso, senza olio di palma né grassi idrogenati, aromi, conservanti, o coloranti.

Io ne preparo sempre una doppia dose, così da congelare i flauti (già cotti o meno) ed averli pronti all’occorrenza. Si conservano per qualche giorno in un contenitore, riscaldandoli qualche secondo al microonde prima di gustarli.

Flauti con crema alle nocciole (senza latte e senza burro)

Ingredienti

  • 200 gr farina 00
  • 300 gr farina W330
  • 100 gr farina Manitoba
  • 25 gr di lievito di birra fresco
  • 10 gr di zucchero semolato
  • 10 gr di sale integrale fino
  • 50 ml di olio di semi di arachide
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • 300 ml di acqua tiepida
  • Nocciolata senza latte Rigoni di Asiago
  • 1 tuorlo per spennellare
  • 1 cucchiaio di latte vegetale per spennellare

Procedimento

  1. Prepariamo l’impasto: questo impasto può esser lavorato in planetaria o direttamente a mano sul piano lavoro o in una ciotola; in ogni caso, basterà seguire i passaggi come indicato.
  2. In planetaria versare le farine setacciate, il panetto di lievito sbriciolato grossolanamente, l’aceto di vino binaco, l’olio di semi di arachide, e lo zucchero. Azionare la macchina per mescolare.
  3. In un bricco sciogliere il sale nell’acqua tiepida, ed unire a filo agli altri ingredienti, sempre con la macchina in lavorazione.
  4. Continuare a lavorare fino ad inserire tutta l’acqua nell’impasto che vien man mano a formarsi. A questo punto, infarinare il piano da lavoro e trasferirvi il composto per poterlo lavorare energicamente per almeno 5 minuti, fino ad ottenere cioè un impasto solido, liscio e non appiccicoso.
  5. Formare una palla e mettere a riposare in una ciotola ben oleata, coperta con un panno asciutto e pulito, in un luogo caldo (io nel forno con la sola luce accesa). Lasciar lievitare la pasta fino al suo raddoppio, per circa 1 ora.
  6. Trascorso il tempo di questa prima lievitazione, trasferire l’impasto sul piano lavoro leggermente infarinato, lavorare brevemente a mano e, con un mattarello, stendere formando un rettangolo con uno spessore di mezzo centimetro. e dividere in tanti pezzi.
  7. Ritagliare dei rettangoli 10X15 cm quindi, tenendo il rettangolo in senso orizzontale, mettere su un lato un cucchiaino generoso di Nocciolata senza latte Rigoni di Asiago, e tagliare delle strisce sul lato opposto.
  8. Avvolgere l’impasto su se stesso iniziando dal lato dove c’è la Nocciolata senza latte, e finendo con quello tagliato a strisce.
  9. Man mano che sono pronti, disporre i flauti, ben distanziati tra loro, su una teglia coperta con carta forno. Lasciar lievitare per ulteriori 15-20 minuti.
  10. Spennellare i flauti con il tuorlo d’uovo leggermente sbattuto insieme ad un po’ di latte vegetale, e cuocere in forno statico preriscaldato a 180°C per 15-20 minuti, fino a doratura.
  11. Una volta sfornati, lasciar raffreddare i flauti su una gratella.

Flauti con crema alle nocciole (senza latte e senza burro)

Scopriamo insieme tutte le delizie del paniere odierno:

Il Granaio - Baking Time
Il Granaio – Baking Time

Carla: Treccia di ricotta e limone 
Monica: Grissini all’olio 
Natalia: Pane bianco a lievitazione naturale 
Sabrina: Flauti con crema alle nocciole (senza latte e senza burro) 
Simona: Fogliette all’olio (panini sfogliati) con lievito madre 
Zeudi: Cinnamon roll alla zucca 

Flauti con crema alle nocciole (senza latte e senza burro)


Articoli correlati:

Briochine con crema alle nocciole senza latte

Ciambelle e bombolotti fritti senza patate

Merendine farcite (gluten free e dairy free)



Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se vuoi chiedermi un consiglio per personalizzare e rifare una mia ricetta, scrivimi qui. Poi però scatta una foto del piatto ricreato, e condividila sui tuoi profili social utilizzando il mio hashtag #delizieeconfidenze e taggandomi su IG utilizzando @delizieeconfidenze

Ti sono grata per il tuo supporto al mio lavoro!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter, e  Pinterest.

14 Commenti

  1. Oddio Sabri che belli 🤩 e che Farcitura golosa e generosa, stupendo davvero. Super😍

  2. Caspiterina…. posso rubarne uno?????
    Bravissima!

  3. Molto più belli e buoni di quelli confezionati! Bravissima Sabri, bacioni 🙂

    • Sabrina Pignataro

      Personalmente non amo quelli confezionati, così come in genere le merendine commerciali (tranne qualche eccezione). Anche volendo quelle confezionate non acìndrebbero bene per il mio ometto per via del latte…ed ecco qua la giusta soluzione, oserei dire anche più salutare! Un abbraccio grande

  4. Che belli! L’idea di prepararli in casa mi intriga parecchio, li proverò! È la prima volta che vedo l’uso dell’aceto in un lievitato, confesso la mia ignoranza, a cosa serve? Grazie e a presto.

    • Sabrina Pignataro

      Grazie mille Zeudi! Sono facilissima da fare, ma il risultato finale è favoloso!
      Quella dell’aceto è una chicca che ho imparato al corso di cucina: l’aggiunta di aceto è utile per aumentare la capacità di estensione del glutine.
      Questo impasto poi è il mio cavallo di battaglia per diverse preparazioni, dolci o salate: il risultato è sempre un successo!

  5. Che meraviglia cara, sono perfetti e golosissimi!!!

  6. Ma quanto sono belli!!! Allungherei volentieri la mano per prenderne uno, peccato che c’è lo schermo di mezzo. Sono semplici da fare anche!!! Bella ricetta!

  7. Cara Sabrina, una prima colazione co questi buonissimi flauti la farei subito!!!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

  8. Buoni ma dopo l’esame sono con gli zuccheri ancora più ristretta lotto disperatamente per non essere curata come “diabete” ancora. Buona settimana un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.