Brioche senza latte agli albumi

Dopo tante ricette di brioche classiche, aromatizzate, farcite, ricoperte e decorate, è arrivato il momento di pensare anche ad una brioche adatta a chi, per scelta o per necessità, vuol o deve evitare di consumare alimenti contenenti latte e derivati del latte.

Nasce così la brioche senza latte agli albumi, una rivisitazione della classica pasta brioche, che si prepara con soli albumi, ideale quindi anche come ricetta del riciclo per consumare esuberi di albumi rimasti da altre lavorazioni.

Un lievitato dolce “senza” che con tutta la sua sofficità ed il gusto delicato della brioche, è ideale per la prima colazione ma anche come merenda, da gustare in tutta semplicità o da farcire, proprio come ho fatto io con i prodotti Rigoni di Asiago, preparando dei mini cornetti al miele Mielbio, o degli intrecci con la crema di nocciole Nocciolata senza latte.

E con queste brioche senza latte agli albumi, vado ad arricchire il paniere di questo nuovo appuntamento con la Rubrica Il Granaio – Baking Time.

Brioche senza latte agli albumi

Ingredienti

Per 15-20 pezzi

Per il lievitino

  • 100 gr farina Manitoba
  • 10 gr di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di Mielbio Miele Millefiori
  • 90 gr di bevanda vegetale non zuccherata (io mandorla)*

Per l’impasto

  • 250 gr di farina 00
  • 150 gr di farina Manitoba
  • 135 gr di albumi (circa 4 uova medie)**
  • 40 gr di olio di semi di girasole
  • 50 gr di bevanda vegetale non zuccherata (io mandorla)
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 5 gr di sale fino
  • buccia grattugiata di 1 arancia

Per farcire

* si può utilizzare la bevanda vegetale che più si preferisce tra quella di avena, di riso, di soia, di noci. Io ho optato per il latte di mandorla, l’importante che non siano zuccherate per non avere un prodotto finale troppo dolce.

** è fondamentale pesare accuratamente gli albumi per avere una giusta consistenza dell’impasto da lavorare.

Procedimento

  1. Preparare il lievitino: scaldare leggermente il latte vegetale (bevanda) e, quando sarà tiepido, scioglierci il lievito insieme al miele. Versare il composto ottenuto in una ciotola con la farina. Mescolare bene e, quando gli ingredienti saranno ben amalgamati, coprire con un foglio di pellicola trasparente per alimenti e lasciar riposare in luogo asciutto e caldo per 1 ora.
  2. Preparare l’impasto: trascorso il tempo di riposo del lievitino, versare quest’ultimo nella ciotola della planetaria con gancio a foglia.
  3. Unire le due farine setacciate poco alla volta, alternandole con l’olio di semi, il latte vegetale, e gli albumi.
  4. Aggiungere anche il sale, la buccia dell’arancia, lo zucchero semolato, ed azionare la macchina a media velocità.
  5. Lavorare l’impasto per 7-8 minuti, finché non risulta morbido e liscio che si stacca dalle pareti della ciotola (se dovesse risultare troppo duro, aggiungere un cucchiaio alla volta di latte vegetale; viceversa, se risultasse troppo morbido e appiccicoso, aggiungere un cucchiaio di farina alla volta)
  6. Oliare leggermente una ciotola e versarci l’impasto ottenuto; coprire con un foglio di pellicola trasparente per alimenti, e lasciar lievitare in luogo caldo e asciutto per 2 ore, fino al suo raddoppio.
  7. Formiamo le brioche: quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, lavorare velocemente a mano disponendolo sul piano lavoro leggermente infarinato. Stendere l’impasto con un mattarello e ritagliare in pezzi. Pirlare ogni pezzo per delle brioche vuote, soffici e profumate; oppure lavorare come di seguito indicato per farcire e dare forme diverse.
  8. Per i cornetti di brioche al miele: stendere l’impasto formando un rettangolo dal quale ritagliare dei triangoli. Su ogni triangolo disporre un cucchiano di Mielbio, quindi arrotolare dalla base verso la punta, formando il classico cornetto.
  9. Per gli intrecci con crema alle nocciole: stendere l’impasto e ritagliare dei piccoli rettangoli sui quali spalmare della Nocciolata senza latte. Richiudere a portafoglio (prima i due lati alti- sopra e sotto- verso il centro, e poi i laterali, sempre verso il centro. Pirlare per dare una forma tondeggiante.
  10. Cottura delle bioche: disporre le brioche formate sulla teglia ricoperta da carta forno, spennellare con un poco di latte vegetale, e cuocere in forno già caldo a 180°C per 15-20 minuti, fino a doratura.
  11. Una volta pronte, sfornare le brioche e lasciarle raffreddare completamente coprendole con un panno asciutto e pulito.

Le brioche senza latte agli albumi, semplici o farcite, si conservano perfettamente se chiuse in una scatiola di latta, fino a 4-5 giorni. Oppure è possibile surgelarle singolarmente per scaldarle al bisogno.

Brioche senza latte agli albumi

 

Vediamo insieme le altre delizie del paniere odierno

Il Granaio - Baking Time
Il Granaio – Baking Time

Carla: Chiocciole di pane con erbe aromatiche e ricotta
Monica: Krapfen in Liguria! 
Natalia: Pane misto con farina di avena a lievitazione naturale 
Simona: Pane di semola incamiciato (con lievito madre)
Zeudi: Pane di grano antico risciola 

Brioche senza latte agli albumi

Articoli correlati:

Brioche col tuppo per inaugurare la nuova rubrica .

Brioche col buco con cuore al pistacchio

Ciambelle e bombolotti fritti senza patate


Se provi una mia ricetta, e pubblichi una foto su Instagram o altri social, ricordati di taggare  @delizieeconfidenze  e di utilizzare l’hashtag #delizieeconfidenze : sarò felicissima di condividerlo a mia volta!

Per non perdere nessuna ricetta, e per riceverle via email, iscriviti QUI . Ese ti va, metti il tuo “mi piace” QUI e seguimi anche sulla pagina Facebook. E non dimenticarti di Istagram! Puoi seguirmi cliccando QUI

Mi trovi anche su TwitterPinterest e Google+.

Segui anche il mio canale Youtube e iscriviti.

Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato sulle novità: torvi il format nella home.

E se hai un argomento da proporre, un approfondimento da chiedere, o per dire la tua su tematiche già esposte, ti aspetto QUI sul forum.

21 Commenti

  1. Fantastiche queste brioche, Sabri, me le appunto per smaltire quegli albumi che a volte non si sa proprio cosa farne! Bacionea presto 🙂

  2. Sono intollerante al latte e spesso preparo dolci che non lo contengono…proverò prestissimo queste brioche!

    https://nettaredimiele.blogspot.com

    • Ciao Letizia,
      eh si, quella del latte è una intolleranza molto diffusa, così come purtroppo lo è l’allergia al latte nei bambini, proprio come nel mio. Ecco perché qui troverai sempre proposte senza latte e derivati.
      Un abbraccio grande

  3. Se abitassimo vicine troverei mille scuse per arrivare da te all’ora della merenda… queste briochine sono una meraviglia assoluta! E poi io sono intollerante al lattosio quindi perfette! Bravissima tesoro! 🥰

  4. Che meraviglia! Ho giusto smaltito ieri degli albumi che avevo conservato nel frigorifero. Se avessi aspettato un giorno……
    Un bacio e buon fine settimana

  5. Che belle queste brioche… Ho sentito chiaramente quella con la nocciolata che mi chiamava! 😀 Scherzi a parte, hanno un aspetto splendido e le ricette per usare gli albumi non sono mai troppe.

  6. Finalmente ho un momento per venirmi a guardare per bene questa meraviglia. Ho gli albumi nel frigo…e sono intollerante al lattosio…quindi in questo caso hai lavorato per me! Ora devo solo trovare il tempo per incastrare la tua brioches nelle mie super incasinate giornate!!!

    Ti abbraccio forte
    moni

  7. Che golosità anche le tue brioche Sabry! Con gli albumi è un ottima idea di recupero. Bravissima

  8. Bellissime le tue brioche. Io le adoro: a colazione, a merenda e anche come coccola serale. Trovo che l’impasto brioche sia uno dei più versatili, che si può assaporare con e senza farcitura ed è sempre buono. Mi piace questa tua versione con gli albumi.

  9. Fantastiche queste brioche… golosa ricetta per utilizzare gli albumi, grazie!

  10. Pingback: Chocolate Banana Bread - Delizie & Confidenze

  11. Pingback: Torta biscottata con i frutti del bosco (ricetta senza burro) - Delizie & Confidenze

  12. Pingback: Panbrioche al cocco, senza burro - Delizie & Confidenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.