Pizza Fritta

Torna l’appuntamento con la Rubrica Al Km 0, e torniamo a parlare anche quest’anno di “sagre e fiere“. Lo scorso anno vi parlai della sagra a me molto cara, delle fragoline di Nemi, luoghi e sapori legati ai miei ricordi, alla mia infanzia e adolescenza.

Oggi vi voglio far conoscere una nuova sagra e, quindi, un “nuovo” prodotto che proprio qualche giorno fa si è festeggiato a Monteflavio, comune in provincia di Roma, ossia della  “Sagra dell’olio d’oliva e della pizza fritta”.

E proprio la pizza fritta è ciò che ho preparato per la merenda di oggi!

Diffuso in tutta la nostra bella penisola, la pizza fritta è uno sfizioso street food che vanta di diverse varianti a seconda della regione in cui vien preparata.

Quella che vi propongo oggi, è un disco di pizza fritta e servito al naturale, così come si gusterebbe per le strade di Monteflavio.

Pizza Fritta

Ingredienti

Per 6 dischi di pizza  Ø20 cm

  • 350 ml di acqua tiepida
  • 500 gr di farina
  • 10 gr di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di malto di riso*
  • 14 gr di sale fino
  • olio di arachide q.b.

*in alternativa al malto di riso, si può utilizzare del malto d’orzo, oppure un cucchiaino di miele, oppure uno di zucchero

Procedimento

  1. Sciogliere nell’acqua tiepida il malto di riso ed il lievito; quindi versare in un recipiente contenente la farina.
  2. Iniziare ad impastare e unire in ultimo il sale.
  3. Lavorare fino ad ottenere un composto sodo ed elastico.
  4. Formare una palla con l’impasto così ottenuto, oliare leggermente e porla in un recipiente coperto a lievitare per 3 ore, al caldo e lontano da correnti d’aria.
  5. Trascorso il tempo di lievitazione, riprendere l’impasto e stendere sul piano lavoro leggermente infarinato.
  6. Stendere con il mattarello ad uno spessore di mezzo centimetro, e ritagliare dei dischi.
  7. In una padella dai bordi alti, portare a temperatura l’olio di arachide, e friggere un disco di pizza alla volta.
  8. Lasciar friggere il disco di pizza completamnete sommerso dall’olio, fino a completa doratura su entrambi i lati.
  9. Togliere dall’olio di cottura e lasciar asciugare su della carta da cucina.
  10. Servire calde

 

Scopriamo insieme le altre sagre e fiere:

Rubrica Al km 0
Rubrica Al km 0

Colazione da Monica: Michetta di Dolceacqua 
Pranzo da Simona: Ravioli del plin verdi con tartufo nero estivo piemontese 
Merenda da me: Pizza Fritta
Cena da Carla: Ravioli di pesce con gamberi e zucchine 

Pizza Fritta


Articoli correlati:

Crostatine con fragoline di bosco (Sagra delle fragoline di Nemi)



Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguirmi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se vuoi chiedermi un consiglio per personalizzare e rifare una mia ricetta, scrivimi qui.

Poi però scatta una foto del piatto ricreato, e condividila sui tuoi profili social utilizzando il mio hashtag #delizieeconfidenze e taggandomi su IG utilizzando @delizieeconfidenze

Ti sono grata per il tuo supporto al mio lavoro!

9 Commenti

  1. Non conoscevo uesta sagra e nemmeno la pizza fritta, ahimè! Sembra una piccola grande delizia… bacione 😉

    • Uh, Carla, lo è, lo è davvero!!!!
      Avevo deciso di surgelate qualcuna così da averla pronta da scaldare in caso di ospiti all’ultimo minuto…. Ma tra lo gnomolo e papo, non mi hanno dato tempo!!!!

  2. Sai che pensavo fosse prerogativa di Napoli? Qui non si fa, neppure nelle pizzerie gestite da napoletani (che io conosca almeno …) si vede che siamo sempre tutti un po’ a dieta qui 😂😅 vorrei assaggiarne un pezzetto dato che non l’ho mai mangiata.

  3. Adoro la pizza fritta, anche se in genere la mangio condita.
    Complimenti perché sembrano davvero gustose!

  4. Che buona la pizza fritta……ma secondo te, se ne rubassi una, lo gnomolo si arrabbierebbe molto? 😉
    Scherzo, non lo farei mai <3
    Un bacione

    • Ciao Dany, accomodati pure!!!
      Sai invece che lo gnomolo, anche da piccolino, è sempre stato generoso e propenso a condividere anche se deve rinunciare a qualcosa che gli piace tanto!!!
      Son certa che te ne offrirebbe una intera senza batter ciglio!
      Bacione cara amica

  5. Che buoneeee…non le conoscevo! Hanno un aspetto delizioso immagino cosa siano con un bel piatto di salumi!!!!!!

    Un abbraccio grande Sabri
    Moni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.