Arancini marchigiani (dairy free)

Torna l’appuntamento con la Rubrica Il Granaio-Baking Time, e continuo in pieno mood carnevalesco, proponendovi un dolce tipico del Carnevale nelle Marche e, nello specifico, dei dolcetti fritti tipici di Ancona che vengono preparati nel periodo di Carnevale, aromatizzati all’arancia.

Benchè questa regione mi ospita ormai da molti anni, queste girelle soffici, profumate e golosissime, me le ha tenute nascoste! E’ stata Tiziana (Deliziosa Virtù) a farmele conoscere, e quale occasione migliore per provarle e riproporle? Ho rispettato la sua ricetta alla lettera, unica variazione è stata la sostituzione dei latticini presenti nella sua ricetta con equivalenti vegetali,  per un dolce dairy free ideale per tutti coloro che soffrono di allergia al latte e derivati, o intolleranti al lattosio, ma altrettanto deliziosi tanto che son andati letteralmente a ruba nel giro di poche ore!

Si tratta di un lievitato dolce che, una volta steso, viene farcito con dello zucchero semolato aromatizzato con la buccia grattugiata delle arance (da qui il nome del dolce stesso), quindi arrotolato su se stesso e tagliato a formare delle girelle che vengono poi fritte in olio caldo. Durante la cottura, lo zucchero all’arancia si caramellizza formando una dorata e croccante crosticina superficiale alle girelle, mentre la pasta al suo interno mantiene tutta la sua sofficità! Una vera bontà!!

Bene, grembiuli allacciati e via a preparare queste delizie!!

Arancini marchigiani (dairy free)

Ingredienti per l'impasto

  • 600 gr di farina 00
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 2 uova di media grandezza
  • 250 ml di latte di riso
  • 50 gr di margarina senza olio di palma
  • 10 gr di lievito di birra fresco

Ingredienti per farcire

  • 3 arance bio (la buccia grattugiata)
  • 200 gr di zucchero semolato
  • olio di arachide per friggere

Procedimento

  1. Prepariamo lo zucchero aromatizzato per farcire: in una ciotola versare 200 gr di zucchero semolato ed unire la buccia grattugiata di 3 arance. Mescolare bene e coprire con della pellicola alimentare. Tenere in un luogo asciutto fino al momento dell’utilizzo.
  2. Prepariamo l’impasto la sera prima: scaldare il latte vegetale in un pentolino, che deve risultare caldo ma non bollente. Sciogliervi un cucchiaino di zucchero ed il lievito di birra fresco.
  3. Nel frattempo, versare nella ciotola della planetaria la farina e lo zucchero (50 gr), unire le due uova ed il latte con il lievito sciolto.
  4. Unire anche la margarina ed azionare la macchina con gancio K, a velocità media.  Lasciar lavorare per 10 minuti.
  5. Quando il composto risulta ben incordato, trasferire in una ciotola capiente, coprire con pellicola alimentare, e lasciar riposare per tutta la notte nel frigorifero, sul ripiano più basso.
  6. L’indomani togliere la ciotola con l’impasto dal frigorifero, e lasciar stemperate a temperatura ambiente per 1 ora.
  7. Componiamo le girelle: trasferire l’impasto sul piano lavoro leggermente infarinato, dividere in due parti e stendere con il mattarello a formare due rettangoli da 24x40cm, con uno spessore di 3mm circa.
  8. Distribuire su ogni rettangolo lo zucchero aromatizzato, quindi arrotolare ogni rettangolo su se stesso, partendo dal lato più lungo. Arrotolare stretto.
  9. Tagliare ogni rotolo a fette dallo spessore di 1cm ognuna, e lasciarle riposare per 30 minuti, coperte da pellicola.
  10. Cottura delle girelle: in una padella capiente e dai lati alti, portare a temperatura abbondante olio. Quando l’olio è caldo, friggere le girelle poche per volta, girandole spesso e  delicatamente, fino a doratura di ambo i lati.
  11. Prelevare gli arancini dall’olio caldo con un mestolo forato, lasciando scalare bene, ed eliminare l’olio in eccesso adagiandoli su un piatto rivestito con carta per fritti.

Arancini marchigiani (dairy free)

Scopriamo insieme tutte le proposte del paniere odierno:

Il Granaio - Baking Time
Il Granaio – Baking Time

 

 

Carla: Pane integrale con farina di legumi 
Monica: Bocconcini alle olive 
Natalia: Plumcake Arlecchino 
Sabrina: Arancini marchigiani
Simona: Pane 100% Senatore Cappelli a lievitazione naturale 
Zeudi: Ciambelle fritte 

Arancini marchigiani (dairy free)

Articoli correlati:

Cicerchiata

Ciambelle e bombolotti fritti senza patate

Castagnole colorate per dei coriandoli tutti da gustare (con colori naturali)



Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se vuoi chiedermi un consiglio per personalizzare e rifare una mia ricetta, scrivimi qui. Poi però scatta una foto del piatto ricreato, e condividila sui tuoi profili social utilizzando il mio hashtag #delizieeconfidenze e taggandomi su IG utilizzando @delizieeconfidenze

Ti sono grata per il tuo supporto al mio lavoro!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter, e  Pinterest.

15 Commenti

  1. arbanelladibasilico

    Sono bellissimi Sabri, non conoscevo questi dolcetti e mi sono di sicuro persa qualcosa! Bacioni

  2. Che golosità! Non conoscevo questi arancini…devono essere buonissimi!!!
    Immagino il profumo durante la frittura…

    Un abbraccio grande Sabri
    Moni

  3. Quando descrivi la crosticina che si forma e l’interno morbido, credo mi sia scesa una bavetta… Si, non è una bella immagine, ma rende l’idea 😁

    • Si, si, comprendo perfettamente!!!
      Non ti nascondo che non son riuscita a resistere alla tentazione di gustare una calda calda appena fatta…. Lo so che non si fa, ma come resistere a cotanta bontà??
      Un bacio grande

  4. Da noi brioche tipo queste di chiamano girelle e le ho nella lista delle cose da fare. (Però si farciscono diversamente) intanto vorrei poterne avere una delle tue per merenda 🤩 super!

  5. Da mangiare con gli occhi ^_^
    Bravissima!

  6. Ecco questi dolcetti proprio non li conoscevo e vanno dritti dritti nelle ricette da provare, devono essere favolosi! Baci

  7. Ma tu guarda che belle! Pensavo fossero al forno!!! Devono essere deliziose.

  8. Per me si dovrebbero inventare dei dolci ma …uova latte ecc si ma senza zucchero… 🙂 impossibile. Buoniiii prendo da qui. Buona serata un bacione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.