Brioche alle arance

Brioche alle arance

+2

Soffice e profumata torta con rose di brioche alle arance, bella da presentare sulla tavola col suo colore dorato, irressitibile con il suo profumo che sa di buono ed il suo sapore agrumato.

Realizzata senza burro, la brioche alle arance è un lievitato dolce senza lattosio e senza proteine del latte, perfetta in ogni momento della giornata e per tutta la famiglia.

La brioche alle arance è la mia proposta per il paniere odierno della Rubrica Il Granaio – Baking Time.

Le note agrumate

L’impasto di questa brioche si lavora tranquillamente a mano ma, per accorcirne i tempi e migliorarne la lavorazione stessa, l’ho impastato con la planetaria e gancio a foglia (K).

Nell’impasto il burro viene sostituito da olio di arachide, e l’aggiunta di succo di arance appena spremuto e marmellata agli agrumi ne determina un profumo ed un sapore unico e irresistibile.

Una volta lasciato lievitare, l’impasto viene steso con il mattarello e farcito con la stessa marmellata agli agrumi aggiunta all’impasto stesso.

Il rettangolo farcito viene poi tagliato a strisce lunghe, ognuna delle quali ritagliata a sua volta a metà, e arrotolate singolarmente, lascaindo la marmellata al loro interno.

Ogni girella di impasto viene adagiata nella teglia, una accanto all’altra, e lasciate riposare prima di procedere con la cottura in forno.

Il risultato è una torta di brioche alle arance bella e golosa, perfetta anche per il carnevale!

L’ingrediente segreto

Dopo aver lasciato sciogliere il lievito di birra insieme ad un cucchiaino di cremoso Mielbio arancio, l’impasto della brioche si è arricchita di sapori e aromi agrumati grazie alla Fiorifrutta agrumi e zenzero Rigoni di Asiago.

Il Mielbio arancio Rigoni di Asiago è un miele cremoso, dal colore chiaro, dal gusto dolce e pieno. Inoltre è profumatissimo!

E’ un miele non riscaldato che viene raccolto in Sicilia e Calabria, proveniente dai fiori di zagara di cui conserva il profumo intenso.

L’impasto poi viene arricchito dll’aggiunta della Fiordifrutta agrumi e zenzero Rigoni di Asiago, utilizzata anche per farcire le brioche.

Questa marmellata conserva il profumo ed il sapore degli agrumi con cui è preparata: le note fresche delle arance amare, del limone, del bergamotto, e dei mandarini si combinano perfettamente con quelle più vivaci dello zenzero, regalando aromi tipici degli agrumi mediterranei.

Brioche alle arance

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Lievitati dolci, Brioche, Colazione, Merenda, Dolci, Torta briocheCuisine: Dairy free, Butter freeDifficulty: Media
Servings

4

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

30

minutes
Leavening Time

4

hours 

Soffice e profumata torta con rose di brioche alle arance, bella da presentare sulla tavola col suo colore dorato, irressitibile con il suo profumo che sa di buono ed il suo sapore agrumato.
Realizzata senza burro, la brioche alle arance è un lievitato dolce senza lattosio e senza proteine del latte, perfetta in ogni momento della giornata e per tutta la famiglia.
L’aggiunta di succo di arance appena spremuto e di marmellata agli agrumi regalano alla brioche un sapore e un profumo irresistibilmente buoni ed unici.

Ingredients

Directions

  • Preparare il lievitino
  • In un bricco mescolare il lievito di birra sbriciolato insieme al Mielbio arancio Rigoni di Asiago fino ad ottenere un composto cremoso.
  • Aggiungere l’acqua tiepida e sciogliere completamente.
  • Quando saranno completamente sciolti, versare in una ciotola con la farina setacciata e mescolare fino ad ottenere un composto appiccicoso ma compatto.
  • Coprire con pellicola alimentare elasciar lievitare per 30 minuti, fino al suo raddoppio, in luogo caldo.
  • Preparare l’impasto
  • Setacciare la farina e versarla nella ciotola della planetaria.
    Unire la spremuta d’arancia filtrata, lo zucchero ed il sale.
    Azionare la macchina e mescolare gli ingredienti a velocità bassa.
  • Unire un tuorlo alla volta, alternandoli con l’olio e la Fiordifrutta agrumi e zenzero Rigoni di Asiago.
    In ultimo, unire il lievitino.
  • Lavorare a lungo fino ad ottenere un panetto compatto e liscio, quindi aumentare la velocità della planetaria e lasciar lavorare per circa 10 minuti, fino a quando la pasta non sarà ben incordata.
  • Trasferire il panetto in una ciotola, coprire con pellicola alimentare, e lasciar lievitare per 3 ore in luogo caldo, e comunque, fino al suo raddoppio.
  • Ritagliare le rose di brioche
  • Una volta lievitato, riprendere il panetto e rovesciarlo sul piano lavoro leggermente infarinato.
  • Senza lavorarlo nuovamente, stendere direttamente con il mattarello a formare un rettangolo dallo spessore di mezzo centimetro circa.
  • Distribuire sul rettangolo la Fiordifrutta agrumi e zenzero Rigoni di Asiago, avendo cura di stenderla uniformemente in un o strato sottile.
  • Con un coltello (o una rotella tagliapizza) tagliare il rettangolo a metà così da averne due, e da ogni rettangolo ritagliare delle strisce lunghe.
  • Arrotolare ogni striscia su se stessa, senza stringere troppo per non far fuoriuscire la marmellata di agrumi.
  • Bagnare e strizzare bene un foglio di carta forno e rivestire una teglia (io rettangolare)
  • Adagiare ogni rotolo ottenuto nella teglia (rivestita da carta forno inumidita), uno accando all’altro, lasciando che ogni rotolo sfiori il vicino.
  • Lasciar lievitare ancora nel forno spento ma con la sola luce accesa per altri 60 minuti.
  • Preparare la glassa e la cottura del dolce
  • Una volta che i rotolini di brioche hanno raddoppiato il volume e si sono uniti gli uni agli altri, toglierli dal forno e preriscaldare quest’ultimo a 180°C, modalità statica.
  • In un bricco sbattere l’albume d’uovo insieme allo zucchero e la buccia grattugiata i mezza arancia.
    Sbattere con una forchetta fino ad ottenere un composto schiumoso.
  • Spennellare la superfice della torta brioche con il composto ottenuto, avendo dura di spennellare bene ogni lato.
  • Cuocere il dolce in forno caldo per circa 30 minuti, fino a doratura.
    A metà cottura controllare la cottura: se il dolce si sta colorando troppo, coprire con un foglio di carta di alluminio.
  • Prima di estrarre il dolce dal forno, fare la prova stecchino al centro del dolce, che dovrà risultare asciutto e privo di residui di impasto.
    Al contrario, proseguire la cottura per qualche minuto in più.
  • Estrarre il dolce dal forno e lasciarlo raffreddare completamente prima di sformare e servire.

Scopriamo insieme il paniere odierno al suo completo:

Carla: Crakers al cacao
Monica: Torta di albumi e confettura di albicocche
Natalia: Ciambelline all’olio, variegate al cacao
Sabrina: Brioche alle arance
Simona: Pane 100% integrale di grano tenero e duro (tumminia)
Zeudi: Panini morbidi all’avena

Seguiteci anche sulla nostra pagina Instagram e Facebook

Potrebbero interessarti anche:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

10 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.