Sformati alle mele

Sformatini alle mele con crema al caramello

+1

Gli sformatini alle mele con crema al caramello sono un dessert davvero goloso, dove la dolcezza delle mele viene compensata dalle note più profonde e intense della crema al caramello.

Per le occasioni speciali questi sformati sono perfetti perchè semplici nella preparazione, ma di gran effetto visivo!

La mia occasione speciale è l’apuntamento odierno con la Rubrica Al Km 0, con il menù “Sformati e tortini fumanti”, per la quale ho preparato questi deliziosi sformati per la merenda di tutta la famiglia.

Gli sformati

Si chiamano così perchè sono preparazioni che vengono cotti in appositi stampi (di forme e dimensioni differenti), per poi esser “sformati” sul piatto da portata.

Sono preparazioni davvero versatili che a seconda della forma e degli ingredienti possono esser serviti come antipasto, primi, secondi, contorni e dessert. Inoltre sono presenti nella cucina di tutto il mondo, o quasi.

Da non confondere con i tortini: quasti ultimi infatti, hanno una consistenza più morbida che rende difficile (se non impossibile) sformare il composto nel piatto; ragion per cui, i tortini vengono serviti direttamente nella teglia di cottura.

Gli stampi

A parte gli sformati dolci, a seconda della grandezza dello stampo utilizzato, pur utilizzando gli stessi ingredienti, si avrà una ricetta indicata per gli antipasti (è il caso di stampi piccoli, da monoporzione), oppure come portata principale (nel caso di stampi più grandi o di unico stampo grande).

Per una buona riuscita dello sformato, è bene oliare accuratamente lo stampo prima di versare il composto, oppure spennellarlo con del grasso fuso (burro animale o vegetale); in modo da essere completamente unti.

La ricetta

Gli sformati di mele sono una deliziosa ricetta di riciclo sia per la frutta, che per pane o biscotti in avanzo.

Gli ingredienti da me utilizzati sia per preparare gli sformati che per la crema al caramello sono tutti senza latte e derivati del latte, rendendo così il dessert dairy free, perfetto per chi ha allergie a tali alimenti (latte e derivati), o intolleranze al lattosio.

Per preparare questi sformati è necessario frullare tutti gli ingredienti insieme e creare un composto liscio e schiumoso, al quale ho aggiunto mele, pane e fette biscottate tagliate a piccoli pezzetti.

La crema al caramello

Soffice, mordida, vellutata, dal colore ambrato tendente al bruno, ed il gusto inconfondibile ed intenso del caramello: è la mia crema al caramello.

Preparata con latte vegetale, diventa anch’essa una ricetta dairy free da salvare e utilizzare per arricchire diversi dolci, soprattutto dolci con le mele, connubio a mio dire semplicemente perfetto!

Sformatini alle mele con crema al caramello

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Dolci, Dessert, Colazione, Merenda, Dolci con la frutta, Dolci con le mele, CremeCuisine: Dairy Free, Sformati, Creme dolci, Creme dairy freeDifficulty: Facile
Servings

4

servings
Prep time

20

minutes
Cooking time

55

minutes

Gli sformatini alle mele con crema al caramello sono un dessert davvero goloso, dove la dolcezza delle mele viene compensata dalle note più profonde e intense della crema al caramello.
Gli ingredienti da me utilizzati sia per preparare gli sformati che per la crema al caramello sono tutti senza latte e derivati del latte, rendendo così il dessert dairy free, perfetto per chi ha allergie a tali alimenti (latte e derivati), o intolleranze al lattosio.

Ingredients

  • Per gli sformatini alle mele
  • 100 ml di latte vegetale (io di mandorla)

  • 100 ml di panna vegetale da montare (io di soia)

  • 2 tuorli d’uovo

  • 4 cucchiai di olio di semi di arachide

  • 4 cucchiai di zucchero semolato

  • 4 fette biscotatte (senza latticini)*

  • 2 fette di pane in cassetta (senza latticini)*

  • 1 mela tp. Golden

  • 1 cucchiaino di cannella in polvere

  • * In alternativa si possono utilizzare 6 fette di pane in cassetta dolce, o 6 fette biscotatte. Per un dolce dairy free, accertarsi che gli ingredienti scelti siano privi di latte (proteine e derivati compresi).

  • Per il caramello
  • 60 gr di zucchero semolato

  • 1 cucchiaino di acqua

  • Per la crema al caramello
  • il caramello preparato

  • 20 gr di zucchero semolato

  • 2 tuorli d’uovo

  • 400 ml di latte vegetale (io mandorle)

  • 40 gr di fecola di patate

  • 1 cucchaiino di essenza di vaniglia

  • Ingredienti aggiuntivi
  • 1 noce di burro vegetale per spennellare gli stampi
    (in alternativa, utilizzare dell’olio)

  • qualche mandorla per decorare (a lamelle, intere senza pelle, o in granella)

  • 1 mela Golden per decorare

  • 1 cucchiaio di zucchero integrale di canna per la mela da decoro

  • zucchero a velo per decorare (facoltativo)

  • Stampini utilizzati
  • 4 stampini per crème caramel
    (vanno bene anche quelli di alluminio usa e getta)

Directions

  • Preparare gli sformatini
  • Nel bicchiere del minipimer versare i tuorli e frullarli insieme al latte e la panna vegetale, la cannella e lo zucchero.
  • Tagliare in piccoli pezzi le fette di pane e quelle biscotatte, ed unirle al composto frullato.
    Mescolare accuratamente.
  • Con un pennello da pasticcere, imburrare gli stampini col burro vegetale, oppure oliare bene eliminando l’olio in eccesso con un foglio di carta forno.
  • Riempire gli stampini con il composto preparato, e farli cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 35-40 minuti, modalità statica.
  • Preparare il caramello
  • In un pentolino, versare lo zucchero semolato ed il cucchiaino di acqua.
  • Portare sul fornella a fiamma media, e lasciarlo caramellare mescolando di continuo.
  • Non appena il composto inziia ad assumere un colore leggermente bruno, togliere il pentolino dal fuoco: il calore raggiunto continuerà la cottura del caramello che, altrimenti, risultarebbe bruciato.
  • Preparare la crema al caramello
  • In un pentolino portare ad ebollizione il latte vegetale, quindi togliere dal fuoco e unirvi il caramello appena preparato.
  • Mescolare accuratamente per far sciogliere completamente il caramello.
  • In una casseruola sbattere con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere una crema voluminosa e chiara.
  • Unire alla crema sbattura la fecola setacciata e l’essenza di vaniglia, e mescolare bene.
  • Sempre mescolando con una frusta a mano, unire a filo alla crema ottenuta il latte caldo con il caramello sciolto.
  • Portare la casseruola sul fuoco, con fiamma moderata, e lasciar addensare sempre mescolando con cura.
  • Raggiunta la giusta consistenza, trasferire la crema ottenuta in un contenitore basso e largo, possibilmente di vetro, e coprire con pellicola a contatto.
    Lasciar raffreddare la crema.
  • Preparare la mela per la decorazione
  • Lavare accuratamente la mela con tutta la buccia, quindi asciugare e tagliare a fette tonde, molto sottili.
  • Adagiare le fette sulla teglia rivestita da carta forno, e distribuire dello zucchero di canna su ognuna.
  • Infornare e lasciar cuocere le fette di mela per 15 minuti, fino a quando lo zucchero sarà sciolto e le mele secche dai bordi croccanti.
  • Impiattare e decorare
  • A cottura terminata degli sformati, lasciarli intiepidire quindi sformare sui piatti da portata.
    (Se si utilizzano degli stampi usa e getta, per facilitare questa operazione, si possono tagliare lateralmente gli stampini.)
  • Inserire la crema al caramello in una sac a poche con beccuccio a stella, e formare un ciuffo su ogni sformato.
  • Aggiungere delle mandorle sulla crema e decorare con le fette di mele al forno.
  • Servire ancora tiepidi o freddi, con una spolerata di zucchero a velo per completare (facoltativo).

Notes

  • Per dare più carattere al dolce, è possibile bagnare ogni sformato con un cucchiaino di liquore all’anice (o rum) prima di decorare con la crema al caramello.
  • Se piace, è possibile aggiungere al composto per gli sformatini anche dell’uvetta ammollata in acqua o nel rum.
  • Si possono utilizzare per gli sformatini pane dolce, pane salato casareccio o in cassetta, fette biscotatte, biscottame vario, oppure Pan di Spagna.

Scopriamo il menù “Sformati e timballi fumanti” al suo completo:

Colazione da Monica: Sformatini di ricotta
Pranzo da Simona: Sformatini di polenta con cuore morbido e porcini al pomodoro
Merenda da me: Sformatini alle mele con crema al caramello
Cena da Carla: Timballini di orata con pomodori secchi e olive

Ci trovi anche su Facebook

Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

12 Commenti

  1. Al di là della bontà sono così belli che fa quasi dispiacere mangiarli! Ma quasi… perché li avessi qui, sai come finirebbero 😉 Bacione a presto

    0
  2. Questi sformatini mi intrigano da matti, sia la base che la crema che deve essere una tentazione pericolosissima, da mangiare a cucchiaiate. E la base mi intriga perchè mi sembra che venga un po’ tipo pudding, cioè molto umida. Non ho capito una cosa, i pezzi di pane vanno uniti mescolando con una frusta a mano, non frullati giusto? devono rimanere i pezzettini

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.