Crema di lattuga

Crema di lattuga e pinoli

La crema di lattuga e pinoli è una preparazione semplice che può esser servita come primo piatto o, come in questo caso, servita come antipasto.

Una pietanza leggera, dal gusto delicato, perfetta per il detox post-festività o per depurare il proprio organismo in qualsiasi momento dell’anno.

Inoltre è una ricetta perfetta per un regime alimentare ipocalorico, per una dieta dimagrante o per mantenere il peso coroporeo e la propria forma fisica, ma senza rinunciare al gusto nè alla vista di qualcosa di sfizioso e invitante. Perchè come ben si sa, si mangia prima con gli occhi!

L’occasione perfetta

Da quando ho scoperto questa ricetta, preparo spesso questa crema di lattuga e la utilizzo anche per arricchire di gusto l’insalata stessa nonchè un piatto di caprese o delle bruschette.

Prepararla con la lattughina appena tagliata del proprio orto non ha eguali poi! Questo, nonchè il tema odierno della Rubrica Al Km 0, mi regalano un’occasione perfetta per condividere con voi questa ricetta.

Si, perchè il menù odierno della nostra Rubrica è “Cibo e salute”.

Ma cosa si intende per cibo e salute?

L’argomento è davvero molto vasto: ne fanno parte ricette per intolleranti e/o allergici, ricette fit e/o per sportivi, ricette ipocaloriche, detossinanti, senza colesterolo, ricette contro la cellulite, ricette per le difese immunitarie…

La lista è davvero molto lunga. Si parla di tutte quelle ricette che aiutano il nostro organismo a stare bene, a stare meglio, a mantenere una giusta forma fisica (non intesa unicamente come perdita di peso).

Cibo e salute

Quando si parla di dieta alimentare si tende a pensare ad un periodo di restrizioni a tavola, associati a cibi tristi e poveri, determinando in molti un senso di tristezza interiore.

Personalmente quando parlo di dieta mi riferisco ad un regime alimentare sano e ipocalorico, che non vuol dire mortifcare il gusto nè tantomeno la vista!

Significa per me correggere e variare le abitudini alimentari consumate fino a quel momento, portando in tavola varietà di alimenti, roteazione dei colori degli stessi, giocare con la combinazione tra questi ed utilizzare qualche accorgimento per non appesantire il piatto con condimenti e grassi in eccesso.

Alimentazione sana e sostenibile

Una corretta dieta alimenatre, qualità del cibo e stile di vita giocano un ruolo determinante per la nostra salute.

Inoltre una dieta sana ed equilibrata fa bene non soltanto alla nostra salute ma anche al Pianeta: è approvato ormai che prediligere il consumo (e, andando a ritroso, l’acquisto e ancor prima le coltivazioni) di vegetali e legumi, riducendo quindi il consumo di carne e di cibi industriali, comporta un notevole risparmio di emissioni di CO2, a beneficio perciò dell’ambiente e, in modo particolare, del clima.

Le regole di una sana e sostenibile alimentazione

Che abbia un’importanta rilevante una sana e sostenibile alimentazione credo sia ormai chiaro, ma come si fa a rispettare questo proposito? Quali sono le scelte giuste da fare per seguire una sana e sostenibile alimentazione?

I punti da sottolineare son più o meno chiari a tutti, ma cerco di racchiuderli in questo elenco che mi piace chiamare “Le regole di una sana e sostenibile alimentazione”:

  • Prediligere prodotti a base vegetale
  • Prediligere prodotti stagionali e locali
  • Aumentare il consumo di cereali integrali
  • Aumentare il consumo di legumi
  • Ridurre il consumo di carne (specialmente rossa) e lavorata
  • Prediligere prodotti derivati da allevamenti a terra e pascoli
  • Acquistare pesce da rivenditori sostenibili
  • Usare ingredienti freschi
  • Limitare notevolmente il consumo di cibo industraile confezionato
  • Evitare il consumo di alcool e di bibite zuccherate
  • Mangiare in modo vario
  • Consumare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, rispettando la regola dei 5 colori
  • Acquisare prodotti di filiera controllata (quando cioè tutti i passaggi ed i processi produttivi sono tracciati, verificati, e riportati chiaramente sull’etichetta del prodotto stesso)

Ci sono poi degli alimenti altamente nutrienti di cui dovremmo farne un corretto consumo perchè apportano notevoli benefici per la nostra salute. Essi sono definiti “alimenti funzionali”.

Alimenti funzionali: quali sono e perchè sono importanti per la nostra salute.

Come accennato pocanzi, si tratta di prodotti alimentari altamenti nutrienti grazie ai quali il nostro organismo può “curarsi” consumandoli.

Questi alimenti infatti, forniscono benefici notevoli al nostro organismo grazie ai loro principi attivi, ossia grazie alle sostanze di cui sono naturalmente dotati con specifiche azioni positive/benefiche per il nostro organismo.

I principi attivi funzonali per la nostra salute

Tanti sono i principi attivi benefici per la nostra salute che il consumo di alimenti funzionali apporta al nostro corpo, tra questi ricordiamo:

  • antiossidanti
  • antinfiammatori
  • antitumorali
  • antivirali
  • antimiscrobici
  • antipertensivi
  • immunostimolanti
  • ipocolesterolemici
  • ipoglicemizzanti

E altri ancora.

Per essere davvero funzionale, un alimento deve rispondere ad alcune caratteristiche quali la sua reperibilità, la regolare assunzione rispettando la quantità adeguata, deve avere dei benefici documentabili e comprovati da ricerche scentifiche.

Gli alimenti funzionali

Per rispondere alle caretteristiche sopra citate, gli alimenti funxionali sono generalmente ricchi di nutrienti importanti quali le vitamine, sali minerali, grassi sani e fibre.

Rientrano tra i “funzionali” i seguenti alimenti:

  • legumi
  • cereali e, in particolar modo, l’avena (soprattutto se integrali)
  • sei oleosi
  • frutta a guscio (naturale, non salata)
  • frutta e verdura fresca e di stagione
  • probiotici (batteri vivi capaci di bilanciare la flora intestinale)

Oltre all’importanza dello scegliere prodotti di stagione e locali (perchè meno trattati, più freschi, più economici e soprattutto, più ricchi di nutrienti), è altrettanto imposrtante (per la nosta salute) prediligere cereali integrali, che mantengono inalterati nutrienti e proprietà.

La regola dei 5 colori

Nel prediligere il consumo di alimenti funzionali, come accennato sopra (e come riportato in questo articolo) è altrettanto importante rispettare la regola dei 5 colori, ossia assumere nell’arco della giornata gli alimenti appartenenti ai 5 gruppi cromatici differenti.

Questo perchè ci permette di assimilare sostanze presione per la nostra salute (come spiegato sopra) e, tra queste sostanze, una menzione a parte meritano i flavonoidi.

Cosa sono i flavonoidi

I flavonoidi sono sostanze naturali prodotte dalle piante, presenti in molte varietà di verdura, frutta, legumi ed alcune bevande come il vino, il caffè, il tè e la cioccolata.

I flavonoidi hanno una potente azione antiossidante e antiossidanti, in grado di proteggere la nostra pelle dai raggi UV, ci aiutano a contrastare infiammazioni e infezioni, facilitano l’espulsione di tossine dal nostro organismo, sono nostri alleati nel combattere i radicali liberi.

Quindi, riassumendo, prediligere alimenti funzionali fa bene alla nostra salute, soprattutto se scegliamo di alternarli di colore, arrivando ad assumere nell’arco della giornata i 5 colori differenti.

Riuscire a seguire questa alternanza e questa scelta alimentare significa rinforzare il nostro sistema immunitario, ridurre il rischio di obesità, diabete e malattie cardiovascolari.

Fonte: ciboesalutenelpiatto.com

La ricetta: crema di lattuga e pinoli

Sulla base delle informazioni raccolte nella ricerca del rapporto “cibo e salute”, mi son imbattuta nella ricetta del Professor Nicola Sorrentino di una vellutata di lattuga come primo piatto leggero, gustoso e nutriente.

Provata ed apprezzata la ricetta originale, mi son chiesta allora perchè una ricetta così buona, semplice e salutare dovesse esser servita solamente come primo piatto.

Ne ho voluto così provare una versione più cremosa da poter servire in coppe o bicchieri monoporzioni e farne così un antipasto o apericena sfizioso, mantenendo leggerezza e gusto.

Ho apporttao alcune piccolissime viarianti alla ricetta originale come la sostituzione dello yogurt con della panna vegetale, l’utilizzo di sale fino al posto del dado per la cottura dell’insalata, e l’aggiunta di una punta di un cucchiaino da caffè di agar-agar per addensare la mia crema e renderla perfetta per la mia idea di “crema di lattuga in coppa”.

Crema di lattuga e pinoli

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Aperitivi, Antipasti, Crema di verduraCuisine: Detox, Senza glutine, Senza lattosio, Senza proteine del latte, Cucina lightDifficulty: Facile
Servings

4

servings
Prep time

20

minutes
Cooking time

10

minutes
Total time

30

minutes

La crema di lattuga e pinoli è una preparazione semplice che può esser servita come primo piatto o, come in questo caso, servita come antipasto.

Una pietanza leggera, dal gusto delicato, perfetta per il detox post-festività o per depurare il proprio organismo in qualsiasi momento dell’anno.

Inoltre è una ricetta perfetta per un regime alimentare ipocalorico, per una dieta dimagrante o per mantenere il peso coroporeo e la propria forma fisica, ma senza rinunciare al gusto nè alla vista di qualcosa di sfizioso e invitante. Perchè come ben si sa, si mangia prima con gli occhi!

Ingredients

  • 250 ml acqua

  • 200 ml panna vegetale da cucina (io soia)

  • 60 gr pinoli

  • 4 cubetti ghiaccio

  • 2 cespi insalata

  • 2 mazzetti basilico fresco

  • 2 cucchiai Parmigiano Reggiano 30 mesi

  • 2 spicchi aglio (opzionale)

  • 2-3 gr agar-agar

  • q.b. olio extra vergine di oliva

  • q.b. sale

  • q.b. pepe

Directions

  • Preparare il frullato di basilico e panna
  • Nel bricco del minipimer trasferire le foglie di basilico precedentemente lavate e ben asciugate, l’aglio (opzionale), il Parmigiano Reggiano 30 mesi, il sale ed il pepe, i pinoli (tenendone da parte alcuni per la decorazione finale) e la panna vegetale.
  • Azionare il minipimer e frullare gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
    Tenere da parte.
  • Preparare la lattuga
  • Mondare la lattura, lavare, sgocciolare bene e tagliare a striscioline sottili.
  • Trasferire il trito in padella con lo spicchio d’aglio (opzionale), l’acqua ed un cucchiaio di olio.
  • In un bicchierino cda caffè sciogliere l’agar agar in un cucchiaino di acqua.
    Una volta sciolto completamente, versare in padella con l’insalata.
  • Portare a bollore e lasciar cuocere coperto per 10-12 minuti.
  • Preparare la crema di lattuga e pinoli
  • Trasferire nel bicchiere del frullatore la lattuga ormai cotta con tutto il brodo di cottura, unire i ghiaccioli ed azionare il frullatore.
  • Una volta ottenuta una consistenza cremosa, unire il frullato di basilico e azonare nuovamente l’apparecchio per qualche istante, il tempo necessario per amalgamare il tutto.
    Aggiustare eventualmente di sale.
  • Trasferire la crema di lattuga così ottenuta nei bicchieri e/o nelle coppe. decorare con i pinoli lasciati da parte e un giro d’olio.
  • Da servire al cucchiaio appena pronta.

Notes

  • La crema di lattuga e pinoli va conservata in frigorifero, coperta, per un massimo di 2 giorni.
  • Se conservata in frigorifero, lasciar a tempertura ambiente qaulche minuto prima di servire.
  • La crema di lattuga è ottima anche per accompagnare un piatto di caprese, arricchire il condimento di un’insalata fresca, oppure spalmata su una bruschetta.

Scopriamo insieme le altre proposte del menù odierno:


Carla: Petto di pollo con ratatouille
Laura: Miglio con verdure speziate
Simona: Pappardelle con fave, funghi e taleggio

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook

Articoli correlati:


Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Simona
2 mesi fa

Io sono intollerante al lattosio e la lattuga ne contiene parecchio per cui mi è stato vietato il consumo ma non è un grande sacrificio, posso mangiare tutti gli altri tipi di insalate come la cicoria che amo tanto e tutti i radicchi, posso sostituire e gustare questa tua preparazione squisita!!! Che bella poi la presentazione brava Sabri 🥰

Simona
2 mesi fa

È veramente un marasma, capisco tutto lo spiegone immagino da mamma le continue ricerche e prove che dovrai fare. Povera te! Io avevo fatto il breath test risultato positivo, le prove allergiche più comuni e qualche esame del sangue + gastroscopie (ma non c’entra). La nutrizionista mi ha detto (tra altri alimenti) che la lattuga è ricca di lattosio, in effetti mi
Gonfia molto la pancia e la digerisco dopo tre giorni. Il lattughino un po’ meno ma mi da comunque fastidio. Poi guarda .. mia madre è diventata allergica a 80 anni a di tutto di più, ogni volta che mangia deve tenere il cortisone e L’antistaminico a portata di mano perché gonfia la bocca come un canotto. A volte proprio per una semplice insalata. Ma cambia continuamente. Ha girato non so quanti specialisti nessuno che ci capisce niente…

Daniela
2 mesi fa

Una crema fresca e colorata, molto primaverile e la presentazione è molto chic!
Bravissima 🙂

carla emilia
carla emilia
2 mesi fa

Bella e buona questa crema e veramente qui l’occhio ha la sua parte! Bravissima Sabri 🙂

Profumo di Sicilia
2 mesi fa

Nonostante io adori le verdure non sono una fan della lattuga… ho sempre avuto problemi a mangiarla… ma ti assicuro che guardando quelle bellissime coppe la voglia di affondare un cucchiaio mi è tornata velocemente! Una bellissima presentazione, un post ricco di informazioni da cui prendere spunto per la nostra cucina di tutti i giorni! Grazie e a presto LA