Minestra di verza

Minestra di verza con maltagliati

La minestra di verza con maltagliati è un primo piatto caldo, corroborante, nutriente e gustoso.

Un piatto casalingo, semplice e rustico, una coccola per il palato e l’animo, un comfort food perfetto per le giornate più fredde.

Una minestra di stagione (quella invernale) nutriente, ricca di vitamine e sali minerali, dal sapore delicato e avvolgente donato dalla verza stessa.

Minestre e pasta: i primi piatti simbolo dell’italianità

La pasta è il primo piatto divenuto simbolo della nostra italianità. Ad essa seguono minestre e zuppe, con o senza pasta aggiunta.

Proprio ad essi la nostra Rubrica Al km 0 dedica l’uscita odierna con il menù “Evviva i primi”.

Amata e temuta allo stesso tempo, la pasta era conosciuta e consumata già dagli antichi romani, greci ed etruschi che preparavano la “lagana”, l’antenata dell’attuale lasagna.

Altrettanto antiche sono le origini delle minestre, origini povere e contadine, che venivano arricchite ed elaborate nelle occasioni di festa.

La verza: proprietà

La verza (cavolo verza) è una varietà di ortaggio appartenente alla famiglia delle Brassicacee, nota fin dall’antichità per le sue qualità e proprietà medicinali.

Essa infatti è un’ottima fonte di vitamine, folati e sali minerali quali potassio e manganese. Un alleato prezioso disponibile in natura durante tutto il periodo invernale.

La verza è molto versatile in cucina: si può consumare cruda (tagliata sottile e condita ad insalata) o cotta (meglio se al vapore), spadellata per preparare dei deliziosi contorni, stufata per dei piatti completi di verza e carne, oppure per preparare delle calde e nutrienti minestre.

I maltagliati

I maltagliati sono un formato di pasta dalla forma romboidale, facile da preparare in casa ma che si trova in commercio come pasta secca o fresca.

Preparare la pasta in casa regala sempre una grande soddisfazione ed apporta alle minestre un valore aggiunto. Ma quando non si ha tempo per prepararla, si può benissimo utilizzare la pasta confezionata.

Anche per questa mia minestra di verza ho utilizzato della pasta secca.

Minestra di verza con maltagliati

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Minestre, Primi piatti, PastaCuisine: cucina italianaDifficulty: facile
Servings

4

servings
Prep time

20

minutes
Cooking time

20

minutes
Total time

40

minutes

La minestra di verza con maltagliati è un primo piatto caldo, corroborante, nutriente e gustoso.
Un piatto casalingo, semplice e rustico, una coccola per il palato e l’animo, un comfort food perfetto per le giornate più fredde.
Una minestra di stagione (quella invernale) nutriente, ricca di vitamine e sali minerali, dal sapore delicato e avvolgente donato dalla verza stessa.

Ingredients

  • 400 gr 400 cavolo verza

  • 120 gr 120 maltagliati (freschi o secchi)

  • 50 gr 50 pancetta affumicata a listarelle

  • 2 cucchiai 2 olio extra vergine di oliva

  • 1,5 lt 1,5 acqua

  • 1 1 scalogno

  • 1 1 carota

  • 1 cucchiaino 1 erbe di provenza (o altro mix di erbe aromatiche)

  • q.b. sale fino

Directions

  • Mondare lo scalogno, tagliarlo fine e farlo rosalare in un tegame insieme ad un cucchiaio di olio.
  • Unire la pancetta a listarelle e far rosolare qualche minuto.
  • Nel frattempo mondare la verza, tagliare a listarelle sottili eliminando la parte centrale più dura, lavare accuratamente e lasicar sgocciolare.
    Mondare, lavare e tagliare in piccole parti anche la carota.
  • Unire la verza affettata e la carota allo scalogno e pancetta rosolati, unire anche le erbe aromatiche e lasciar insaporire su fiamma media, mescolando con un cucchiaio, per 5 minuti.
  • Versare nel tegame l’acqua, salare e coprire. Portare a bollore su fiamma media.
  • Quando l’acqua bolle, versare i maltagliati e cuocere la pasta .
    (Nel caso di pasta confezionata rispettare per il tempo indicato sulla confezione, oppure calcolare 3-4 minuti per maltagliati fatti in casa dal momento della ripresa del bollore dell’acqua).
  • Una volta che la pasta è cotta, impiattare la minestra e servire calda.

Scopriamo insieme le altre proposte del menù odierno:

Carla: Pappardelle con ragù di coniglio e carciofi
Laura: Spaccatelle con Cavolfiore Viola e Muddica Atturrata
Simona: Gnocchi di patate e zucca con ragù bianco leggero e zucchine

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e su Pinterest


Potrebbero interessarti anche:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
carla emilia
carla emilia
1 anno fa

Mi piace molto questa minestra, Sabri, un mix di sapori davvero interessante! Un abbraccio a presto 🙂

Simona
1 anno fa

Come non amare follemente questo genere di zuppe e minestre? una super coccola per la pancia e il cuore, bravissima Sabri, un primo piatto squisito. Bacioni

Profumo di Sicilia
1 anno fa

La minestra di verza è un piatto che ho scoperto da pochissimi anni e di cui mi sono innamorata… penso di aver appena deciso il menu per il pranzo di domani!!!! Squisita e deliziosa! A presto LA

Daniela
1 anno fa

In genere faccio riso e verza, ma questo piatto di pasta mi sta facendo venire l’acquolina in bocca 🙂
Che bontà!

trackback

[…] Minestra di verza con maltagliati Minestra di crespelle di zucca Minestra di porri Minestra di lenticchie con polpettine al sugo Minestra d’avena con ceci e funghi shiitake Minestra di riso con cavolo verza, rape e lenticchie Minestra di ceci e castagne Zuppa di cicerchia Zuppa di miglio con lenticchie e riso Zuppa di lenticchie, zucca e latte di cocco […]