Biscotti Serpette

Le Serpette di Sermoneta

Le serpette sono dei frollini a forma di S, tipici di Sermoneta (città della provincia di Latina), una ricetta laziale dalle antiche origini.

Il nome serpette deriva prorpio dalla loro forma ad S, ed anche la forma ha un significato specifico.

Un pò di storia: l’origine delle serpette

L’origine delle serpette risale al XVI secolo quando, durante la storica battaglia di Lepanto combattuta dalla flotta Pontificia contro i Turchi nel 1571, il Duca Onorato IV Caetani, con un equipaggio di sermonetani, si trovava al comando della nave Grifona.

La battaglia fu vinta ed il Duca tornò sano e salvo con i suoi uomini. La tradizione attribuisce tale vittoria all’intercessione della Madonna alla quale il Duca fece costruire una chiesa in suo onore, denominata appunto “Madonna della Vittoria”.

Per festeggiare e celebrare l’importante vittoria, nonchè il ritorno del Duca con tutti i suoi uomini, le cucine castellane sfornarono dolci a forma di serpente che simboleggiavano allegoricamente l’atto di divorare il nemico.

Ogni anno a Sermoneta ricorre la festa della Madonna della Vittoria che, nella sua tradizione centenaria, si ripete ogni seconda domenica di ottobre.

Dalla storia alle nostre tavole

Mentre aspettiamo di festeggiare tale ricorrenza come da tradizione sermonetana, noi ci gustiamo questi friabili biscotti in una speciale occasione: il ritorno a scuola e/o al lavoro.

Questo è il tema dell’appuntamento odierno con la Rubrica Al Km 0 che torna, dopo la pausa estiva, con ricette ad hoc per ricominciare con gusto ed energia la giornata ed affrontare il rientro alle attività.

La rivisitazione senza burro

La ricetta originale delle serpette vuole tra gli ingredienti, l’aggiunta di burro.

Per preparare dei biscotti perfetti non soltanto per intolleranti al lattosio ma soprattutto per allergici al latte e derivati (alle proteine del latte quindi), ho omesso il burro sostituendolo con olio di semi di girasole.

Come sostituire il burro con l’olio

Che sia olio di semi oppure olio di oliva, il rapporto per sostituire il burro con l’olio è il seguente: ogni 100 gr di burro corrispondono a 80 gr di olio.

Mentre l’olio di oliva ha un sapore, aroma e colore più intensi e, pertanto, potrebbero risultare sovrastanti in alcune ricette, l’olio di semi è più delicato nel sapore e colore.

Varianti

Non soltanto una forma ad S: alcune famiglie preparano le serpette ritagliando nella parte superiore per rappresentare la testa con la lingua biforcuta di un serpente.

Una volta data la forma ai biscotti, questi vengono infornati in semplicità o spennellati con un tuorlo per conferirgli una doratura maggiore. A me piace spennellarli con del latte vegetale per far aderire meglio un mix composto da zucchero semolato e cannella in polvere.

Nella ricetta originale, le serpette non prevedono l’aggiunta di liquore nell’impasto. Ciò nonostante, una nota aromatica di liquore all’anice esalta il profumo dei biscotti.

Le Serpette di Sermoneta

5 from 2 votes
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Biscotti, Colazione, MerendaCuisine: cucina del Lazio, senza burroDifficulty: facile
Servings

30

biscotti circa
Prep time

30

minutes
Cooking time

15

minutes
Total time

45

minutes

Le serpette sono dei tipici biscotti a forma di S di Sermoneta (comune della provincia di Latina-Lazio).
Friabili e golosi, senza burro e senza latte.
Sono perfetti per la colazione e la merenda di tutta la famiglia, ma anche per una pausa dolce durante la giornata.

Ingredients

  • 450 gr 450 farina 00

  • 160 gr 160 olio di semi di girasole

  • 150 gr 150 zucchero semolato

  • 3 3 uova

  • 1 cucchiaino 1 lievito per dolci

  • 1 1 limone (la buccia grattugiata)

  • 1 cucchiaio 1 liquore all’anice (facoltativo)

  • q.b. mix di zucchero semolato e cannella in polvere del decorare (facoltativo)

  • q.b. latte vegetale per spennellare (facoltativo)

Directions

  • In un recipiente lavorare le uova con lo zucchero, quindi unire l’olio e lavorare ancora.
  • Aggiungere la farina, il lievito, la buccia grattugiata del limone ed il liquore.
    Lavorare bene per ottenere un impasto liscio e compatto, che non appiccica alle mani.

    Per facilitare questa lavorazione, una volta amalgamati gli ingredienti, trasferire sul piano laoro infarinato e lavorare con le mani.
  • Formare una palla e ritagliare poco impasto alla volta.
    Formare un filoncino dal quale ritagliare dei piccoli segmenti.
    Modellare ogni segmento formando la forma di una S.
  • Disporre man mano i biscotti sulla teglia rivestita con carta forno e schiacciare leggermente ogni biscotto.
  • Preriscaldare il forno a 180°C, modalità statica.
  • Nel frattempo che il forno giunge a temperatura, spennellare i biscotti con del latte vegetale e spolverare ognuno con un mix di zucchero semolato e cannella in polvere.
  • Infornare i biscotti e cuocere per 15 minuti, fino a doratura.
  • Terminata la cottura, spegnere il forno, sfornare i biscotti e lasciarli raffreddare prima di gustarli.

Notes

  • Le serpette si mantengono frianili fino a duna settimana se ben conservate in una scatola di latta.

Scopriamo insieme le altre proposte del menù odierno:

Carla: Ciambella bianca ai pinoli

Simona: Pain perdu con fichi settembrini e pane di campagna home made

Laura: Plumcake alla banana senza uova

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook

Potrebbero interessarti anche:


Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Simona Nania
4 mesi fa

Amo davvero tanto leggere i tuoi racconti del tuo territorio e vedere le ricette che non conosco, peccato non poterle assaggiare ?

Profumo di Sicilia
4 mesi fa

Ma che meravigliosa scoperta e quante informazioni per questi deliziosi biscotti!

carla emilia
carla emilia
4 mesi fa

Ma che belle queste serpette, ero molto curiosa di vedere cosa fossero e chissà perché mi aspettavo delle briochine, invece guarda che bei biscotti! Brava Sabri 🙂