Galaktoboureko-Torta greca

Galaktoboureko – torta greca

(Rivisitazione dairy free)

Il galaktoboureko (γαλακτομπούρεκο) è un dolce greco realizzato con pasta fillo e crema al semolino. Dal sapore molto dolce ed un’aroma inebriante, questa torta conquista con i suoi strati croccanti di pasta fillo e la cremosità della crema al centro.

Il dolce, che letteralmente significa “torta a strati con il latte”, viene poi ricoperto da un caramello preparato con miele, succo di limone e una piccola spolverata di cannella in polvere. Il profumo ed il gusto dolce di questo caramello esplode in bocca ad ogni morso.

Diventa ancor più irresistibile se accompagato da una pallina di gelato (vegetale per me) alla vaniglia o un ciuffo di panna (anch’essa vegetale).

Un dessert perfetto per completare un pasto in dolcezza, nonchè una torta ideale da portare in tavola per le feste di Pasqua.

Piccoli consigli

Per facilitare l’operazione di taglio al momento di servire il dolce, l’ho tagliata in piccoli parti prima di procedere con la cottura in forno.

Il dolce si conserva per un massimo di due giorni, chiuso in un contenitore per dolci e riposto in frigorifero. Se preparato in anticipo il dolce avrà modo di assorbire il caramello e risulterà ancor più delizioso!

Dalla ricetta tradizionale alla mia rivisitazione

La ricetta originale di questo dolce greco è tratta da Winedharma.com e si tratta del dolce greco tra i più amati, un dessert molto semplice da preparare e relativamente veloce.

Dalla ricetta originale ho apportato alcune sostituzioni vegetali negli ingredienti caseari e questa è la mia rivisitazione dairy free del dolce che lo rende così perfetto anche per coloro che soffrono di allergia al latte e derivati del latte.

Per il mio galaktoboureko ho infatti realizzato una crema con il latte vegetale di soia, qualità gusto “morbido” dal sapore piacevolmente dolce e aromatico. In alternativa è possibile utilizzare altro “latte” vegetale che più si preferisce.

Anche il burro indicato nella ricetta originale greca è stato sostituito da me con alternativa vegetale dello stesso.

Le dosi riportate sono ideali per una pirofila (stampo rettangolare) da 22X35 cm. Con uno stampo più piccolo è possibile realizzare un dessert dallo spessore più alto.

La Pasqua nel mondo

Dopo le tradizioni italiane di Pasquale, insieme ad AIFB – Associazione Italiana Food Blogger raccogliamo le ricette tradizionali dal mondo per racchiuderle nel nuovo magazine ad esse dedicato.

Ed è proprio il galaktoboureko il dolce greco preparato per la raccolta “La Pasqua nel mondo” di AIFB-Associazione Italiana Food Blogger.

Il dolce infatti viene tradizionalmente consumato l’ultimo giorno di Carnevale, a ridosso dell’inizio della Quaresima.

La Pasqua in Grecia è una festività particolarmente sentita, considerata come momento di speranza e di rinascita, onorata con riti religiosi accompagnati da usanze pagane legate all’arrivo della primavera.

Galaktoboureko – torta greca

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Dolci, Dessert, Dolci di PasquaCuisine: cucina grecaDifficulty: facile
Servings

4

servings
Prep time

1

hour 
Cooking time

40

minutes
Total time

1

hour 

40

minutes

Il galaktoboureko (γαλακτομπούρεκο) è un dolce greco realizzato con pasta fillo e crema al semolino. Dal sapore molto dolce ed un’aroma inebriante, questa torta conquista con i suoi strati croccanti di pasta fillo e la cremosità della crema al centro.
Viene poi ricoperto da un caramello preparato con miele, succo di limone e una piccola spolverata di cannella in polvere. Il profumo ed il gusto dolce di questo caramello esplode in bocca ad ogni morso.
Dalla ricetta originale ho apportato alcune sostituzioni vegetali negli ingredienti caseari e questa è la mia rivisitazione dairy free del dolce che lo rende così perfetto anche per coloro che soffrono di allergia al latte e derivati del latte.

Ingredients

  • Per la crema
  • 750 ml 750 latte di soia “gusto morbido”

  • 110 gr 110 zucchero semolato

  • 40 gr 40 farina di semola

  • 4 4 tuorli d’uovo

  • 1 1 limone bio (la buccia)

  • 1 cucchiaino 1 essenza di vaniglia bourbon
    (oppure i semi di 1 bacello)

  • Per il caramello
  • 90 gr 90 miele chiaro

  • 60 gr 60 zucchero semolato

  • 1 1 limone (il succo)

  • 1 pizzico 1 cannella in polvere

  • 1 cucchiaio 1 acqua

  • Altri igredienti
  • 100 gr 100 burro vegetale sciolto

  • 16 fogli 16 pasta fillo

Directions

  • Preparare la crema
  • Versare il latte in un pentolino ed unire la buccia del limone (senza la parte bianca) e la vaniglia.
    Trasferire su fiamma allegra e portare al bollore.
  • In un altro contenitore versare le uova e lo zucchero e mescolare con una frusta a mano.
    Setacciare la farina ed unire al composto di uova e zucchero e mescolare bene.
  • Versare poco latte caldo sul composto di uova e, mescolando con cura, stemperare il composto; quindi aggiungere il restante latte in due riprese.
  • Riportare il composto sul fuoco, su fiamma bassa e, sempre mescolando, lasciar addensare.
    Non appena si addensa, togliere il recipiente dal fuoco e continuare a mescolare la crema lontana dalla fonte di calore così da renderla liscia e lucida.
  • Eliminare la buccia del limone e trasferire in un recipiente, coprire con pellicola alimentare a contatto e tenere da parte.
  • Preparare il dolce
  • Sciogliere in un pentolino il burro e lasciar raffreddare.
  • Imburrare con un pennello da pasticcere una teglia rettangolare quindi creare uno strato di 8 fogli di pasta fillo.
  • Ogni foglio di pasta fillo deve essere generosamente e perfettamente spennellato con il burro fuso prima di esser impilato uno sopra l’altro.
  • Una volta creato lo strato inferiore di fogli di pasta fillo versare la crema e, con una spatola, livellarla bene.
  • Chiudere la crema con un altro strato di pasta fillo: sempre 8 fogli ben spennellati con il burro.
  • Praticare dei tagli della grandezza che si preferisce (questo agevolerà il taglio dopo la cottura) e infornare il dolce.
  • Il dolce dovrà cuocere in forno già caldo, modalità statica, a 170°C per 40 minuti.
  • Una volta completata la cottura, il dolce dovrà esser sfornato e irrorato subito con lo sciroppo caldo.
    (Preparare lo sciroppo quindi quando mancano 7-8 minuti alla fine della cottura del dolce)
  • Prima di servire il dolce, lasciare che si raffreddi così che abbia assorbito completamente lo sciroppo e la crema si sia rappresa.
  • Preparare lo sciroppo
  • In un pentolino versare tutti gli ingredienti e portare sul fuoro a fiamma bassa.
  • Lasciar sobbollire delicatamente mescolando per 6-7 minuti, fino ad ottenere un caramello lento.
  • Irrorare il dolce appena sfornato con il caramello caldo.

Notes

  • Le dosi riportate sono ideali per una pirofila (stampo rettangolare) da 22X35 cm. Con uno stampo più piccolo è possibile realizzare un dessert dallo spessore più alto.
  • Il dolce si conserva per un massimo di due giorni, chiuso in un contenitore per dolci e riposto in frigorifero.
  • Se preparato in anticipo il dolce avrà modo di assorbire il caramello e risulterà ancor più delizioso!
  • Per facilitare l’operazione di taglio al momento di servire il dolce, praticare dei tagli prima di procedere con la cottura del dolce.

Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
antonella
9 mesi fa

Sembra proprio molto goloso.
Buona Pasqua!