Fagioli con le cotiche

Fagioli con le cotiche

+1

I fagioli con le cotiche sono un piatto povero della tradizione italiana, un piatto contadino tipico del Lazio, caposaldo della cucina di molte trattorie ed osterie della capitale e, soprattutto, della zona dei Castelli Romani.

Come ogni ricetta della tradizione vuole, anche quella dei fagioli con le cotiche varia di piccole varianti, quale l’aggiunta in questa mia proposta, di salsiccia in pezzi.

Varianti a parte, resta comunque un piatto povero ma ricco di gusto, realizzato con semplici ingredienti: fagioli, pomodoro e cotiche!

La cucina rustica

Grazie all’appuntamento odierno con la Rubrica Al Km 0, oggi portiamo in tavola piatti semplici, di origine contadina, molti dei quali al giorno d’oggi tendono ad esser dimenticati o vengono poco apprezati, ma che sono il caposaldo della nostra tradizione gastronomica.

Piatti prepararti con semplici ingredienti che i contadini avevano a disposizione, ingredienti locali, spesso provenienti dai propri campi, freschi di stagione o conservati con tecniche naturali (essiccati, sotto sale, sotto spirito, sott’olio o sott’aceto, sotto sugna, conserve varie…).

La cucina rustica è una cucina ricca di storia, di tradiizoni, di racconti familiari. Sono ricette che racchiudono ricordi ed emozioni.

La storia del mio piatto di fagioli con le cotiche

La mia è una ricetta che racconta di una famiglia di origini contadine, del duro lavoro che genitori e figli svolgevano quotidianamente nei campi e in miniera, di un camino grande quanto una stanza e quelle piccole sediole di legno e paglia disposte tutt’intorno, di piatti scoppiati stretti tra le mani in attesa di una caldo e fumante mestolo di fagioli con le cotiche. Ed era festa, era gioia.

Questa è la mia ricetta di famiglia.

Fagioli con le cotiche

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Secondi piatti, Piatti rustici, Piatti contadini, Le ricette della nonna, Le ricette dimenticateCuisine: Cucina italiana, Cucina rusticaDifficulty: Facile
Servings

4

servings
Prep time

40

minutes
Cooking time

30

minutes

I fagioli con le cotiche sono un piatto povero della tradizione italiana, un piatto contadino tipico del Lazio, caposaldo della cucina di molte trattorie ed osterie della capitale e, soprattutto, della zona dei Castelli Romani.
Un piatto povero ma ricco di gusto, realizzato con semplici ingredienti.

Ingredients

  • 300 gr di cotiche

  • 400 gr di borlotti già cotti

  • 200 gr di passata di pomodoro

  • 4 salsicce fresche

  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

  • 1 costa di sedano

  • 1 carota

  • 1 sicchio di aglio

  • 1/2 cipolla dorata

  • foglie di alloro q.b.

  • sale e pepe

Directions

  • Prima di procedere con la preparazione della ricetta, voglio fare un piccolo appunto sugli ingredienti:
    – le cotiche sarebbe meglio acquistarle dal macellaio di fiducia, e devono esser ben sbiancate
    – se si utilizzano i fagioli secchi, bisogna lasciarli in ammollo 12 ore prima di cuocerli in abbondante acqua SENZA sale
  • Prima di tutto bisogna sgrassare le cotenne: con un coltello ben affilato, a lama liscia, raschiare la parte interna delle cotiche, eliminando così completamente la parte grassa (bianca).
    Le cotiche risultano sottili e quasi trasparenti, pronte per esser sbollentate.
  • In una casseruola disporre le cotiche, ricoprirle con acqua e lasciarle bollire per circa 20-30 minuti, finchè non diventano tenere.
  • Scolare le cotiche, lavarle con acqua corrente e tamponarle bene con un canovaccio asciutto e pulito.
  • Tagliare le cotiche in piccoli pezzi, a listarelle, e tenere da parte.
  • Nel frattempo, in una casseruola trasferire un trito finissimo preparato con gli odori (sedano, carota, aglio, cipolla) precedentemente lavati e mondati.
  • Unire al trito le foglie di alloro e l’olio, e lasciar soffriggere qualche minuto.
  • Bucherellare le salsicce con uno stecchino, se si preferisce tagliarle a metà, e farle rosolare nel soffritto, fino a quando non risultano ben dorate.
  • Aggiungere al soffritto le cotiche tagliate piccole, lasciarle insaporire qualche istante, quindi aggiungere la passata di pomodoro.
  • Salare e lasciar cuocere su fiamma medio bassa e coperto per circa 20 minuti, fino a quando il sugo non si sarà addensato.
  • Aggiungere i fagioli precedentemente cotti, aggiustare di sale e pepera, e proseguire la cottura per altri 10 minuti.
  • Impiattare e servire caldo

Notes

  • Per un sapore ancora più rustico, si può aggiungere (o sostituire) all’olio per il soffritto del grasso di prosciutto (circa 40 gr)
  • Si può rendere il piatto ancor più ricco e di carattere aggiungendo al soffritto del peperoncino piccante.

Per la mia ricetta ho utilizzato la polpa di datterini Mutti, una polpa dolce e densa. La polpa Mutti è un prodotto ricevuto la Degustabox. Per ricevere la food box sorpresa ogni mese, basta ordinarla online dal loro sito, ma per riceverla ad un prezzo scontatissimo, basta utilizzare il mio codice sconto SABRINAP-B515 .

Scopriamo insieme il menù “Cucina rustica” al suo completo:

Colazione da Carla: Torta di patate
Pranzo da Monica: Erbun di Dolceacqua
Merenda da Simona: Biscotti integrali all’olio, miele, yogurt e arancia
Cena da me: Fagioli con le cotiche

Seguici anche aulla nostra pagina Fb

Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

4 Commenti

  1. Questa è uscita che mi è piaciuta veramente tanto, spero di poterla replicare e poter offrirvi anch’io una ricetta salata rustica veramente ruspante delle mie parti, la tua è fantastica…. fantastica! vorrei veramente assaggiarla

    0
  2. Esatto…in questa cucina si nasconde tutto il nostro sapere…
    Amo molto questi piatti ed è importante mantenere vive queste tradizioni..
    Piatto superlativo…inutile dirlo!!!

    Un abbraccio grande
    moni

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.