pane di semola

Pane di semola con semi di zucca e girasole

+3

Il pane di semola è un classico della tradizione italiana, preparato con farina di semola rimacinata di grano duro.

Chiamato più comunemente come pane di grano duro, il pane di semola si presenta con una crosta croccante e dalla mollica morbida, con un colore di un tenue giallino.

Durante la sua cottura, il pane rilascerà un profumo che invaderà ogni angolo della casa, un profumo che sa di buono, irresistibile!

A render speciale il sapore di questo pane, l’aggiunta di semi di zucca e di girasole all’impasto.

E’ il pane che ho deciso di preparare per il paniere odierno della Rubrica Il Granaio-Baking Time.

La farina di semola di grano duro

Questo tipo di farina, a differenza delle altre farine ottenute dal grano tenero, è più ricca di proteine.

Nella sua forma integrale, la farina di semola di grano duro mantiene intatte tutte le caratteristiche del chicco di grano, rendendola così una farina completa e ricca di fibre, vitamine e sali minerali, nonchè un indice glicemico più basso (grazie alla presenza di carboidrati complessi che garantiscono un rilascio graduale di energia).

Il colore giallo di questa farina è dovuto alla presenza di carotenoidi, sostanze antiossidanti alleate del nostro organismo che contrastano l’invecchiamento cellulare.

La farina di semola di grano duro è una farina da utilizzare per diverse preparazioni in cucina, dalla pasta fresca ai dolci ed altri prodotti a forno.

Controindicazioni

E’ una farina ricca di glutine, pertanto non adatta a chi soffre di celiachia.

Semi di zucca e semi di girasole

I semi oleosi alleati del nostro benessere

Per donare maggior sapore e croccantezza ai piatti, così come agli impasti da forno, i semi di zucca ed i semi di girasole sono ingredienti fatastici, dalle mille proprietà.

Sfiziosi e versatili, il consumo di questi semi apporta molti benefici al nostro organismo.

I semi di zucca vantano di una buona concentrazione di proteine e di carboidrati (quest’ultimi in discreta quantità). Sono un’ottima fonte di vitamine (B-C-E-K), minerali (soprattutto zinco) e acidi grassi del tipo omega-3 e omega-6.

Hanno proprietà antinfiammatorie, favoriscono la digestione, sono ottimi alleati per la salute del nostro cuore, utili in caso di diabete (per la presenza di vitamina K), nonchè favoriscono il riposo.

Anche i semi di girasole sono ricchi di nutrienti e proprietà. Ricchi di grassi buoni, di vitamine e minerali, sono anch’essi degli ottimi alleati per la salute del nostro cuore.

Anche questi semi sono ottimi alleati in grado di risurre il diabete di tipo 2. Sono inoltre preziosi per il controllo del colesterolo ed il miglioramento della pressione arteriosa. Antinfiammatori e antiossidanti, i semi di girasole hanno un potere saziante.

Controidicazioni

Come tutti i semi oleosi, è importante regolarne il consumo per evitare un eccesso di grassi e calorie nonchè di possibili disturbi gastrointestinali.

Per quanto riguarda i semi di girasole invece, un consumo eccessivo potrebbe comportare un’elevata assunzione di cadmio, un metallo pesante che potrebbe compromettere la salute dei reni.

Come lavorare l’impasto

Per preparare il pane di semolacon semi di zucca e girasole, bisogna preparare prima un lievitino.

Una volta pronto il lievitino, si procede con la lavorazione dell’impasto che può avvenire o a mano, o utilizzando la planetaria.

Io ho scelto di impastare con la planetaria, così da ridurre i tempi di lavorazione ed avere un impasto ben incordato.

In planetaria l’impasto viene lavorato con il gancio ad uncino.

Quando l’impasto sarà pronto, si procederà con delle pieghe e si lascerà riposare.

Durante il passaggio delle pieghe, verranno aggiunti i semi oleosi che verranno assorbidi dall’impasto.

Per una corretta cottura del pane si dovranno rispettare dei tempi e delle temperature diverse:

  • infornare il pane forno preriscaldato, nel ripiano più basso
  • temperatura iniziale di 250°C per i primi 20 minuti
  • poi ridurre la temperatura a 220°C per 10 minuti
  • e completare la cottura a 180°C per altri 15 minuti
  • durante tutto il tempo della cottura, non si dovrà mai aprire lo sportello dell’elettrodomestico.

Pane di semola con semi di zucca e girasole

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Lievitati, PaneCuisine: italianaDifficulty: Medio
Servings

4

servings
Prep time

20

minutes
Cooking time

45

minutes

Il pane di semola è un classico della tradizione italiana, preparato con farina di semola rimacinata di grano duro.
Chiamato più comunemente ” pane di grano duro”, questo pane si presenta con crosta croccante e mollica morbida, con un colore di un tenue giallino.
A render speciale il sapore di questo pane, l’aggiunta di semi di zucca e di girasole all’impasto.

Ingredients

  • Per il lievitino
  • 150 gr di farina di semola rimacinata di grano duro

  • 110 gr di acqua tiepida

  • 6 gr di lievito di birra fresco

  • 1 cucchiaino di miele

    (è possibile sostituire il miele con un cucchiaino di zucchero semolato, o malto d’orzo, o malto di riso)

  • Per l’impasto
  • 600 gr di farina di semola rimacinata di grano duro

  • 100 gr di farina 0

  • 500 gr di acqua a t.a.

  • 1 cucchiano da caffè di sale fino

  • semi di zucca q.b.

  • semi di girasole q.b.

Directions

  • Preparare il lievitino
  • In una ciotola sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida e il miele. Mescolare bene e lasciar agire qualche minuto.
  • Aggiungere la farina poca alla volta e mescolare con una forchetta per amalgamare gli ingredienti ed ottenere un composto appiccicoso ma liscio.
  • Coprire con pellicola alimentare e lasciar riposare in luogo asciutto, al riparo da correnti d’aria, per 2 ore.

    (Io lascio riposare nel forno spento ma con la sola luce accesa)
  • Preparare l’impasto
  • In planetaria con gancio ad uncino: trasferire le due farine e mescolarle tra loro, quindi unire il lievitino e metà dell’acqua indicata in ricetta (quindi 250 gr)
  • Impastare ad una velocità media, aggiungendo la restante acqua poca alla volta così da farla assorbire completamente all’impasto.
  • In ultimo aggiungere il sale e lavorare per qualche minuto, finchè il composto non risulta ben incordato.
  • Aggiungere i semi oleosi e Giro di pieghe
  • Trasferire l’impasto sul piano lavoro leggermente infarinato con la semola, allungarlo pigiando delicatamente con i polpastrelli a formare un rettangolo.
  • Distribuire sul rettangolo i semi oleosi, quindi fare un primo giro di piega:
    portare la metà superiore del rettangolo verso il centro e coprire con la parte inferiore.
    Girare il panetto e ripetere il giro di pieghe..
  • Lasciar riposare il panetto per 10 minuti, quidni ripetere il giro di pieghe.
    Ripetere per tre volte (in totale).
  • Lievitazione
  • Ungere leggermente una ciotola e lasciar lievitare il panetto per 3 ore, coperto da un panno precedentemente inumidito.

    (Io nel forno spento con la sola luce accesa)
  • Una volta trascorso il tempo di lievitazione, riprendere il panetto e trasferirlo sul piano lavoro, leggermente infarinato con la semola.
  • Procedere con un giro di pieghe di rinforzo.
  • Dare forma al panetto e disporlo sulla leccarda spolverata con la semola.
  • Lasciar lievitare altri 30 minuti nel forno spento.
  • Decorare il pane
  • Spolverare il pane con la farina di semola, quindi, con un’ apposita lama, intagliare il pane e creare dei decori (facoltativo)
  • Cottura del pane
  • Preriscaldare il forno a 250°C, modalità statica.
  • Cuocere il pane in forno già caldo, nel ripiano più basso per 20 minuti.
  • Senza aprire lo sportello del forno, ridurre la temperatura a 220°C e proseguire la cottura per altri 10 minuti.
  • Ridurre ulteriormente la temperatura del forno a 180°C (senza aprie mai lo sportello) e completare la cottura per altri 15 minuti.
  • Una volta cotto, sfornare e lasciar raffreddare completamnete su una gratella.
  • Il pane è pronto per esser affettato e gustato.

Notes

  • Una volta completamente freddo, conservare il pane in un sacchetto di carta alimentare, o avvolto in un canavaccio e disposto in luogo asciutto e pulito.
  • Se ben conservato, questo pane mantiene inalterate le sue qualità fino a 3-4 giorni.
  • E’ possibile tagliare a fette il apne e conservarlo in congelatore disposto in appositi sacchetti freezer. Basterà scongelare le fette di pane qualche ora prima, lasciarle tornare a temperatura ambiente e (se si preferisce) servirle calde e friabili con una breve cottura in forno (tradizionale, ventilato o nel microonde).
  • Se il pane si è indurito non gettarlo via: basterà tagliarlo a fette, bagnare ogni fetta con dell’acqua (acqua corrente) e lasciarlo scaldare in forno fino a quando non riacquista croccantezza (la mollica risuletrà asciutta e croccante).
  • Un altro utilizzo del pane duro è quello di frullarlo e ridurlo in polvere (più o meno spessa a seconda delle proprie preferenze) ed utilizzarla per la panatura di diversi alimenti.

Le altre proposte del paniere odierno:

Carla: Fiori di brioche alla ricotta
Federica: Zeppole di pasta cresciuta alle olive e pomodorini secchi
Simona: Pane di semola rimacinata di grano duro siciliana (con lievito madre)
Zeudi: Biscotti al cioccolato tipo nascondini


Potrebbero interessarti anche:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se vuoi chiedermi un consiglio per personalizzare e rifare una mia ricetta, scrivimi qui. Poi però scatta una foto del piatto ricreato, e condividila sui tuoi profili social utilizzando il mio hashtag #delizieeconfidenze e taggandomi su IG utilizzando @delizieeconfidenze

Ti sono grata per il tuo supporto al mio lavoro!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter, e  Pinterest.

14 Commenti

  1. Davvero molto invitante. La semola rimacinata di grano duro mi piace tantissimo perché dona al pane un sapore ed una consistenza irresistibile! Mi segno questa tua ricetta i cui passaggi, tra l’ altro, sono davvero molto chiari e ben dettagliati. Grazie!

    0
  2. Adoro il pane di semola, coi semini, poi, è il massimo. Questa bella pagnotta sembra veramente perfetta da affettare insieme a una slasiccetta stagionata…. 😉

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.