Bacalhau à Gomez De Sa'

Bacalhau à Gomez De Sa’

Il “Bacalhau à Gomez De Sa'” è una ricetta di origine portoghese, uno dei tanti modi in cui viene preparato il baccalà.

La ricetta prende il nome dal suo ideatore, José Luis Gomes de Sá Junior, figlio di un mercante di merluzzo del XIX secolo. si narra che Gomes de Sá abbia sviluppato questa casseruola mentre lavorava al Restaurante Lisbonense nel centro di Porto.

E’ un piatto semplice ma ricco, che richiede qualche passaggio preliminare prima di esser assemblato in una pentola di terracotta per completarne la cottura in forno.

Come preparare il bacalhau à Gomez De Sa’

Come preparare il baccalà seocndo la ricetta di Gomez De Sa’ è abbastanza semplice ma richiede delle preparazioni separate prima di assemblare il tutto.

Il baccalà viene dapprima lasciato a bagno in abbondante acqua fredda per 2-3 giorni, cambiando completamente l’acqua 2-3 volte al giorno, per poterlo dissalare correttamente.

Successivamente viene fatto cuocere per qualcheminuto in acqua, fatto raffreddare, diviso in scaglie e lasciato in ammollo nel latte per almeno un’ora.

Nel frattempo si lessano le patate per poi spellarle e tagliarle a fette mentre in una padella si lasciano ammorbidire le cipolle a fette sottili nell’olio.

A parte si preparano le uova sode che vengono poi sbucciate e tagliate a fette.

Quando tutti gli ingredienti sono pronti, vengono trasferiti a strati alternati in una pirofila per completare la cottura in forno.

Al momento di servire il piatto viene completato da una generosa spolverata di prezzemolo tritato finemente e con delle olive nere.

La mia piccola variazione per una ricetta dairy free

Per chi come me ha necessità di eliminare lattosio e proteine del latte dalla propria alimentazione per via di allergia ai latticini, per ovviare al problema ho sostituito il latte vaccino con del latte di cocco per conferire alla preparazione anche una leggera nota esotica che va ad essaltare il gusto del piatto stesso.

In alternativa è possibile utilizzare altro “latte” vegetale purchè privo di zuccheri aggiunti.

Dal Portogallo al Brasile: il baccalà per il menù del Venerdì Santo.

Seppure di origine portoghese, non è difficile ritrovare questa ricetta sulle tavole brasiliane, cucina quest’ultima che è fortemente influenzata da prodotti e tradizioni (anche) portoghesi.

Tra le più diffuse in Brasile sono le ricette portoghesi del baccalà che ritroviamo più frequente, alimento quest’ultimo che diventa fondamentale durante il Venerdì Santo che precede la Pasqua.

La Pasqua nel mondo

Dopo aver raccolto le tradizioni italiane legate alla festività pasquale, insieme ad AIFB – Associazione Italiana Food Blogger raccogliamo le ricette tradizionali dal mondo per racchiuderle nel nuovo magazine ad esse dedicato.

La Pasqua in Brasile è una festa che viene festeggiata in famiglia, periodo durante il quale vengono svolte diverse funzioni sacre di grande valore storico e culturale, che rendono omaggio alla festività.

Anche in Brasile è il coniglio il simbolo della Pasqua e non manca la caccia alle uova di cioccolato per la gioia dei più piccoli.

L’uovo di cioccolato diventa anche il regalo che i familiari si scambio, riuniti per festaggiare con un pranzo a base di piatti elaborati, messaggi e canzoni tipiche di Pasqua.

Bacalhau à Gomez De Sa’

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Secondi, Piatti unici, Ricette di Pasqua, Ricette dal mondo, Pesce, Baccalà, Mare e Monti, Pasqua nel mondoCuisine: portoghese, brasilianaDifficulty: Facile
Servings

4

servings
Prep time

2

hours 

10

minutes
Cooking time

20

minutes
Soaking time

3

minutes

Il “Bacalhau à Gomez De Sa’” è una ricetta di origine portoghese, uno dei tanti modi in cui viene preparato il baccalà.
E’ un piatto semplice ma ricco, che richiede qualche passaggio preliminare prima di esser assemblato in una pentola di terracotta per completarne la cottura in forno.
Diverse ricette portoghesi, soprattutto a base di baccalà, le ritroviamo nella cucina brasiliana. Ed è il baccalà il protagonista indiscusso del Venerdì Santo brasilino.

Ingredients

  • 1 kg 1 patate a pasta gialla

  • 500 gr 500 baccalà salato

  • 500 ml 500 latte (io vegetale di cocco, senza zuccheri aggiunti)

  • 3 3 uova intere

  • 2 2 cipolle dorate grandi

  • 2 spicchi 2 aglio

  • q.b. olive nere

  • q.b. olio extra vergine di oliva

  • q.b. sale

  • q.b. pepe

  • q.b. prezzemolo

Directions

  • Preparare il baccalà
  • Lavare il baccalà sotto l’acqua corrente per eliminare il sale in eccesso, quindi trasferirlo in un contenitore e ricoprirlo abbondantemente con acqua fredda.
    Lasciarlo a bagno per 2-3 giorni, cambiando completamente l’acqua 2-3 volte al giorno.
  • Quando il baccalà è dissalato, tagliarlo a pezzi e disporlo in una casseruola coprendolo con dell’acqua; lasciarlo cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti.
    Togliere il baccalà dalla casseruola, farlo scolare bene e lasciarlo intiepidire.
  • Una volta intiepidito, eliminare la pelle dal baccalà, eliminare le lische e dividerlo in scaglie (pezzi). Trasferire in una ciotola, copritere con il latte (vegetale) caldo e lasciarlo riposare per un’ora.
    Trascorsa l’ora, sgocciolare accuratamente.
    Tenere da parte.
  • Preparare le patate
  • Lavare le patate con tutta la loro buccia, quindi disporle in un acasseruola e ricoprire abbondantemente con acqua.
    Portare sul fuoco e lessare le patate per 40 minuti circa: dovranno risultare morbide ma compatte.
  • Una volta cotte, scolare le patate, lasciarle intiepidire (per poterle maneggiare senza scottarsi) ed aliminare la buccia; quindi tagliarle a fette dallo spessore di circa 2-3 mm.
    Tenere da parte.
  • Preparare le cipolle
  • Mondare le cipolle, lavarle e affettarle finemente, quindi trasferire in padella per farle rosolare con 2-3 cucchiai di olio e un pizzico di sale.
  • Una volta stufate, unire anche l’aglio (tritato, affettato o sminuzzato con l’apposito arnese).
    Lasciar cuocere il tutto a fuoco basso, finché le cipolle saranno completamente morbide.
    Tenere da parte.
  • Preparare le uova
  • Porre le uova in un pentolino e ricoprirle con acqua fredda, quindi portare su fuoco medio-alto e arrivare a bollore.
  • Raggiunto il bollore dell’acqua, abbassare la fiamma e lasciar cuocere le uova per 9 minuti.
    Scolare e lasciar intiepidire passando le uova sotto il getto di acqua corrente oppure trasferirle in una ciotola con acqua e ghiaccio.
  • Battere leggermente la punta sul piano lavoro per rompere il guscio per rimuoverlo delicatamente.
    Tagliare a fette le uova e tenere da parte.
  • Assemblare il piatto
  • Oliare una pirofila da forno (possibilmente di coccio) e formare un primo strato con parte delle fette di patate.
    Salare e spolverare con il pepe macinato al momento.
  • Ricoprire con il baccalà sgocciolato dal latte.
    Cospargere con del prezzemolo tritato al momento.
  • Creare uno strato con le cipolle utilizzando anche il loro olio di cottura.
  • Ricoprire con le fette di uovo.
  • Ripetere l’alternanza degli ingredienti fino ad esaurimento degli stessi.
    Completare l’ultimo strato con le patate a fette.
  • La cottura in forno
  • Completata l’alternanza degli ingredienti nella pirofila da forno, irrorare con un filo di olio e lasciar cuocere in forno preriscaldato a 200°C per 20 minuti circa e, comunque, fino a doratura.

    Se durante la cottura le patate in superficie dovessero colorarsi troppo, coprire con un foglio di alluminio o carta forno e proseguire la cottura.
  • Terminata la cottura, sfornare il baccalà e lasciarlo riposare per qualche minuto.
  • Ricoprire con il prezzemolo rimasto tritato, le olive nere denocciolate e una macinata di pepe.
    Servire caldo.

Notes

  • Il “Bacalhau à Gomez De Sa’ ” si conserva in frigorifero, chiuso in un contenitore, e va consumato entro 24-48 ore massimo, dopo averlo scaldato in forno o in padella.

Articoli correlati


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Daniela
10 mesi fa

Mangio pochissimo pesce, ma il baccalà è uno dei rari che cucino!
Ottimo piatto 🙂

Fabrizio
Fabrizio
10 mesi fa

Buonissima

trackback

[…] salata Piccillaro lucano Pizza sbattuta romana Tozzetti salati con olive e pomodori secchi Bacalhau à Gomez De Sa’ Fettuccine al ragù d’agnello Fettuccine di avena integrale con ragù di agnello […]

antonella
9 mesi fa

in questo giro virtuale per la Pasqua nel mondo, finalmente una ricetta salata. Grazie
e tanti auguri di buona Pasqua.

trackback

[…] Moules à la créme Zuppa dello scoglio Trancio di tonno in crosta, in tre varianti gustose Bacalhau à Gomez De Sa’ Spaghetti con zesta di limone, salvia e sgombro piccante Pasta al sugo di tonno e olive […]