Garganelli all'uovo fatti in casa

Garganelli all’uovo fatti in casa con asparagi

I Garganelli all’uovo fatti in casa sono un tipo di pasta fresca rigata tipica dell’Emilia Romagna. Vengono ottenuti arrotolando dei quadrati sottili di pasta su di un bastoncino per poi farli rigare su di uno strumento chiamato pettine oppure su un classico rigagnocchi.

Dalla forma simile alle penne, la tipica e particolare rigatura perpendicolare (ottenuta passandoli sul rigagnocchi appunto) è sostituita da dei decori differenti grazie al particolare decoro del rigagnocchi da me utilizzato. Ciò non va però ad alterare la particolare bontà di questo formato di pasta.

I Garganelli si prestano ad accogliere qualsiasi condimento, così, variando dal tradizionale prosciutto e piselli, per i miei Garganeli ho scelto un condimento veloce e primaverile di asparagi.

Pochi semplici ingredienti ed un pò di pazienza nell’esecuzione per portare in tavola un primo piatto davvero speciale!

La pasta fresca fatta in casa

La pasta fresca fatta in casa è una tradizione italiana, un’arte antica che tutto il mondo ci invidia!

Che sia con uova o senza, lunga, corta o ripiena, la pasta fresca fatta in casa è un’arte che viene tramandata di generazione in generazione.

Oggi purtroppo, spesso per mancanza di tempo e ritmi accellerati della quotidianeità, quest’arte si sta un pò perdendo, sostituita dalla scelta di acquistare pasta già pronta.

E per chi ha poco tempo ma voglia di preparare della pasta fresca fatta in casa, grande aiuto ci danno macchine impastratrici per pasta casalinghe o semplici macchine manuali o elettroniche per stendere la sfoglia, entrambe dotate di torchietto (o quasi) per ottenere il formato di pasta desiderato.

Per fare la pasta fresca in casa servono pochi semplici ingredienti come farina e sale ai quali aggiungere uova (per la pasta fresca all’uovo) o acqua (per la pasta fresca senza uova) e, all’occorrenza, un pochino di olio.

Ai suddetti ingredienti basta aggiungere il concentrato (o il passato) di alcune verdure per ottenere un impasto colorato così come le spezie, oppure adagiare sopra una sfoglia dei fiori, erbe aromatiche o altri ritagli di pasta fresca colorata e stenderli tutt’insieme per ottenere una sfoglia decorata simile ad una stampa.

Ed è al mondo della pasta fresca fatta in casa che la nostra Rubrica Al Km 0 dedica l’uscita odierna.

Garganelli all’uovo fatti in casa con asparagi

5.0 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: pasta, pasta all’uovo, pasta fatta in casa, garganelli all’uovoCuisine: cucina italianaDifficulty: media
Servings

2

servings
Prep time

1

hour 
Cooking time

20

minutes
Total time

1

hour 

20

minutes

I Garganelli all’uovo fatti in casa sono un tipo di pasta fresca rigata tipica dell’Emilia Romagna. Vengono ottenuti arrotolando dei quadrati sottili di pasta su di un bastoncino per poi farli rigare su di uno strumento chiamato pettine oppure su un classico rigagnocchi.
Dalla forma simile alle penne, la tipica e particolare rigatura perpendicolare (ottenuta passandoli sul rigagnocchi appunto) è sostituita da dei decori differenti grazie al particolare decoro del rigagnocchi da me utilizzato. Ciò non va però ad alterare la particolare bontà di questo formato di pasta.
I Garganelli si prestano ad accogliere qualsiasi condimento, così, variando dal tradizionale prosciutto e piselli, per i miei Garganeli ho scelto un condimento veloce e primaverile di asparagi.
Pochi semplici ingredienti ed un pò di pazienza nell’esecuzione per portare in tavola un primo piatto davvero speciale!

Ingredients

  • Per i garganelli
  • 150 g farina 00

  • 50 g semola rimacinata di grano duro

  • 2 uova fresche

  • 1 cucchiaio olio extra vergine di oliva delicato

  • 1 cucchiaino sale fino

  • q.b. semola rimacinata per spolvero

  • Per il condimento agli asparagi
  • 200 g asparagi

  • 2 tazzine acqua

  • 1 spicchio aglio

  • 1 cucchiaio olio extra vergine di oliva

  • 1/2 cipolla bianca

  • q.b. timo

  • q.b. sale fino

  • q.b. pepe

  • q..b. Parmigiano Reggiano 36 mesi grattugiato (facoltativo)

Directions

  • Preparare i garganelli
  • Setacciare le farine e formare sulla spianatoia la classica fontana con il buco al centro dove romperete le uova, aggiungere il sale e l’olio extravergine di oliva.
  • Iniziare a lavorare gli ingredienti al centro della “fontana” di farine sbattendo le uova con una forchetta e man mano incorporare della farina dai bordi.
    Quando l’impasto inizia a prendere consistenza, continuare ad impastare con le mani fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
    Ci vorranno circa 10 minuti.
  • Avvolgere l’impasto con la pellicola alimentare e lasciarlo riposare per 30 minuti.
  • Trascorso il riposo, tagliare l’impasto a metà e lavorare una metà alla volta, lasciando l’altra parte avvolta nella pellicola (da stenderere in un secondo momento), così da evitare che si secchi troppo.
  • Stendere l’impasto con il mattarello fino a ottenere una sfoglia sottile, oppure aiutarsi con l’apposita macchina per stendere la sfoglia sottilmente.
    In quest’ultimo caso, partire dallo spessore più alto della macchina e, ad ogni passaggio, diminuire lo spessore fino ad arrivare ad ottenere una sfoglia sottilissima.
  • Con una rotella o un coltello a lama liscia, tagliare la pasta in modo da ottenere tanti quadrati di circa 4 cm di lato. Coprire la pasta man mano che la si lavotra così da evitare che asciughi troppo.
  • Lavorare un quadratino di pasta alla volta e arrotolarlo sul bastoncino di legno, partendo dall’angolino.
    Si passa dunque alla rigatura passandolo con una leggera pressione sul rigagnocchi.
  • Rimuovere delicatamente il garganello dal bastoncino e adagiarlo su una leccarda rivestita con carta forno. Procedere allo stesso modo per fare tutti i garganelli.
  • I garganelli son pronti per esser cotti oppure concervati in un recipiente chiuso, riposti nello scomparto più basso del frigorifero per un paio di giorni; o ancora, disposti sopra un vassoio, appena distanziati tra loro, chiusi con apposito sacchetto alimentare per essere congelati ed utilizzati all’occorrenza.
  • Preparare il condimento
  • Mondare gli sparagi, eliminare la parte più dura e legnosa del gambo e lavarli con acqua corrente.
    Lasciar sgocciolare bene e tagliare a rondelle, mantenendo le punte intere.
    Tenere le punte da parte.
  • In una padella antiaderente versare un cucchiaio di olio ed unire la cipolla tagliata sottilissima con lo spicchio d’aglio schiacciato nell’apposito arnese (in alternativa, tagliare lo spicchio d’aglio molto piccolo).
    Lasciar appassire a fiamma bassa.
  • Unire gli asparagi a rondelle e lasciar insaporire qualche istante, quindi versare le tazzine (tazzine da caffè) di acqua, salare, pepare ed unire il timo.
    Coprire e lasciar cuocere per 8-10 minuti, fino a quando le rondelle di asparagi risultano morbide e l’acqua assorbita.
  • Negli ultimi 3 minuti di cottura degli asparagi, unire in padella anche le punte così che restino più croccanti.
  • Comporre il piatto
  • Portare a bollore abbondante acqua in una capiente pentola e, una volta raggiunto il bollore, salare e versare i garganelli.
    Lasciar cucoere la pasta per 5-7 minuti dalla ripresa del bollore dell’acqua.
  • Scolare la pasta e trasferirla nella padella con gli asparagi, spadellando il tutto per un minuto in modo da amalgamare bene i sapori.
    Se necessario, aggiungere un po’ dell’acqua di cottura della pasta in modo che i garganelli diventino leggermente cremosi.
  • Trasferire nel piatto da portata, spolverizzare con il Parmigiano Reggiano grattugiato (facoltativo) e servire subito a tavola.

Recipe Video

Notes

  • E’ possibile preparare la pasta fresca con la macchina (munita di apposito gancio oppure utilizzare il robot da cucina): basterà introdurre tutti gli ingredienti nella planetaria e lavorare l’impasto finché non si ottiene una palla liscia ed elastica. Avvolgere sempre con pellicola e far riposare. Quindi procedere come sopra per stendere l’impasto fino ad ottenere una sfoglia sottile, ritagliare i quadratini e procedere alla formazione dei garganelli.
  • Una volta cotti, i garganelli con gli asparagi si conservano in frigorifero chiusi in apposito contenitore alimentare (massimo 1-2 giorni). Scaldare prima di consumare.
  • Per un sapore ancora più ricco, è possibile aggiungere agli asparagi della pancetta a cubetti o della salsiccia sbriciolata.
  • I garganelli freschi sono ottimi con diversi condimenti: con ragù di carne o verdure, rosso o bianco, in bianco con piselli, funghi e pancetta, con le zucchine o altre verdure di stagione…

Scopriamo insieme le altre proposte del menù odierno:

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook


Potrebbero interessarti anche:



Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
carla emilia
carla emilia
10 mesi fa

Bellissimi questi garganelli e decisamente vincenti con gli asparagi!

Simona Nania Vigna
10 mesi fa

La pasta fresca fatta in casa non ha paragoni! Io amo vedere lo step delle preparazioni e qui mi hai proprio accontentata, bellissime foto bellissimo piatto brava! 🫶