Panini di Heidi

Panini di Heidi

I panini di Heidi sono dei paninetti sofficissimi, dalla sottile crosta dorata e leggermente salata, con mollica compatta, sofficissima e bianca.

A renderli famosi è stato forse proprio il cartone animato della mia infanzia, Heidi, tratto dal famoso romanzo scritto da Johanna Spyri, pubblicato tra il 1880 e il 1881. Nel cartone animato Heidi mangiava con gusto dei panini ovali, color nocciola con due tagli chiari in superficie.

Si tratta dunque di un lievitato di origine nordica, conosciuti come “panini di Heidi” il cui vero nome è Laugenbröt o Bretzel Buns, tipici del Sud Tirolo.

Preparare questi panini è davvero semplice e si possono gustare in semplicità oppure farcirli con affettati vari (per la versione salata) o creme spalmabili (per la versione dolce).

La particolarità di questi panini è la veloce precottura in acqua bollente con bicarbonato, passaggio che ne conferisce colore e sapore (che ricorda appunto quello dei bretzel)

Perfetti nella versione salata come spuntino o pasto al sacco, ottimi nella versione dolce per la colazione o la merenda, i panini di Heidi son altresì perfetti per accompagnare ogni portata.

La ricetta che vi lascio oggi è quella della bravissima Romana Bacarelli, ricetta alla quale vado ad apportare una piccola variazione negli ingfredienti, sostituendo il burro vaccino con burro vegetale, così da rendere i panini perfetti anche per coloro che hanno intolleranza al lattosio o allergia alle proteine del latte.

Ed è inoltre la ricetta che condivido con voi per il paniere odierno della Rubrica Il Granaio-Baking Time.

Panini di Heidi

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Lievitati, Pane, PaniniCuisine: cucina tirolese, cucina nordica, dairy freeDifficulty: facile
Servings

15

panini
Prep time

30

minutes
Cooking time

20

minutes
Leavening Time

2

hours 

I panini di Heidi sono dei paninetti sofficissimi, dalla sottile crosta dorata e leggermente salata, con mollica compatta, sofficissima e bianca.

Vengono chiamati “panini di Heidi” perchè sono presenti nell’omonimo cartone animato tratto dal famoso romanzo scritto da Johanna Spyri. Ma il nome di questi panini è Laugenbröt o Bretzel Buns e sono tipici del Sud Tirolo.

La particolarità di questi panini è la veloce precottura in acqua bollente con bicarbonato, passaggio che ne conferisce colore e sapore (che ricorda appunto quello dei bretzel)

Preparare questi panini è davvero semplice e si possono gustare in semplicità oppure farcirli con affettati vari (per la versione salata) o creme spalmabili (per la versione dolce).

In questa mia rivisitazione il burro vaccino è sostituito con burro vegetale.

Ingredients

  • 600 ml acqua a t.a.

  • 400 gr farina 0

  • 400 gr semola

  • 110 gr burro vegetale
    (io margarina senza grassi idrogenati nè olio di palma)

  • 60 gr zucchero semolato

  • 18 gr sale fino

  • 10 gr lievito di birra fresco

  • Per la cottura in acqua
  • 2 lt acqua

  • 50 gr bicarbonato

Directions

  • I panini di Heidi si possono preparare con l’impastatrice (come da ricetta originale di Romana Bacarelli) oppure in planetaria come ho fatto io.

    E’ possibile lavorare a mano l’impasto ma richiederà minuti in più e forza manuale per un ottimo impasto.

    Gli ingredienti indicati a seguire sono tutti intesi come prelevati dal totale indicato nella lista ingredienti.
  • Preparare l’impasto dei panini
  • Sciogliere il lievito di birra in un bricco con un cucchiaino di zucchero e un bicchiere d’acqua.
    Tenere da parte.
  • Nella ciotola della planetaria versare le due farine e l’acqua ed iniziare ad impastare, a velocità bassa, con gancio a foglia (K).
  • Sempre con la macchina in movimento, versare anche l’acqua con il lievito sciolto e lasciar lavorare fino ad ottenere un composto liscio e compatto.
  • Aggiungere ora il sale d il burro in piccole parti, lasciando che vanga assorbido dall’impasto prima di aggiungerne di altro.
  • Sostituire il gancio K con quello ad uncino e lasciar lavorare a velocità medio-alta fino a quando il composto non si stacca da solo dalle pareti della ciotola, fondo compreso.
  • Lievitazione, pezzatura e forma
  • Trasferire l’impasto in una ciotola capiente, coprire con pellicola alimentare e lasciar lievitare in luogo caldo e asciutto, al riparo da correnti d’aria, fino al suo raddoppio.
    In media 2 ore di lievitazione.
    (Io nel foro spento con la sola luce accesa)
  • Raddoppiato di volume, ribaltare l’impasto sul piano lavoro leggermente infarinato con della semola e dividerlo in pezzi da 100 gr cadauno.
    Dovremmo ottenere così 15 pezzi circa.
  • Lavorare un pezzo alla volta, arrotolandolo e pirlandolo con le mani, quiandi allungare leggermente donando una forma ovale ad ogni panino.
  • Coprire i panini con un telo e lasciar lieivtare ancora 30 minuti.
  • Cottura in acqua
  • Nel frattempo che i panini riposano, portare al bollore l’acqua con il bicarbonato in una capiente pentola.
  • Terminata la lievitazione dei panini e raggiunto il bollore dell’acqua, lasciar cuocere i panini pochi alla volta: immergere un panino alla volta in acqua e lasciar cuocere per qualche secondo, giusto il tempo di immergere fino a 4 panini e prelevarli partendo dal primo immerso.
    (circa 40 secondi di cottura a panino)
  • Prelevare i panini con una schiumarola (mestolo forato) e adagiare su di un telo asciutto e pulito.
    Tamponare leggermente per asciugarli e trasferire sulla leccarda rivestita con carta forno, distanzaindo i panini tra loro.
  • Ripetere per tutti i panini.
  • Cottura in forno
  • Preriscaldare il forno a 200°C, modalità statica, e portare a temperatura.
  • Una volta disposto tutti i panini sulla leccarda, incidere due tagli obligui e pararreli con una lama.
  • Una voa raggiunta la temperatura del forno, infornare i panini e lasciar cuocere per 20 minuti circa, fino a completa doratura.
  • Una volta cotti, estrarre dal forno e lasciar raffreddare completamente adagiando i panini sulla griglia così da far asciugare anche la parte inferiore.

Notes

  • I panini di Heidi si conservano chiusi in un sacchetto del pane o la scatola per biscotti per 2-3 giorni massimo.
  • Per gustarli al meglio, consiglio di scaldarli leggermente prima di consumarli.
  • E’ possibile anche congelare i panini chiudendoli in appositi sacchetti freezer. Basterà poi scongelarli a temperatura ambiente e scaldarli prima di consumarli.
  • Questi panini sono perfetti sia per esser farciti con carne, salse salate o affettati vari così come con creme dolci spalmabili o confetture varie.

Scopriamo insieme le altre proposte del paniere odierno:

Federica: Pan bauletto vortice allo yogurt greco e spinaci
Simona: Coroncine di pane (tutorial)
Zeudi: Biscotti al grano saraceno con zucchero di canna

Seguici anche su FacebookInstagram e Pinterest

Potrebbero interessarti anche:


Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Federica
3 mesi fa

Sabrina questi panini hanno attivato le mie papille gustative 😋😋😋che belli che sono!!! E immagino che sapore e morbidezza… complimenti davvero!

Zeudi
Zeudi
3 mesi fa

Ma come sono cariniiiiii!!! Anch’io guardavo Heidi da piccola e mi ricordo benissimo di questi panini nel cartone animato… Però preferisco questi veri! 😛

Daniela
3 mesi fa

Li fa mia nuora, ma è adorabile il nome che hai dato loro: panini di Heidi ^_^
Sono deliziosi!

Simona
3 mesi fa

Li adoro! ❤️ Avevo la ricetta tedesca da qualche parte chissà dov’è finita . Quante ne ho segnate da fare, ci vorrebbero tre vite e tanto metabolismo veloce 😅
Cara Sabri i tuoi panini sono stupendi super brava!

carla emilia
carla emilia
3 mesi fa

Anni fa in una vacanza a Salisburgo erano i panini della colazione, una delizia!!! Brava Sabri 🙂