Crema di peperoni

Crema di peperoni

Condimento perfetto per pasta e crostini

La crema di peperoni è una preparazione semplice e veloce, ricca di gusto e colore, perfetta sia come consimento per primi piatti di pasta, sia come crema da spalmare su pane brushettato, sia come fondo per altre preparazioni come il pesce ad esempio.

La crema di peperoni si prepara in pochissimi minuti e la sei può conservare in frigorifero per qualche giorno, ben chiusa in un barattolo. Si possono preparare delle conserve seguendo le indicazioni che trovi in questo post per una corretta sanificazione e conservazione delle conserve.

E’ possibile conservare la crema di peperoni per più tempo anche congelandola in appositi contenitori, meglio se monodose. Una volta scongelata, la crema di peperoni va conservata in frigo e consumata entro 1-2 giorni massimo.

Peperoni: proprietà

Nella stagione estiva i peperoni colorano gli orti e la nostra tavola. Molte le varietà, tre i principali colori (rosso, verde, giallo), tante le proprietà.

Essi infatti, sono alimenti preziosi per il ostro benessere perchè ricchi di benefici per l’organismo. Tra questi, l’effetto depurativo, diuretico e lassativo, grazie alla presenza di solanina, potassio, beta-carotene, fibre e acqua.

Proprio grazie a quest’ultimo valore, i peperoni sono preziosi per la loro capacità di reintegrare l’acqua,
inoltre è ricco di sali minerali quali fosforo, magnesio, potassio, ferro e calcio.

Contiene una percentuale di vitamina C (4 volte maggiore che negli agrumi) e di vitamina A che hanno la capacità di aumentare la resistenza alle infezioni. Le vitamine presenti nel peperone, così come i sali minerali, sono utili per il corretto funzionamento dell’apparato cardiovascolare e nel controllo dei livelli di colesterolo LDL.

Non meno importante è la loro capacità di irrobustisce i muscoli e favorisce l’assorbimento del ferro.

I peperoni non mancano in un regime alimentare dietetico ipocalorica poichè hanno poche calorie ma un alto potere saziante e contengono capsaicina, una sostanza che favorisce il maggior rilascio di succhi gastrici, facilitando la digestione e migliorando le funzionalità dello stomaco.

E poi c’è che sono deliziosi e versatili in cucina!

Controindicazioni

In botanica il peperone fa parte della famiglia delle Solanacee e, più precisamente, del genere Capsicum (nel quale sono compresi anche i peperoncini).

La particolarità del genere capsico è la presenza di un alcaloide chiamato “capsaicina”, principio attivo responsabile della piccantezza del peperone. Esso se assunto puro e in quantità elevate, risulta tossico e provoca danni importanti ed ustioni delle mucose, fino alla morte in alcuni casi per arresto respiratorio.

La capsaicina è concentrata nei semi e nei filamenti bianchi del peperone, mentre è presente in quntità contenuta nel resto del peperone, soprattutto, se si parla dei comuni peperoni dolci.

In caso di ulcera gastrica o di emorroidi è consigliabile un consumo limitato di peperoni poichè un eccesso può aumentare il senso di bruciore e aumentare l’acidità nel treatto gastro-esofageo.

Anche in caso di epatopatie non è consigliabile sovraccaricare il lavoro del fegato con l’apporto di solanina (contenuta anche nei peperoni), soprattutto s epoco maturo e non accuratamente sbucciato e privato dei semi.

Sconsigliato è il consumo nei soggetti allergici o intolleranti all’alimento (allergene Cap a1 e Cap a2, ma bisogna precisare che i peperoni rientrano nel registro delle allergie alimentari rare) e nei bambini il cui fegato è ancora in crescita per cui la solanina potrebbe causare intossicazione alimentare più che negli adulti (anche se in piccole quantità e ben spellato e privato dei semi raramente comporta dei problemi). E’ consigliabile dunque introdurre i peperoni nell’alimentazione dei bambini a partire dai 10-12 anni di età.

Varietà

Le varietà di peperoni sono davvero molte. Essi si distinguono per forma, colore e sapore: essi infatti possono avere una forma quadrata o allungata, possono essere di medie o gradi dimensioni, e possono essere più o meno dolci o acri.

Per quanto riguarda il colore, invece, abbiamo una gamma davvero ampia:

  • bianchi (come quelli ungheresi dai quali si ricava la paprika),
  • arancioni (molto dolci e tipici dei paesi con clima molto caldo),

i più classici rosso, giallo e verde:

  • rossi (dalla polpa croccante e sapore deciso),
  • gialli (più succosi e dolci rispetto ai rossi),
  • verdi (in realtà sono i peperoni di varietà giallo o rossa raccolti non a completa maturazione, pertanto di gusto più acre e acidulo),

non mancano poi peperoni di color amaranto, violetti e neri!

Come preparare la crema di peperoni e le varianti.

La crema di peproni si preparar con semplici mosse e in pochi minuti. Basterà pulire bene i peperoni e cuocerli in padella con poco olio per poi frullarli e utilizzarli per condire pasta, pane briìuschettato o utilizzarli come fondo per accompagnare altri alimenti come, ad esempio, del pesce grigliato o polpette fritte.

Ai peperoni si aggiungono erbe aromatiche o spezie per esaltarne il gusto, oppure si possono impreziosire con l’aggiunta di altre verdure dolci quali le zucchine e pomodori maturi come nel caso della crema di verdure dolci.

E’ possibile preparare la crema arrostendo i peperoni invece di cuocerli in padella. Dopo averli arrostiti, bisogna eliminare pelle, semi e filamenti interni, quindi si trasferiscono nel mixer e si aggiungono gli altri ingredienti. Si otterrà una crema dal gusto decisamente più vivace e deciso.

Altre varianti della crema di peperoni si ottengono aggiungendo delle mandorle o altra frutta a guscio, della ricotta salata o altro formaggio grattugiato (se non si hanno problemi di allergie alimentari al latte e derivati o non si è vegani), oppure delle olive.

Crema di peperoni

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Sughi e salse, Condimenti, Crema di verdureCuisine: Cucina italianaDifficulty: Facile
Servings

4

servings
Prep time

5

minutes
Cooking time

15

minutes
Total time

20

minutes

Ingredients

  • 300 gr 300 peperoni rossi quadrati

  • 200 gr 200 pomodori ramati

  • 1 cucchiaio 1 olio extra vergine di oliva

  • 1 spicchio 1 aglio

  • q.b. erbe aromatiche (prezzemolo, basilico, timo)

  • q.b. sale

  • q.b. pepe (facoltativo)

  • Per la pasta
  • 280 gr 280 pasta (corta o lunga secondo preferenza)

Directions

  • Mondare e lavare i peperoni, rimuovere la calotta, tagliare per il senso della lunghezza ed eliminare i semini interni ed i filamenti bianchi.
    Quindi ridurre a cubetti.
  • Lavare i pomodori, tagliarli a cubetti.
    Lavare le erbe aromatiche e tritare finemente.
    Sbucciare lo spicchio d’aglio.
  • Versare l’olio in una casseruola e far soffriggere l’aglio. Quando prende colore se si preferisce eliminarlo, oppure aggiungere direttamente i peperoni ed i pomodori a cubetti.
  • Cuocere a fuoco medio per circa 15 minuti, smescolando di tanto in tanto, aggiustando di sale e pepando (se si preferisce). Unire anche il trito di erbe aromatiche.
  • Al termine della cottura dei peperoni, trasferire il tutto in un contenitore alto e frullare con il mixer a immersione fino ad ottenere un crema liscia e vellutata.
  • Preparare la pasta
  • Nel frattempo, cuocere la pasta in acqua salata, secondo i tempi di cottura riportati sulla confezione della pasta stessa.
  • Trasferire la crema di peperoni nuovamente nella padella utilizzata per la cottura della stessa, unire un mestolo di acqua di cottura della pasta e amalgamare bene.
  • Scolare la pasta cotta al dente e versare direttamente nella crema di peperoni in padella.
  • Mantecare pochi istanti per amalgamare bene il tutto, quindi trasferire nei piatti da portata e servire calda.

Notes

  • La crema di peperoni si può preparare in anticipo e conservarla per massimo un giorno in frigorifero.
  • La pasta con crema di peperoni da il masismo del gusto e dell’aroma se consumata appena pronta. E’ possibile però conservarla per un giorno in frigorifero, chiusa in un contenitore ermetico, e scaldata all’occorrenza.
  • E’ possibile preparare la crema di peperoni anche dei peperoni gialli se si preferisce un colore ed un gusto più delicati. Anche l’aglio può esser sostituito dalla cipolla o dallo scalogno.
  • E’ possibile preparare delle varianti della crema di peperoni aggiungendo delle mandorle o altra frutta a guscio, della ricotta salata o altro formaggio grattugiato (se non si hanno problemi di allergie alimentari al latte e derivati o non si è vegani), oppure delle olive.
  • E’ possibile preparare la crema arrostendo i peperoni invece di cuocerli in padella. Dopo averli arrostiti, bisogna eliminare pelle, semi e filamenti interni, quindi si trasferiscono nel mixer e si aggiungono gli altri ingredienti. Si otterrà una crema dal gusto decisamente più vivace e deciso.
  • La crema di peperoni è ottima anche come crema da spalmare sul pane bruschettato o da utilizzare come fondo di accompagnamento per altri alimenti come, ad esempio, del pesce grigliato o polpette fritte.

Potrebbero interessarti anche:

https://delizieeconfidenze.com/2019/08/peperoni-ripieni-di-arista.html
https://delizieeconfidenze.com/2018/08/peperoni-ripieni-di-cous-cous.html
https://delizieeconfidenze.com/2019/07/pollo-e-peperoni-unconventional-recipe.html
https://delizieeconfidenze.com/2020/10/polpette-di-ceci-e-peperoni-con-fiocchi-davena.html
https://delizieeconfidenze.com/2020/09/insalata-di-lenticchie-con-fiocchi-di-avena-e-peperoni.html
https://delizieeconfidenze.com/2019/06/tentacoli-di-polpo.html
https://delizieeconfidenze.com/2018/11/corona-ripiena-peperoni-e-cotto.html
https://delizieeconfidenze.com/2018/05/lasagnette-scomposte-con-crema-di-peperoni-e-rabarbaro.html
https://delizieeconfidenze.com/2018/05/farinata-di-ceci-con-porri-e-peperoni.html
https://delizieeconfidenze.com/2022/07/cous-cous-con-vongole-e-verdure.html
https://delizieeconfidenze.com/2017/07/polpettine-mini-al-sugo-con-peperoni.html
https://delizieeconfidenze.com/2017/05/cous-cous-ai-tre-peperoni.html

Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments