Glogg (vino cotto liquoroso e speziato)

Glögg o Glögi

Il glögg o glögi è una bevanda simile al vin brulé, tradizionale dei Paesi scandinavi nel periodo delle festività natalizie.

Dal finlandese glögi allo svedese glögg, entrambe derivano da “glödgat vin”, ossia “vino caldo”. In Svezia è conosciuto anche come glogg, che deriva da glödga e che significa “bruciare” o “riflettere/rimuginare”.

Una bevanda alcolica che scalda, dal profumo inebriante e speziato e dal gusto intenso e dolce.

Un pò di storia

Quella di bere vini caldi è un’usanza antica dei Paesi nordici che risale al XVI secolo. Anticamente con questi nome si indicava un liquore speziato molto lontano dalla bevanda di oggi, e divenne negli anni una delle bevande preferite dei corrieri che viaggiavano a cavallo o con gli scii, con lo scopo di scaldarsi durante le giornate più fredde.

Nel XIX secolo il glogg divenne popolare e si iniziaa mescolare il liquore speziato ad altri liquidi come, ad esempio, il succo di frutti di bosco e altri liquori alcolici.

Solo dopo (a cavallo con il XX secolo) il glogg viene mescolato al vino rosso e diventa popolare anche in Finlandia

Nel 1919 la legge sul proibizionismo limitò drasticamente il consumo di tale bevanda, restrizione che durò fino agli anni 30, quando le leggi contro il consumo di alcolici furono revocate e le riviste finlandesi e svedesi iniziarono a pubblicizzare il glogg.

Durante gli anni 1950 e 1970, il glögg entrò a far parte della tradizione culinaria svedese e finlandese fino a divenire oggi la bevanda più consumata durante l’inverno ed il periodo natalizio in tutta la Scandinavia.

(Fonte: Wikipedia)

Come preparare il glogg

Il glogg viene preparato scaldando il vino rosso con l’aggiunta di zucchero, arance e spezie (cannella, zensero, chiodi di garofano, noce moscata e cardamomo). Solo in ultimo viene aggiunto il liquore (rum o altri liquori come il cognac, lo sherry, il maraschino).

Dopo alcuni minuti, la bevanda viene filtrata e servita nelle tazze con l’aggiunta di mandorle e lamelle e uvetta. Deve esser sorseggiata rigorosamente calda.

Da tradizione, il glogg viene gustato in abbinamento ai lussekatter, dei dolci lievitati dal colore acceso (dovuto all’aggiunta di zafferano nell’impasto) e gusto unico.

Come preparare il glogg analcolico

Esiste una variante analcolica del glogg che vede l’utilizzo di succo d’uva o di mele o, ancora, di frutti di bosco al posto del vino.

In Finlandia con Carolina

Dopo aver imparato tutti i nomi di questa bevanda nonchè i modi per prepararla, non ci resta che fare un salto in Finlandia alla scoperta di Helsinki, la capitale.

E chi meglio di Carolina va in città può raccontarci le meraviglie di questa capitale europea che, a suo dire, riesce a sorprendere e conquistare!

Vi lascio la cartolina di viaggio ricevuta da Carolina, mentre vi invito a scoprire il suo racconto su Helsinki qui.

Glögg o Glögi

5.0 from 2 votes
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Bevande, Bevande natalizie, Bevande alcoliche, Vino cottoCuisine: Cucina Paesi ScandinaviDifficulty: Facile
Servings

4

servings
Prep time

10

minutes
Cooking time

45

minutes
Total time

55

minutes

Il glögg o glögi è una bevanda simile al vin brulé, tradizionale dei Paesi scandinavi nel periodo delle festività natalizie.
Dal finlandese glögi allo svedese glögg, entrambe derivano da “glödgat vin”, ossia “vino caldo”. In Svezia è conosciuto anche come glogg, che deriva da glödga e che significa “bruciare” o “riflettere/rimuginare”.
Una bevanda alcolica che scalda, dal profumo inebriante e speziato e dal gusto intenso e dolce.
Esiste una variante analcolica del glogg che vede l’utilizzo di succo d’uva o di mele o, ancora, di frutti di bosco al posto del vino.

Ingredients

  • 500 ml vino rosso

  • 200 ml rum scuro

  • 150 gr zucchero semolato

  • 3 bastoncini di cannella

  • 2 stelle di anice

  • 1 cucchiaino cannella in polvere

  • 1 cucchiaino cardamomo in polvere

  • 1 cm zenzero fresco

  • 1/2 arancia (a fette)

  • q.b. chiodi di garofano in polvere (la punta di un cucchiaino)

  • q.b. noce moscata

  • Ingredienti aggiuntivi
  • q.b. mandorle a lamelle

  • q.b. uva passa

Directions

  • In una pentola versare il vino ed aggiungere tutti gli alri ingredienti ad eccesione del liquore (quindi le spezie, lo zucchero, l’arancia a fette)
  • Portare la pentola su fiamma media e lasciar scaldare per 5-7 minuti, mescolando fino a quando lo zuccheor non sarà sciolto completamente.
  • Abbassare la fiamma e proseguire la cottura per altri 30 minuti, mescolando per non far prendere il bollore.
  • Aggiungere il rum e proseguire la cottura per altri 10 minuti, sempre a fiamma bassa e sempre mescolando.
  • Togliere la bevanda dal fuoco e filtrare.
  • Nel frattempo disporre nelle tazze l’uva passa e le mandorle a lamelle, quindi versare il glogg filtrato nelle tazze e servire subito.


Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] pasticcera, crema al caramello o chantilly (sempre senza proteine del latte) o un bicchiere di glogg o vin […]