Zucca Hokkaido ripiena di riso

Zucca ripiena di riso

Zucca Hokkaido, riso e funghi porcini

La zucca ripiena di riso e funghi è un primo piatto vegetariano molto gustoso e scenografico, dalla consistenza morbida, cremosa e appagante.

Si tratta di un piatto tradizionale della cucina italiana, semplice e gustoso, che può essere preparato in diverse varianti.

Un piatto scenografico e versatile che può essere gustato in diverse occasioni: ideale per un pasto in famiglia o per una cena con gli amici, perfetto da servire in tavola in occasioni speciali.

La zucca ripiena di riso ha un aspetto invitante e, con la sua buccia colorata, è un contenitore perfetto per il ripieno. in perfetto mood autunnale.

Come preparare la zucca ripiena di riso

Preparare la zucca ripiena di riso è davvero semplice e relativamente veloce.

Per la preparazione della ricetta ho scelto la zucca hokkaido, una zucca dalla dimensione ridotta rispetto alle altre varietà (perfetta per 4-6 persone), dal sapore dolce e una consistenza cremosa, nonchè per via della sua buccia che si cucina e consuma allo stesso modo della polpa.

Dopo aver lavato la zucca ed eliminato eventuali impurità sulla buccia, la zucca viene svuotata della polpa, che viene poi utilizzata per preparare il ripieno, eliminando semi e filementi.

Il riso viene cotto in un brodo vegetale o di carne, e poi condito con gli altri ingredienti. La zucca viene poi riempita con il ripieno e cotta in forno.

Mentre si procede alla preparazione del risotto, la zucca svuotata viene infornata e lasciata cuocere delicatamente.

Preparato il riso e cotta la zucca vuota, basterà riempire quest’ultima con il risotto e rimettere in forno per una decina di minuti. La zucca ripiena di riso è pronta per esser servita.

Come servire la zucca ripiena di riso

La zucca ripiena di riso è un piatto scenografico che va presentato in tavola integra, in tutta la sua bellezza.

Se si prepara in occasione di un pranzo o una cena in famiglia, è possibile consumare il riso direttamente dalla zucca o, in alternativa, impiattare il riso direttamente a tavola.

Se si lascia riposare qualche minuto, sarà possibile tagliare la zucca a spicchi, senza che il riso “scivoli via” e servire ogni spicchio ad ogni commensale.

L’importante sarà servrie e consumare anche la “zucca contenitore”!, consumandone anche la pelle che risulterà morbida, delicata e deliziosa.

La zucca

La zucca è un ortaggio autunnale che, ad iniziare dal mese di ottobre, ci accompagna per tutto l’inverno. Versatile in cucina, la zucca viene impiegata nella preparazioni di innumerevoli piatti, sia dolci che salati.

Tante le varietà di zucca, tutte però accumunate dalle stesse proprietà nutrizionali.

Esse infatti, hanno un basso contenuto di carboidrati, mentre elevato è il contenuto di fibre, vitamine e sali minerali.

La zucca è un ottimo alleato per prevenire l’invecchiamento delle cellule e contrastare i radicali liberi grazie al betacarotene (importante antiossidante) di cui è ricca, nonchè a grassi buoni come gli Omega-3, ottimi alleati contro il colesterolo.

Grazie alle fibre, inoltre, la zucca è un ottimo alleato contro la stitichezza, manenendo inalterato il tratto intestinale e le irritazioni del tratto urinario.

Non da meno sono le qualità della zucca che aiutano il nostro organismo a prevenire la ritenzione idrica, l’insonnia e l’ansia grazie al magnesio, al potassio e alla percentuale d’acqua presente nell’ortaggio.

Prima di consumarla, è opportuno lavare accuramente la buccia esterna, eliminare eventuali impurità e procedere quindi alla cottura.

Della zucca non si butta via nulla: i semi infatti, lavati, asciugati e fatti tostare in forno diventano un salutare e proteico snack da gustare; mentre la buccia, previa cottura, può diventare ingrediente di altre preparazioni, ma può esser anche gustata in semplicità, infornata per delle sfiziose chips, oppure spadellata per un contorno diverso e gustoso.

Zucca Hokkaido

Tra le diverse varietà di zucca, la zucca Hokkaido (conosciuta anche come Potimarron o zucca castagna) è una varietà molto particolare dell’ortaggio, che sta prendendo sempre più piede nelle nostre cucine.

Grazie alla sua buccia commestibile (che può essere cucinata allo stesso modo della polpa), il profilo nutrizionale e il suo particolare sapore (che ricorda molto per sapore e consistenza una purea di castagne), la zucca hokkaido si garantisce un posto di tutto rispetto in cucina, garantedo il successo di ogni preparazione nella quale viene impiegata.

La zucca Hokkaido è una varietà di zucca originaria del Giappone. In Italia è più comunemente chiamata “zucca castagna”, sia per la sua forma tondeggiante e di piccole dimensioni (che ricorda vagamente la forma di una grossa castagna), sia per il sapore dolce e delicato che ricorda, appunto, quello delle castagne.

La polpa è cremosa e compatta ed ha una consistenza che ricorda quella della patata americana, mentre la buccia è di colore rosso-arancio.

Pur garantendo le stesse proprietà nutrizionali delle altre varietà, la zucca hokkaido presenta una minore qualtità di acqua.

La zucca Hokkaido è un alimento versatile che può essere utilizzato in cucina in diversi modi. Può essere consumata cruda, cotta al forno, bollita o al vapore. Può essere utilizzata per preparare zuppe, torte, biscotti e altri dolci.

Zucca ripiena di riso – Zucca Hokkaido, riso e funghi porcini

5.0 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Primi piatti, RisottoCuisine: cucina italianaDifficulty: facile
Servings

4

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

20

minutes
Total time

50

minutes

La zucca ripiena di riso e funghi è un primo piatto vegetariano molto gustoso e scenografico, dalla consistenza morbida, cremosa e appagante.
Un piatto scenografico e versatile che può essere gustato in diverse occasioni: ideale per un pasto in famiglia o per una cena con gli amici, perfetto da servire in tavola in occasioni speciali.
La zucca ripiena di riso ha un aspetto invitante e, con la sua buccia colorata, è un contenitore perfetto per il ripieno. in perfetto mood autunnale.
Se si prepara in occasione di un pranzo o una cena in famiglia, è possibile consumare il riso direttamente dalla zucca o, in alternativa, impiattare il riso direttamente a tavola.
Se si lascia riposare qualche minuto, sarà possibile tagliare la zucca a spicchi, senza che il riso “scivoli via” e servire ogni spicchio ad ogni commensale.
L’importante sarà servrie e consumare anche la “zucca contenitore”!, consumandone anche la pelle che risulterà morbida, delicata e deliziosa.

Ingredients

  • 250 g riso Carnaroli

  • 150 g funghi porcini secchi

  • 3 cucchiai olio extra vergine di oliva

  • 2 ramett1 rosmarino

  • 1 zucca Hokkaido

  • 1 carota

  • 1 costa sedano

  • 1/2 cipolla

  • q.b. Parmigiano Reggiano 36 mesi grattugiato

  • q.b. sale

  • 500 ml brodo vegetale

  • 1 bicchiere vino bianco da tavola (circa 150 ml)

Directions

  • Preparare la zucca “contenitore”
  • Lavare la zucca Hokkaido ed eliminare eventuali impurità della pelle.
    Tagliare la calotta della zucca, con un cucchiaio eliminare semi e filemneti e svuotarla della polpa, senza forarla.
    Tagliare a pezzetti la polpa.
  • Spennellare internamente la zucca svuotata con un cucchiaio d’olio e spennellare anche la calotta.
    Mettere all’interno della zucca vuota un rametto di rosmarino, adagiare l’ortaggio (e calotta) sulla leccarda del forno e cucoere in forno a 180°C, modalità ventilata, per 20 minuti circa; fino a quando i bordi della zucca iniziano a colorare e l’interno risulta morbido ma esternamente soda, compatta.
  • Estrarre dal forno e tenere da parte.
  • Preparare il risotto alla zucca e funghi porcini
  • Utilizzando dei funghi secchi, è necessario mettere in ammollo quest’ultimi per 10 minuti in un recipiente colmo d’acqua tiepida.
  • Prima di utilizzare i funghi per la preparazione, strizzarli per eliminare l’acqua di ammollo e impiegarli nella ricetta.
  • Mondare le verdure (cipolla, sedano, carota), lavare e tagliare in piccoli pezzi.
    Trasferire in un tegame (risottiera) e lasciar soffriggere in due cucchiai di olio extra vergine d’oliva.
  • Quando il soffritto sarà pronto, aggiungere un rametto di rosmarino e lasciar insaporire giusto qualche istante, dunque rimuovere il rosmarino.
  • Versare il riso e lasciar tostare su fiamma allegra, quindi sfumare con il vino fino.
    Lasciar evaporare completamente la parte alcolica.
  • Aggiungere al riso la polpa della zucca ed i funghi ammollati e ben strizzati.
    Lasciar insaporire qualche istante.
  • Iniziare ad aggiungere il brodo vegetale (precedentemente preparato e mantenuto sempre al caldo), poco alla volta.
    Aggiungere il brodo solo quando quello versato in precedenza sarà stato assorbido dal riso.
    Proseguire in questo modo fino al termine della cottura del riso indicato sulla confezione (in media 18 minuti)
  • Qualche minuto prima della fine della cottura del riso (circa 3 minuti prima), quando il brodo sarà stato assorbido, togliere il riso dal fuoco, unire il formaggio grattugiato e mantecare bene.
    Aggiustare eventualmente di sale.
  • Riempire la zucca col riso
  • Trasferire il risotto all’interno della zucca, cospargere con altro formaggio grattugiato e infornare nuovamente a 180°C, modalità ventilata, per 15 minuti, fino al formarsi di una leggra crosticina dorata in superficie.
  • Sfornare la zucca ripiena di riso, trasferirla nel piatto da portata e servire.

Notes

  • La zucca ripiena di riso può esser preparata in anticipo e conservata in frigorifero in un contenitore ermetico. Prima di consumare il piatto, è opportuno scaldarlo in forno o al microonde.

Potrebbero interessarti anche:



Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments