Caramelle Gelèe al limone e all’arancia

“La Befana vien di notte, con le scarpe tutte rotte, porta un sacco pieno di doni da regalare ai bambini buoni” Così recita una delle tante filastrocche su questa non tanto graziosa vecchietta che scende dal camino per riempire le calze lasciate la sera dai bambini…..

E tu sei stato buono? Lo gnomolo si, anche se un pochino di carbone lo troverà che un pochino birbantello lo è sempre! E tra biscotti e delizie varie, anche le sue caramelle preferite: le gelèe alla frutta che, vista la stagione, ho preparato con il succo di limone e succo di arancia.

Le gelèe alla frutta sono delle caramelle molto semplici da preparare in casa, che si possono realizzare con il succo della frutta che si preferisce, morbide e zuccherose, sono una vera tentazione per grandi e piccini!

Per realizzarle occorrono degli stampini piccoli, meglio se di silicone per facilitarne l’estrazione una volta pronte senza rovinare la caramella (io utilizzo degli stampini per cioccolatini e bon bon), oppure si può può realizzare un unico rettangolo da ritagliare a cubetti una volta pronte.

Gelèe al limone e all’arancia

Ingredienti

Per 25-30 caramelle totali

  • 200 gr di zucchero semolato+necessario per decorare
  • 50 ml di succo di arancia ross
  • 50 ml di succo di limone
  • 12 gr di fogli di colla di pesce

Procedimento

  1. In una ciotolina immergere i fogli di colla di pesce in abbondante acqua fredda, e lasciarla ammorbidire.
  2. Nel frattempo, spremere separatamente gli agrumi per ottenere 100 ml di succo dai rispettivi frutti.
  3. Filtrare i due succhi di frutta e versarli in due pentolini con metà dello zucchero indicato per ciascuno dei succhi (100 gr di zucchero a pentolino)
  4. Portare ad ebollizione e lasciar cuocere per due, tre minuti, mescolando di continuo. Togliere dal fuoco i due pentolini.
  5. Strizzare i fogli di gelatina e suddividerli in egual misura per i due pentolini. Mescolare in maniera energica così da scioglierla bene senza lasciare grumi.
  6. Versare i due composti ottenuti in due stampini. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente prima di farli riposare in frigorifero per 4-6 ore.
  7. Sformare le caramelle con delicatezza dagli stampini di silicone, e passare le gelèe nello zucchero semolato per rivestirle con questi.

Le gelèe son pronte per esser servite o confezionate in graziosi sacchetti da inserire nelle calze della Befana!

Le caramelle possono essere conservate fino a 5-6 giorni in frigorifero.
È consigliato passarle nello zucchero pochi minuti prima di servirle, altrimenti l’umidità della caramella scioglierà lo zucchero.

Gelèe al limone e all’arancia

Lo sapevi che: La storia della Befana.

L’Epifania si festeggia il 6 gennaio, giorno durante il quale si celebra Gesù, visitato dai Re Magi e riconosciuto come figlio di Dio.

Il termine “Befana” deriva dal greco “Epifania”, ovvero “apparizione”. Ha antiche origini e discende da tradizioni magiche precristiane.

Nell’immaginario collettivo, la Befana è una vecchietta non molto graziosa, con il naso curvo ed il mento aguzzo, con abiti malconci e scarpe rotte, che viaggia al cavallo di una scopa volante, solcando il cielo notturno per portare in dono leccornie e/o giocattoli ai bambini buoni; e lasciando del carbone a quelli meno buoni!

Originariamente la Befana era il simbolo dell’anno appena concluso, passato, vecchio proprio come lei! I doni che portava erano di buon auspicio per l’anno nuovo che iniziava.

Nella tradizione cristiana, la storia della Befana è legata alla storia dei Re Magi: si narra che in una freddissima notte d’inverno, i tre Re Magi (Baldassare, Gasparre e Melchiorre) nel lungo viaggio per arrivare a Betlemme da Gesù Bambino, chiesero informazioni ad una vecchietta che indicò loro il cammino. I Re Magi invitarono la vecchietta ad unirsi a loro ma, nonostante le insistenze, la vecchina rifiutò. Una volta che i Re Magi se ne furono andati, la vecchietta si pentì di non averli seguiti, e preparò allora un sacco pieno di dolci e si mise a cercarli, ma senza successo. La vecchietta, quindi, iniziò a bussare ad ogni porta, regalando ad ogni bambino che incontrava dei dolcetti, nella speranza che uno di loro fosse proprio Gesù Bambino.

Ancora oggi, nella notte tra il 5 ed il 6 gennaio, tutti i bambini aspettano l’arrivo della Befana che , ahimè, tutte le feste porta via con se!

Gelèe al limone e all’arancia

Se provi una mia ricetta e pubblichi una foto su Instagram o altri social, ricordati di taggare  @delizieeconfidenze  e di utilizzare l’hashtag #delizieeconfidenze : sarò felicissima di condividerlo a mia volta!

Per non perdere nessuna ricetta, e per riceverle via email, iscriviti QUI . Ese ti va, metti il tuo “mi piace” QUI e seguimi anche sulla pagina Facebook. E non dimenticarti di Istagram! Puoi seguirmi cliccando QUI

Mi trovi anche su TwitterPinterest e Google+.

Segui anche il mio canale Youtube e iscriviti.

Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato sulle novità: torvi il format nella home.

E se hai un argomento da proporre, un approfondimento da chiedere, o per dire la tua su tematiche già esposte, ti aspetto QUI sul forum.

6 Commenti

  1. Cara Sabrina, che brava che sei, pure queste caramelle sai fare, complimenti!!!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

  2. Bravissima, che bontà fatte in casa!!!!

  3. Bravissima Sabry, queste caramelline sono una meraviglia . Un abbraccio grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.