Polpette di patate con noci, mandorle e uvetta

Le polpette di patate con noci, mandorle e uvetta sono delle polpette gustose e sfiziose, facili e veloci da preparare, che portano allegria in tavola e mettono d’accordo grandi e piccoli.

Ideali come antipasto o come secondo piatto da accompagnare a delle verdure grigliate, con un cuore a sorpresa di uvetta (uva passa), ideali per un buffet e finger food, ma anche da servire in cartoccio come uno street food. Hanno solo una controindicazione: vanno a ruba!

Queste polpette possono essere arricchite da del formaggio grattugiato, o rendere il cuore filante di formaggio e uvetta.  La mia versione resta priva di formaggio, che le rende un piatto ideale per chi deve o vuole evitare l’utilizzo di latte e derivati del latte nella propria alimentazione. Inoltre vengono preparate senza l’aggiunta di uovo.

Per preparare queste polpette ho utilizzato delle patate a pasta gialla perché più povere di zuccheri rispetto alle altre varietà, e quindi più compatte; caratteristica questa che le rende adatte a tutte le cotture, soprattutto per essere lessate e rimanere compatte.

Dopo aver lessato le patate e schiacciate con una forchetta, vengono lavorate con un trito fine di mandorle e noci, profumate con della barba di finocchio e paprika dolce. L’impasto dovrà averere una giusta consistenza: morbido per far si che non asciughi troppo durante la cottura, ma non troppo per evitare che si sfaldino mentre si cuocino. Una volta formate le polpette, vengono passate in un mix di panataura con del pangrattato, noci e mandorle tristate.

Infine la cottura: buone fritte, ottime al forno!

Polpette di patate con noci, mandorle e uvetta

Ingredienti

Per 4 persone

  • 3-4 patate a pasta gialla di media grandezza
  • 100 gr di mandorle senza pelle
  • 100 gr di gherigli di noci
  • 1 cucchiaino di paprika dolce
  • barba di finocchio q.b.
  • sale
  • pangrattato q.b.
  • olio extra vergine di oliva

Procedimento

  1. LAvare le patate con tutta la loro buccia, metterle in una capiente pentola e ricoprire di acqua. Porre la pentola sul fornello e portare ad ebollizione. Lasciar cuocerre su fiamma media per 20-30 minuti, fino a quando le patate non saranno cotte. Per verificarne la giusta cottura, fare la prova con una forchetta: se questa entra con facilità nella patata, questa è cotta.
  2. Scolare le patate e lasciar raffreddare, quindi privare della buccia e schiacciarle grossolanamente con una forchetta.
  3. Nel frattempo, preparare un trito non troppo fine di noci e mandorle con il frullatore (modalità pulse).
  4. Versare 3/4 del trito preparato nella patate schiacciate, aggiustare di sale, unire la paprika dolce e la barba di finocchio sminuzzata. Mescolare bene per amalgamare tutti gli ingredienti. Se il composto dovesse risultare troppo morbido e appiccicoso, aggiungere del pangrattato, al contrario, unire un cucchiaio di acqua alla volta fino ad ottenere la giusta consistenza.
  5. In un piatto fondo, mischiare il pangrattato con il restante trito di noci e mandorle.
  6. Prelevare un cucchiaio di composto di patate e, con le mani inumidite, lavorarle per formare le polpette, avendo cura di chiudere in ogni polpetta dell’uvetta.
  7. Passare ogni polpetta nel mix di panatura preparato, e disporle man mano sulla teglia ricoperta da carta forno.
  8. Oliare leggermente e cuocere in forno già caldo a 200°C per 15 minuti, e comunque, fino a doratura.
  9. Servire le polpette calde o tiepide.

Per chi soffre di intolleranza al glutine, si può sostituire il pangrattato con della panatura di mais

Polpette di patate con noci, mandorle e uvetta

In foto: piatti e posate EcoBioShopping


Se provi una mia ricetta, e pubblichi una foto su Instagram o altri social, ricordati di taggare  @delizieeconfidenze  e di utilizzare l’hashtag #delizieeconfidenze : sarò felicissima di condividerlo a mia volta!

Per non perdere nessuna ricetta, e per riceverle via email, iscriviti QUI . Ese ti va, metti il tuo “mi piace” QUI e seguimi anche sulla pagina Facebook. E non dimenticarti di Istagram! Puoi seguirmi cliccando QUI

Mi trovi anche su TwitterPinterest e Google+.

Segui anche il mio canale Youtube e iscriviti.

Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato sulle novità: torvi il format nella home.

E se hai un argomento da proporre, un approfondimento da chiedere, o per dire la tua su tematiche già esposte, ti aspetto QUI sul forum.

2 Commenti

  1. Mi piace un sacco l’idea dell’uvetta all’interno. Devono essere molto particolari, io amo l’accostamento dolce/salato

    • Sabrina Pignataro

      Ciao tesoro!
      Si, sono delle polpette molto gustose!! L’uvetta dona quella nota dolce che si sposa perfettamente al salato dell’impasto.
      Son sicura ti piacerebbero molto.
      Un abbraccio mia cara!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.