Pandoro e stella di pandoro con gocce di cioccolato fondente

Natale ormai è arrivato, mancano solo una manciata di ore e poi via ai ricchi banchetti, a baci ed abbracci, allo scarto dei regali.

Nonostante ciò, sei ancora in tempo per preparare un delizioso pandoro con le tue mani, confezionarlo e portarlo in dono per il pranzo di Natale! E se ti va di giocare con le forme, puoi preparare una golosa stella di pandoro e gustarla per il cenone di fine anno!

Doppia versione, stessa ricetta, entrambe arricchite da gocce di cioccolato fondente, e preparate con una farina bianca a ridotto impatto glicemico grazie al suo contenuto di fibre: la farina Intera Oro , dalla forza farina W420, prodotta con l’esclusiva Lavorazione Fedele®, metodo brevettato e naturale di Molino Colombo.

Cos’è la Lavorazione Fedele®? Te lo spiego a fine ricetta, ora prepariamo insieme questi lievitati dolci immancabili durante le feste natalizie.

La dose che riporto in ricetta è sufficiente per preparare un pandoro da 1 kg e due stelle da 500 gr cad.

Pandoro con gocce di cioccolato fondente

Ingredienti

  • 655 gr di farina Intera Oro
  • 260 gr di burro di ottima qualità
  • 250 gr di zucchero a velo
  • 190 ml di acqua tiepida
  • 150 ml di panna fresca liquida
  • 80 gr di cioccolato bianco
  • 10 gr di sale fino
  • 18 gr di lievito di birra fresco
  • 6 tuorli + 1 uovo intero
  • 1 cucchiaio di miele (chiaro e delicato)
  • la scorza grattugiata di un limone
  • estratto di vaniglia q.b.
  • 100 gr di gocce di cioccolato fondente
  • zuccehro a velo per decorare
  • cacao amaro in polvere per decorare

Pandoro con gocce di cioccolato fondente

Procedimento

NB: durante il procedimento saranno indicate le quantità degli ingredienti utilizzati per quel determinato passaggio. Queste quantità si intendono prese dal totale indicato nella lista degli ingredienti.

Si riportano anche giorni ed orari che sono indicativi per valutare bene i tempi di lavorazione necessari.

I tuorli delle uova dovranno essere freddi di frigorifero.

Il burro dovrà essere di ottima qualità, mantenuto a temperatura ambiete ed utilizzato morbido “a pomata”.

  1. lunedì sera ore 19.00 prepariamo il poolish: in una ciotola versare 150 ml di aqua con 75 gr di farina e 5 gr di lievito di birra fresco. Mescolare a mano con una forchetta, quindi coprire con pellicola alimentare e riporre in frigorifero per tutta la notte (12 ore)
  2. martedì mattina ore 07.00 prepariamo la biga: sciogliere 10 gr di lievito di birra in 40 ml di acqua tiepida insieme al miele. Una volta sciolto bene, aggiungere poca alla volta 100 gr di farina e 2 tuorli. Impastare e formare un panetto. Riporre in una ciotola, coprire bene, e lasciar lievitare in luogo asciutto ed al caldo fino al suo raddoppio (circa 2 ore). Sempre alle ore 8.00, togliere il poolish dal frigorifero e mantenerlo a temperatura ambiente.
  3. martedì mattina ore 11.00 prepariamo l’impato: nella ciotola dell’impastatrice versare i due lieviti (poolish e biga). Aggiungere 150 gr di farina ed azionare la macchina con gancio, e lasciar impastare fino ad avere un composto ben amalgamato, morbido e incordato (circa 20 minuti con l’impastatrice a velocità media).
  4. Rallentare la velocità ed incorporare 1 tuorlo e 35 gr di zucchero a velo, continuando sempre a lavorare il composto. Lasciar incordare nuovamente (circa altri 20 minuti).
    Unire ora 80 gr di burro morbidissimo, e lasciar lavorare la macchina fino ad ottenere un composto elastico. Una volta ottenuto, coprire e lasciar lievitare il composto fino al suo raddoppio (4 – 6 ore).
  5. martedì sera ore 18.00 prepariamo emulsione: far sciogliere a bagno maria 100 gr di burro con 50 ml di panna fresca liquida, ed il cioccolato bianco. Una volta sciolti completamente, togliere il recipiente dalla fonte di calore e lasciar raffreddare completamente.
  6. L’impasto sarà ormai lievitato, quindi riposizionare in macchina e versare la panna fresca liquida rimasta, l’albume dell’uovo intero, e 250 gr di farina. Azionare la macchina (sempre con gancio) e lasciar lavorare fino ad ottenere un impasto liscio.
  7. Rallentare la macchina ed unire i restanti tuorli (3 restanti), uno alla volta avendo cura di far incorporare bene il precedente prima di aggiungere il tuorlo successivo. Alternare ogni tuorlo con un cucchiaio di zucchero a velo (215 gr restanti), ed uno di farina (80 gr restanti).
  8. Ora unire all’impasto un cucchiaio alla volta di emulsione, lasciandolo assorbire completamente prima di procedere con il successivo.
  9. martedì sera ore 19.00 circa: dopo che l’impasto avrà assorbito completamente l’emulsion e esarà tornato liscio e compatto, ribaltarlo sulla spianatoia leggermente infarinata e lasciarlo riposare 30 minuti. Trascorso questo riposo, allargare pigiandolo con la punta delle dita a formare un rettangolo.
  10. Distribuire sul rettandolo di impasto le gocce di cioccolato e richiudere le due estremità (nord e sud) del rettangolo portandole verso il centro; quiandi ripiegare le altre due estremità (est – ovest) portandole sempre verso il centro. Girare l’impasto lasciando il punto di unione delle estremità verso il basso, e pirlare l’impasto. Lasciarlo riposare 15 minuti.
  11. Dividere l’impasto a seconda dei pezzi desiserati (1 pezzo da 1kg e due da 500 gr, oppure 4 pezzi da 500 gr, o ancora due pezzi da 1 kg cad.). Pirlare nuovamente Ogni pezzo e lasciar riposare altri 15 minuti.
  12. Pirlare i singoli pezzi per l’ultima volta, e trasferire ognuno di essi in uno stampo ben imburrato (ma non infarinato). Coprire con la pellicola alimentare e lasciar riposare al caldo fino a quando l’impasto non sarà arrivato ai bordi (6 -8 ore)
  13. mercoledì mattina ore 07.00 cottura dei pandori: preriscaldare il forno a 190°C, modalità statica, e infornare i pandori. Lasciar cuocere a questa temperatura per 10 minuti, dopodiché abbassare la temperatura a 170°C e continuare la cottura per altri 35 minuti.
  14. Prima di sformare i pandori, verificarne la cottura facendo la prova stecchino (che in questo caso sarà uno stecchino lungo da spiedino) che dovrà risultare ben asciutto. Togliere dal forno e lasciar raffreddare completamente prima di sformare.
  15. Decorare spolverando prima con del cacao in polvere e ricoprire poi con una spolverata di zucchero a velo.

    Il pandoro si conserva morbido per 4-5 giorni ben chiuso in un sacchetto per alimenti, o in una scatola di latta alta.

Pandoro con gocce di cioccolato fondente

FARINA INTERA E LA LAVORAZIONE FEDELE®

La farina inetera Molino Colombo è l’unica farina bianca con caratteristiche salutistiche superiori alle farine integrali, che conserva integre le parti nobili del chicco.

Come ormai ben sappiamo, le moderne tecniche produttive e l’eccessiva raffinazione della farina, causano la perdita di molte sostanze nutritive tra cui le fibre e le vitamine.  Nel Molino Colombo, grazie alla Lavorazione Fedele®, garantiscono un processo tutto naturale, rendendo biodisponibili le fibre lungo tutto l’apparato digerente.

La farina intera Molino Colombo permette la disponibilità delle fibre solubili superiore del 30% rispetto alle farine integrali grazie alla Lavorazione Fedele®. Le fibre solubili sono in grado di aumentare il senso sazietà e di imprigionare alcuni nutrienti, attraverso la fermentazione producono un gel che rallenta lo svuotamento gastrico e mantiene sotto controllo i livelli di glicemia nel sangue.

Grazie alla Lavorazione Fedele®, sviluppata in collaborazione con l’Università di Bologna, vengono recuperate naturalmente le parti nobili del chicco di grano con effetti positivi per la salute e benessere senza rinunciare al gusto.

Grazie alla Lavorazione Fedele® quindi, è possibile mantenere le fibre eliminando la parte legnosa del grano, ottenendo così una Farina Intera® a ridotto impatto glicemico; l’unica farina bianca che conserva le parti nobili del chicco per un’alimentazione sana e naturale.

Pandoro con gocce di cioccolato fondente
Pandoro con gocce di cioccolato fondente

Articoli Correlati:

Pandoro sfogliato

Stella al cioccolato

Pandoro con crema di albumi alla nocciola



Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se vuoi chiedermi un consiglio per personalizzare e rifare una mia ricetta, scrivimi qui. Poi però scatta una foto del piatto ricreato, e condividila sui tuoi profili social utilizzando il mio hashtag #delizieeconfidenze e taggandomi su IG utilizzando @delizieeconfidenze

Ti sono grata per il tuo supporto al mio lavoro!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter, e  Pinterest.

7 Commenti

  1. Bravissima! I tuoi lievitati sono perfetti e il post dettagliato e spiegato benissimo ^_^
    Colgo l’occasione per fare a te, a tuo marito e allo Gnomolo i miei più cari ed affettuosi auguri di Buon Natale e Buon 2020.
    Vi abbraccio <3

  2. Un passaggio veloce, prima della maratona culinaria che mi aspetta domani, per augurare a te ed ai tuoi cari un sereno Natale colmo di gioia, risate e tanto buon cibo!
    un abbraccio
    Alice

  3. Pingback: Tortino al pandoro con crema pasticcera di riso - Delizie & Confidenze

  4. Pingback: Pizza con mascarpone, gorgonzola, pere e noci. - Delizie & Confidenze

  5. Pingback: Corona di pane agli 8 cereali - Delizie & Confidenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.