Pane ciabatta

Ciabatta alle erbe di provenza

La ciabatta è un tipo di pane dalla forma allungata e piatta, caratterizzato da una sottile e croccante crosta esterna ed una mollica morbida e alveolata. Semplice da preparare in casa, per il mio pane ciabatta ho aggiunto delle erbe di provenza che vanno a donare al pane un’aroma ed un gusto unico.

Origine del pane ciabatta

L’origine della ciabatta (pane tipo ciabatta) è veneta e risale al 1982 dalle sperimentazioni del panettiere Arnaldo Cavallari (panettiere di Adria in provincia di Rovigo), insieme al panettiere Francesco Favaron al quale si deve la forma tipic di questo pane. Cavallari iniziò una serie di esperimenti aumentando l’idratazione dell’impasto tradizionale del pane, dando vita ad un pane schiacciato che prese il nome di “ciabatta”, ricordando la calzatura alla quale per forma assomiglia.

Le caratteristiche della ciabatta furono ben gradite e ben presto la sua diffusione raggiunse ogni angolo della nostra Penisola, divenendo così uno tra le tipologie di pane più apprezzato, soprattutto quando si parla di sfiziosi panini!

Come preparare il pane ciabatta

Preparare il pane ciabatta non è difficile e si può lavortare sia a mano che con una impastatrice o ancora, con la planetaria. Disponendo di quest’ultima, ho lavorato l’impasto della ciabatta in planetaria, con il gancio a foglia (K), che mi permette un controllo migliore con gli impasti ad alta idratazione.

Ed è proprio l’alta idratazione la caratteristica di questo impasto, che risulta molto morbido e appiccicoso ma che, dopo un lungo riposo e qualche giro di piega, raggiunge la sua consistenza liscia e compatta.

Dopo un altro breve riposo, l’impasto viene diviso in parti uguali, ognuna delle quali stesa con una leggera pressione delle dita a formare un rettangolo, quindi arrotolare su se stesso.

I filoncini così ottenuti, necessitano di un breve ed ultimo riposo su un foglio di carta forno, che permetterà poi di far scivolare le ciabatte sulla pietra refrattaria con facilità.

In mancanza della pietra refrattaria, le ciabatte si possono cuocere su una leccarda: utilizzando quest’ultima, si può rivestire subito con la carta forno e far riposare direttamente lì le ciabatte.

In ultimo la cottura, durante la quale le ciabatte sprigioneranno già dai primi minuti un’aroma di pane inebriante, quel profumo che sa di buono, che raggiungerà ogni angola della casa.

Io ho realizzato due belle ciabatte ma, volendo, da questa ricetta si possono realizzare quattro ciabatte di media grandezza.

Le erbe di provenza

Le erbe di Provenza (o erbe provenzali) sono una miscela di erbe aromatiche essiccate, inventata in Provenza (sud della Francia) negli anni ’70, e diffusa in tutta la regione mediterranea.

Questa miscela è composta dalle più comuni erbe aromatiche tra le quali il timo, il rosmarino, il basilico, il finocchio, la salvia, la maggiorana, la menta, l’origano e la santoreggia. Le proporzioni, nonchè la presenza di una od altra erba, possono variare ma in ogni caso, la miscela è in grado di apportare a qualsiasi pietanza una carica aromatica e un gusto davvero sorprendenti.

Nel 2003 nasce la “Label Rouge”, un certificato di qualità (un segno di garanzia della qualità in Francia) che tutela l’autenticità di questa miscela e che prevede le seguenti proporzioni “herbes de provence”: il 27% di rosmarino, il 27% di santoreggia, il 27% di origano e il 19% di timo (Fonte: Wikipedia).

L’utilizzo della miscela di erbe di provenza è svariato: la si può aggiungere a qualsiasi preparazione, durante la cottura, per arricchire salse, brodi, sughi, verdure, carni, pesce, oppure la si può aggiungere ad impasti per ottenere un lievitato salato ed esaltarne così gusto e profumo.

Il buono del pane fatto in casa

Fare il pane in casa fa bene non soltanto alle nostre tasche, ma anche alla nostra salute, fisica e mentale.

Ho letto un articolo che parlava proprio dei benefici che l’arte dell’impastare porta a livello di serenità e buonumore, le condivido con voi riportando le dichiarazioni della Dott.ssa Rachele Bindi, psicologa e psicoterapeutica: “Preparare a casa pane, pizza e dolci è un modo per scaricare la tensione del momento. Impastare ci consente di portare la nostra attenzione su ciò che stiamo facendo. Quando impastiamo siamo quasi “costretti” a stare nel “qui e ora” (Fonte: Cucina Italiana)”.

Quast’arte mi ha insegnato davvero tanto in termini di pazienza: mi ha insegnato a saper attendere e sarò sincera: mi rilassa davvero molto impastare!

E diciamoci la verità: quant’è favoloso entrare in casa e sentire il profumo del pane appena sfornato? Oppure portare in tavola il pane fatto con le proprie mani, ancora un pò caldo, gustoso e fragrante beh, regala soddisfazioni!

Così mi concedo questo per me, per coccolare la mia famiglia, per il paniere odierno della Rubrica Il Granaio-Baking Time e festeggiare l’arrivo di una Terry de La casa di zucchero e lavanda, nuova amica nel team.

Ciabatta alle erbe di provenza

5 from 2 votes
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Pane, LievitatiCuisine: Cucina italianaDifficulty: Media
Servings

2

ciabatte
Prep time

40

minutes
Cooking time

30

minutes
Rest time

5

hours 

40

minutes

La ciabatta è un tipo di pane dalla forma allungata e piatta, caratterizzato da una sottile e croccante crosta esterna ed una mollica morbida e alveolata.
Semplice da preparare in casa, per il mio pane ciabatta ho aggiunto delle erbe di provenza che vanno a donare al pane un’aroma ed un gusto unico.

Ingredients

  • 300 ml 300 acqua tiepida

  • 200 gr 200 farina Manitoba

  • 200 gr 200 farina 00

  • 5 gr 5 lievito di birra fresco

  • 5 gr 5 sale fino

  • 1 cucchiaino 1 miele chiaro
    (in alternativa, 1 cucchiaino di zucchero o malto)

  • 2 cucchiai 2 erbe di provenza

Directions

  • Preparare l’impasto
  • In un bricco versare una piccola parte dell’acqua indicata in ricetta e sciogliervi il lievito insieme al miele.
  • Nella ciotola della planetaria versare le due farine e, con il gancio a foglia (K), mescolarle a bassa velocità.
  • Unire alle farine le erbe di provenza, l’olio, l’acqua con il lievito sciolto e lasciar impastare sempre a velocità bassa.
  • Versare la restante acqua poca alla volta, lasciandola assorbire bene al composto prima di aggiungerne altra.
  • Quando il composto inizia a compattarsi, aggiungere il sale ed aumentare la velocità.
  • Lasciar lavorare a velocità medio-alta per 10 minuti.
    Al termine, l’impasto risulterà appiccicoso, ma è normale.
  • Primo riposo
  • Coprire con pellicola alimentare e lasciar lievitare l’impasto in un luogo asciutto e caldo, al riparo da correnti d’aria.
    Perfetto sarà lasciarlo riposare nel forno spento ma con la sola luce accesa.
    Lasciar lievitare 4 ore.
  • Al termine delle 4 ore, riprendere l’impasto, capovolgerlo sul piano lavoro ben infarinato e sgonfiarlo praticando una leggera pressione delle dita.
  • Allargare l’impasto sempre con le dita e ripiegarlo su se stesso per più volte, quindi pirlarlo e dare una forma tonda e liscia.
  • Secondo riposo
  • Coprire con un panno asciutto e pulito e lasciar riposre ancora 1 ora.
  • Al termine dell’ora di riposo, dividere la palla a metà e stendere ogni metà a formare un rettangolo, sempre con una lieve pressione delle dita.
  • Arrotolare su se stesso ogni rettangolo, pizzicando bene il punto di chiusura.
  • Terso riposo
  • Disporre le due ciabatte sulla leccarda rivestita con carta forno.
    Lasciare la parte di chiusura del pane (la parte “pizzicata”) al di sotto, in modo che poggi sulla teglia.
  • Coprire con panno asciutto e pulito e lasciar riposare 40-60 minuti, fino al raddoppio del loro volume.
  • Cottura
  • Accendere il forno, modalità statica e portare la temperatura a 200°C.
    Disporre sul forno del forno un pentolino con dell’acqua.
  • Per un risultato eccellente, sarebbe opportuno far cuocere le ciabatte sulla pietra refrattaria: lasciar quindi scivolare le ciabatte dalla carta forno direttamente sulla pietra fatta scaldare in forno e procedere alla cottura come indicato sotto.
    In assenza di pietra refrattaria, procedere alla cottura su leccarta rivestita da carta forno.
  • Prima di infornare le ciabatte, praticare un taglio sulla superficie, nel senso della lunghezza.
  • Infornare e lasciar cuocere le ciabatte a 200°C per 20 minuti, dopodichè eliminare il pentolino con l’acqua e proseguire la cottura per altri 10 minuti.
  • Terminata la cottura, sfornare e lasciar raffreddare le ciabatte adagiandole su una gratella.

Notes

  • La ciabatta alle erbe di provenza va conservata chiusa in un sacchetto per alimenti, una volta completamente raffreddata. Si mantiene per 2-3 giorni.
  • E’ possibile congelare la ciabatta da cotta, intera o già tagliata a fette. Prima di consumarla, basterà farla scongelare e scaldare in forno per qualche minuto per farla rinvenire.

Scorpiamo insieme le altre proposte del paniere odierno:

Segui anche la nostra pagina Instagram e Facebook


Potrebbe interessarti anche:


Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Federica
2 mesi fa

Ma quanto sono invitanti le tue ciabatte Sabri? Ci spalmerei un velo delle mie confetture con un pochino di burro…ah goduria pura! Salvo la ricetta grazie ?

Simona Nania
2 mesi fa

Il pane è stupendo e le foto parlano da sole ? io ci vedrei bene una bella fetta di porchetta sopra ?

Zeudi
Zeudi
2 mesi fa

Splendido pane e splendido articolo. Mi piace tutto: il pane, le foto, le informazioni che, come sempre, sono precise e interessanti sul tuo blog. E poi come non concordare con la dottoressa che citi? Io dico sempre che impastare è una forma di meditazione 🙂

Micaela
2 mesi fa

E’ semplicemente perfetta la tua ciabatta. Complimenti

Teresa
2 mesi fa

Il tuo pane alle erbe di Provenza è bello ed elegante proprio come te! Immagino che profumo quando l’hai sfornato! Sono felice di averti conosciuta Sabri ❤️ sei davvero una splendida persona