Cioccolato

Crema al cioccolato e castagne con Genepy

La crema al cioccolato e castagne al Genepy è un dessert al cucchiaio dal gusto vellutato con note intense e vivaci date dal liquore Genepy.

Perfetta da servire come dolce di fino pasto, la crema al cioccolato e castagne con Genepy può esser servita calda e fumante, appena preparata, con tutta la sua cremosità e intensità di gusto, oppure si può preparare in anticipo e servire fredda, dalla consistenza più compatta, simil ad un budino. In entrambi i casi, il dolce sorprende per gusto e aroma.

Genepì (o Genepy): il liquore

Il Genepy è un liquore erbaceo valdostano, una “bevanda sacra”, così come viene descritta nel mio libro de “La cucina valdostana”

Si tratta di un liquore tonico e corroborante, prodotto nelle varietà dal verde chiaro al giallo ambrato, senza l’aggiunta di aromi e additivi.

Il liquore si contraddistingue per le sue spiccate note floreali e sentori fruttati, a livello olfattivo è intenso e persistente e gradevole, morbido e intenso al gusto.

Vienie preparato con Arthemisia Genepì e Arthemisia Glacialis, piante che crescono sopra i 3mila metri di altitudine, i cui fiori vengono raccolti nel mese di agosto (raccolti con apposito permesso della forestale), fatti essiccare all’aria e poi macerati in alcool a 60° per 45 giorni.

Il liquido viene poi filtrato e portato a 40°, con l’aggiunta di acqua (proveniente da fonti idriche del territorio valdostano) e zucchero, mantenendo però le peculiarità della pianta.

L’artemisia è conosciuta per le sue capacità curative e digestive, ha proprietà che favoriscono la regolare funzionalità del fegato e regolarizza il ciclo mestruale.

Per preparare in casa questo liquore, sono necessari 40 gr di sommità fiorite di artemisia (genepì), 500 gr di zucchero, 500 gr di acqua e altrettanti 500 gr di alcool a 90°. Il procedimento ben dettagliato è riportato nel libro soprindicato.

Non avendo possibilità di reperire le piante, il mio Genepy arriva direttamente da una bottega valdostana.

Genepì: la pianta

Il liquore soprindicato prende il nome dall’omonima piata con il quale viene preparato: la artemisia anche detta genepì.

Fin dal 1928 questa pianta è classificata come protetta e, dunque, necessita di apposita autorizzazione per esser raccolta.

Le restringenti limitazioni della raccolta, nonchè le difficoltà nel raggiungere le zone di sviluppo ad alta quota, hanno spinto gli agricoltori a coltivare l’artemisia in altre zone, riuscendo però a coltivare solamente la varietà Artemisia Mutellina.

Viste le difficoltà nell’ottenere l’ingrediente principale per la produzione del liquore, e viste le particolarità e proprietà della pianta stessa, dal 2015 al liquore Genepì è stata riconosciuta ufficilamente la denominazione di Igp (Prodotto con Indicazione Geografica Protetta), con la denominazione Genepì della Valle d’Aosta (o “Génépi de la Vallée d’Aoste”).

Come preparare la crema di cioccolato e castagne

Per la crema di cioccolato ho utilizzato gli ingredienti che si utilizzano per preparare una gustosa e cremosa cioccolata calda: un buon cacao amaro e del cioccolato fondente di qualità, almeno da 75% sono indispensabili. Ad essi si aggiunge una bevanda vegetale corposa e delicata alla soia, dal gusto morbido

Cremosa, lucida e densa proprio come quella del bar, grazie all’aggiunta di amido di mais, un addensante naturale ideale anche per i celiaci perchè naturalmente privo di glutine.

Si avrà così una cioccolata in tazza perfetta non soltanto per intolleranti al lattosio e allergici alla caseina, ma anche ideale per celiaci.

Una volta pronta la cioccolata, basterà aggiungere della pasta di marroni e del liquore Genepy e mescolare bene fino ad ottenere una crema omogenea, vellutata e liscia.

Per la pasta di marroni puoi seguire la ricetta che trovi all’interno della mia ricetta della brioche con cuore di castagne, cliccando qui.

La ricetta per L’Italia nel Piatto

Torna l’appunatmento mensile con la Rubrica L’Italia nel Piatto, attraverso la quale mi occupo di studiare e riproporre ricette della regione più piccola dell’Italia, lontanissima da me sotto ogni punto di vista, ma di un fascino che mi consuista ogni mese: la Valle d’Aosta.

Tema di questo mese sono “vini, liquori e infusi” che, attraverso ricette tipiche o rivisitazioni di esse, oopure attraverso fusion di tradizioni e costumi, diventino protagonisti della ricetta stessa, oppure condividerne la preparazione (di un liquore casalingo tipico).

Crema al cioccolato e castagne con Genepy

5.0 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Creme, Dolci al cucchiaio, DessertCuisine: cucina italiana, cucina valdostana, vegan, dairy free, gluten freeDifficulty: facile
Servings

1

servings
Prep time

10

minutes
Cooking time

5

minutes
Total time

15

minutes

La crema al cioccolato e castagne al Genepy è un dessert al cucchiaio dal gusto vellutato con note intense e vivaci date dal liquore Genepy.
Perfetta da servire come dolce di fino pasto, la crema al cioccolato e castagne con Genepy può esser servita calda e fumante, appena preparata, con tutta la sua cremosità e intensità di gusto, oppure si può preparare in anticipo e servire fredda, così come riportato in ricetta, dalla consistenza più compatta, simil ad un budino. In entrambi i casi, il dolce sorprende per gusto e aroma.

Ingredients

  • Per la cioccolata
  • 200 ml bevanda vegetale alla soia (gusto morbido)

  • 70 gr cioccolato fondente 75%

  • 1 cucchaio cacao amaro in polvere

  • 1 cucchiaio zucchero semolato

  • 1 cucchiaio amido di mais

  • Ingredienti aggiuntivi
  • 2 cucchiai pasta di marroni

  • 1 cucchiaio Genepy

  • Per decorare
  • 100 ml panna vegetale da montare (già zuccherata)

  • q.b. cacao amaro in polvere

Directions

  • In un bricco versare le polveri setacciate (cacao, amido e zucchero) e mescolare.
  • Unire la bevanda vegetale e mescolare accuratamente con una frusta a mano per evitare la formazione di grumi.
  • Spezzettare con un coltello il cioccolato fondnente ed unire agli altri ingredienti.
  • Portare il bricco sul fuoco, su fiamma bassa, e, sempre mescolando, lasciamo sciogliere il cioccolato completamente, fino ad addensare il composto
  • Una volta raggiunta la giusta consistenza (densità), versare la cioccolata in una tazza di vetro ed unire la pasta di marroni.
  • Mescolare accuratamente per far amalgamare bene i due composti, quindi unire il liquore e mescolare ancora.
  • Trasferire la crema al cioccolato e castagne con Genepy in frigorifero e lasciar riposare per 30 minuti almeno e, comunque, fino al momento di servrie.
  • Decorare il dessert
  • Montare la panna vegetale già zuccherata per dolci, inserirla nella sac a poche con beccuccioa stella, quindi decorare la crema.
  • Spolverare con del cacao amaro in polvere e servire.

Notes

  • La crema al cioccolato con castagne e Genepy può esser servita anche calda.
  • Conservare la crema in frigorifero, in un recipiente coperto, fino al momento di servire. Aggiungere la panna montata solo in ultimo, quando la crema è pronta per esser servita.
  • La crema al cioccolato con castagne e Genepy si conserva in frigorifero per 2-3 giorni (chiusa in contenitore con coperchio).

Scopriamo insieme le proposte delle altre regioni:


Potrebbero interessarti anche:


Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Natalia Piciocchi
1 anno fa

Bellissima proposta oltre che di un’eleganza unica. Baci

Sabrina
1 anno fa

Grazie davvero tanto Nat, son felice ti piaccia!

Daniela
1 anno fa

Caspita, che crema favolosa 🙂 Ottima proposta! Un abbraccio

Sabrina
1 anno fa
Reply to  Daniela

Grazie mille Dany! Un abbraccio grande a te!

carla emilia
carla emilia
1 anno fa

Che crema golosa Sabri, mi piace di sicuro, fra castagne, cioccolato e genepy, non c’è niente che non incontri il mio gusto 🙂

Sabrina
1 anno fa
Reply to  carla emilia

Grazie davvero tanto Carla, felice ti piaccia! Qui è stata spazzolata via???

marina
1 anno fa

Io sto decisamente rivalutando i dolci liquorosi! Guardo il tuo e mi viene una gran voglia di affondare il cucchiaino. Castagne, cioccolato, panna ma quanto dev’essere buono?! Complimenti davvero, un abbraccio

simona milani
1 anno fa

Non conosco il Genepy, ne ho sentito parlare e, ammetto la mia ignoranza in materia, non l’ho mai assaggiato. Ma che dire di questa coppa favolosa?! Super invitante, non c’è storia: mi ci tufferei dentro! Un abbraccio cara e buon pomeriggio 🙂

Elena
Elena
1 anno fa

wow aromatizzare la cioccolata con il Genepy, è un’ideona!!! complimenti!

Barbara
1 anno fa

Fa venire l’acquolina solo a vederla.

Mary Vischetti
1 anno fa

Che proposta golosa e bellissima Sabrina, complimenti!
Baci,
Mary

Elisa
1 anno fa

Ecco scoperto che cos’è il Genepì! Non avevo proprio pensato all’artemisia!
Sicuramente mi piacerebbe! Poi ha un nome troppo simpatico!
Anche il tuo abbinamento mi piacerebbe!
Ciao
Elisa

Profumo di Sicilia
1 anno fa

Ma sai che questo è uno dei liquori preferiti del mio compagno! Bellissima e golosissima preparazione… che spero di poter riproporre a breve anche nella mia cucina! A presto

trackback

[…] filetto di salmone gratinato con zenzero e cioccolato puro, la torta al cioccolato e mandorle, la crema al cioccolato e castagne, i buondì al cioccolato e tante altre […]