Crespelle di farina di piselli

Crespelle di farina di piselli con verdure dolci

Le crespelle di farina di piselli con vedure dolci sono semplici e veloci da preparare, un secondo piatto gustoso, leggero e salutare.

Conosciute anche con il termine francese di crêpes, le crespelle sono delle cialde sottili e morbide, che si prestano ad esser farcite nei diversi modi, nella versione dolce o salata.

Le crespelle di farina di piselli sono una versione salata e senza glutine, dal particolare colore verde donato dalla farina di piselli, che si presta ad esser farcita con le verdure diverse seguendo la loro stagionalità.

Per le mie crespelle di farina di piselli ho scelto una farcia colorata e dal gusto delicato come carote, zucchine e patate dolci. Per donare cremosità basta schiacciare con una forchetta le verdure una volta cotte, prima di farcire le crespelle, oppure aggiungere della salsa a proprio piacimento: io ho optato per la salsa thai agrodolce per esaltare il gusto finale.

Le crespelle si preparano in pochi minuti e sono prive di latte e di uova, il che le rende perfette per coloro che soffrono di allergia alle proteine del latte o intolleranza al lattosio, ideali per coloro che seguono un regime alimentare vegano. Infine, la farina di piselli è naturalemnete priva di glutine e fa di queste crespelle una scelta perfetta per chi soffre di celiachia.

Una ricetta per il mese dedicato alla celiachia

Maggio è il mese dedicato alla celiachia ed ho avuto il piacere di collaborare con Salute Ovunque e la loro realtà innovativa. Per raccontarvi di questa esperienza ho deciso di parlare di cosa si occupa nel dettaglio.

Il portale Salute Ovunque nasce dalla volontà di rendere accessibile velocemente e comodamente presso la propria abitazione, o ovunque si voglia, l’indagine di test genetico.

All’interno del sito sono presenti le seguenti linee di indagine in base al campo in cui si vuole ad andare ad approfondire la propria salute:

  • Linea Intolerance
  • Linea Salute
  • Linea Sport
  • Linea Gravidanza

Ogni linea ha al suo interno numerosi test, ognuno dei quali analizza la predisposizione a una specifica patologia o intolleranza.

Come funziona il test

Il grande fattore rivoluzionario è la semplicità con il quale si può effettuare il prelievo, non bisogna essere degli esperti per poter prelevare il campione. Si tratta infatti di un prelievo di cellule della mucosa, che si ottengono strofinando il tampone buccale (simile ad un cotton fiock) all’interno della bocca, non preoccupatevi all’interno del kit ( che vi arriverà comodamente a casa tramite corriere ) troverete anche le istruzioni.

Dopo aver compiuto questo semplice gesto basterà richiedere direttamente a Genoma il ritiro del campione che verrà analizzato presso i loro laboratori. Quando il referto sarà pronto riceverete una mail con le istruzioni per scaricarlo.

Tendenzialmente il tempo d’attesa per ricevere il referto va da 10 a 15 giorni, a meno che non si decida di fare il panello con all’interno più esami, in quel caso bisognerà aspettare un po’ di più.

Su quale scienza si basano queste analisi?

Si sa quando si parla di analisi, quello che più ci dà sicurezza è sapere che abbiano una base scientifica.

Anche in questo caso, naturalmente ci sono delle basi scientifiche… la scienza da cui nascono i test proposti da Salute Ovunque è la nutrigenetica.

La nutrigenetica è quella branca scientifica che descrive come il profilo genetico individuale possa avere un impatto sull’assunzione, l’assorbimento e il metabolismo dei nutrienti assunti con la dieta.

A cosa serve la nutrigenetica?

Lo scopo della nutrigenetica riguarda l’identificazione delle varianti genetiche che causano differenze nella risposta individuale ai nutrienti.

Semplicemente la risposta alle mille domande che ci poniamo sulla nostra salute possiamo trovarle all’interno del nostro DNA. Ecco spiegato il perché molte volte anche se seguiamo un’alimentazione sana e variegata non otteniamo sempre i risultati sperati, perché ognuno di noi ha bisogno di qualcosa su misura per se stessi, questo si può applicare nelle diete, negli allenamenti, nella salute generale del nostro corpo.

Basta davvero così poco per prelevare il nostro DNA?

Molte volte quando si pensa al DNA ci immaginiamo qualcosa di nascosto nella profondità del nostro corpo, ma in realtà non è così. Il DNA è presente in qualsiasi cellula (con poche eccezioni) del nostro corpo, da quelle del sangue a quelle della pelle fino alle cellule della nostra bocca, ecco perché è possibile estrarlo dal campione che voi stessi andrete a prelevate dalla vostra guancia.

Maggio è il mese dedicato alla celiachia, intolleranza che purtroppo può portare, se non diagnosticata in tempo, quindi non controllata, a patologie molto gravi.

In Italia è stato dimostrato che 600.000 mila persone sono affette da celiachia, di questi solamente 241.729 hanno una diagnosi conclamata.

Il Test Nutrinext intolerance per la predisposizione alla celiachia

Perché questo test: la celiachia è una patologia autoimmune, indotta da una reazione immunitaria, a livello dell’intestino, verso una proteina del glutine (Gliadina) contenuta nel grano, nell’orzo e nella segale. Figli, fratelli/sorelle e genitori di pazienti celiaci hanno più probabilità di esserne affetti rispetto al resto della popolazione.

Cosa analizza: l’esame genetico per la celiachia verifica la presenza di varianti geniche associate allo sviluppo di una risposta infiammatoria a seguito dell’introito di alimenti contenenti glutine.

Indicato per:

  • chi ha un familiare affetto da Morbo Celiaco
  • chi dopo esami sierologi ha ricevuto una diagnosi dubbia per Morbo Celiaco
  • chi soffre di sintomi gastrointestinali, epatite, colon irritabile
  • chi soffre di anemia da ferro, osteoporosi, dermatiti, stanchezza cronica
  • chi perde peso senza causa apparente.

La celiachia

Sintomi celiachia: la malattia celiaca può portare a sintomi che possono essere debilitanti come diarrea, steatorrea, anemia con o senza carenza di ferro. Fino ad arrivare a condizioni patologiche quali la comparsa di malattie autoimmuni quali diabete mellito insulino -dipendente o tiroidite di Hashimoto ecc. In alcuni casi può dare sintomi lievi e aspecifici difficili da ricondurre alla celiachia stessa.

Chi si occupa dell’analisi del test ?
Le analisi dei test che troverete su Salute Ovunque verranno analizzate (iniziativa promossa dagli stessi) da Eurofins Genoma, uno dei più avanzati laboratori italiani ed europei di diagnostica molecolare.

La realtà di Eurofins Genoma
Fondato nel 1997 e con quattro sedi in Italia (due a Roma, una a Milano e una a Firenze), il Gruppo Eurofins Genoma opera principalmente in qualità di partner diagnostico per analisi genetiche, citogenetiche e molecolari in Italia e all’estero.

I laboratori del Gruppo, che collaborano con oltre duemila strutture sanitarie e ospedaliere italiane ed estere, vantano dotazioni strumentali e tecnologiche all’avanguardia, nonché standard qualitativi elevati.

Una delle principali missioni di Eurofins Genoma è offrire soluzioni diagnostiche avanzate con un forte impegno nella ricerca, allo scopo di sviluppare nuovi prodotti, processi e servizi nel settore biotecnologico e contribuire al passaggio dalla medicina curativa a quella predittiva.

Fonte: le suddette informazioni su Salute Ovunque, Test Nutrinext Intolerance, Celiachia e Eurofins Genoma sono state fornite da laboratoriogenoma.it

-Immagini “Genetica” e “Celiachia” prelevate dal web-

Crespelle di farina di piselli con verdure dolci

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: secondi piatti, verdure, crepesCuisine: vegetariana, vegana, senza glutineDifficulty: facile
Servings

3

servings
Prep time

15

minutes
Cooking time

10

minutes
Total time

25

minutes

Le crespelle di farina di piselli con vedure dolci sono semplici e veloci da preparare, un secondo piatto gustoso, leggero e salutare.
Un piatto sfizioso e senza glutine, dal particolare colore verde donato dalla farina di piselli, che si presta ad esser farcita con le verdure diverse seguendo la loro stagionalità.
Per le mie crespelle di farina di piselli ho scelto una farcia colorata e dal gusto delicato come carote, zucchine e patate dolci.
Per donare cremosità basta schiacciare con una forchetta le verdure una volta cotte, prima di farcire le crespelle, oppure aggiungere della salsa a proprio piacimento: io ho optato per la salsa thai agrodolce per esaltare il gusto finale.

Ingredients

  • Per 03 crespelle
  • 100 g 100 farina di piselli

  • 150 g 150 acqua a t.a.

  • 1 cucchiino 1 sale fino

  • 1 cucchiaio 1 olio extra vergine di oliva

  • Per il ripieno
  • 2 2 carote

  • 1 1 batata americana (patata arancione/patata dolce)

  • 1 1 zucchina

  • 1 spicchio 1 aglio

  • 2 cucchiai 2 olio extra vergine di oliva

  • 1 cucchiaino 1 sale

  • 1 tazzina 1 acqua

  • q.b. salsa Thai agrodolce (facoltativo)

Directions

  • Per le crespelle
  • In una ciotola versare la farina di piselli, il sale, l’olio e l’acqua.
    Mescolare accuratamente con un cucchiaio o una frusta a mano, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, privo di grumi.
  • Coprire con pellicola alimentare e porre in frigorifero per 10 minuti a riposare.
  • Trascorso il tempo del riposo della pastella, estrarla dal frigorifero e procedere alla cottura delle crespelle:
  • oliare una padella antiaderente e rimuovere l’olio in eccesso con un foglio di carta cucina.
  • Porre la padella sul fuoco (fiamma bassa) e lasciar scaldare; quindi versare un mestolo di pastella e allargare bene con il dorso del cucchiaio (o del mestolo stesso).
  • Lasciar cuocere per 5-6 minuti, fino a quando si formano delle bolle in superficie e la crespella si stacca da sola dalla padella; quindi girare e lasciar cuocere sull’altro lato per 3-4 minuti.
  • Adagiare le crespelle pronte su un piatto e procedere con la cottura delle altre.
    Con questi ingredienti ho realizzato nr.03 crespelle più piccole ma leggermente più spesse.
    Se si preferisce, si può distribuire l’impasto delle crespelle su tutta la superficie della padella così da realizzare crespelle più grandi e più sottili (ne verranno un paio in questo caso).
  • Per il ripieno
  • Mondare le verdure, lavare, sbucciare e tagliare a tocchetti piccoli, preferibilmente della stessa grandezza.
  • Tagliare lo spicchio d’aglio finemente e trasferire in padella insieme alla dadolata di verdure, l’olio, la tazzina da caffè di acqua ed il sale.
  • Coprire e lasciar cuocere su fiamma bassa per pochi minuti, fino a quando le verdure non risultano morbide ma sode.
    (Ci vorranno circa 10 minuti di cottura ma il tempo varia a seconda della grandezza dei pezzi delle verdure)
  • Una volta pronte, togliere le verdure dal fuoco e tenere in caldo.
  • Farcire le crespelle
  • Con una forchetta schiacciare grossolanamente le verdure cotte tenute da parte, quindi distribuirne in quantità adeguata in ogni crespella.
  • Chiudere ogni crespella a metà e servire calde.
  • Per un gusto più vivace, prima di distribuire le verdure, spalmare della salsa Thai agrodolce nelle crespelle (facoltativo).
  • Le crespelle sono ottime consumate calde.

Recipe Video

Notes

  • Le crespelle di farina di piselli con verdure dolci sono ottime consumate calde, appena preparate.
  • Se si preparano in anticipo, conservarle coperte in frigorifero fino al momento di consumarle. Prima di consumerle, è consigliabile scaldarle (in padella, in forno, nel microonde, nel tostapane…)
  • Le crespelle di farina di piselli si prestano ad esser farcite con le diverse verdure. Per un gusto genuino e delizioso, si consiglia di scegliere verdure locali e di stagione.
  • Sia le crespelle che le verdure possono essere speziate e aromatizzate utilizzando spezie ed erbe aromatiche diverse.
  • Per delle crespelle dal gusto ricco, è possibile aggiungere salse diverse a seconda dei propri gusti, oppure aggiungere del formaggio spalmabile (in quest’ultimo caso, bisogna tenere in considerazione eventuali allergie, intolleranze o specifici regimi alimentari)


Potrebbero interessarti anche:



Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Daniela
8 mesi fa

Queste crespelle sono una gioia per gli occhi e sono anche molto invitanti.
Questo post è davvero molto interessante, una miniera di informazioni utili. Complimenti!
Un abbraccio

Sabrina
8 mesi fa

Ciao Dany, ti ringrazio tantissimo!
Son felice di poter essere utile sia in cucina che con info varie, soprattutto importanti come queste.
Felicissima ti piacciano le crespelle, provale perché son davvero gustose, ottime per tutti! Un abbraccio grande e buona giornata 😘