Pane attorcigliato o pain torsadé

Pain torsadé – Pane Attorcigliato

Pain torsadé (dal francese), o pane attorcigliato in italiano, è un pane dalla sottile crosta croccante e dorata e mollica molto soffice, dalla caratteristica forma da cui prende nome, ossia attorcigliato.

Si tratta di un pane ad alta idratazione che si prepara facilmente a casa, una piccola quantità di lievito di birra fresco ma richiede un lungo riposo.

Le pain torsadé è un pane profumato, fragrante, che sa di buono, di genuinità, di semplicità.

Come preparare il pane attorcigliato o pain torsadè

Per preparare il pane attorcigliato si può procedere sia a mano che con planetaria o impastatrice; nel primo caso bisogna però tenere in considerazione un tempo più lungo di lavorazione per ottenere lo stesso risultato, nonchè una certa resistenza per lavorare l’impasto con energia.

Per questo impasto ho versato nella ciotola della planetaria tutti gli ingredienti, eccezion fatta per il sale che ho aggiunto ad impasto quasi concluso.

L’impasto è stato lavorato a lungo dapprima con il gancio a foglia (K) per far incorporare bene tutti gli ingredienti, per poi passare al gancio ad uncino (J) per far incordare bene il tutto.

Una volta ottenuto un impasto liscio e compatto, bisogna farlo riposare in un contenitore leggermente oliato per 12 ore, a temperatura ambiente: questo è possibile con le temperature invernali più basse, mentre in estate sarebbe opportuno far riposare l’impasto in frigorifero per poi riportarlo a temperatura ambiente prima di procedere con la lavorazione successiva.

Trascorse le 12 ore di riposo, l’impasto avrà raddoppiato notevolmente il suo volume; dunque ribaltarlo sul piano lavoro ben spolverato con semola e dividerlo in due o quattro parti, pirlare ognuna e dare la forma attorcigliata.

Ancora un’ultimo riposo di 1 ora e si procede poi con la cottura in forno statico. Dopo 30 minuti circa, il pane attorcigliato è pronto ed il suo buon profumo inonderà la cucina!

L’occasione perfetta

C’è davvero bisogno di un’occasione speciale per preparare del buon pane fatto in casa? Assolutamente no!

Preparare in casa il pane è un gesto d’amore verso se stessi e la propria famiglia, un regalo per se stessi per esprimere la propria creatività in cucina e concedersi dei momenti di attese e di riposo, per poi godersi e deliziarsi del risultato finale!

E se tutto ciò non bastasse, c’è sempre l’appuntamento con la Rubrica Il Granaio-Baking Time che ci offre la scusa giusta per mettere le mani in pasta!

Pain torsadé – Pane Attorcigliato

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: PaneDifficulty: media
Servings

4

filoncini
Prep time

30

minutes
Cooking time

30

minutes
Leavening Time

13

hours 

Pain torsadé (dal francese), o pane attorcigliato in italiano, è un pane dalla sottile crosta croccante e dorata e mollica molto soffice, dalla caratteristica forma da cui prende nome, ossia attorcigliato.
Si tratta di un pane ad alta idratazione che si prepara facilmente a casa, una piccola quantità di lievito di birra fresco ma richiede un lungo riposo.
Le pain torsadé è un pane profumato, fragrante, che sa di buono, di genuinità, di semplicità.

Ingredients

  • 1 kg 1 farina 00

  • 600 ml 600 acqua tiepida

  • 15 gr 15 sale fino

  • 3 gr 3 lievito di birra fresco

  • 2 cucchiaini 2 zucchero semolato

  • q.b. semola per piano lavoro

Directions

  • La sera prima, ore 21.00
  • Nella ciotola della panetaria versare la farina e briciolare sopra il lievito di birra fresco.
    Aggiungere lo zucchero e versare una piccola parte di acqua.
  • Azionare la planetaria a velocità medio-bassa e, muntita di gancio foglia (K), lasciar incorporare gli ingredienti versando la restante acqua, sempre poca alla volta.
  • Quando l’impasto inzia a compattarsi, unire il sale e sostituire il gancio con quello ad uncino (J).
    Aumentare gradualmente la velocità della planetaria e lasciar lavorare bene l’impasto, fino a quando non si stacca completamente dalle pareti della ciotola (fondo compreso) e risulta liscio e compatto (circa 15-20 minuti).
  • Oliare un recipiente (preferibilmente alto e “stretto”) e trasferirvi l’impasto.
    Coprire con pellicola alimentare e lasciar riposare a temperatura ambiente per 12 ore.
  • La mattina successiva, ore 09.00
  • Infarinare il piano lavoro con la semola, quindi ribaltarvi l’impasto ormai triplicato notevomente di volume.
  • Con la meni lavorare l’impasto a formare una palla, quindi dividere con un tarocco in 2 o in 4 parti uguali.
  • Lavorare ogni pezzo singolarmente, dappruima allargandolo con una delicata pressione dei polpastrelli delle mani, poi richiudendolo su se stesso per fare 4 giri di pieghe; dunque con movimenti ondulatori, arrotondare e allungare dando una forma allungata, a salsicciotto.
  • Disporre sulla leccarda un foglio di carta forno e infarinare anch’esso con la semola.
  • Prendere un “salsicciotto” di pane alla volta e arrotolare/attorcigliare su se stesso: roteare le due estremità in senso opposto così da attorcigliare il filone di pane.
  • Disposrre ogni filone attorcigliato sulla leccarda precedentemente preparata, distanziando tra loro i 4 filoni attorcigliati.
  • Coprire con pellicola e lasciar lievitare 1 ora.
  • Cottura del pane
  • Posizionare la griglia del forno sul ripiano più basso del forno.
  • Preriscaldare il forno, modalità statica, a 200°C.
  • Raggiunta la temperatura, infornare la leccarda con i 4 filoni attorcigliati e lasciar cucoere per 25-30 minuti, fino a completa doratura del pane (sia in superficie che nella parte inferiore).
  • Terminata la cottura, lasciar raffreddare i filoni su di una gratella.

Notes

  • Le pain torsadé (pane attorcigliato) si conserva per diversi giorni se chiuso in un apposito sacchetto alimentare per pane.
  • E’ possibile congelare il pane già tagliato a fette, riposto in appositi sacchetti per congelatore. Basterà estrarlo qualche ora prima per gustarlo come appena preparato, oppure scaldarlo poco prima di consumarlo.

Scopriamo insieme le altre proposte del paniere odierno:

Simona: Pane al mais con lievito madre

Zeudi: Pane ai cereali e semi di sesamo

Teresa: Pan brioche alla zucca


Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Zeudi
Zeudi
15 giorni fa

Non lo conoscevo questo pane attorcigliato, è proprio bello da vedere. Mi fa venir voglia di iniziare ad affettare il salame 😛

Simona Nania
15 giorni fa

È divertente farlo è buonissimo da mangiare, versatile va bene con folce e salato. Bravissima!

Teresa
15 giorni fa

Questo pane attorcigliato lo voglio fare anch’io 🥰 è davvero bellissimo Sabrina ❤️ complimenti!

zia consu
14 giorni fa

Quando sento il profumo del pane non posso resistere! Questa ricetta è davvero gustosa e versatile..non mi resta che prendere appunti ^_^ Grazie Sabri e a presto <3

Daniela
14 giorni fa

Non sapevo dell’esistenza di questo pane. E’ molto bello da vedere e immagino la bontà 🙂 Bravissima!

saltandoinpadella
11 giorni fa

ma quanto è bello!!! mi piace da matti la forma, la trovo quasi chic