Pizza ripiena di verdure

Pizza ripiena di verdura

Pizza ripiena in due varianti

La pizza ripiena di verdura è un rustico ricco di sapore, un lievitato salato che si presta ad accogliere diversi ripieni.

La pizza ripiena è formata da due strati di pasta che racchiudono un gustoso ripieno di verdure, preparata oggi in due gustose varianti: con friarielli e salsiccia e con patate e salsiccia.

Nella pizza ripiena con friarielli e salsiccia il sapore della verdura è esaltato dalla salsiccia e, così come nella variante con le patate, il gusto tra i due elementi è armonioso e complementare. Entrambe possono essere arricchite nel carattere aggiungendo del peperoncino piccante (facoltativo) e, se non si hanno problemi di allergia al lattosio e/o proteine del latte, si possono arricchire con del formaggio come mozzarella o scamorza.

I friarielli sono un ortaggio caratteristico della zona campana, più comunemente noti come cime di rape e la combo con la salsiccia diventa un vero caposaldo della cucina partenopea e campana in genere; una combo di sapori immancabile nei menù partenopei. Per questo la pizza con friarielli e salsiccia è considerata come la “pizza napoletana per eccellenza”.

Una combo talmente amata ed apprezzata da diventare una ricetta gourmet di un famoso chef e che ho reinterpretato a mia volta in questa versione di salsicce e friarielli alla Cannavacciuolo.

Informazioni aggiuntive su cosa sono i firarielli e come vanno cuninati puoi trovarle all’interno dell’articolo che accompagna le mia ricetta classica di Salsicce e friarielli.

Per farcire la pizza, i friarielli vengono dapprima scottati in acqua bollente e poi saltati in padella con la salsiccia sbriciolata prima di divenire il gustoso ripieno della pizza.

Se non si hanno a disposizione i friarielli, è possibile sostituirli con dei broccoli (per un gusto altrettanto sostenuto) o con degli spinaci (per un gusto più delicato).

La pizza ripiena di patate e salsiccia è altrettanto gustosa, favorita (forse) maggiormente dai bambini che con il “verde” hanno poca affinità. Anche le patate vanno dapprima sbollentate (o cotte al vapore), affettate e saltate in padella insieme alla salsiccia per un gusto più ricco.

Pizza ripiena di verdura

5.0 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: lievitati, lievitati salati, pizza e focacceCuisine: cucina italianaDifficulty: media
Servings

6

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

25

minutes
Leaving time

4

hours 

La pizza ripiena di verdura è un rustico ricco di sapore, un lievitato salato che si presta ad accogliere diversi ripieni.
La pizza ripiena è formata da due strati di pasta che racchiudono un gustoso ripieno di verdure, preparata oggi in due gustose varianti: con friarielli e salsiccia e con patate e salsiccia.

Ingredients

  • Per l’impasto della pizza
  • 1 kg farina Manitoba

  • 600 g acqua tiepida

  • 40 g olio extra vergine di oliva

  • 20 g sale fino

  • 10 g lievito di birra fresco

  • 1 cucchiaino zucchero semolato (oppure malto)

  • Per il ripieno
  • 200 g friarielli freschi

  • 200 g patate a pasta gialla

  • 4 salsicce macinate (con o senza pepe)

  • 4 cucchiai olio extra vergine di oliva

  • 2 spicchi aglio

  • q.b. sale fino

  • q.b. peperoncino (facoltativo)

  • q.b. vino bianco da tavola

  • Ingredienti aggiuntivo
  • q.b. origano per decorare la pizza con le patate

  • q.b. olio d’oliva per le teglie

  • q.b. semola rimacinata per piano lavoro

Directions

  • Preparare i friarielli con salsiccie
  • Mondare i friarielli, eliminare eventuali parti ingiallite, gambi e foglie troppo duri e grossi.
    Lavare accuratamente e lasciar sgocciolare bene.
  • Nel frattempo, in una padella trasferire 2 salsicce sbriciolate e farle dorare su fiamma bassissima per 10-15 minuti.
    Sfumare con il vino e lasciar evaporare completamente.
    Lasciar rosolare le salsicce e tenere da parte.
  • Immergere i friarielli in acqua bollente per 2 minuti per eliminare un poco l’amaro tipico della verdura stessa; quindi scolare e lasciar sgocciolare completamente.
  • In una padella lasciar imbiondire 1 spicchio d’aglio in 2 cucchiaio di olio insieme al peperoncino (facoltativo).
    Unire in padella anche i friarielli sgocciolati, salare e lasciar cuocere coperti, su fiamma medio bassa, fino a quando non saranno completamente appassiti ed il liquido formatosi durante la cottura sarà evaporato.
    Ci vorranno circa 20 minuti.
    Togliere il coperchio e continuare la cottura a fuoco vivave per altri 5 minuti.
  • Unire le salsicce sbriciolate tenute da parte e lasciar insaporire per altri 5 minuti.
    Lasciar raffreddare completamente.
  • Preparare le patate e salsicce
  • Selezionare le patate di dimensioni simili fra loro in modo che non ci siano differenti tempi di cottura.
    Lavarle accuratamente sotto l’acqua corrente.
  • Trasferirle in una pentola e coprire a filo con abbondante acqua fredda e portare a ebollizione.
    Dopo 20-25 minuti dal bollore, fare la prova di cottura infilando uno spiedino di legno o i rebbi di una forchetta nelle patate: quando non avranno resistenza, le patate saranno cotte.
    Al contrario, continuare la cottura per qualche altro minuto, fino a quando non saranno morbide al punto giusto, ma comunque sode.
  • Terminata la cottura, togliere le patate dalla pentola con l’ausilio di una schiumarola.
    Lasciarle intiepidire e sbucciarle, quindi tagliare a fette dallo spessore di 3-4 cm circa (non troppo sottili).
  • In una padella lasciar imbiondire 1 spicchio d’aglio in 2 cucchiaio di olio insieme al peperoncino (facoltativo).
    Eliminare l’aglio ed aggiungere 2 salsicce sbriciolate.
    Lasciar dorare mescolando spesso.
  • Aggiungere anche le patate a fette, salare e lasciarle rosolare.
    Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare completamente.
  • Preparare l’impasto per le pizze
  • Lievitino: in un bricco lasciar sciogliere il lievito di birra e lo zucchero in 200 gr di acqua tiepida, quindi unire 200 gr di farina e mescolare con una forchetta.
    Questi ingredienti sono presi dal totate indicato in ricetta.
  • L’impasto risulterà appiccicoso ma privo di grumi.
    Coprire con pellicola alimentrare e porre in luogo asciutto e caldo a lievitare fino al suo raddoppio (circa 1 ora).
  • Impasto: in planetaria versare la restate farina, l’olio ed il lievitino (raddoppiato di volume) ed iniziare a lavorare gli ingredienti con il gancio a foglia (K) a velocità medio-bassa.
  • Aggiungere la restante acqua poca alla volta, lasciandola assorbire completamente al composto prima di versarne altra.
    In ultimo, aggiungere il sale e lasciar lavorare energicamente (aumentando la velocità della macchina) fino ad incordare l’impasto.
  • Trasferire l’impasto ottenuto in un recipiente, coprire con pellicol alimentare e porre in lucogo asciutto e caldo a lievitare, fino al suo raddoppio (circa 2 ore nel forno spento con la sola luce accesa).
  • Raddoppiato il suo volume, ribaltare l’impasto sul piano lavoro spolevrato con la semola rimacinata, quindi dividere in quattro parti uguali.
  • Pirlare ogni parte ed ottenere quidni quattro palle ben lisce e pirlate, coprire con un panno pulito, bagnato e ben strizzato, e lasciar lievitare nuovamente fino al raddoppio (circa 1 ora).
  • Stesura e cottura delle pizze ripiene
  • Preriscaldare il forno a 240°C, modalità statica (o modalità pizza per i forni che hanno questa impstazione) e portare a temperatura.
  • Oliare due teglie rettangolari cm 26 x 37 e tenere da parte.
  • Lavorare una palla di impasto alla volta, stendendola con i polpastrelli delle dita sul piano lavoro spolverato con semola rimacinata, fino ad ottenere un rettangolo.
  • Trasferire il rettangolo di impasto nella teglia oliata, lasciando la parte “sporca” di semola a contatto con la teglia oliata.
    Sempre pigiando delicatamente, stendere l’impasto fino a raggiungere i bordi della teglia stessa.
    Se l’impasto oppone resistenza, lasciar riposare 5 minuti e tornare nuovamete a stenderlo, senza stressarlo per evitare strappi.
  • Ripetere l’operazione (punto 3 e punto 4) con una seconda palla di impasto, così da ottenere le due basi delle pizze.
  • Distribuire su una base i friarielli con salsiccia e sull’altra le patate con salsiccia.
  • Ripetere il punto 3 e 4 con le restanti palle di impasto così da avere due rettangoli di pasta con cui richiudere le pizze.
    Far aderire bene i bordi delle pizze, oliare leggermente in superficie e, sulla pizza con le patate, spolverare con dell’origano.
  • Infornare una pizza alla volta nel ripiano più basso del forno, lasciando cuocere per 20-25 minuti circa, fino a completa cottura.
    A cottura ultimata, la base e la superficie delle pizze dovranno risultare ben dorate.
  • Sfornare e lasciar intiepidire leggermente prima di tagliare a quadrati le pizze.
    Servire e gustare.

Notes

  • Una volta cotta, la pizza ripiena va conservata in contentore chiuso nel frigorifero e consumata nel giro di 2-3 giorni massimo. Prima di consumarla, scaldare la pizza al microonde, nel forno o nel tostapane per poterla gustare bella fragrante.
  • E’ possibile anche congelare la pizza dopo la cottura: raffreddata e tagliata a monoporzioni, basterà avvolgere ogni pezzo con pellicola alimentare e conservarla nel congelatore. Prima di consumarla, scaldare in forno ancora congelata e (ovviamente) tolta dall’involucro di pellicola.

Ti è piaciuta la ricetta di oggi? Valuta la ricetta e fammi sapere nei commenti cosa ne pensi! Inoltre, assicurati di seguire Delizie & Confidenze su Instagram e taggami quando provi una delle mie ricette così posso vedere tutte le tue deliziose creazioni!

HAI PROVATO QUESTA RICETTA?
FAMMI SAPERE COM’È ANDATA: SCRIVIMI NEI COMMENTI E LASCIAMI LE STELLINE IN BASE AL TUO GRADIMENTO!


Potrebbero interessarti anche:



Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments