Torta al vin brulé

Torta al vin brulé

La torta al vin brulé è un dolce dall’aroma speziato e gusto intenso, perfetta per le feste del Natale.

Semplice da preparare, la torta è arricchita da una glassa anch’essa al vin brulè e decorata con semplici ingredienti che richiamano sia l’ingrediente principale del dolce (Il vin brulè appunto), sia il Natale.

Scenografica e gustosa, la torta al vin brulé è un ottimo dolce da servire a fine pasto, perfetta da confezionare e portare in dono, fantastica idea per reciclare del vin brulè avanzato (difficile a credersi quest’ultima ipotesi!).

Inoltre il dolce è senza burro e senza latte e, pertanto, ideale per coloro che hanno allergia al latte e derivati del latte.

Varianti per un dolce sempre delizioso

Difficile credere che possa vanzare del vin brulé, così aromatico e gustoso, ma si può comunque preparalo appositamente per realizzare questa torta seguendo questa mia ricetta del vin brulè.

  • In alternativa al vin brulé, è possibile utilizzare del vino cotto, del mosto, altro vino liquoroso o del semplice vino rosso.
  • Per la mia toprta ho scelto una farina d’avena integrale, ma se si preferisce una texture più soffice e “pulita”, è possibile sostituire la farina con una “00”.
  • La torta resta umida e morbida e non necessita di bagna. In ogi caso, per una maggiore golosità, una volta cotta e raffreddata, è possibile praticare dei fori con uno stecco da spiedino e bagnare il dolce con una bagna liquorosa con o senza vin brulé (se si vuol rafforzare o meno il gusto di quest’ultimo), oppure con della bagna al cioccolato.
  • Si possono scegliere i decori che si preferiscono per rendere la torta graziosa e in tema natalizio secondo gusto personale. Se si sceglie di ricoprirla lateralmente con dei zuccherini colorati, bisogna versare uniformemente la glassa anche sui bordi della torta ed applicare gli zuccherini subito, quando la glassa è ancora morbida.

Torta al vin brulé

5 from 4 votes
Recipe by Sabrina Pignataro Course: merenda, dessert, torte, torte natalizie, dolci di Natale, torta al vinoCuisine: cucina italiana, dairy freeDifficulty: facile
Servings

4

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

1

hour 

29

minutes
Resting Time

4

minutes

La torta al vin brulé è un dolce dall’aroma speziato e gusto intenso, perfetta per le feste del Natale.
Semplice da preparare, la torta è arricchita da una glassa anch’essa al vin brulè e decorata con semplici ingredienti che richiamano sia l’ingrediente principale del dolce (Il vin brulè appunto), sia il Natale.
Scenografica e gustosa, è un ottimo dolce da servire a fine pasto, perfetta da confezionare e portare in dono, fantastica idea per reciclare del vin brulè avanzato.
Inoltre il dolce è senza burro e senza latte e, pertanto, ideale per coloro che hanno allergia al latte e derivati del latte.

Ingredients

  • Per la torta al vin brulé
  • 250 g 250 farina d’avena integrale

  • 175 g 175 vin brulé

  • 180 g 180 olio di semi

  • 150 g 150 cioccolato fondente

  • 150 g 150 zucchero semolato

  • 50 g 50 miele di acacia

  • 25 g 25 cacao amaro in polvere

  • 16 g 16 lievito in polvere per dolci (1 bustina)

  • 4 4 uova

  • 1 pizzico 1 sale fino

  • 1 cucchiaino 1 cannella in polvere

  • 1/2 cucchiaino 1/2 chiodi di garofano in polvere

  • 1/2 cucchiaino 1/2 zenzero in polvere

  • 1/2 cucchiaino 1/2 noce moscata il polvere

  • Per la glassa al vin brulé
  • 250 g 250 zucchero a velo

  • 100 g 100 vin brulé

  • 60 g 60 cacao amaro in polvere

  • Per decorare
  • 4 rametti 4 rosmarino

  • 1 fetta 1 arancia

  • 1 bastoncino 1 cannella

  • q.b. zuccherini rossi e verdi natalizi

  • q.b. zucchero a velo

Directions

  • Preparare la torta al vin brulé
  • Tritare il cioccolato e scioglierlo a bagnomaria.
    Tenere da parte e lasciar intiepidire.
  • In una terrina versare lo zucchero ed unire l’olio iniziando a montare con le fruste elettriche (in alternativa, lavorare l’impasto in planetaria).
  • Unire il miele, un uovo alla volta ed il vin brulè (freddo) a filo.
  • In ultimo aggiungere il pizzico di sale ed il ciococlato sciolto tenuto da parte.
  • Mescolare accuratamente per amalgamare bene gli ingredienti.
  • In un’altra terrina mescolare la farina con il lievito, le spezie ed il cacao in polvere.
  • Unire le polveri ai liquidi, poche alla volta, mescolando sempre con cura.
  • Oliare ed infarinare uno stampo a cerniera  ⌀20-22 cm, oppure rivestire lo stampo con della carta forno precedentemente bagnata e ben strizzata; quidi versare il composto.
  • Cuocere il dolce in forno statico già caldo a 150°C per 90 minuti.
    Se dopo i primi 60 minuti di cottura il dolce dovesse scurirsi troppo in superficie, coprire con un foglio allumiio e proseguire la cottura.
  • A termine dei 90 minuti, verificare la corretta cottura del dolce tramite la prova stecchino, che dovrà risultare pulito.
  • Sfornare il dolce e lasciarlo raffreddare completamente prima di rimuoverlo dallo stampo.
  • Preparare la glassa al vin brulé
  • Setacciare lo zucchero a velo ed il cacao in polvere e trasferirli in un pentolino.
  • Unire il vin brulé e portare sul fuoco, su fiamma medio-bassa, mescolando con cura fino a quando il composto non risulta lucida e liscia.
  • Glassare il dolce
  • Una volta raffreddata, sformare la torta e trasferirla sulla griglia posizionta in una leccarda rivestita con carta forno (questo servirà a raccogliere la glassa che colerà dal dolce).
  • Versare sul dolce la glassa ancora calda, facendola colare anche sui bordi.
  • Laciar rassodare la glassa per alcune ore a temperatura ambiente, coprendo il dolce con una campana di vetro.
  • Decorare il dolce
  • Quando la glassa sarà rassodata, trasferire la torta sul piatto da portata e decorarla.
  • Per la mia torta ho scelto dei rametti di rosmarino posizionati in cerchio.
  • Ho ritagliato degli spicchi dalla fetta di arancia lasciata “seccare” in forno durante la cottura del dolce, posizionando questi spicchietti accanto ad ogni rametto di rosmarino.
  • Ho aggiunto degli zuccherini rossi e verdi a creare colore ed ho decorato con una spolverata di zucchero a velo per ricreare un “effetto neve” tutt’intorno.

Notes

  • La torta al vin brulé si conserva sotto una campana di vetro, o nell’apposito porta torte, se lasciata senza glassa. Una volta glassata, la torta va conservata in frigorifero per un paio di giorni, sempre chiusa in un contenitore ermetico.
  • In alternativa al vin brulé, è possibile utilizzare del vino cotto, del mosto, altro vino liquoroso o del semplice vino rosso.
  • Per la mia toprta ho scelto una farina d’avena integrale, ma se si preferisce una texture più soffice e “pulita”, è possibile sostituire la farina con una “00”
  • La torta resta umida e morbida e non necessita di bagna. In ogi caso, per una maggiore golosità, una volta cotta e raffreddata, è possibile praticare dei fori con uno stecco da spiedino e bagnare il dolce con una bagna liquorosa con o senza vin brulé (se si vuol rafforzare o meno il gusto di quest’ultimo), oppure con della bagna al cioccolato.
  • Si possono scegliere i decori che si preferiscono per rendere la torta graziosa e in tema natalizio secondo gusto personale. Se si sceglie di ricoprirla lateralmente con dei zuccherini colorati, bisogna versare uniformemente la glassa anche sui bordi della torta ed applicare gli zuccherini subito, quando la glassa è ancora morbida.

Potrebbero interessarti anche:


Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Simona Nania
2 mesi fa

Da brava nordica adoro il vin brulè, da noi ognuno ha la sua ricetta (me compresa) e per me è una bevanda insostituibile, questa torta mi piace da impazzire, bravissima tesoro!

Daniela
2 mesi fa

Una torta particolare e per questo molto interessante. Deve essere deliziosa, oltre che molto bella 🙂
Un abbraccio

Fabrizio
Fabrizio
2 mesi fa

Bellissime foto

speedy70
2 mesi fa

Idea golosisisma questa torta, grazie!!!