Bocconotti

Calzoncelli di Natale lucani

I calzoncelli sono dei dolci tipici lucani, dei ravioli fritti con cuore cremoso di castagne e cioccolato, che non possono mancare sulle tavole di Natale in Basilicata.

Come ogni ricetta della tradizione, ogni famiglia ha la sua che varia anche da provincia a provincia, da zona a zona. Alcune ricette infatti prevedono le uova nella sfoglia, altre come la mia no; nel ripieno in alcune zone si aggiungono le nocciole, i ceci oppure pere; in alcune ricette vengono utilizzate castagne secche fatte cuocere nel latte ed in altre le castagne sono fresche e lessate in acqua.

Insomma, tante varianti ma un unico risultato: croccantezza fuori e cremosità dentro per un gusto comunque eccezionale.

Quella che condivido oggi con voi è la ricetta che preparava mia nonna o meglio, una delle due ricette che preparava mia nonna, quella che veniva preparata più spesso e che iniziava a preparare molto prima delle festività perchè sfruttava le castagne fresche. Mia nonna li chiamava anche “bocconotti” ed in questa ricetta la pasta è senza uova mentre il ripieno è un’armonia di sapori e profumi, realizzato con castagne, cioccolato fondente ed un mix di spezie che si fondono all’aroma ed al gusto unici del liquore Strega.

La preparazione dei calzoncelli non è difficile ma richiede tempo e pazienza per risultato finale dal successo assicurato.

Non solo deliziosi da gustare a fine pasto o come merenda, i calzoncelli di Natale erano anche preparati per esser portati in dono e scambiati con familiari ed amici. Oggi li preparo per voi e per gli amici della Rubrica Al Km 0 che dedica questo appuntamento alle “Ricette per le feste“.

Calzoncelli di Natale lucani

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Dolci, Dolci di Natale, Dolci frittiCuisine: cucina italianaDifficulty: facile
Servings

25

pezzi circa
Prep time

30

minutes
Cooking time

40

minutes
Resting Time

1

hour 

30

minutes

I calzoncelli sono dei dolci tipici lucani, dei ravioli fritti con cuore cremoso di castagne e cioccolato, che non possono mancare sulle tavole di Natale in Basilicata.
Come ogni ricetta della tradizione, ogni famiglia ha la sua che varia anche da provincia a provincia, da zona a zona.
Quella che condivido oggi con voi è una delle ricette che preparava mia nonna e che chiamava “bocconotti”.

Ingredients

  • Per la pasta
  • 500 g 500 farina 00

  • 35 g 35 zucchero semolato

  • 140 ml 140 vino bianco da tavola

  • 120 ml 120 olio di semi (nella ricetta originale: 100 gr strutto)

  • Per il ripieno
  • 300 g 300 castagne fresche

  • 100 g 100 cioccolato fondente 70%

  • 50 ml 50 vino cotto

  • 1 cucchiaio 1 miele chiaro

  • 1 cucchiaio 1 liquore Strega

  • 1 cucchiaino 1 mix spezie in polvere (cannella, chiodi di garofano, noce moscata)

  • 1 1 arancia (la buccia grattugiata)

  • Ingredienti aggiuntivi
  • q.b. olio di arachide per friggere

  • q.b. zucchero a velo per decorare

Directions

  • Preparare la pasta
  • La pasta può esser preparata a mano, con la machcina per la pasta o in planetaria utilizzando il gancio a foglia (K) per impastare gli ingredienti e poi sostituire con gancio a spirale (J) per lavorare l’impasto.
  • Si inizia miscelando le polveri a cui aggiungere poi l’olio ed il vino.
    Impastare gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
  • Avvolgere il panetto ottenuto in pellicola alimentare e lasciar riposare a temperatura ambiente per 30 minuti almeno.
  • Preparare il ripieno
  • Incidere le castagne fresche con un coltello (una piccola incicione sulla parte bombada del frutto)e trasferire in una pentola ricoprendole con abbondante acqua.
  • Cuocere le castagne per 30 minuti dal bollore dell’acqua, quindi scolare e lasciar leggermente intiepidire.
    Quando ancora tiepide (ma non completamente fredde), privare le castagne della buccia esterna e della pellicina interna.
  • Schiacciare le castagne con il passaverdure.
  • Sciogliere a bagnomaria il cioccolato ed unire alle castagne, aggiungere il resto degli ingredienti ed amalgamare bene il tutto per ottenere un composto omogeneo e compatto.
  • Coprire e tenere da parte.
  • Comporre i calzoncelli
  • Riprendere la pasta e stendere a mattarello o con l’ausilio di una sfogliatrice ad uno spessore di circa 2 mm.
  • Distribuire sulla pasta stesa delle palline/ciuffetti di ripieno, spennellare tutt’intorno con pochissima acqua e ricoprire con altra sfoglia.
    Far aderire bene la sfoglia e, con una rondella dentata, ritagliare i ravioli.

    E’ possibile utilizzare anche un apposito stampo per ravioli per comporre i calzoncelli. L’importante è sigillare bene la sfoglia così da non farla aprire durante la cottura e far fuoriuscire il ripieno.
  • Cottura dei calzoncelli
  • In una padella antiaderente, portare atemperatura l’olio di arachidee, su fuoco medio, iniziare a friggere i calzoncelli pochi alla volta, per non abbassare la temperatura dell’olio.
    Lasciar friggere fino a completa doratura.
    Girare i calzoncelli quando i bordi iniziano a prender colore così da garantire una doratura omogenea.
  • Prelevare i calzoncelli con un mestolo forato e adagiare sul piatto ricoperto da carta cucina per eliminare l’olio in eccesso.
    Disporre i ravioli uno accanto all’altro sulla carta assorbente: è importante non sovrapporre gli uni sugli altri per evitare che quelli sul fondo assorbano residui di olio in caduta.
  • Lasciar raffreddare i dolci prima di spolverarli con zucchero a velo.
  • Conservare i calzoncelli in un contenitore ermetico o nell’apposita scatola di latta per biscotti.

Notes

  • I calzoncelli si conservano chiusi in un contenitore ermetico per diversi giorni. Prima di consumarli, per ravvivare gusto ed aromi, consiglio di scaldarli un pò.
  • Hai realizzato questa ricetta? Posta la foto del piatto su Instagram e taggami con l’hashtag #delizieeconfidenze @delizieeconfidenze

Scopriemo insieme le altre proposte odierne della Rubrica:

Ti è piaciuta la ricetta di oggi? Valuta la ricetta e fammi sapere nei commenti cosa ne pensi! Inoltre, assicurati di seguire Delizie & Confidenze su Instagram e taggami quando provi una delle mie ricette così posso vedere tutte le tue deliziose creazioni!

HAI PROVATO QUESTA RICETTA?
FAMMI SAPERE COM’È ANDATA: SCRIVIMI NEI COMMENTI E LASCIAMI LE STELLINE IN BASE AL TUO GRADIMENTO!


Potrebbe interessarti anche:



Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
carla emilia
carla emilia
2 mesi fa

Ma che meraviglia questo dolcetto Sabri! Ti auguro un buon Natale, ci risentiamo per capodanno, bacioni 🙂

Sabrina
2 mesi fa
Reply to  carla emilia

Ciao Carla, grazie mille!
Ci risentiamo presto per gli auguri 🎄❤️

Simona Nania
2 mesi fa

Oh mamma!!! Ma cosa devono essere questi dolci che racchiudono sapori che io amo tantissimo! Il liquore strega poi l’ideale per i dolci mi dimentico sempre di comprarlo, bravissima ne vorrei una guantiera solo per me 😍

Sabrina
2 mesi fa
Reply to  Simona Nania

E allora me lo appunto e alla prima occasione che capiterà per stare insieme, sarò felicissima di preparartene. Un abbraccio grande